Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Fidc Umbria: opportuni chiarimenti, i cacciatori non partecipino ai contenimentiCronache falconiere dall'Andalusia: Margherita SporeniRegione Umbria risponde a Wwf: il contenimento non è cacciaElezioni: ecco il manifesto del mondo venatorio alla politicaBuconi (Fidc): giù le mani, cacciatori no bracconieri!Vignale: palese incostituzionalità su legge caccia GiuntaPassione colombaccio. Federico Celsi: “il più bel ottobre di sempre”Sorrenti: la battaglia su calendari e deroghe continua in UeAddio al padre della Wildlife Economy, Bernardino Ragni Chiusa caccia ai turdidi in Trentino. Protestano i capannisti I boschi di Capri ripuliti dai cacciatoriRaduno internazionale falconieri in FriuliPosticipo tordi in Lazio pubblicato sul BurFvg, chiusura anticipata beccaccia: Fidc impugna il decretoElezioni: Meloni vuole candidare Berlato Fidc Brescia, "controllo cinghiali? I cacciatori non partecipino"Basilicata, Fidc: una scelta europea per le date su tordi e beccacceBasilicata: pubblicato su Bur posticipo chiusura cacciaDa Siena, Cct, Atc e agricoltori chiedono cambio passoCinghiali Sassuolo, continuano le proteste degli animalistiMigratoria e recupero habitat: A Vicenza il punto di Face Med A Hit l'assemblea del Cic ItaliaFriuli: nasce l'associazione Cacciatori FvgTesserino venatorio, in Toscana mozione per educare i controlloriDella caccia ai tordi e dell'ambientalismo che in Italia non esisteUmbria: modifiche al regolamento sugli AtcSentenza Tar su vigilanza venatoria: condannate Enpa e LacL'Anuu Reggio Calabria adotta un pezzo di verde pubblicoDalla Francia buone notizie su beccaccino e frullinoPiemonte: ok in Commissione alla nuova legge sulla cacciaAmiche di BigHunter, Martina Rebecchi "per me la caccia è vita"In Alaska la selvaggina si macella a scuolaMai: importanti novità per la caccia in LiguriaAddio a Novello NovelliVeneto: Berlato riconfermato alla guida della III CommissioneAbruzzo: Arcicaccia, Libera Caccia ed Eps incontrano PepeSempre più ungulati nei Parchi toscani. Ok piano a San RossoreDirettive Uccelli e Habitat: a Roma l'incontro con la Commissione UEAbilitazioni venatorie: buone notizie dal Friuli Elezioni e caccia: allarme 5 StelleCaccia tordi Lazio al 31 gennaio: Zingaretti firma il posticipoFidc Toscana: dalla Lav a lezione di violenzaArci Caccia Pistoia: in pericolo il Progetto LepreElezioni Politiche 2018. La caccia si unisce in una Cabina di regiaPasso indietro sulla caccia alla volpe in InghilterraControllo cinghiale nei Parchi: i corsi nella Provincia di ArezzoPiemonte: ecco come vanno avanti gli Atc dopo il TarItalia Nostra e Lipu Puglia criticano la nuova legge sulla caccia40 ANNI DI SHOT SHOWLUPO. IN NORVEGIA RIAPRESIENA. PROTESTE PER I PRELIEVI NELLE AREE PROTETTEELEZIONI. SORRENTINO SCRIVE AI PARTITISassuolo: Controllo cinghiali, la Lav denuncerà i cacciatori Toscana: corsi ai cacciatori per il controllo nelle Aree ProtetteFidc Brescia sulle novità introdotte dalla Regione LombardiaSvizzera: diffamava i cacciatori, condannato anticacciaCinghiali, per Confagricoltura "bisogna cambiare la 157/92"Toscana: caccia cinghiale aree non vocate, il Piano per il 2018Abruzzo: nel nuovo Piano stop alle immissioni di selvaggina?Veneto: con i nuovi confini del Parco della Lessinia, più territorio cacciabileToscana, Presidenti Atc in subbuglioProroga per la caccia ai turdidi e beccaccia in BasilicataBeccaccia: il punto di vista di FidcMozione a Varese per chiudere la caccia per due anniVicopisano ringrazia i suoi cacciatoriFagiani in salsa francesePiacenza: a rischio abilitazioni venatorie nel 2018 Giovane cacciatore cade in dirupo. L'ultimo saluto a GabrieleProtocollo fra Arci Caccia e Carabinieri ForestaliCONFAVI. ARCICACCIA RISPONDETAR VENETO BOCCIA ARCICACCIAFEDERPARCHI. UN VIDEO DI CINQUE MINUTI SULLA GESTIONE DEL CINGHIALEBASILICATA. VERSO IL CONTROLLO DEI CINGHIALI

News Caccia

Fidc Piemonte: "Le belle pensate dei soliti incompetenti"


venerdì 3 novembre 2017
    

Federcaccia PiemonteLa Giunta Regionale, con provvedimento che verrà reso esecutivo oggi dalla pubblicazione sul B.U.R.P. (Bollettino Ufficiale Regione Piemonte), ha deciso la sospensione di tutta l’attività venatoria sino al 30 novembre nei comprensori alpini coinvolti dai recenti e devastanti incendi (CATO1, CATO3, CATO5, CACN2, CACN4), mentre fino al 10 del mese dovranno lasciare carabine e fucili nei loro armadietti blindati i cacciatori dei CATO2 e CATO4, come pure di alcuni ambiti di pianura (ATC T01, 2 e 3), considerate aree limitrofe e dunque da chiudere alla caccia per tutelare la fauna che lì avesse cercato rifugio.

La delibera prevede che questi termini possano essere prorogati, o il provvedimento venir revocato.

Le fiamme hanno arroventato monti e valli per molti giorni, bruciando migliaia d’ettari di foreste e praterie, e mettendo a rischio gli stessi insediamenti umani, favoriti dalla siccità e alimentati dal forte vento; appaiono dunque giustificate le preoccupazioni di tutti, tanto che furono per primi proprio i comprensori alpini ad invocare ed attuare azioni di tutela dell’ambiente, limitando fortemente l’attività venatoria.

Ciò nonostante Federcaccia Piemonte ritiene che la decisione, tardiva ed eccessiva per non dire pretestuosa, sia frutto della forte spinta emotiva dell’opinione pubblica, unitamente alle pressioni politiche giunte da alcuni esponenti PD alla loro stessa maggioranza di governo, saldatesi questa volta con quelle del Movimento 5 Stelle, che invece amministra la Città Metropolitana di Torino.

Il “vecchio” che arranca, e il “nuovo” che avanza…zoppicando vistosamente, tutti miracoli che possono accadere solo se l’odor di fumo si mescola a quello d’elezioni ormai imminenti. Ricordiamocene!

Intervenire così come s’è fatto, solo a fuochi ormai spenti, è come…chiuder la stalla con i buoi già usciti; così come pare assurdo sospendere la caccia in zone lontane decine di chilometri dai roghi, perché se devi salvaguardare l’ambiente nel centro di Torino o Cuneo, ha poco senso vietare la circolazione in tutta la loro provincia. In più esistono già leggi che tutelano le aree boscate percorse dalle fiamme, vietandone la caccia per 10 anni, senza dover assumere provvedimenti così drastici senza alcun supporto tecnico-scientifico.

Non aggiungiamo altro, perché la situazione è già abbastanza grave così senza dover pensare anche a miserie e goffaggini della nostra politica, totalmente incapace di risolvere i problemi a tempo debito.

Chi spiegherà ora al mondo agricolo che per quasi un mese cinghiali e caprioli saranno liberi di scorrazzare e devastare campi e coltivazioni? Chi pagherà loro i danni, visto che la Regione, quando lo fa, ed è sempre in ritardo, solitamente…usa i soldi dei cacciatori?

A noi spiace per loro, così come siamo molto vicini alle popolazioni colpite dagli incendi, e proprio per questo Federcaccia Piemonte intende mettere a disposizione risorse e propri uomini per interventi sul territorio, di bonifica e ripristino ambientale. Di aiuto concreto.

Unitamente ad Ekoclub International, e con la collaborazione che chiederemo a CA ed ATC, lanceremo iniziative di sostegno e dedicheremo ore lavoro, e denaro, a questa indispensabile attività.

Ci piacerebbe riuscissimo a piantare un intero bosco, da dedicare a tutte quelle straordinarie persone, e molti di loro erano cacciatori piemontesi, che per giorni e giorni hanno lottato ed affrontato le fiamme.

I cacciatori non appiccano i fuochi, come riportato da qualche social che ha fatto da cassa di risonanza alle accuse del solito idiota di turno, semmai cercano di difendere e tutelare il territorio, perché lo vivono con passione e ne prelevano i frutti.

Quanto ai signori politicanti, beh, abbiamo poco altro da dire: s’è trattato dell’ennesima…bella pensata dei soliti incompetenti! E qui da noi ce ne sono tanti.
 
Federcaccia Piemonte

Torino, 3 novembre 2017
Leggi tutte le news

11 commenti finora...

Re:Fidc Piemonte: "Le belle pensate dei soliti incompetenti"

Le fiamme hanno evidentemente arroventato anche il cervello di qualche politico.

da Frank 44 06/11/2017 15.44

Re:Fidc Piemonte: "Le belle pensate dei soliti incompetenti"

Da federcacciatore sono sempre più convinto che si debba cambiare radicalmente il direttivo di federcaccia e per primo l'attuale presidente che quando non sonnecchia attacca in modo arrogante ciunque sollevi qualche obiezione o faccia delle proposte. Con questa direzione ci illudiamo di essere tutelati e rappresentati al meglio mentre invece constatiamo il nulla di fatto.Inoltre il giornalino (il cacciatore italiano)dovrebbe riportare informazioni aggiornate su tutto quel che riguarda la caccia in ogni parte della nazione e cosa si stà facendo a livello europeo, invece riporta pubblicità e foto di sagre a livello locale di nessuna importanza .Un aggiornamento di tale prodotto e quantomai necessaria!!

da bretone 06/11/2017 11.12

Re:Fidc Piemonte: "Le belle pensate dei soliti incompetenti"

Caro NCP....apprezzo molto il tuo impegno, ma qui i giorni del fioretto son finiti ,la perfidia è una buona arma ...... qui veut comprendre.

da Annibale 06/11/2017 9.18

Re:Fidc Piemonte: "Le belle pensate dei soliti incompetenti"

Non credo che le trovate della regione Piemonte siano impuatabili a incompetenza. Io vedo mala fede.

da Arrabbiato 65 06/11/2017 8.45

Re:Fidc Piemonte: "Le belle pensate dei soliti incompetenti"

Trovano sempre il pretesto e strumentalizzano per ostacolarci, quando, è vero, possiamo dare una mano.

da Emanuela 05/11/2017 9.19

Re:Fidc Piemonte: "Le belle pensate dei soliti incompetenti"

Annibale, abbiamo fatto molto casino, 7 ricorsi di cui 5 già vinti, e abbiamo anche portato i cacciatori in piazza. Il problema è che in Piemonte vi sono un altro paio di AV che invece vanno a braccetto con l'assessore. Comunque a giorni dovrebbero uscire un paio di sentenze del TAR molto importanti.

da ilnuovocacciatorepiemontese 04/11/2017 21.46

Re:Fidc Piemonte: "Le belle pensate dei soliti incompetenti"

Mi trovo in disaccordo sul fatto di ripiantare bpschi! Ce ne sono troppi!!! Tipica bassa e rada vegetazione di montagna, pascoli et similia vanno benissimo. Incentivate la pastorizia tradizionale. I troppi boschi sono la causa principale della crescita esponenziale di ungulati ai danni della biodiversita'.

da Flagg 04/11/2017 14.07

Re:Fidc Piemonte: "Le belle pensate dei soliti incompetenti"

Fido, ma ci metto anche tutte le altre, non servono i proclami, servono i fatti e voi è parecchio che non ne fate per tutelare Noi cacciatori...

da lupo69 04/11/2017 13.31

Re:Fidc Piemonte: "Le belle pensate dei soliti incompetenti"

avete detto bene...fidc, il vecchio che arranca!

da fidc rovina della caccia italiana 04/11/2017 13.22

Re:Fidc Piemonte: "Le belle pensate dei soliti incompetenti"

Caro socio ,dirigente e scrittore FIDC bisogna che tu dica al tuo Presidente di organizzare un casino di dimensioni bibliche, scusami, ma di proclami senza costrutto nn ce nè piu bisogno......visti i risultati. Cordialità.

da Annibale 03/11/2017 23.00

Re:Fidc Piemonte: "Le belle pensate dei soliti incompetenti"

Sono dei bastardi

da L.b. 03/11/2017 22.45