Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Caccia storno: Deroga Lombardia sfida Ispra Sardegna: annunciato ricorso su calendario venatorioWwf contro calendario venatorio AbruzzoCaccia cinghiale Sardegna: domande fino al 31 agostoFidc e Acma: sui richiami acquatici uno spiraglio dall'EuropaSardegna, Comitato faunistico approva Calendario 2018 - 2019Mai: contro ungulati servono più cacciatoriAnlc Lazio: Calendario Venatorio da rifareBigHunter Giovani, Ercole Giori “la caccia mi ha insegnato tanto”Atc Brescia bloccatoPiano Nazionale Allodola: ecco il testoLazio, Approvato Calendario Venatorio 2018 - 2019Problema appostamenti, incontro CCT in RegioneFidc Veneto: Regione corregga Calendario VenatorioMarche, Ricorso animalista contro il Piano cinghialiLa grouse favorisce il turismoMondo Venatorio a colloquio con Sottosegretario GavaCaccia Tortora, interrogazione Bruzzone al MinistroVandali a Clusone per la Fiera degli uccelliCia Umbra: caccia cinghiali, modificare la 157 Liguria, parte iter Parco Nazionale PortofinoDalle liguri denuncia su legge caccia Piemonte Fidc avvia collaborazione faunistica con la RomaniaCCT: si pianifichi agricoltura rispettosa della biodiversitàFedercaccia in assemblea. Chiesto confronto con CentinaioAlessandria: Tar sospende piano cinghialiCpa Sardegna: "sospenderemo volontariato dei cacciatori"Wwf Abruzzo. Danni cinghiali? Paghino gli AtcPiemonte: ok a modifiche calendario venatorioCCT: Regione Toscana approva calendario venatorio 2018 - 2019Italia, reati in calo ma...Caretta presenta alla Camera Proposta su disturbo venatorioDeroghe caccia Lombardia: Lac dichiara guerra a RolfiAppostamenti Sic e Zps: Arci Caccia Toscana scrive alla Regione Campania: eliminata inutile gabella per i cinghialaiIpotesi nuovo Parco Nazionale, il commento di Fidc MarcheCentinaio a fianco di Costa contro abbattimenti lupo?Consiglio regionale, approvate modifiche a legge sulla cacciaDisturbo venatorio: incostituzionale la legge venetaBruzzone propone Intergruppo Ambiente e attività ruraliNuovo presidente per Arci Caccia VeneziaItaliano il Progetto del mese FacePreapertura tortora: le osservazioni di Fidc alle RegioniCosta: reati bracconaggio siano delitti ambientaliParte campagna tesseramento della Fondazione UnaCalendario Venatorio Marche: ok anche a tortora in preaperturaSparvoli chiede tavolo tecnico sulla cacciaRegione Abruzzo commissaria Atc VomanoFidc Bergamo "cacciatori: non partecipate a controlli faunistici"Consiglio di Stato: i danni dei cinghiali li pagano i cacciatoriTortora: Libera Caccia invia documento tecnico alle RegioniNel weekend altre iniziative solidali dai cacciatoriSelezione ungulati: a settembre esami per Prato e PistoiaArci Caccia: no a nuovo Parco tra Marche, Umbria e ToscanaCCT chiede a Regione Toscana di riconfermare la tortoraAtc di Benevento nel caosFidc "tortora, dal Ministero posizione ambigua e contradditoria"Bruzzone su caccia alla tortoraCCT: "Intergruppo animalista? Stiamo uniti"Brescia, a processo per il controllo cinghialiRiccardo Tamburini, fotografo e cacciatore. Ecco la sua arteMai “per il controllo dei cinghiali fondamentali i cacciatori”CCT: allarme appostamenti caccia nelle aree Natura 2000Centinaio a Monteriggioni a colloquio con agricoltori e cacciatoriCacce in deroga, si riprovaBanca dati nazionale ungulati, scendono in campo i cacciatoriCalendario venatorio: Regione Basilicata perde l'appelloCinghiale, Federcaccia Umbria formalizza la settoriale Caccia, Rolfi: "Sulle deroghe inviate le controdeduzioni a Ispra"Richiami vivi acquatici, necessaria nuova derogaPontida, Salvini difende i cacciatoriSicilia: si espande il progetto lepre italicaArci Caccia Toscana: nuove nomineBRUZZONE SOSTIENE STEFANO MAIPIEMONTE: ARCICACCIA RILANCIACACCIA SOTTO ATTACCO, LA LIPU FA LA SUA MOSSALOMBARDIA: AREE IDONEE E NON IDONEE AL CINGHIALELiguria: primo anno senza tasse per i neo-cacciatoriLA CCT DI PISA PARLA DI SELVAGGINA STANZIALELOMBARDIA: La Regione contro i pareri ISPRA sulle derogheCacciatori dell’Empolese Valdelsa per AmatriceCinghiali Veneto: prorogato il regime sperimentaleColdiretti Calabria chiede aiuto dei cacciatori sui cinghialiCPA TOSCANA: OSSERVAZIONI SUL CALENDARIO VENATORIOL’ex dirigente dei Verdi lascia la BrambillaFIDC VENETO SCRIVE ALL’ASSESSORE SUL CALENDARIO VENATORIOTROPPI ORSI IN ROMANIAOSSERVAZIONI AL GOVERNO SULLA LEGGE PIEMONTESEFRANCIA. IN OCCITANIA I CACCIATORI SI ORGANIZZANOIN LIGURIA LA PERNICE STA BENEFIDC Campania pro e contro del calendario venatorio 2018-2019Grigioni caccia e tutela ungulatiLOMBARDIA. A RISCHIO LE CATTURE PER USO RICHIAMICACCIA DI SELEZIONE A LUCCA: VICINI ALLA SOLUZIONEMassimo Buconi su esternazioni ENPA sulla caccia al capriolo in UmbriaBenevento: approvato disciplinare di caccia al cinghialeSicilia: iniziato la formazione per il progetto Lepre Italica

News Caccia

San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali


venerdì 27 ottobre 2017
    

Danni cinghiali LombardiaPiero Taddeini, segretario comitato di gestione Zona di Ripopolamento e Cattura Collebrunacchi San Miniato e Segretario Federazione Italiana della Caccia San Miniato ha diffuso una nota con la quale informa le  Associazioni Venatorie di San Miniato della decisione di sospendere le battute di contenimento agli ungulati all’interno della Zona di Ripopolamento e Cattura di Collebrunacchi.

Questa sofferta decisione - dice -  si è resa necessaria per salvaguardare “coloro” (Cacciatori) che per mero spirito di volontariato, prestano la loro opera per la prevenzione dei danni alle produzioni agricole, alla fauna selvatica, alla flora e non da meno per la prevenzione dell’incolumità dei cittadini. Una presa di posizione scaturita in occasione di un “Servizio di Pubblica Utilità” effettuato per il contenimento degli ungulati all’interno della Zona di Ripopolamento e Cattura di Collebrunacchi. L’intervento, coordinato dalle Guardie Venatorie Volontarie di cui all’Art.51 , L.R. 3/94, coadiuvate dai Cacciatori in possesso dei requisiti di cui all’Art.37 della L.R. 3/94, è stato interrotto e sospeso dagli Agenti della Polizia Venatoria Provinciale elevando, anche, sanzioni amministrative nei confronti di due cacciatori.


Il Comitato di Gestione della Zona di Ripopolamento e Cattura conferma di avere rispettato tutte le direttive in merito alla salvaguardia della sicurezza pubblica, in forza anche delle autorizzazioni del Comando della Polizia Provinciale per l’intervento e del Comandante della Polizia Municipale di San Miniato per la chiusura temporanea delle strade ricadenti nell’area di intervento.

L’interruzione dell’intervento ha causato gravi danni a tre cani, che erano già sulle tracce degli ungulati e che hanno subito lesioni fisiche gravi. La paradossale situazione  è in netto contrasto con quanto diramato dalla Regione Toscana, promotrice di specifica Legge per intervenire “drasticamente” sul contenimento degli ungulati (cinghiale) su tutto il territorio regionale, con particolare riguardo verso gli Enti quali le Zone di Ripopolamento. Il mondo venatorio, le Associazioni Venatorie di San Miniato - si legge ancora nella nota - si sono sempre adoperate per la salvaguardia del territorio, dell’ambiente, delle coltivazioni agricole e soprattutto dell’incolumità dei cittadini rispettando tutte le direttive e gli obblighi di legge che normano tali interventi ed adottando, soprattutto, tutti i principi per garantire la massima sicurezza. Le Associazioni Venatorie di San Miniato, ritenendosi palesemente danneggiate e deluse, evidenziano la loro riconosciuta collaborazione fatta con propositi costruttivi ed animati dalla massima fiducia, anche verso il Corpo della Polizia Provinciale. Viceversa - si conclude - duole sottolineare l’improvviso ed immotivato atteggiamento “repressivo” adottato che, fatto salvo il rispetto delle leggi, non trova la nostra comprensione.


Il Comitato di Gestione della ZRC Collebrunacchi e le Associazioni Venatorie di San Miniato – Federcaccia ed Arct - invitano le competenti Istituzioni ad intervenire in merito all’increscioso episodio dandone riscontro. Soprattutto si auspica che si facciano garanti e promotori affinché tali situazioni, che non sono interventi di caccia, ma interventi di pubblica utilità, possano essere di esempio per colmare quelle palesi lacune che nessuna normativa, nessuna delibera, nessuna determina può regimare.

Leggi tutte le news

8 commenti finora...

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

Esatto Gino,questi sono quelli,""ma c'è lo chiede la provincia"" con la scusa dell'ex art 17 che è in conflitto costituzionale con ciò che recita la legge dello stato che è sovrana come ribadito dalle sentenze corte costituzionale,che hanno valenza nazionale.questi stavano bracconando su commissione regionale,e le guardie provinciali dovevano denunciare tutti per violazione della legislazione nazionale sulla caccia in quanto cacciavano in tempi è zone non consentite .L'ho detto è lo ripeto,oltre alle parole ora c'è anche il precedente....tra non molto si ride ,e non solo nel,pisano.

da Toscanello 27/10/2017 17.29

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

è giusto che queste cose le facciano gli agenti e non cacciatori e guardie ( ??? ahahahh) volontarie !!! ci vuole un bel coraggio a fare i bracconieri sotto la casacca di cacciatori. Petetici dovevano ritirare la licenza a tutti e sanzionarli penalmente cosi se la smettono di fare i furbi alla spalle dei VERI CACCIATORI! BEN GLI STA

da Gino 27/10/2017 17.21

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

Toni e mollica un ci avete apito nulla.questi furgoni sono andati a fare battute contro quello che recita la legge nazionale art 19 legge 157 che recita che solo le guardie provinciali possono fare azioni di controllo come quelle descritte,i cacciatori,non possono proprio esserci.Guarda caso questi erano coordinati dalle guardie venatorie volontarie,che nemmeno loro possono fare o sovrintendere alle azioni di contenimento.Di fatto sono arrivate le guardie della provincia e li hanno fatti smettere e sanzionati.questi devono accendere un cero alla madonna ,perché stavano prelevando fauna ,fuori orario e in zona dove la caccia non è praticabile( in sostanza bracconavano per la legge) cosa che se le provinciali gli contestavano,la vedevano tutti bella lunga,con via PDA e decreti vari a tutte le guardie volontarie.Lo ripeterò allo sfinimento ,le azioni di contenimento sono regolate dalla 157/92, e in quell'attività i cacciatori,non possono partecipare in alcun modo,

da Toscanello 27/10/2017 16.47

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

Ci andra' l'esercito con buona pace dei cacciatori schizzinosi....Oramai l'esercito fa un sacco di missioni non di sua competenza,come presidiare le frontiere esterne dell'europa invece che presidiare le piazze con i new jersey

da toni el cacciator 27/10/2017 15.29

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

Leggendo fra le righe, ci potrebbe essere stata una protesta di qualcuno che temeva per la sua incolumità. Può essere. Tuttavia, che i cinghiali siano troppi non si può negare, che i selettori siano praticamente inutili, anche. Non ci siamo ancora resi conto, che con l'invecchiamento rapido della popolazione venatoria sarà sempre più difficile organizzare controlli e battute di caccia efficaci. A meno che non si faccia azione incentivante (ovvero in qualche modo remunerata) fra i giovani, che a quanto si dice cercano lavoro e non lo trovano. Proseguire con questa politica corporativa è un danno incalcolabile alla categoria. Qualcuno glielo spieghi ai nostri dirigenti venatori, ma anche ai nostri politicanti da strapazzo. Se non si corre ai ripari, presto la situazione ci scapperà di mano.

da R. Mollica 27/10/2017 14.44

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

Onestamente leggendo l'articolo non si capisce.niente ..io ho capito che nella battuta di controllo degli ungulati sono successi fatti " probabilmente per colpa pericolosi " e quindi sanzionati. Se è così cosa c'è da meravigliarsi?

da toni el cacciator 27/10/2017 13.26

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

L'ho sempre detto che i nodi cominciavano a venire al pettine.al posto di questi comunicati ridicoli dove implicitamente si ammette di aver contravvenuto alle leggi art 19 legge 157/92,sarebbe meglio chiedeste scusa è vi cospargeste il capo di cenere,perché avete cacciato in aree è tempi non consentiti (ovvero caccia di frodo) e ringraziate che i provinciali vi hanno fatto solo una sanzione ,perché la faccenda è penale.........per dar retta agli ingordi,poi qualc'uno paga.

da Toscanello 27/10/2017 13.08

Re:San Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghiali

Decisione risoluta. Proviamo a immaginare se tutti facessero così, a prescindere dalla stupidità di qualche rappresentante dell'amministrazione pubblica. In prima battuta saremmo accusati di aver favorito l'invasione ungulata, ma appena dopo verrebbero a pregarci in ginocchio di dare una mano. Potrebbe essere l'occasione, come leggo ogni tanto anche su Bighunter, per reclamare il maltolto. Cioè quelle forme di caccia della tradizione che vengono praticate altrove, anche in molti paesi della UE, tranne che in Italia, colpa la vergognosa sudditanza nei confronti di quei quattro scalzacani tutori dei ridicoli Dudù.

da Bibì 27/10/2017 10.47