Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Fidc Umbria: opportuni chiarimenti, i cacciatori non partecipino ai contenimentiCronache falconiere dall'Andalusia: Margherita SporeniRegione Umbria risponde a Wwf: il contenimento non è cacciaElezioni: ecco il manifesto del mondo venatorio alla politicaBuconi (Fidc): giù le mani, cacciatori no bracconieri!Vignale: palese incostituzionalità su legge caccia GiuntaPassione colombaccio. Federico Celsi: “il più bel ottobre di sempre”Sorrenti: la battaglia su calendari e deroghe continua in UeAddio al padre della Wildlife Economy, Bernardino RagniChiusa caccia ai turdidi in Trentino. Protestano i capannisti I boschi di Capri ripuliti dai cacciatoriRaduno internazionale falconieri in FriuliPosticipo tordi in Lazio pubblicato sul BurFvg, chiusura anticipata beccaccia: Fidc impugna il decretoElezioni: Meloni vuole candidare Berlato Fidc Brescia, "controllo cinghiali? I cacciatori non partecipino"Basilicata, Fidc: una scelta europea per le date su tordi e beccacceBasilicata: pubblicato su Bur posticipo chiusura cacciaDa Siena, Cct, Atc e agricoltori chiedono cambio passoCinghiali Sassuolo, continuano le proteste degli animalistiMigratoria e recupero habitat: A Vicenza il punto di Face Med A Hit l'assemblea del Cic ItaliaFriuli: nasce l'associazione Cacciatori FvgTesserino venatorio, in Toscana mozione per educare i controlloriDella caccia ai tordi e dell'ambientalismo che in Italia non esisteUmbria: modifiche al regolamento sugli AtcSentenza Tar su vigilanza venatoria: condannate Enpa e LacL'Anuu Reggio Calabria adotta un pezzo di verde pubblicoDalla Francia buone notizie su beccaccino e frullinoPiemonte: ok in Commissione alla nuova legge sulla cacciaAmiche di BigHunter, Martina Rebecchi "per me la caccia è vita"In Alaska la selvaggina si macella a scuolaMai: importanti novità per la caccia in LiguriaAddio a Novello NovelliVeneto: Berlato riconfermato alla guida della III CommissioneAbruzzo: Arcicaccia, Libera Caccia ed Eps incontrano PepeSempre più ungulati nei Parchi toscani. Ok piano a San RossoreDirettive Uccelli e Habitat: a Roma l'incontro con la Commissione UEAbilitazioni venatorie: buone notizie dal Friuli Elezioni e caccia: allarme 5 StelleCaccia tordi Lazio al 31 gennaio: Zingaretti firma il posticipoFidc Toscana: dalla Lav a lezione di violenzaArci Caccia Pistoia: in pericolo il Progetto LepreElezioni Politiche 2018. La caccia si unisce in una Cabina di regiaPasso indietro sulla caccia alla volpe in InghilterraControllo cinghiale nei Parchi: i corsi nella Provincia di ArezzoPiemonte: ecco come vanno avanti gli Atc dopo il TarItalia Nostra e Lipu Puglia criticano la nuova legge sulla caccia40 ANNI DI SHOT SHOWLUPO. IN NORVEGIA RIAPRESIENA. PROTESTE PER I PRELIEVI NELLE AREE PROTETTEELEZIONI. SORRENTINO SCRIVE AI PARTITISassuolo: Controllo cinghiali, la Lav denuncerà i cacciatori Toscana: corsi ai cacciatori per il controllo nelle Aree ProtetteFidc Brescia sulle novità introdotte dalla Regione LombardiaSvizzera: diffamava i cacciatori, condannato anticacciaCinghiali, per Confagricoltura "bisogna cambiare la 157/92"Toscana: caccia cinghiale aree non vocate, il Piano per il 2018Abruzzo: nel nuovo Piano stop alle immissioni di selvaggina?Veneto: con i nuovi confini del Parco della Lessinia, più territorio cacciabileToscana, Presidenti Atc in subbuglioProroga per la caccia ai turdidi e beccaccia in BasilicataBeccaccia: il punto di vista di FidcMozione a Varese per chiudere la caccia per due anniVicopisano ringrazia i suoi cacciatoriFagiani in salsa francesePiacenza: a rischio abilitazioni venatorie nel 2018 Giovane cacciatore cade in dirupo. L'ultimo saluto a GabrieleProtocollo fra Arci Caccia e Carabinieri ForestaliCONFAVI. ARCICACCIA RISPONDE

News Caccia

San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali


venerdì 27 ottobre 2017
    

Danni cinghiali LombardiaPiero Taddeini, segretario comitato di gestione Zona di Ripopolamento e Cattura Collebrunacchi San Miniato e Segretario Federazione Italiana della Caccia San Miniato ha diffuso una nota con la quale informa le  Associazioni Venatorie di San Miniato della decisione di sospendere le battute di contenimento agli ungulati all’interno della Zona di Ripopolamento e Cattura di Collebrunacchi.

Questa sofferta decisione - dice -  si è resa necessaria per salvaguardare “coloro” (Cacciatori) che per mero spirito di volontariato, prestano la loro opera per la prevenzione dei danni alle produzioni agricole, alla fauna selvatica, alla flora e non da meno per la prevenzione dell’incolumità dei cittadini. Una presa di posizione scaturita in occasione di un “Servizio di Pubblica Utilità” effettuato per il contenimento degli ungulati all’interno della Zona di Ripopolamento e Cattura di Collebrunacchi. L’intervento, coordinato dalle Guardie Venatorie Volontarie di cui all’Art.51 , L.R. 3/94, coadiuvate dai Cacciatori in possesso dei requisiti di cui all’Art.37 della L.R. 3/94, è stato interrotto e sospeso dagli Agenti della Polizia Venatoria Provinciale elevando, anche, sanzioni amministrative nei confronti di due cacciatori.


Il Comitato di Gestione della Zona di Ripopolamento e Cattura conferma di avere rispettato tutte le direttive in merito alla salvaguardia della sicurezza pubblica, in forza anche delle autorizzazioni del Comando della Polizia Provinciale per l’intervento e del Comandante della Polizia Municipale di San Miniato per la chiusura temporanea delle strade ricadenti nell’area di intervento.

L’interruzione dell’intervento ha causato gravi danni a tre cani, che erano già sulle tracce degli ungulati e che hanno subito lesioni fisiche gravi. La paradossale situazione  è in netto contrasto con quanto diramato dalla Regione Toscana, promotrice di specifica Legge per intervenire “drasticamente” sul contenimento degli ungulati (cinghiale) su tutto il territorio regionale, con particolare riguardo verso gli Enti quali le Zone di Ripopolamento. Il mondo venatorio, le Associazioni Venatorie di San Miniato - si legge ancora nella nota - si sono sempre adoperate per la salvaguardia del territorio, dell’ambiente, delle coltivazioni agricole e soprattutto dell’incolumità dei cittadini rispettando tutte le direttive e gli obblighi di legge che normano tali interventi ed adottando, soprattutto, tutti i principi per garantire la massima sicurezza. Le Associazioni Venatorie di San Miniato, ritenendosi palesemente danneggiate e deluse, evidenziano la loro riconosciuta collaborazione fatta con propositi costruttivi ed animati dalla massima fiducia, anche verso il Corpo della Polizia Provinciale. Viceversa - si conclude - duole sottolineare l’improvviso ed immotivato atteggiamento “repressivo” adottato che, fatto salvo il rispetto delle leggi, non trova la nostra comprensione.


Il Comitato di Gestione della ZRC Collebrunacchi e le Associazioni Venatorie di San Miniato – Federcaccia ed Arct - invitano le competenti Istituzioni ad intervenire in merito all’increscioso episodio dandone riscontro. Soprattutto si auspica che si facciano garanti e promotori affinché tali situazioni, che non sono interventi di caccia, ma interventi di pubblica utilità, possano essere di esempio per colmare quelle palesi lacune che nessuna normativa, nessuna delibera, nessuna determina può regimare.

Leggi tutte le news

8 commenti finora...

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

Esatto Gino,questi sono quelli,""ma c'è lo chiede la provincia"" con la scusa dell'ex art 17 che è in conflitto costituzionale con ciò che recita la legge dello stato che è sovrana come ribadito dalle sentenze corte costituzionale,che hanno valenza nazionale.questi stavano bracconando su commissione regionale,e le guardie provinciali dovevano denunciare tutti per violazione della legislazione nazionale sulla caccia in quanto cacciavano in tempi è zone non consentite .L'ho detto è lo ripeto,oltre alle parole ora c'è anche il precedente....tra non molto si ride ,e non solo nel,pisano.

da Toscanello 27/10/2017 17.29

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

è giusto che queste cose le facciano gli agenti e non cacciatori e guardie ( ??? ahahahh) volontarie !!! ci vuole un bel coraggio a fare i bracconieri sotto la casacca di cacciatori. Petetici dovevano ritirare la licenza a tutti e sanzionarli penalmente cosi se la smettono di fare i furbi alla spalle dei VERI CACCIATORI! BEN GLI STA

da Gino 27/10/2017 17.21

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

Toni e mollica un ci avete apito nulla.questi furgoni sono andati a fare battute contro quello che recita la legge nazionale art 19 legge 157 che recita che solo le guardie provinciali possono fare azioni di controllo come quelle descritte,i cacciatori,non possono proprio esserci.Guarda caso questi erano coordinati dalle guardie venatorie volontarie,che nemmeno loro possono fare o sovrintendere alle azioni di contenimento.Di fatto sono arrivate le guardie della provincia e li hanno fatti smettere e sanzionati.questi devono accendere un cero alla madonna ,perché stavano prelevando fauna ,fuori orario e in zona dove la caccia non è praticabile( in sostanza bracconavano per la legge) cosa che se le provinciali gli contestavano,la vedevano tutti bella lunga,con via PDA e decreti vari a tutte le guardie volontarie.Lo ripeterò allo sfinimento ,le azioni di contenimento sono regolate dalla 157/92, e in quell'attività i cacciatori,non possono partecipare in alcun modo,

da Toscanello 27/10/2017 16.47

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

Ci andra' l'esercito con buona pace dei cacciatori schizzinosi....Oramai l'esercito fa un sacco di missioni non di sua competenza,come presidiare le frontiere esterne dell'europa invece che presidiare le piazze con i new jersey

da toni el cacciator 27/10/2017 15.29

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

Leggendo fra le righe, ci potrebbe essere stata una protesta di qualcuno che temeva per la sua incolumità. Può essere. Tuttavia, che i cinghiali siano troppi non si può negare, che i selettori siano praticamente inutili, anche. Non ci siamo ancora resi conto, che con l'invecchiamento rapido della popolazione venatoria sarà sempre più difficile organizzare controlli e battute di caccia efficaci. A meno che non si faccia azione incentivante (ovvero in qualche modo remunerata) fra i giovani, che a quanto si dice cercano lavoro e non lo trovano. Proseguire con questa politica corporativa è un danno incalcolabile alla categoria. Qualcuno glielo spieghi ai nostri dirigenti venatori, ma anche ai nostri politicanti da strapazzo. Se non si corre ai ripari, presto la situazione ci scapperà di mano.

da R. Mollica 27/10/2017 14.44

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

Onestamente leggendo l'articolo non si capisce.niente ..io ho capito che nella battuta di controllo degli ungulati sono successi fatti " probabilmente per colpa pericolosi " e quindi sanzionati. Se è così cosa c'è da meravigliarsi?

da toni el cacciator 27/10/2017 13.26

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

L'ho sempre detto che i nodi cominciavano a venire al pettine.al posto di questi comunicati ridicoli dove implicitamente si ammette di aver contravvenuto alle leggi art 19 legge 157/92,sarebbe meglio chiedeste scusa è vi cospargeste il capo di cenere,perché avete cacciato in aree è tempi non consentiti (ovvero caccia di frodo) e ringraziate che i provinciali vi hanno fatto solo una sanzione ,perché la faccenda è penale.........per dar retta agli ingordi,poi qualc'uno paga.

da Toscanello 27/10/2017 13.08

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

Decisione risoluta. Proviamo a immaginare se tutti facessero così, a prescindere dalla stupidità di qualche rappresentante dell'amministrazione pubblica. In prima battuta saremmo accusati di aver favorito l'invasione ungulata, ma appena dopo verrebbero a pregarci in ginocchio di dare una mano. Potrebbe essere l'occasione, come leggo ogni tanto anche su Bighunter, per reclamare il maltolto. Cioè quelle forme di caccia della tradizione che vengono praticate altrove, anche in molti paesi della UE, tranne che in Italia, colpa la vergognosa sudditanza nei confronti di quei quattro scalzacani tutori dei ridicoli Dudù.

da Bibì 27/10/2017 10.47