Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Fidc Piemonte. Primo incontro con l'Assessore ProtopapaViezzi rieletto alla guida di Fidc FriuliE se non ci fossero i cacciatori?Parlamento Ue. Berlato in codaLa Libera Caccia compie 60 anniCoordinamento Campania commenta ultime novitàFidc, prosegue raccolta dati con i diari di cacciaBrescia, aperta la caccia di selezione al cinghialeSardegna. Ok dal Comitato faunistico al Calendario venatorioPiemonte: in approvazione piani ungulatiPolemiche in Puglia sulla mobilità venatoriaVeneto sollecita riforma 157 "stop alla crescita delle specie nocive"Droni in soccorso dei caprioliFidc: dall'Ue richiesta divieto caccia moriglione e pavoncellaToscana approva caccia in deroga allo stornoBruzzone "La legge ligure sui Parchi rimarrà in vigore"Puglia: ok legge caccia 20 giornate migratoria in mobilitàGoverno impugna legge Liguria su riperimetrazione ParchiFidc Veneto sull'incontro con l'assessore PanA Macerata ripartono i corsi per nuove guardie venatorieAbruzzo. Presentata proposta calendario venatorio Tar Campania ordina ricalcolo del territorio cacciabileCaccia Veneto. Le richieste di Berlato alla RegioneBrescia. Otto rinviati a giudizio per il controllo del cinghiale Roccoli, ancora nulla di fatto in LombardiaFidc Umbria: dalla Regione inutili penalizzazioni sul calendario venatorioFidc Bergamo "i cacciatori siano impiegati nel controllo faunistico"Caccia cinghiale. Regione Calabria sollecita modifica 157 I cacciatori catanesi impegnati nella tutela ambientaleBerlato alla guida di ACRAncora risultati dallo studio sul beccaccinoHabitat floridi nelle zone gestite dai cacciatoriPiemonte. La nuova GiuntaCCT: attenti a ddl tutela animaliModena. Nuove guardie volontarieCalendario Campania: la Federcaccia dissenteFoggia. Corso di formazione per cacciatori di selezioneSvizzera: meno vincoli per l'abbattimento dei grandi predatoriSICILIA. La Regione incontra i cacciatoriFIDC. Si riunisce a Roma il consiglio di presidenza Benevento. Proposte per la caccia al cinghialeCalendario Venatorio CampaniaLARA COMI RINUNCIATOSCANA: PIANO DI PRELIEVO DEL CAPRIOLOPIEMONTE. FEDERCACCIA SUL CAPRIOLOFIDC BERGAMO: UN CORSO DI FORMAZIONE PER LA CACCIA COLLETTIVA AL CINGHIALEUK. I GIOVANI E LA CACCIALOMBARDIA. LO SCIOPERO DEI CINGHIALAI MUOVE LA REGIONESTUDIO COLLI EUGANEI SU EMERGENZA CINGHIALIArezzo Corso Articolo 37Caccia bloccata. Fidc Piemonte scrive agli associatiDopo servizio de Le Iene dietrofront sulla volpe della RegioneCCT: in Toscana servono convenzioni per superare parere Ispra Atc Firenze Sud, tempo di bilanciIn Senato inizia esame su Ddl proteggi animaliFACE, il progetto del mese è quello di FedercacciaComo: i cacciatori di selezione incrociano le bracciaPiccoli uccelli. Campionato spagnolo di cantoFidc Veneto, Tosi lascia. Possamai nuovo PresidenteUmbria, nuovo sistema informatico per la caccia di selezioneKC: la Spagna dice la sua"Sui calendari venatori il solito terrorismo animalista"Notizie da WeHunter: in Puglia presentate modifiche al Piano faunisticoCalabria, "l'agricoltura si impegni su cinghiale e per la biodiversità"Marche, Regione inserirà tortora in preaperturaSu Instagram la caccia è under 30Francia. La migrazione pre nuziale del beccaccinoBenevento, ancora ferme abilitazioni venatorieGiunta non approva. Caccia di selezione bloccata in PiemonteRavenna, Coldiretti chiede Piani controllo ungulatiLav: Regione Lazio finanzi ricerca su contraccettivi per cinghialiMassimo Bulbi Presidente Fidc Emilia RomagnaCacciatori salentini in campo per la difesa dell'ambienteFidc, Liguria. Sui caprioli pieno appoggio alla RegioneBaggio: attacchi animalisti mi avvicinano ai cacciatori Fauna selvatica. Sul tavolo del Ministro Centinaio la proposta CiaBornaghi (Fidc Bg): novità positive per la caccia lombardaSpecie aliene tra cause principali perdita biodiversitàMazzali "mio emendamento salverà molti appostamenti fissi"Salvini spara sui Ministri Cinque Stelle: "avanti senza Toninelli, Trenta e Costa"Piemonte. Vignale esce dal Consiglio regionaleFiocchi va in Ue "voglio mantenere gli impegni presi"Berlato torna al Parlamento europeoSuggerimenti EPS su Calendario Venatorio CampaniaLombardia, via libera all'Osservatorio. Rolfi "Sarà nostro Ispra"KC, Italia isolata. Commissione UE riapre la partita Quasi debellata peste suina in SardegnaSardegna. Parere positivo Ispra su caccia a lepre e perniceLega, in Ue almeno 8 parlamentari pro cacciaPD, riconfermati a Bruxelles De Castro e SassoliForza Italia. Passano Comi* e TajaniEuropee. Fratelli d'Italia, più voti per i pro cacciaCCT: l'animalismo esce sconfitto dalle urne

News Caccia

Fidc contro M5S: "i cinghiali? Non sono nel contratto"


martedì 21 maggio 2019
    

 
 
In una nota battuta dall’agenzia di stampa Agi pare che i senatori M5S della Commissione Agricoltura al Senato si siano chiesti il motivo della richiesta dello “spostamento di deleghe sulla caccia dal ministero dell’Ambiente a quello dell’Agricoltura” dal momento che l’agricoltura italiana ha – sono sempre parole loro – “ben altre esigenze e necessità” e che essendo “la gestione e la tutela di tutte le specie della fauna selvatica rimessa alle Regioni e non ai ministeri citati prima” non comprendono l’ “insistenza nel volere spostare l'attenzione su un tema così sensibile e importante come quello della caccia quando il Paese, gli agricoltori e tutti gli addetti al settore hanno bisogno d’altro”.
Forse - scrive Fidc - li aiuterebbe a comprendere il rendersi conto che sì, senza dubbio l’agricoltura italiana ha bisogno di molte cose, ad esempio una maggiore attenzione. È di pochi giorni fa la denuncia da parte della CIA, ma non è l’unica, dell’assenza dal dibattito politico italiano delle tematiche comunitarie, a partire dalla nuova Politica agricola comune.  Ci pare strano - si legge ancora nella nota della Federcaccia - che proprio in Commissione Agricoltura si ignori che sono proprio gli agricoltori e le loro organizzazioni, che vedono quotidianamente andare in fumo il loro lavoro per colpa di specie numericamente fuori controllo come gli ungulati – in particolare il cinghiale –, gli storni e i piccioni o alloctone come le nutrie, che guardano con speranza a un ruolo del mondo venatorio in veste di coadiutore di un numero risibile di personale pubblico proprio per contenere i danni a costo zero per la comunità. Un aiuto reso sempre più difficile e in qualche caso impossibile da una legislazione datata e chiaramente non più al passo con la mutata situazione faunistico ambientale italiana".

Su questo Federcaccia, da sola e insieme con le altre Associazioni della Cabina di regia, ha sollecitato più volte il legislatore e continuerà a impegnarsi perché questo tema sia mantenuto all’ordine del giorno della Cabina fino a sua soluzione con il contributo di tutti.

E se di tutto questo con le sue deleghe – non nuove, ma previste dalla legislazione e non più applicate da anni, in un disinteresse che lo ha portato ad abdicare nei confronti del ministero dell’Ambiente – non se ne deve occupare il ministero dell’Agricoltura, chi dovrebbe farlo? Così, se delle specie selvatiche tutela e gestione spettano alle Regioni, perché il ministero dell’Ambiente e su sua sollecitazione il Governo, se ne interessano impedendo a queste di legiferare liberamente? 
Fa piacere che i senatori 5 Stelle si accorgano adesso che la caccia è un tema “sensibile e importante”, ma proprio per questo non va messo da parte sperando i problemi si risolvano da soli o smettano di esistere solo perché non sono nel Contratto di governo.

"Federcaccia - chiude la nota - ha da sempre il massimo rispetto del ruolo dei partiti e dei movimenti, ma provenendo queste considerazioni da rappresentanti di una forza di Governo, convinti che governare significhi anche risolvere i problemi, ci aspettiamo non un approccio basato su ideologia e preconcetto, quanto piuttosto una ricerca convinta di soluzioni pratiche ed efficaci".

(Ufficio stampa Federazione Italiana della Caccia)

Leggi tutte le news

14 commenti finora...

Re:Fidc contro M5S: "i cinghiali? Non sono nel contratto"

Forza federcaccia bisogna abolire le zone bianche... E dare consenso alle squadre cinghiali di poter abbattere cinghiali in selezione dove prescrivono danni

da Alessandro cordone 22/05/2019 13.37

Re:Fidc contro M5S: "i cinghiali? Non sono nel contratto"

Caro Genny i cinghiali sono un'emergenza in tutta l'Europa NON SOLO IN ITALIA,tranne che nelle altre nazioni hanno trovato il modo di gestirlo,aumentandone i prelievi,sarà brutta da dire ma per le nuove generazioni la caccia all'ungulato cinghiale e cervo in primis sono osaranno il futuro della caccia!!!altro che polli colorati pronta caccia:in alcune nazioni UE è una risorsa che porta un pò di soldini, basta sapere gestirla bene,da noi invece sembra che sia una maledizione,poi il nostro comune conoscente fidati che di ungulati ne capisce quanto un maiale al telefono!!! un caro saluto

da Fucino Cane 22/05/2019 10.44

Re:Fidc contro M5S: "i cinghiali? Non sono nel contratto"

Más claro no canta un gallo ??

da Luca Caroti 21/05/2019 23.29

Re:Fidc contro M5S: "i cinghiali? Non sono nel contratto"

SE NON ERA PER IL REDDITO DI CITTADINANZA E QUANDO LI PRENDEVANO I VOTI I 5 STALLE? DICIAMO CHE TUTTI GLI SFATICATI E I NULLAFACENTI HANNO VOTATO I 5 STALLE.

da GENNY 4 BOTT 21/05/2019 22.54

Re:Fidc contro M5S: "i cinghiali? Non sono nel contratto"

Hai detto bene Mariolino Umbro perché Di Maio i voti non li prenderà Maio se non dai fruitori del reddito

da yana dalle vedute 21/05/2019 21.31

Re:Fidc contro M5S: "i cinghiali? Non sono nel contratto"

Che branco di deficienti questi di m5st.

da Buda michele 21/05/2019 20.19

Re:Fidc contro M5S: "i cinghiali? Non sono nel contratto"

CIAO FUCINO CANE la cosa strana che ho notato che il nostro comune amico da quando non è diventato presidente della sua av non l ho più sentito che sia deceduto per il dispiacere? lo volesse il cielo. SCHERZI A PERTE MA è MAI POSSIBILE CHE DOBBIAMO ESSERE GOVERNATI DA QUESTI PERSONAGGI? IL PROBLEMA DEI CINGHIALI NON è NEL CONTRATTO DI GOVERNO E COSA C ENTRA? I CINGHIALI SONO UN EMERGENZA PER CUI ......

da GENNY 4 BOTT 21/05/2019 20.01

Re:Fidc contro M5S: "i cinghiali? Non sono nel contratto"

SALVINI E MELONI SANTI SUBITO!M5STALLE ePD NEL PIU' PROFONDO DELL'INFERNO!

da mariolino umbro 21/05/2019 19.17

Re:Fidc contro M5S: "i cinghiali? Non sono nel contratto"

NON capisco perchè il cinghiale nella foto stà sempre ridendo a crepapelle???????????????? Se è per quello che dicono i parlamentari del M5S;oppure alla grossa presa per il culo nei confronti dei cacciatori; messa in atto da una nota associazione venatoria???

da Fucino Cane 21/05/2019 14.42

Re:Fidc contro M5S: "i cinghiali? Non sono nel contratto"

La favola della volpe che non arriva all'uva...vero federcacciatore??i soliti fantomatici scienziati di sedicenti uffici avifauna che dopo aver tratto blaterato sono rimasti con una mano avanti e l'altra dietro

da Ciao ciao Gardena 21/05/2019 13.52

Re:Fidc contro M5S: "i cinghiali? Non sono nel contratto"

Quello che ho scritto sotto va da un'altra parte chiedo venia.

da jamesin 21/05/2019 13.45

Re:Fidc contro M5S: "i cinghiali? Non sono nel contratto"

E nell’interesse della Lega caro Ministro riportare la caccia al Mipaaft migliaia di cacciatori portano milioni di voti a chi gestisce bene la caccia. Dare a Cesare quello che era di Cesare non dovrebbe essere molto difficile, devono sempre spiegare perchè la caccia è stata portata al Ministero Ambiente che niente ha a che vedere con gli animali selvatici quando la legge 157/92 ALL'ART. 1 DICE CHIARAMENTE CHE LA CACCIA è COMPETENZA DEL MIPAAFT. Che si interessino anima e corpo all’ambiente se vogliono fare il bene degli animali. Si propone di guardare ai fiumi che straripano per via dei loro letti che non hanno manutenzione e dai buchi che creano le nutrie negli argini, gli incendi boschivi ogni anno sempre più vasti, l'inquinamento dell'aria, l'inquinamento da depositi nel sottosuolo, l'inquinamento da depositi di sacchetti di spazzatura di depositi di materiale plastico, dall'inquinamento del mare tanto per cominciare. Pace e bene.

da jamesin 21/05/2019 13.03

Re:Fidc contro M5S: "i cinghiali? Non sono nel contratto"

...non comprendono l’ “insistenza nel volere spostare l'attenzione su un tema così sensibile e importante come quello della caccia quando il Paese, gli agricoltori e tutti gli addetti al settore hanno bisogno d’altro”. >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>> I politici delle stelle prima di aprire bocca dovrebbero andare a leggersi le leggi ! Si guardino la legge 157/92 sulla caccia dove all'art. 1 )è chiaramente scritto che la caccia è anche materia del Ministra all'Agricoltura MIPAAFT quello che fino ad ora era stato ignorato forse volutamente da qualcuno, per cui ben venga la caccia in mano al Ministro Centinaio. Se c'è una cosa che ha bisogno di essere accudita è proprio l'ambiente visto come sono messi gli ambienti italiani. Si propone di guardare ai fiumi che straripano per via dei loro letti che non hanno manutenzione e dai buchi che creano le nutrie negli argini, gli incendi boschivi ogni anno sempre più vasti, l'inquinamento dell'aria, l'inquinamento da depositi nel sottosuolo, l'inquinamento da depositi di sacchetti di spazzatura di depositi di materiale plastico, dall'inquinamento del mare, tanto per cominciare. La caccia non appartiene all'ambiente, i selvatici devono essere gestiti innanzitutto dai cacciatori cioè quelli che con le loro tasse ed il loro lavoro volontario danno vita al mantenimento nel loro interesse in vita di questi animali. E' bene che al più presto la caccia passi al Ministero all'Agricoltura per un accordo tra agricoltori e cacciatori se si vuole una gestione sana e con minima spesa della caccia e agricoltura. Pace e bene.

da jamesin 21/05/2019 12.52

Re:Fidc contro M5S: "i cinghiali? Non sono nel contratto"

Bene F.I.D.C., senza voler fare demagogia alcuna, continuiamo a difendere la caccia contro chiunque cerchi di contrastarla e di chiuderla. I Senatori del M5S della Commissione Agricoltura del Senato, ma anche della Camera (Vedasi dichiarazioni del Presidente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati On. Filippo Gallinella a Bastia Umbra), fanno bene a porsi il perché “dell’insistenza nel volere spostare l'attenzione su un tema così sensibile e importante come quello della caccia” al Mipaaft. La risposta devono cercarla nel comportamento e nelle iniziative del Ministro dell’Ambiente e della cerchia di consiglieri di cui si è attorniato. Forse pensavano (iniziano ad avere contrasti di vedute al loro interno) che, occupando il Ministero dell’Ambiente, noi cacciatori, attraverso le nostre associazioni venatorie e tutti i deputati e senatori amici della caccia, saremmo rimasti a guardare, accettando passivamente ogni loro avversa iniziativa alla nostra grande passione.

da Da Federcacciatore 21/05/2019 10.10