Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Fidc Piemonte. Primo incontro con l'Assessore ProtopapaViezzi rieletto alla guida di Fidc FriuliE se non ci fossero i cacciatori?Parlamento Ue. Berlato in codaLa Libera Caccia compie 60 anniCoordinamento Campania commenta ultime novitàFidc, prosegue raccolta dati con i diari di cacciaBrescia, aperta la caccia di selezione al cinghialeSardegna. Ok dal Comitato faunistico al Calendario venatorioPiemonte: in approvazione piani ungulatiPolemiche in Puglia sulla mobilità venatoriaVeneto sollecita riforma 157 "stop alla crescita delle specie nocive"Droni in soccorso dei caprioliFidc: dall'Ue richiesta divieto caccia moriglione e pavoncellaToscana approva caccia in deroga allo stornoBruzzone "La legge ligure sui Parchi rimarrà in vigore"Puglia: ok legge caccia 20 giornate migratoria in mobilitàGoverno impugna legge Liguria su riperimetrazione ParchiFidc Veneto sull'incontro con l'assessore PanA Macerata ripartono i corsi per nuove guardie venatorieAbruzzo. Presentata proposta calendario venatorio Tar Campania ordina ricalcolo del territorio cacciabileCaccia Veneto. Le richieste di Berlato alla RegioneBrescia. Otto rinviati a giudizio per il controllo del cinghiale Roccoli, ancora nulla di fatto in LombardiaFidc Umbria: dalla Regione inutili penalizzazioni sul calendario venatorioFidc Bergamo "i cacciatori siano impiegati nel controllo faunistico"Caccia cinghiale. Regione Calabria sollecita modifica 157 I cacciatori catanesi impegnati nella tutela ambientaleBerlato alla guida di ACRAncora risultati dallo studio sul beccaccinoHabitat floridi nelle zone gestite dai cacciatoriPiemonte. La nuova GiuntaCCT: attenti a ddl tutela animaliModena. Nuove guardie volontarieCalendario Campania: la Federcaccia dissenteFoggia. Corso di formazione per cacciatori di selezioneSvizzera: meno vincoli per l'abbattimento dei grandi predatoriSICILIA. La Regione incontra i cacciatoriFIDC. Si riunisce a Roma il consiglio di presidenza Benevento. Proposte per la caccia al cinghialeCalendario Venatorio CampaniaLARA COMI RINUNCIATOSCANA: PIANO DI PRELIEVO DEL CAPRIOLOPIEMONTE. FEDERCACCIA SUL CAPRIOLOFIDC BERGAMO: UN CORSO DI FORMAZIONE PER LA CACCIA COLLETTIVA AL CINGHIALEUK. I GIOVANI E LA CACCIALOMBARDIA. LO SCIOPERO DEI CINGHIALAI MUOVE LA REGIONESTUDIO COLLI EUGANEI SU EMERGENZA CINGHIALIArezzo Corso Articolo 37Caccia bloccata. Fidc Piemonte scrive agli associatiDopo servizio de Le Iene dietrofront sulla volpe della RegioneCCT: in Toscana servono convenzioni per superare parere Ispra Atc Firenze Sud, tempo di bilanciIn Senato inizia esame su Ddl proteggi animaliFACE, il progetto del mese è quello di FedercacciaComo: i cacciatori di selezione incrociano le bracciaPiccoli uccelli. Campionato spagnolo di cantoFidc Veneto, Tosi lascia. Possamai nuovo PresidenteUmbria, nuovo sistema informatico per la caccia di selezioneKC: la Spagna dice la sua"Sui calendari venatori il solito terrorismo animalista"Notizie da WeHunter: in Puglia presentate modifiche al Piano faunisticoCalabria, "l'agricoltura si impegni su cinghiale e per la biodiversità"Marche, Regione inserirà tortora in preaperturaSu Instagram la caccia è under 30Francia. La migrazione pre nuziale del beccaccinoBenevento, ancora ferme abilitazioni venatorieGiunta non approva. Caccia di selezione bloccata in PiemonteRavenna, Coldiretti chiede Piani controllo ungulatiLav: Regione Lazio finanzi ricerca su contraccettivi per cinghialiMassimo Bulbi Presidente Fidc Emilia RomagnaCacciatori salentini in campo per la difesa dell'ambienteFidc, Liguria. Sui caprioli pieno appoggio alla RegioneBaggio: attacchi animalisti mi avvicinano ai cacciatori Fauna selvatica. Sul tavolo del Ministro Centinaio la proposta CiaBornaghi (Fidc Bg): novità positive per la caccia lombardaSpecie aliene tra cause principali perdita biodiversitàMazzali "mio emendamento salverà molti appostamenti fissi"Salvini spara sui Ministri Cinque Stelle: "avanti senza Toninelli, Trenta e Costa"Piemonte. Vignale esce dal Consiglio regionaleFiocchi va in Ue "voglio mantenere gli impegni presi"Berlato torna al Parlamento europeoSuggerimenti EPS su Calendario Venatorio CampaniaLombardia, via libera all'Osservatorio. Rolfi "Sarà nostro Ispra"KC, Italia isolata. Commissione UE riapre la partita Quasi debellata peste suina in SardegnaSardegna. Parere positivo Ispra su caccia a lepre e perniceLega, in Ue almeno 8 parlamentari pro cacciaPD, riconfermati a Bruxelles De Castro e SassoliForza Italia. Passano Comi* e TajaniEuropee. Fratelli d'Italia, più voti per i pro cacciaCCT: l'animalismo esce sconfitto dalle urne

News Caccia

Bolzano: l'incremento degli ungulati minaccia la ricrescita della foresta


venerdì 26 aprile 2019
    

 
Sono ben 12 mila gli ungulati (cervi e caprioli) che saranno abbattuti durante la stagione di caccia nel territorio altotesino. Un numero alto, in continua crescita, che dà la misura della preoccupazione per la crescita della popolazione di cervi.

Tale incremento rappresenta un rischio per le zone devastate dalla tempesta Vaia di fine ottobre. Secondo quanto riferisce il quotidiano Altoadige.it sarebbe stato proprio il Direttore dell'Ufficio caccia della Provincia di Bolzano a parlare di un problema per la ricrescita del bosco.  Gli ungulati, come noto, si cibano delle giovani piante e degli arbusti sopravvissuti alle raffiche di vento.

"I piani di prelievo hanno soglie molto alte - spiega Luigi Spagnolli - , soprattutto per quanto riguarda i cervi, per invertire una tendenza che vede, secondo i dati faunistici, una presenza eccessiva di questi ungulati sul territorio dell'Alto Adige. In particolare, nelle zone colpite dal maltempo, si cercherà di intervenire tempestivamente ed in modo mirato per evitare che gli alberi vengano immediatamente divorati".



Leggi tutte le news

7 commenti finora...

Re:Bolzano: l'incremento degli ungulati minaccia la ricrescita della foresta

Certo che sparare al pollo colorato pronta caccia,tolto dalla voliera il venerdi e liberato per essere abbattuto, il sabato o la domenica è tutta un'altra caccia????????

da Fucino Cane 29/04/2019 17.21

Re:Bolzano: l'incremento degli ungulati minaccia la ricrescita della foresta

Caccia banale, buona per riempire il freezer. Confermo: tiro al capretto alla mucca e al maiale. A fermo.

da Rino 28/04/2019 14.23

Re:Bolzano: l'incremento degli ungulati minaccia la ricrescita della foresta

Il capriolo a 100 metri abbaia per segnalare una presenza anomala,il camoscio alla stessa distanza batte sul terreno lo zoccolo anteriore dx, per lo stesso motivo, il cervo maschio a 200 metri abbaia rocamente per farti capire che ha individuato una presenza estranea, o un pericolo ma non ha capito chiaramte da dove proviene;provate a fare il che più minimo rumore è abbastanza il clik della sicura della caranbina e lo vedrete scomparire dalla vostra vista in un nano secondo!!! Altro che tiro alla mucca o al maiale!!!!!!

da Fucino Cane 27/04/2019 23.13

Re:Bolzano: l'incremento degli ungulati minaccia la ricrescita della foresta

Confermo in toto quanto sostenuto dall'amico cacciatore Fucino Cane. Basta fare una passeggiata anche sull'Appennino Centrale, per constatare come sono ridotte le pratine di montagna ed i tronchi degli alberi, in particolare pini ed abeti.Responsabili mandrie di cervi, composte da centinaia e centinaia di individui.Continuano ad istituire parchi, senza rendersi conto dei danni all'ambiente.

da Da Federcacciatore 27/04/2019 5.48

Re:Bolzano: l'incremento degli ungulati minaccia la ricrescita della foresta

Animalacco del kaiser. La caccia è altro che il tiro a segno alla mucca o al maiale!

da Rino 26/04/2019 16.58

Re:Bolzano: l'incremento degli ungulati minaccia la ricrescita della foresta

Primo cervo che ho visto personalmente(1967)Val Pusteria,gran bel selvatico,da noi in provincia di Como NON c'era ancora;oggi 2019 è presente su tutto l'arco alpino lombardo in buon numero,Buon segno anche se io sono anni che sostengo che il Cinghiale ha la nomea di danneggiatore per l'agricoltura; un branco di cervi invece fa i fatti???Provate per credere!!!!!!!!!!!!!!

da Fucino Cane 26/04/2019 15.10

Re:Bolzano: l'incremento degli ungulati minaccia la ricrescita della foresta

Tutto è collegato, come insegna il concetto di Gaia. Il cervo vive grazie al bosco. Se non c'è bosco, difficile che sopravviva. Quindi: ridurre drasticamente la presenza del cervo, ricostituire il bosco, lasciare fare alla natura che dopo ci riporterà il cervo.

da Tuttoscorre 26/04/2019 14.00