Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
BigHunter Giovani, Ercole Giori “la caccia mi ha insegnato tanto”Mai: contro ungulati servono più cacciatoriAnlc Lazio: Calendario Venatorio da rifareAtc Brescia bloccatoPiano Nazionale Allodola: ecco il testoSardegna, Comitato faunistico approva Calendario 2018 - 2019Lazio, Approvato Calendario Venatorio 2018 - 2019Problema appostamenti, incontro CCT in RegioneFidc Veneto: Regione corregga Calendario VenatorioMarche, Ricorso animalista contro il Piano cinghialiLa grouse favorisce il turismoMondo Venatorio a colloquio con Sottosegretario GavaCaccia Tortora, interrogazione Bruzzone al MinistroVandali a Clusone per la Fiera degli uccelliCia Umbra: caccia cinghiali, modificare la 157 Liguria, parte iter Parco Nazionale PortofinoDalle liguri denuncia su legge caccia Piemonte Fidc avvia collaborazione faunistica con la RomaniaCCT: si pianifichi agricoltura rispettosa della biodiversitàFedercaccia in assemblea. Chiesto confronto con CentinaioAlessandria: Tar sospende piano cinghialiCpa Sardegna: "sospenderemo volontariato dei cacciatori"Wwf Abruzzo. Danni cinghiali? Paghino gli AtcPiemonte: ok a modifiche calendario venatorioCCT: Regione Toscana approva calendario venatorio 2018 - 2019Italia, reati in calo ma...Caretta presenta alla Camera Proposta su disturbo venatorioDeroghe caccia Lombardia: Lac dichiara guerra a RolfiAppostamenti Sic e Zps: Arci Caccia Toscana scrive alla Regione Campania: eliminata inutile gabella per i cinghialaiIpotesi nuovo Parco Nazionale, il commento di Fidc MarcheCentinaio a fianco di Costa contro abbattimenti lupo?Consiglio regionale, approvate modifiche a legge sulla cacciaDisturbo venatorio: incostituzionale la legge venetaBruzzone propone Intergruppo Ambiente e attività ruraliNuovo presidente per Arci Caccia VeneziaItaliano il Progetto del mese FacePreapertura tortora: le osservazioni di Fidc alle RegioniCosta: reati bracconaggio siano delitti ambientaliParte campagna tesseramento della Fondazione UnaCalendario Venatorio Marche: ok anche a tortora in preaperturaSparvoli chiede tavolo tecnico sulla cacciaRegione Abruzzo commissaria Atc VomanoFidc Bergamo "cacciatori: non partecipate a controlli faunistici"Consiglio di Stato: i danni dei cinghiali li pagano i cacciatoriTortora: Libera Caccia invia documento tecnico alle RegioniNel weekend altre iniziative solidali dai cacciatoriSelezione ungulati: a settembre esami per Prato e PistoiaArci Caccia: no a nuovo Parco tra Marche, Umbria e ToscanaCCT chiede a Regione Toscana di riconfermare la tortoraAtc di Benevento nel caosFidc "tortora, dal Ministero posizione ambigua e contradditoria"Bruzzone su caccia alla tortoraCCT: "Intergruppo animalista? Stiamo uniti"Brescia, a processo per il controllo cinghialiRiccardo Tamburini, fotografo e cacciatore. Ecco la sua arteMai “per il controllo dei cinghiali fondamentali i cacciatori”CCT: allarme appostamenti caccia nelle aree Natura 2000Centinaio a Monteriggioni a colloquio con agricoltori e cacciatoriCacce in deroga, si riprovaBanca dati nazionale ungulati, scendono in campo i cacciatoriCalendario venatorio: Regione Basilicata perde l'appelloCinghiale, Federcaccia Umbria formalizza la settoriale Caccia, Rolfi: "Sulle deroghe inviate le controdeduzioni a Ispra"Richiami vivi acquatici, necessaria nuova derogaPontida, Salvini difende i cacciatoriSicilia: si espande il progetto lepre italicaArci Caccia Toscana: nuove nomineBRUZZONE SOSTIENE STEFANO MAIPIEMONTE: ARCICACCIA RILANCIACACCIA SOTTO ATTACCO, LA LIPU FA LA SUA MOSSALOMBARDIA: AREE IDONEE E NON IDONEE AL CINGHIALELiguria: primo anno senza tasse per i neo-cacciatoriLA CCT DI PISA PARLA DI SELVAGGINA STANZIALELOMBARDIA: La Regione contro i pareri ISPRA sulle derogheCacciatori dell’Empolese Valdelsa per AmatriceCinghiali Veneto: prorogato il regime sperimentaleColdiretti Calabria chiede aiuto dei cacciatori sui cinghialiCPA TOSCANA: OSSERVAZIONI SUL CALENDARIO VENATORIOL’ex dirigente dei Verdi lascia la BrambillaFIDC VENETO SCRIVE ALL’ASSESSORE SUL CALENDARIO VENATORIOTROPPI ORSI IN ROMANIAOSSERVAZIONI AL GOVERNO SULLA LEGGE PIEMONTESEFRANCIA. IN OCCITANIA I CACCIATORI SI ORGANIZZANOIN LIGURIA LA PERNICE STA BENEFIDC Campania pro e contro del calendario venatorio 2018-2019Grigioni caccia e tutela ungulatiLOMBARDIA. A RISCHIO LE CATTURE PER USO RICHIAMICACCIA DI SELEZIONE A LUCCA: VICINI ALLA SOLUZIONEMassimo Buconi su esternazioni ENPA sulla caccia al capriolo in UmbriaBenevento: approvato disciplinare di caccia al cinghialeSicilia: iniziato la formazione per il progetto Lepre Italica

News Caccia

Fidc Toscana: nuova sede, nuovi propositi per la caccia


venerdì 15 dicembre 2017
    

 
 
Una nuova sede per dare un segnale chiaro ed inequivocabile di vitalità e di fiducia nel futuro: è questo il significato che la Federcaccia Toscana ha voluto attribuire alla propria scelta. Non un semplice cambio di indirizzo dunque, dettato da meri motivi di opportunità o convenienza, ma un passaggio importante del progetto di costruzione della casa comune dei cacciatori toscani.

Una festa iniziata con la celebrazione dell’Assemblea della Confederazione cacciatori Toscani e proseguita poi con la benedizione della sede e le prolusioni del presidente regionale Moreno Periccioli, dell’assessore regionale Marco Remaschi, dello storico Zeffiro Ciuffoletti, autore della “Storia dell’associazionismo venatorio in Italia”, a tutt’oggi l’unica opera scientifica sull’argomento e conclusa dal presidente nazionale di Federcaccia,
Gian Luca Dall’Olio.

Moreno Periccioli ha iniziato il proprio intervento con un ricordo commosso di Massimo Cocchi, il dirigente recentemente scomparso, rammentando come “questa nostra nuova sede è parte del lavoro di Massimo: con lui – ha detto Periccioli - abbiamo pensato e concretizzato questa scelta, importante non solo per la nostra vita associativa”.

Centrale il tema delle prospettive: “Dobbiamo interrogarci su alcuni temi: il modello di gestione degli ATC è superato dai fatti, come superata è la cultura che ne determinò la nascita; un nuovo protagonismo di gestione responsabile di società di cacciatori ed agricoltori può essere una ricetta. Il calendario venatorio, il prelievo sostenibile, la conservazione della specie, la tutela della biodiversità, non possono stare immote nelle tavole della legge, ma debbono essere dettate da scienza e conoscenza”.


Una riflessione ed una progettualità che postula con forza l’unità del mondo venatorio: “Non un tentativo di recuperare e ricomporre antichi dissidi in famiglia, ma quello più esaltante di sentirsi tutti egualmente protagonisti di un progetto per il futuro della nostra comune passione, con l’ambizione di tramandare alle prossime generazioni lo straordinario lascito che abbiamo avuto in eredità dalla storia dell’umanità”.


Del riconoscimento del ruolo dei cacciatori e del rilievo del progetto unitario della CCT ha parlato l’assessore regionale Marco Remaschi che ha riconosciuto la necessità di ripensare l’esperienza toscana e di rilanciare il confronto. Infine il presidente nazionale Gian Luca Dall’Olio ha fatto propri gli stimoli e le sollecitazioni del professor Zeffiro Ciufforetti, accogliendo il suggerimento di costituzione di un think tank per restituire respiro strategico alla riflessione sul futuro della caccia nel nostro Paese.

Leggi tutte le news

10 commenti finora...

Re:Fidc Toscana: nuova sede, nuovi propositi per la caccia

E che DIO ce la mandi buona!!

da bretone 18/12/2017 18.37

Re:Fidc Toscana: nuova sede, nuovi propositi per la caccia

la famiglia ADAMS !!

da PETER 18/12/2017 9.54

Re:Fidc Toscana: nuova sede, nuovi propositi per la caccia

L'ospizio con l'assistente !

da jamesin 17/12/2017 20.46

Re:Fidc Toscana: nuova sede, nuovi propositi per la caccia

X Robin Hood Condivisibile il tuo giudizio. Il fatto è proprio strano, ma a volte rifiutare l'invito potrebbe essere ...........

da Monogrillo Toscano 17/12/2017 20.38

Re:Fidc Toscana: nuova sede, nuovi propositi per la caccia

Invece di incamerare soldi, cosi come detto da CURIOSO, pensassero a portare avanti le richieste di modifica della 157 ormai agli occhi di tutti una legge obsoleta, Eppure vedono cosa accade negli paesi europei.

da claudio di anzio 17/12/2017 13.59

Re:Fidc Toscana: nuova sede, nuovi propositi per la caccia

finiti i cinghiali finita federcaccia

da ad personam 16/12/2017 19.32

Re:Fidc Toscana: nuova sede, nuovi propositi per la caccia

Se fossi in Remaschi me ne starei ben lontano da questi signori: fino all'anno scorso dicevano ai quattro venti che la "sua legge" non funzionava e non avrebbe abbassato le popolazioni di cinghiale, in quanto le squadre non erano abbastanza coinvolte..... oggi sono gli stessi che chiedono un repentino stop della medesima legge perchè le squadre non trovano più cinghiali........

da robin hood 16/12/2017 8.10

Re:Fidc Toscana: nuova sede, nuovi propositi per la caccia

Vorrei, se possibile, alcune risposte da chi sa....la vecchia sede della FIDC Toscana era in Via de'Banchi centro storico di Firenze con vista sul campanile di Giotto e sulla cupola del Brunelleschi. Palazzo signorile con portiere e ascensore. La nuova sede è alla estrema periferia nord di Firenze a poche centinaia di metri dal confine col Comune di Sesto Fiorentino in un palazzo anonimo. Siccome la vecchia è bellissima sede era stata acquistata alla fine degli anni '80 a prezzi storici è facile immaginare che la differenza di prezzo fra acquisto del nuovo e vendita del vecchio immobile sia stata FORMIDABILE. Domanda: la differenza di prezzo come è stata usata?

da Curioso 15/12/2017 21.13

Re:Fidc Toscana: nuova sede, nuovi propositi per la caccia

In quella foto ci manca proprio Massimo Cocchi che alla Federcaccia Toscana, alla Federcaccia nazionale e alla caccia ha dedicato una vita. C'è da augurarsi che chi l'ha conosciuto, chi ne ricorda le capacità, chi ne ha preso il testimone, sappia trarne ricchi insegnamenti.

da E.S. 15/12/2017 17.31

Re:Fidc Toscana: nuova sede, nuovi propositi per la caccia

Fortunatamente c'è anche un giovane che a occhio e croce ha meno di 30anni. Ce ne vogliono a migliaia, a costo di pagare tutti i ventenni e trentenni che hanno la licenza di caccia e fanno parte degli organismi dirigenti delle aavv. Lo so che un'idea del genere getta lo scompiglio fra quei dirigenti residuali (ormai col pannolone). Ma una soluzione c'è, anche per facilitare questo processo di unificazione che ancora stenta a decollare: costituite un'unica associazione italiana dei giovani cacciatori e assistetela economicamente e per le competenze (corsi di aggiornamento, formazione tecnico giuridico-politica, marketing, comunicazione). Magari, visto che sembrate più avanti, voi toscani, fatelo in Toscana.

da Forzatoscana 15/12/2017 16.44