Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Simone Billi (Lega): "la caccia fa bene all'ambiente"Vignale: "Piemonte Regione no caccia?"CCT: bilancio positivo all'Assemblea GeneraleUmbria: presentata bozza Calendario Venatorio 2018 - 2019Legge caccia Piemonte, diretta dal Consiglio regionalePiemonte, si inizia a parlare di caccia. Fidc mobilita i cacciatoriBerlato: Corte Costituzionale respinge ricorso su vigilanza venatoria Rolfi: “contenimento cinghiale, già al lavoro”Calendario Marche: la caccia al cinghiale parte primaArezzo, protesta sulla mancata vigilanza venatoriaLibera Caccia Toscana: proposte per il calendario venatorioTraguardo Internazionale per il Club del ColombaccioCampania: proposte migliorative sul calendario venatorio 2018 - 2019Sicilia: stanziati duecento mila euro per il coniglio selvaticoEnalcaccia Arezzo: corsi per cacciatori, iscrizioni aperteAlessio Piana tra gli amici di BigHunterTrento: nessuna limitazione per la caccia al cinghialeStefania Craxi: "il cinghiale, la mia passione"Anlc Piemonte: ecco perchè saremo in piazza l'8 giugnoSardegna. Cpa dice no agli AtcAnnotazione tesserino, Marras "la normativa deve essere chiara"Ok al Piano straordinario cinghiali nel Parco dei Gessi BolognesiLe novità sulla caccia in deroga in LombardiaCalendario Venatorio Marche: le proposte di FidcAnuu, la Giornata del Verde Pulito in LombardiaTesserino venatorio: approvata mozione in ToscanaGiulia La Cava, a caccia con i segugi. "Non c'è emozione più forte"Secondo anno per il progetto Lepre in SiciliaReggio Emilia: operativo controllo del cinghialeIn Spagna 100 mila cacciatori in piazza per pretendere rispettoToscana. Danni a scacchiera8 giugno. Manifestazione dei cacciatori a TorinoCambio di statuto per il Sindacato Venatorio ItalianoCaccia in deroga, Lombardia approva richiesta da inviare ad IspraPiemonte, partita caccia di selezione al cinghaleLazio, riunito nuovo Comitato Faunistico VenatorioCampania, ecco la bozza del Calendario Venatorio 2018 - 2019Anlc Umbria, proposte per il calendario venatorio 2018 - 2019Aria Nuova in Ekoclub PistoiaCinghiale: Fidc Umbria ricostituisce settorialeBERGAMO. REVOCATI I DIVIETI PER L’AVIARIABRESCIA. CORSO PER IL TRATTAMENTO CARNI DI SELVAGGINATOSCANA. CCT, REMASCHI E LEGGE OBIETTIVOToscana, ok mozione Pd per braccata nelle aree protetteLegge 157/92: ecco la proposta Caretta per la riforma della caccia CCT, ungulati? Puntare sul controllo come fa AlessandriaDepositata PdL Cirielli per la modifica della 157/92La caccia ai giovani: Yuri D'Onofrio “stiamo uniti”Lombardia, Massardi alla prima seduta annuncia impegno per la cacciaReport gestione ungulati Toscana, Remaschi "la legge funziona"Liguria, M5S chiede divieto per 4 specie cacciabiliAnuu, 60 anni di storia e tradizioniA Bergamo primo concorso sul cinghiale per aspiranti chefCinghiale, Emilia Romagna: ok a calendario venatorio 2018 - 2019 Emilia Romagna. Contrarietà della Lega sul calendario venatorio Piemonte: nuovi criteri per i Comitati di Atc e CaCastellani rieletto alla guida dell'Anuu MigratoristiMolise. Di Pietro "fondi trasferiti agli Atc"In Regione Bruzzone lascia il testimone ad Alessandro PianaDdl caccia Piemonte. Le osservazioni di AnlcFidc Marche, storno: nessuna preoccupazione per la sentenzaOffese contro cacciatori e Remaschi, la condanna della CCTIl Governatore De Luca ad Hunting Show SudCampania. Proposte al Calendario Venatorio 2018-2019 Torbjörn Larsson è il nuovo presidente dell'Alleanza dei cacciatori nordiciStorno. La Corte impallina la Regione MarcheLa Caretta presenta modifiche alla 157Spagna. I cacciatori manifestano per la cacciaDanni fauna selvatica. CCT chiede risposte urgenti a RemaschiCinghiali. Coldiretti Torino chiede azioni rapide I cacciatori francesi rilancianoIniziativa FIdC Bergamo. I ragazzi cuochi del “Galli” alle prese col cinghialePiacenza: successo della cena del pompiere-cacciatoreExpoRiva. Manifesto a sostegno della cacciaPiemonte. Al via caccia di selezione al cinghialeUmbria. Convenzione tra Regione e Carabinieri forestaliLombardia, Fabio Rolfi Assessore alla cacciaPer il Governo legittima proroga Pfv VenetoCapriolo: le proposte della Libera Caccia di PistoiaTar Torino, controllo cinghiali: "metodi ecologici derogabili"Toscana: respinta mozione 5 Stelle per la sospensione della cacciaAnuu Campania, riconfermato Presidente ParvoloCon la sua cucina di caccia, Fabrizia Meroi è Chef donna 2018Lombardia: ecco cosa si aspettano i cacciatori dalla nuova GiuntaCaccia Ungulati. Da Siena le nuove proposte della CCT Basilicata: "Aprire un tavolo per la caccia nei Parchi"Abruzzo, Febbo "cinghiali, confusione in Regione"Caretta "costituito Intergruppo parlamentare per la cultura rurale"Greenpeace, precisazioni su partecipazione a ExpoRivaPuglia, rimandato esame ddl fauna selvatica Caretta "il M5S sulla caccia ha gettato la maschera"Ungulati Toscana, "nel 2017 meno abbattimenti, più incidenti stradali"Fauna in difficoltà. Intervengono i cacciatoriAmiche di BigHunter, Yamila B.: "movimenti anticaccia specchio di una società in crisi"

News Caccia

San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali


venerdì 27 ottobre 2017
    

Danni cinghiali LombardiaPiero Taddeini, segretario comitato di gestione Zona di Ripopolamento e Cattura Collebrunacchi San Miniato e Segretario Federazione Italiana della Caccia San Miniato ha diffuso una nota con la quale informa le  Associazioni Venatorie di San Miniato della decisione di sospendere le battute di contenimento agli ungulati all’interno della Zona di Ripopolamento e Cattura di Collebrunacchi.

Questa sofferta decisione - dice -  si è resa necessaria per salvaguardare “coloro” (Cacciatori) che per mero spirito di volontariato, prestano la loro opera per la prevenzione dei danni alle produzioni agricole, alla fauna selvatica, alla flora e non da meno per la prevenzione dell’incolumità dei cittadini. Una presa di posizione scaturita in occasione di un “Servizio di Pubblica Utilità” effettuato per il contenimento degli ungulati all’interno della Zona di Ripopolamento e Cattura di Collebrunacchi. L’intervento, coordinato dalle Guardie Venatorie Volontarie di cui all’Art.51 , L.R. 3/94, coadiuvate dai Cacciatori in possesso dei requisiti di cui all’Art.37 della L.R. 3/94, è stato interrotto e sospeso dagli Agenti della Polizia Venatoria Provinciale elevando, anche, sanzioni amministrative nei confronti di due cacciatori.


Il Comitato di Gestione della Zona di Ripopolamento e Cattura conferma di avere rispettato tutte le direttive in merito alla salvaguardia della sicurezza pubblica, in forza anche delle autorizzazioni del Comando della Polizia Provinciale per l’intervento e del Comandante della Polizia Municipale di San Miniato per la chiusura temporanea delle strade ricadenti nell’area di intervento.

L’interruzione dell’intervento ha causato gravi danni a tre cani, che erano già sulle tracce degli ungulati e che hanno subito lesioni fisiche gravi. La paradossale situazione  è in netto contrasto con quanto diramato dalla Regione Toscana, promotrice di specifica Legge per intervenire “drasticamente” sul contenimento degli ungulati (cinghiale) su tutto il territorio regionale, con particolare riguardo verso gli Enti quali le Zone di Ripopolamento. Il mondo venatorio, le Associazioni Venatorie di San Miniato - si legge ancora nella nota - si sono sempre adoperate per la salvaguardia del territorio, dell’ambiente, delle coltivazioni agricole e soprattutto dell’incolumità dei cittadini rispettando tutte le direttive e gli obblighi di legge che normano tali interventi ed adottando, soprattutto, tutti i principi per garantire la massima sicurezza. Le Associazioni Venatorie di San Miniato, ritenendosi palesemente danneggiate e deluse, evidenziano la loro riconosciuta collaborazione fatta con propositi costruttivi ed animati dalla massima fiducia, anche verso il Corpo della Polizia Provinciale. Viceversa - si conclude - duole sottolineare l’improvviso ed immotivato atteggiamento “repressivo” adottato che, fatto salvo il rispetto delle leggi, non trova la nostra comprensione.


Il Comitato di Gestione della ZRC Collebrunacchi e le Associazioni Venatorie di San Miniato – Federcaccia ed Arct - invitano le competenti Istituzioni ad intervenire in merito all’increscioso episodio dandone riscontro. Soprattutto si auspica che si facciano garanti e promotori affinché tali situazioni, che non sono interventi di caccia, ma interventi di pubblica utilità, possano essere di esempio per colmare quelle palesi lacune che nessuna normativa, nessuna delibera, nessuna determina può regimare.

Leggi tutte le news

8 commenti finora...

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

Esatto Gino,questi sono quelli,""ma c'è lo chiede la provincia"" con la scusa dell'ex art 17 che è in conflitto costituzionale con ciò che recita la legge dello stato che è sovrana come ribadito dalle sentenze corte costituzionale,che hanno valenza nazionale.questi stavano bracconando su commissione regionale,e le guardie provinciali dovevano denunciare tutti per violazione della legislazione nazionale sulla caccia in quanto cacciavano in tempi è zone non consentite .L'ho detto è lo ripeto,oltre alle parole ora c'è anche il precedente....tra non molto si ride ,e non solo nel,pisano.

da Toscanello 27/10/2017 17.29

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

è giusto che queste cose le facciano gli agenti e non cacciatori e guardie ( ??? ahahahh) volontarie !!! ci vuole un bel coraggio a fare i bracconieri sotto la casacca di cacciatori. Petetici dovevano ritirare la licenza a tutti e sanzionarli penalmente cosi se la smettono di fare i furbi alla spalle dei VERI CACCIATORI! BEN GLI STA

da Gino 27/10/2017 17.21

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

Toni e mollica un ci avete apito nulla.questi furgoni sono andati a fare battute contro quello che recita la legge nazionale art 19 legge 157 che recita che solo le guardie provinciali possono fare azioni di controllo come quelle descritte,i cacciatori,non possono proprio esserci.Guarda caso questi erano coordinati dalle guardie venatorie volontarie,che nemmeno loro possono fare o sovrintendere alle azioni di contenimento.Di fatto sono arrivate le guardie della provincia e li hanno fatti smettere e sanzionati.questi devono accendere un cero alla madonna ,perché stavano prelevando fauna ,fuori orario e in zona dove la caccia non è praticabile( in sostanza bracconavano per la legge) cosa che se le provinciali gli contestavano,la vedevano tutti bella lunga,con via PDA e decreti vari a tutte le guardie volontarie.Lo ripeterò allo sfinimento ,le azioni di contenimento sono regolate dalla 157/92, e in quell'attività i cacciatori,non possono partecipare in alcun modo,

da Toscanello 27/10/2017 16.47

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

Ci andra' l'esercito con buona pace dei cacciatori schizzinosi....Oramai l'esercito fa un sacco di missioni non di sua competenza,come presidiare le frontiere esterne dell'europa invece che presidiare le piazze con i new jersey

da toni el cacciator 27/10/2017 15.29

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

Leggendo fra le righe, ci potrebbe essere stata una protesta di qualcuno che temeva per la sua incolumità. Può essere. Tuttavia, che i cinghiali siano troppi non si può negare, che i selettori siano praticamente inutili, anche. Non ci siamo ancora resi conto, che con l'invecchiamento rapido della popolazione venatoria sarà sempre più difficile organizzare controlli e battute di caccia efficaci. A meno che non si faccia azione incentivante (ovvero in qualche modo remunerata) fra i giovani, che a quanto si dice cercano lavoro e non lo trovano. Proseguire con questa politica corporativa è un danno incalcolabile alla categoria. Qualcuno glielo spieghi ai nostri dirigenti venatori, ma anche ai nostri politicanti da strapazzo. Se non si corre ai ripari, presto la situazione ci scapperà di mano.

da R. Mollica 27/10/2017 14.44

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

Onestamente leggendo l'articolo non si capisce.niente ..io ho capito che nella battuta di controllo degli ungulati sono successi fatti " probabilmente per colpa pericolosi " e quindi sanzionati. Se è così cosa c'è da meravigliarsi?

da toni el cacciator 27/10/2017 13.26

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

L'ho sempre detto che i nodi cominciavano a venire al pettine.al posto di questi comunicati ridicoli dove implicitamente si ammette di aver contravvenuto alle leggi art 19 legge 157/92,sarebbe meglio chiedeste scusa è vi cospargeste il capo di cenere,perché avete cacciato in aree è tempi non consentiti (ovvero caccia di frodo) e ringraziate che i provinciali vi hanno fatto solo una sanzione ,perché la faccenda è penale.........per dar retta agli ingordi,poi qualc'uno paga.

da Toscanello 27/10/2017 13.08

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

Decisione risoluta. Proviamo a immaginare se tutti facessero così, a prescindere dalla stupidità di qualche rappresentante dell'amministrazione pubblica. In prima battuta saremmo accusati di aver favorito l'invasione ungulata, ma appena dopo verrebbero a pregarci in ginocchio di dare una mano. Potrebbe essere l'occasione, come leggo ogni tanto anche su Bighunter, per reclamare il maltolto. Cioè quelle forme di caccia della tradizione che vengono praticate altrove, anche in molti paesi della UE, tranne che in Italia, colpa la vergognosa sudditanza nei confronti di quei quattro scalzacani tutori dei ridicoli Dudù.

da Bibì 27/10/2017 10.47