Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Piemonte: prolungati divieti caccia per incendiLombardia: respinta mozione per chiudere la cacciaCaccia storno Puglia: la Regione modificherà la derogaIspra: negati i fondi per l'atlante delle migrazioni europee?Specie protette: Parlamento Europeo dice sì a modifica statusBergamo: chiusura della caccia alla lepreProgetto cesena: marcati due esemplari nel bergamascoDi Pietro: slitta decisione sulla caccia di selezione in MoliseProv. Sassari ai cacciatori: attenzione alla fauna marcata Gelmini (FI): "no all'atteggiamento vessatorio verso la caccia"Lombardia: presidio di protesta dei cacciatori al PirelloneIncontro UNA a Roma: “il cacciatore paladino dell'ambiente”Filiera selvatica. Buona la primaStorno Liguria: Consiglio di Stato respinge l'appello sulla derogaCpa Sardegna: cacciatori partecipate alle battaglie legali Movimento Animalista: oggi sotto lo 0,4% dei voti Piemonte, la Regione tiene il punto: nessun motivo per riaprire la cacciaUltimi giorni per il concorso Caccia Passione e RicordiVeneto, Tesserino Venatorio: la Giunta bacchetta i controlloriAbruzzo: firmata intesa tra Anlc, Arci Caccia e EpsAutonomie e caccia: la Valle d'Aosta si confronta con TrentoAnuu Migratoristi sul passo: "i sasselli sono nel pieno"Eps Lazio: Andrea Severi responsbile regionaleBeccaccia: al via nuovo monitoraggio in LazioDisturbo venatorio: animalisti vegani denunciati nel brescianoMacron rinnova il suo impegno per la cacciaAccordo Toscana Arci Caccia, Anlc, Cia: ecco il documento ufficialeCarne selvaggina, quanta ne consumano i cacciatori?Regione Lombardia richiederà anche la competenza ambientaleLuigi Le Noci: su caccia storno ingiustificata la diffida di WwfPer i monitoraggi Ispra ha bisogno anche dei cacciatoriAcl: protesta a Milano per il rispetto delle tradizioni venatorieProgetto cesena al suo secondo anno Basilicata: 460 mila euro agli Atc dalle tasse dei cacciatoriUngulati. "Modificare la 157/92 per incrementare gli abbattimenti"Piemonte, richieste dei CA per la riapertura della cacciaCaccia storno Puglia: Wwf diffida la Regione CCT: “serve qualche spiegazione sull'accordo Anlc - Arci Caccia”Toscana: siglato accordo Arci Caccia, Cia, AnlcSvi, “Stoppa rettifichi: quello non è un incidente di caccia”Molise: caccia cinghiale. Di Pietro "pronti a violare la legge"Anuu: denunceremo il Tg2 per diffamazione Sicilia: caccia sospesa a Marettimo e SalinaAnuu: arrivati sasselli e ceseneIncendi, Lombardia: al vaglio sospensione caccia in zone più vastePiove in Piemonte, richiesta di revoca dei divieti di cacciaBeata gioventùControllo faunistico: in arrivo l'attesa modifica alla 157/92?Toni intimidatori contro Cpa: Forza Italia Sardegna scrive a PigliaruFidc Piemonte: "Le belle pensate dei soliti incompetenti"Ultrasuoni contro i cinghiali, non servono senza la cacciaPiemonte: Vignale contesta delibera di sospensione della cacciaMolise: restituite alla caccia ex zone di ripopolamento e addestramentoSpecie Migratorie: La FACE alla 12° Conferenza delle partiCCT punta a nuova gestione della fauna in ToscanaFava: la legge vieta già la caccia nelle aree percorse dal fuocoFidc Bergamo: roccoli siano aperti come beni culturali e di ricercaRegione Piemonte sospende la caccia nelle zone incendiateRichiami vivi acquatici: Ministero conferma divieto in sette regioniIncendi: assurdo accostamento alla caccia dal Tg2Brambilla sotto l'1%. Il nuovo che arretra: sorpasso dei VerdiCompetenze guardie zoofile: interrogazione di BerlatoToscana: Arci Caccia e Libera Caccia insieme per un patto con gli agricoltoriAnuu: con tordo bottaccio e sassello anche le ceseneIncendi nel nord Italia ma la Lipu pensa alla cacciaCaccia cinghiale Sardegna: riaperti i termini per le iscrizioniLombardia, Anuu: "la verità sul rifornimento dei richiami vivi"Torino: sospesa caccia per siccità e incendi in alcune zoneAncora polemiche contro la caccia. Ma la petizione per abolirla è un fiascoSiena: sospesa caccia cinghiale a 300 m da zone vocate Troppi storni? C'è chi incolpa i cacciatoriPerugia: prosegue prelievo cinghiali nel Parco di Monte CuccoSan Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghialiCaccia anatidi: per l'Alzavola Key concepts da rivedereArci Caccia Marche alla Regione "risolvere problema cinghiale"Anuu: devastati capanni da caccia. C'è un numero di targaTroppi caprioli, Alessandria aumenta i capi abbattibiliFidc: la sicurezza al primo postoNumero minimo cacciatori braccata: circolare della Regione ToscanaGli animalisti si accusano a vicenda, avanti così Nutrie, Alessandria: i cacciatori non partecipanoPistoia: via alla caccia al cinghiale nelle aree non vocateAnuu: il tordo bottaccio ancora protagonista Richiami vivi acquatici, ora tocca al MinisteroFriuli: legittime limitazioni caccia in Piano FaunisticoLav: campagna d'odio contro i cacciatoriIn Friuli al via monitoraggio beccaccia Caccia deroga storno: Consiglio di Stato conferma stop in LiguriaCampania: definiti i comitati degli Atc Ungulati, Cia Toscana "superare le contrapposizioni"Sicilia: autorizzato prelievo sperimentale lepre italicaGrandi carnivori, UE "leggi sufficientemente flessibili per gestire i conflitti"Referendum Lombardia: Fava "ambiente sarà competenza regionale"

News Caccia

Lombardia, Anuu: "la verità sul rifornimento dei richiami vivi"


lunedì 30 ottobre 2017
    

Ormai è chiaro che la Regione Lombardia vuole porre una barriera con un silenzio assordante sulle nostre cacce tradizionali lasciando mano libera al microbracconaggio dei richiami vivi che non può essere fatto risalire alle Associazioni venatorie, grandi o piccole che siano. Invero, si preferisce che l’Europa ponga un dito accusatore contro il nostro Paese, e la Lombardia compresa, pur di non retrocedere creando un muro dinnanzi all’attuale vigente legislazione, dopo l’archiviazione da parte della Commissione UE in data 16/06/2016 della procedura d’infrazione EU Pilot n. 2014/2006 – Cattura di uccelli da utilizzare come richiami vivi –, e come ribadito dal Ministero dell’Ambiente con lettera all’ISPRA in data 12/09/2017.

Il Senato con l’O.d.G. G/1962/12/14, in data 23/07/2015, aveva dichiarato che le reti per la cattura non massiva erano legittime, così come dichiarato dallo stesso MIPAAF sin dal 22/11/1996 che faceva proprio il parere dell’ex INFS, ora ISPRA, con propria circolare perfettamente in linea con gli indirizzi della Guida Interpretativa UE al punto 3.5.51 per cui “gli aspetti tecnici del metodo utilizzato possono dimostrare in maniera verificabile il carattere selettivo” e che al punto 3.5.22 richiama espressamente la sentenza base della Corte di Giustizia Europea nella Causa C-182/02 “come la cattura e la cessione di uccelli selvatici anche fuori dei periodi di apertura della caccia allo scopo della loro detenzione per essere utilizzati come richiami vivi o per fini amatoriali nelle fiere e mercati” è compatibile con l’impiego misurato autorizzato dall’art. 9, n. 1, lett. c).

Vi è uno scaricabarile tra i politici e i funzionari che, a questo punto, preferiscono fare interpretare la legge sulla documentazione del passato e non su quella operante con l’art. 21 della Legge Comunitaria n. 115/2015, che ha modificato il comma 3 dell’art. 4 della L.N. 157/92 laddove viene cancellato tutto il passato e in cui chiaramente è scritto che: “L’attività di cattura per l’inanellamento e per la cessione ai fini di richiamo può essere svolta esclusivamente con mezzi, impianti o metodi di cattura che non sono vietati ai sensi dell’allegato IV alla direttiva 2009/147/CE da impianti della cui autorizzazione siano titolari le province e che siano gestiti da personale qualificato e valutato idoneo dell’ISPRA”.


Pertanto si chiude con il passato, abbassando una saracinesca, ed è per questo che il Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, fin dal 5/08/2016 invitava le Regioni interessate “ad operare fin da ora, in modo pienamente legittimo, attivando il meccanismo delle deroghe di cui al citato art. 19-bis” e lo ribadiva anche al Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Stefano Bonaccini, precisando il 3/11/2016, quasi alla nausea, che “le Regioni sono legittimate dalla normativa vigente nazionale sulla caccia ad attivare deroghe al divieto di prelievo di uccelli, laddove accertino la sussistenza di tutte le condizioni per la loro applicazione”.


Dinnanzi a questo quadro giuridico delle catture non si comprende come si possa ricordare un passato che non è più presente nella vigente normativa sopra richiamata, ma che rimane solo nella storia delle tradizioni venatorie, nelle biblioteche con i suoi magnifici scritti e nei racconti di quegli uomini che l’avevano vissuto e si rammaricano dell’incapacità degli attuali “politicanti”, che tali sono, per un’illusoria autonomia pronta a gridare come “i lupi alla luna” ma incapaci di agire correttamente per le cose semplici nel rispetto delle promesse fatte, come quella dell’Assessore Fava che su Lombardia Verde n. 1/2015, a pag. 42, promise e assicurò “battaglie in tutte le sedi”.
 
 
Anuu Migratoristi Stampa
Leggi tutte le news

3 commenti finora...

Re:Lombardia, Anuu: "la verità sul rifornimento dei richiami vivi"

A Fava era più interessato di portare a casa, i contributi per i pioppeti, piuttosto che i centri per il rifornimento dei richiami vivi.

da Fucino Cane 02/11/2017 8.16

Re:Lombardia, Anuu: "la verità sul rifornimento dei richiami vivi"

FAVA "VENDUTO"

da Un cacciatore qualsiasi 31/10/2017 13.08

Re:Lombardia, Anuu: "la verità sul rifornimento dei richiami vivi"

Alla burocrazia il bracconaggio gli va bene così ci campano e non hanno da impegnarsi a risolvere problemi. A dire il vero dalla cavolata del tesserino ed alla sua segnatura ci mangiano anche... poveretti..o fannulloni o incapaci,

da barba 30/10/2017 18.51