Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Chiusa caccia ai turdidi in Trentino. Protestano i capannisti I boschi di Capri ripuliti dai cacciatoriRaduno internazionale falconieri in FriuliPosticipo tordi in Lazio pubblicato sul BurFvg, chiusura anticipata beccaccia: Fidc impugna il decretoElezioni: Meloni vuole candidare Berlato Fidc Brescia, "controllo cinghiali? I cacciatori non partecipino"Basilicata, Fidc: una scelta europea per le date su tordi e beccacceBasilicata: pubblicato su Bur posticipo chiusura cacciaDa Siena, Cct, Atc e agricoltori chiedono cambio passoCinghiali Sassuolo, continuano le proteste degli animalistiMigratoria e recupero habitat: A Vicenza il punto di Face Med A Hit l'assemblea del Cic ItaliaFriuli: nasce l'associazione Cacciatori FvgTesserino venatorio, in Toscana mozione per educare i controlloriDella caccia ai tordi e dell'ambientalismo che in Italia non esisteUmbria: modifiche al regolamento sugli AtcSentenza Tar su vigilanza venatoria: condannate Enpa e LacL'Anuu Reggio Calabria adotta un pezzo di verde pubblicoDalla Francia buone notizie su beccaccino e frullinoPiemonte: ok in Commissione alla nuova legge sulla cacciaAmiche di BigHunter, Martina Rebecchi "per me la caccia è vita"In Alaska la selvaggina si macella a scuolaMai: importanti novità per la caccia in LiguriaAddio a Novello NovelliVeneto: Berlato riconfermato alla guida della III CommissioneAbruzzo: Arcicaccia, Libera Caccia ed Eps incontrano PepeSempre più ungulati nei Parchi toscani. Ok piano a San RossoreDirettive Uccelli e Habitat: a Roma l'incontro con la Commissione UEAbilitazioni venatorie: buone notizie dal Friuli Elezioni e caccia: allarme 5 StelleCaccia tordi Lazio al 31 gennaio: Zingaretti firma il posticipoFidc Toscana: dalla Lav a lezione di violenzaArci Caccia Pistoia: in pericolo il Progetto LepreElezioni Politiche 2018. La caccia si unisce in una Cabina di regiaPasso indietro sulla caccia alla volpe in InghilterraControllo cinghiale nei Parchi: i corsi nella Provincia di ArezzoPiemonte: ecco come vanno avanti gli Atc dopo il TarItalia Nostra e Lipu Puglia criticano la nuova legge sulla caccia40 ANNI DI SHOT SHOWLUPO. IN NORVEGIA RIAPRESIENA. PROTESTE PER I PRELIEVI NELLE AREE PROTETTEELEZIONI. SORRENTINO SCRIVE AI PARTITISassuolo: Controllo cinghiali, la Lav denuncerà i cacciatori Toscana: corsi ai cacciatori per il controllo nelle Aree ProtetteFidc Brescia sulle novità introdotte dalla Regione LombardiaSvizzera: diffamava i cacciatori, condannato anticacciaCinghiali, per Confagricoltura "bisogna cambiare la 157/92"Toscana: caccia cinghiale aree non vocate, il Piano per il 2018Abruzzo: nel nuovo Piano stop alle immissioni di selvaggina?Veneto: con i nuovi confini del Parco della Lessinia, più territorio cacciabileToscana, Presidenti Atc in subbuglioProroga per la caccia ai turdidi e beccaccia in BasilicataBeccaccia: il punto di vista di FidcMozione a Varese per chiudere la caccia per due anniVicopisano ringrazia i suoi cacciatoriFagiani in salsa francesePiacenza: a rischio abilitazioni venatorie nel 2018 Giovane cacciatore cade in dirupo. L'ultimo saluto a GabrieleProtocollo fra Arci Caccia e Carabinieri ForestaliCONFAVI. ARCICACCIA RISPONDETAR VENETO BOCCIA ARCICACCIAFEDERPARCHI. UN VIDEO DI CINQUE MINUTI SULLA GESTIONE DEL CINGHIALEBASILICATA. VERSO IL CONTROLLO DEI CINGHIALIPan: Veneto promuove modello di gestione delle tasse dei cacciatoriLa gestione della fauna selvatica ostaggio di pregiudizi animalistiLa differenza fra gestione faunistica e caccia selvaggia spiegata ai Verdi e al GovernoLiguria: ok a emendamento Piana su vigilanza venatoriaLombardia, Sala: annotazione tesserino solo a capo accertatoVeneto: sui fondi alle associazioni venatorie la Lega è divisaLombardia: ok a emendamenti su tesserino venatorio e addestramento caniPericcioli (Fidc Toscana) risponde a SorrentinoMolise: ok al prelievo selettivo degli ungulatiMattia Siri e l'impegno di unire i giovani cacciatoriLa Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politicaSorrentino “Fidc vuole privatizzare la caccia”Regione Veneto autorizza corsi per 50 guardie venatorie volontarieIl Pd ritira gli emendamenti di modifica della 157/92Assemblea Straordinaria Federcaccia: "Una visione condivisa da cui ripartire"Misteriosa scomparsa delle specie invasiveStefania Craxi difende la caccia ad Uno MattinaDonazzan "soldi alla caccia? Servono per le crisi aziendali"Atc Umbria: le proposte della Federcaccia regionaleI cacciatori savonesi al lavoro contro i disagi del geloIl prete cacciatore “la caccia è sanità di mente e corpo”

News Caccia

La Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politica


mercoledì 20 dicembre 2017
    

 
Riceviamo e pubblichiamo:


Dando seguito a quanto annunciato nel comunicato del 6 dicembre, le Associazioni venatorie riconosciute ANLC, ANUUMigratoristi, Arci Caccia, Enalcaccia, Federcaccia, Italcaccia e il CNCN si sono rivolte nei giorni scorsi ai leader dei principali partiti politici per tornare a denunciare i contenuti faziosi e diffamatori della trasmissione “Indovina chi viene dopo cena” andata in onda su Rai Tre il 4 dicembre, tutta tesa a colpire la caccia, che è invece un’attività indispensabile per la gestione della fauna selvatica e la tutela delle colture agricole, oggi e per il futuro.

Questo il testo della lettera inviata agli onorevoli Pietro Grasso, Giorgia Meloni, Angelino Alfano, Silvio Berlusconi, Matteo Renzi e Matteo Salvini:

Sottoponiamo alla Sua attenzione un grave episodio di disinformazione strumentalmente di parte, realizzata nella trasmissione televisiva “Indovina chi viene dopo cena” andata in onda su RAI 3 lunedì 4 dicembre in seconda serata.
La puntata in questione si è caratterizzata per una linea assolutamente e dichiaratamente contraria all’esercizio venatorio e ai suoi praticanti, ricca di inesattezze tecniche sfociate spesso in vere e proprie falsità, sostenute con argomentazioni prive di riscontri oggettivi e prive di qualsivoglia forma di contraddittorio. Una vera e propria criminalizzazione della caccia e dei cacciatori, denigratoria di una categoria di cittadini che esercitano una attività prevista e normata dalle leggi dello Stato e offensiva per una cultura millenaria.
In particolare, la trasmissione è quasi per intero dedicata alla descrizione di una serie di attività illecite e addirittura criminali, purtroppo ben note, che solo indirettamente possono essere associate all’attività venatoria, ma che invece, arbitrariamente ed irresponsabilmente, vengono esplicitamente presentate come un prodotto naturale della caccia, se non addirittura come un modo in cui essa viene esercitata. Il tutto condito con l’affermazione di gravi carenze normative, mentre sono a tutti ben noti i vincoli di varia natura che le regole nazionali e comunitarie pongono ai cacciatori.
Un approccio serio ai temi affrontati, quale è quello che si richiede ad un servizio pubblico, avrebbe quindi postulato una analisi più approfondita e documentata dei problemi e soprattutto la possibilità di una interlocuzione dei rappresentanti del mondo venatorio, tanto più che gli illeciti segnalati, proprio per le conseguenze negative sulla caccia, sono da tempo al centro dell’attenzione delle Associazioni venatorie che attraverso le loro guardie giurate e volontarie svolgono anche, sul territorio, una concreta azione per il loro contenimento e la loro repressione.
Il servizio pubblico d’informazione della RAI prevede un codice etico cui rispondono, o così dovrebbe essere, i comportamenti dei giornalisti professionisti che sono tenuti alla imparzialità e non dovrebbero permettersi una comunicazione faziosa e fondamentalista.
In rappresentanza delle Associazioni Venatorie nazionali riconosciute dalla legge riteniamo sia necessario e urgente un intervento dei gruppi parlamentari che, visionata la trasmissione, dovrebbero produrre una puntuale e argomentata interrogazione alla Commissione Parlamentare di vigilanza affinché sia consentita la pari opportunità di comunicazione ai cittadini e alle associazioni che li rappresentano.
Auspichiamo di poter essere messi in grado di far conoscere anche la nostra visione sui fatti riportati e che le istituzioni assicurino in futuro che questi fatti non si ripetano.
Certi di un Suo interessamento a tutela della imparzialità di informazione e di pari opportunità di tutti i cittadini, La salutiamo cordialmente.

I presidenti delle Associazioni Venatorie riconosciute

- Associazione Nazionale Libera Caccia, Paolo Sparvoli
- ANUUMigratoristi, Marco Castellani
- ARCI Caccia, Sergio Sorrentino
- Enalcaccia Pesca e Tiro, Lamberto Cardia
- Federazione Italiana della Caccia, Gian Luca Dall’Olio
- Italcaccia, Gianni Corsetti

e per il - Comitato Nazionale Caccia e Natura, Nicola Perrotti

Leggi tutte le news

18 commenti finora...

Re:La Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politica

Indovina chi lo pigliangu lo doveva essere il titolo.

da Benito 21/12/2017 20.51

Re:La Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politica

Da che mondo e mondo... i comunisti sono a favore della droga libera, sono anticaccia ,sono vegan e capelloni, sfaticati dei centri sociali, parassiti jeans strappati e figli di papa' figli dei fiori figli di nnna' mi notta, devastano citta' con le loro violente manifestazioni ,dio me ne scanzi e liberi da un comunista li mor tcci loro quanto son b stardi i comunisti!

da Benito 21/12/2017 18.30

Re:La Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politica

sarà pur poco, ma è sempre meglio di nulla!

da jo 21/12/2017 12.04

Re:La Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politica

ma siamo SERI su , in pochi qui hanno 20 anni ed il tempo delle favole - per noi- è finito da un pezzo ! ma secondo voi dove si può andare con una protesta del genere? una lettera "stupida" che non arriverà a nessuno. Ma dico lo sapete che di soldini ne girano parecchi nel nostro mondo e finiscono al 80% nelle tasche dei quel presidente di turno e soci che non fanno assolutamente nulla. dovrebbero usare i nostri soldi per fare uno spot televisivo con qualche personaggio che sa parlare ( al momento solo Bruno Modugno) al pubblico e non ha nulla da perdere ! invece si tira a campare

da Sky 21/12/2017 8.55

Re:La Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politica

Guardate che vanno a caccia di voti e quest'ultimi non glieli danno solo gli animalisti;se c'è una cosa che ho imparato è che i politici in vicinanza di consultazioni elettorali temono anche la loro ombra così come anche la più ventilata o ipotetica perdita di qualche bacino da cui attingere un certo numero di preferenze,anche se non numericamente definibili.Ecco perchè ascoltano e cercano di accontentare qualsiasi campana;in ogni caso a certi geni del "giornalismo verità a modo mio qualcosa arriva".

da Pietro 2 20/12/2017 21.47

Re:La Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politica

Accidenti oltre al pagamento del canone dobbiamo vedere anche la bruttissima faccia di questa orribile signore .

da Lando ca zzzullo 20/12/2017 21.42

Re:La Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politica

Sara ' poco ma e' gia' qualcosa,inoltre e' condivisa tra tutte le AAVV.

da toni el cacciator 20/12/2017 20.58

Re:La Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politica

Sara ' poco ma e' gia' qualcosa,inoltre e' condivisa tra tutte le AAVV.

da toni el cacciator 20/12/2017 20.58

Re:La Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politica

Secondo me ,tanto in più non si può fare purtroppo anche giuridica mente,non si risolve niente ,:siamo circondati ! Ma resistere sino alla fine

da passatore 20/12/2017 20.46

Re:La Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politica

Beh,se le associazioni hanno scritto falsita’,querelatele no?Visto che qualcuno pochissimo tempo fa’ chiedeva provocatoriamente di sporgere “denuncia” verso la rai qualora vi fosse violazione della legge come asserito adesso rivolgo io lo stesso invito:addinungiateli no,se quello che dicono non corrisponde a realta’!La latitanza dell’azione legale verso i firmatari di questa lettera non potra’ essere che la conferma del contenuto.

da anonimo 20/12/2017 20.44

Re:La Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politica

non vorrei essere pessimista ma credo che la letterina , se non era di carta troppo dura l'abbiano usata per pulirsi il c..o !!!.

da fausto 20/12/2017 19.58

Re:La Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politica

Ha profondamente ragione "vecchio cedro", dalle sue considerazioni bisogna partire. Il mondo venatorio, tutti noi e non solo le AA.VV. non sanno più comunicare con una società radicalmente cambiata. Dovremmo farci tutti un pò di autocritica per, forse, ripartire.

da Aiace 20/12/2017 19.52

Re:La Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politica

sembra la letterina a Babbo Natale...ahahah ridicoli!!!

da Zap 20/12/2017 14.37

Re:La Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politica

ma se la rai è tv di stato cosa si vuole di più? Prima di mandare in onda una trasmissione viene fatto un programma x cui è inutile fare e dire , le nostre aavv prima si fanno bastonare poi per buttarci fumo negli occhi fannno finta di ribellarsi, AMICI SE NON CI UNIAMO E CI DIAMO DA FARE X NOI LA CACCIA VERA è FINITA. LE NOSTRE AAVV PENSANO SOLO AI TESSERAMENTI X INTASCARSI I SOLDINI POI A CACCIA O CI ANDIAMO O NO A LORO FREGA POCO è TUTTA UN ASSOCIAZIONE LORO INTASCANO LA LORO PARTE GLI ANIMALARI ANCHE E GLI STRONZI SBORSANO E OGNI ANNO SEMPRE PIù RESTRIZONI E DIVIETI FACCIAMOCI LE ASSICURAZIONI PRIVATE TOGLIOMO I VIVERI A QUESTI PARASSITI POI VEDIAMO SE SI DANNO DA FARE

da GENNY 4 BOTT 20/12/2017 14.14

Re:La Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politica

Siamo troppi deboli e sparpagliati. Occorre fare una unica Associazione FORTE altrimeenti ci annientano piano, piano.

da Giovanni 20/12/2017 13.45

Re:La Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politica

Il nostro monto è in declino irreversibile, dobbiamo rivoluzionarlo profondamente, altrimenti ci penseranno gli altri. Avete presente i dinosauri e la fine che hanno fatto?

da vecchio cedro 20/12/2017 13.29

Re:La Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politica

Se non si incomincia a punire chi commette un reato ( questo si vuole vedere) è inutile, anzi per meglio dire faranno sempre orecchi da mercante e in questo modo saranno sempre di più i cittadini male informati. Vorrei sapere adesso con questa denuncia (che giustamente avete) fatto ai leader dei principali partiti politici cosa vi aspettate di avere in cambio.

da jamesin 20/12/2017 12.50

Re:La Rai e la caccia: il mondo venatorio scrive alla politica

Purtroppo parole al vento, il succitato canale e' promotore di mille programmi da sempre contro la caccia basti pensare alla trasmissione GEO&GEO quanto di piu' ridicolo ogni volta che parla in tema venatorio dalle varie conduttrici di sempre...qui' bisogna agire denunciando chi promuove queste iniziative vergognose altro che mandandogli letterine che nella maggior parte dei casi verranno cestinate senza essere neppure lette

da Cicalone 61 20/12/2017 11.38