Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Vignale: "Piemonte Regione no caccia?"CCT: bilancio positivo all'Assemblea GeneraleUmbria: presentata bozza Calendario Venatorio 2018 - 2019Legge caccia Piemonte, diretta dal Consiglio regionalePiemonte, si inizia a parlare di caccia. Fidc mobilita i cacciatoriBerlato: Corte Costituzionale respinge ricorso su vigilanza venatoria Rolfi: “contenimento cinghiale, già al lavoro”Calendario Marche: la caccia al cinghiale parte primaArezzo, protesta sulla mancata vigilanza venatoriaLibera Caccia Toscana: proposte per il calendario venatorioTraguardo Internazionale per il Club del ColombaccioCampania: proposte migliorative sul calendario venatorio 2018 - 2019Sicilia: stanziati duecento mila euro per il coniglio selvaticoEnalcaccia Arezzo: corsi per cacciatori, iscrizioni aperteAlessio Piana tra gli amici di BigHunterTrento: nessuna limitazione per la caccia al cinghialeStefania Craxi: "il cinghiale, la mia passione"Anlc Piemonte: ecco perchè saremo in piazza l'8 giugnoSardegna. Cpa dice no agli AtcAnnotazione tesserino, Marras "la normativa deve essere chiara"Ok al Piano straordinario cinghiali nel Parco dei Gessi BolognesiLe novità sulla caccia in deroga in LombardiaCalendario Venatorio Marche: le proposte di FidcAnuu, la Giornata del Verde Pulito in LombardiaTesserino venatorio: approvata mozione in ToscanaGiulia La Cava, a caccia con i segugi. "Non c'è emozione più forte"Secondo anno per il progetto Lepre in SiciliaReggio Emilia: operativo controllo del cinghialeIn Spagna 100 mila cacciatori in piazza per pretendere rispettoToscana. Danni a scacchiera8 giugno. Manifestazione dei cacciatori a TorinoCambio di statuto per il Sindacato Venatorio ItalianoCaccia in deroga, Lombardia approva richiesta da inviare ad IspraPiemonte, partita caccia di selezione al cinghaleLazio, riunito nuovo Comitato Faunistico VenatorioCampania, ecco la bozza del Calendario Venatorio 2018 - 2019Anlc Umbria, proposte per il calendario venatorio 2018 - 2019Aria Nuova in Ekoclub PistoiaCinghiale: Fidc Umbria ricostituisce settorialeBERGAMO. REVOCATI I DIVIETI PER L’AVIARIABRESCIA. CORSO PER IL TRATTAMENTO CARNI DI SELVAGGINATOSCANA. CCT, REMASCHI E LEGGE OBIETTIVOToscana, ok mozione Pd per braccata nelle aree protetteLegge 157/92: ecco la proposta Caretta per la riforma della caccia CCT, ungulati? Puntare sul controllo come fa AlessandriaDepositata PdL Cirielli per la modifica della 157/92La caccia ai giovani: Yuri D'Onofrio “stiamo uniti”Lombardia, Massardi alla prima seduta annuncia impegno per la cacciaReport gestione ungulati Toscana, Remaschi "la legge funziona"Liguria, M5S chiede divieto per 4 specie cacciabiliAnuu, 60 anni di storia e tradizioniA Bergamo primo concorso sul cinghiale per aspiranti chefCinghiale, Emilia Romagna: ok a calendario venatorio 2018 - 2019 Emilia Romagna. Contrarietà della Lega sul calendario venatorio Piemonte: nuovi criteri per i Comitati di Atc e CaCastellani rieletto alla guida dell'Anuu MigratoristiMolise. Di Pietro "fondi trasferiti agli Atc"In Regione Bruzzone lascia il testimone ad Alessandro PianaDdl caccia Piemonte. Le osservazioni di AnlcFidc Marche, storno: nessuna preoccupazione per la sentenzaOffese contro cacciatori e Remaschi, la condanna della CCTIl Governatore De Luca ad Hunting Show SudCampania. Proposte al Calendario Venatorio 2018-2019 Torbjörn Larsson è il nuovo presidente dell'Alleanza dei cacciatori nordiciStorno. La Corte impallina la Regione MarcheLa Caretta presenta modifiche alla 157Spagna. I cacciatori manifestano per la cacciaDanni fauna selvatica. CCT chiede risposte urgenti a RemaschiCinghiali. Coldiretti Torino chiede azioni rapide I cacciatori francesi rilancianoIniziativa FIdC Bergamo. I ragazzi cuochi del “Galli” alle prese col cinghialePiacenza: successo della cena del pompiere-cacciatoreExpoRiva. Manifesto a sostegno della cacciaPiemonte. Al via caccia di selezione al cinghialeUmbria. Convenzione tra Regione e Carabinieri forestaliLombardia, Fabio Rolfi Assessore alla cacciaPer il Governo legittima proroga Pfv VenetoCapriolo: le proposte della Libera Caccia di PistoiaTar Torino, controllo cinghiali: "metodi ecologici derogabili"Toscana: respinta mozione 5 Stelle per la sospensione della cacciaAnuu Campania, riconfermato Presidente ParvoloCon la sua cucina di caccia, Fabrizia Meroi è Chef donna 2018Lombardia: ecco cosa si aspettano i cacciatori dalla nuova GiuntaCaccia Ungulati. Da Siena le nuove proposte della CCT Basilicata: "Aprire un tavolo per la caccia nei Parchi"Abruzzo, Febbo "cinghiali, confusione in Regione"Caretta "costituito Intergruppo parlamentare per la cultura rurale"Greenpeace, precisazioni su partecipazione a ExpoRivaPuglia, rimandato esame ddl fauna selvatica Caretta "il M5S sulla caccia ha gettato la maschera"Ungulati Toscana, "nel 2017 meno abbattimenti, più incidenti stradali"Fauna in difficoltà. Intervengono i cacciatoriAmiche di BigHunter, Yamila B.: "movimenti anticaccia specchio di una società in crisi"Anuu, agricoltura "un modello da riformare?"Calabria: incontro sulle modifiche alla legge sulla cacciaExpoRiva Caccia Pesca Ambiente: + 5% di visitatoriFidc Pordenone presenta gli studi sulle migrazioniBraia: abbattimento cinghiali tutto l'anno è realtà in Basilicata

News Caccia

Grandi carnivori, UE "leggi sufficientemente flessibili per gestire i conflitti"


venerdì 20 ottobre 2017
    

 Subito misure efficaci per attenuare i crescenti conflitti tra umani e grandi carnivori in Europa. E' questo in sostanza il messaggio uscito dalla Conferenza tenuta a Bruxelles il 17 ottobre "Coesistere con grandi carnivori: sfide e soluzioni" al Parlamento europeo.
 
La conferenza è stata presieduta dal deputato Karl-Heinz Florenz, gruppo PPE, presidente dell'Intergruppo del Parlamento europeo "Biodiversità, caccia e ruralità" ed è stata organizzata dalla FACE, Federazione delle Associazioni venatorie europee.
  Florenz ha evidenziato la necessità di sviluppare piani di gestione adeguati per i lupi e gli altri animali selvatici che causano conflitti. "Occorre tener conto - ha ricordato -  non solo di fattori ecologici ma economici e sociali. Dobbiamo affrontare obiettivamente la questione, considerando seriamente preoccupazioni di molti agricoltori e proprietari di terreni. Dobbiamo coinvolgere maggiormente i coltivatori colpiti, i proprietari di terreni, i cacciatori e gli operatori locali nel processo decisionale".
 
Il Dr. Nicola Notaro, responsabile dell'Unità Protezione della natura della DG Ambiente (Commissione Europea), si è concentrato sul fatto che i grandi carnivori sono parte integrante degli ecosistemi e dei paesaggi in tutta Europa e l'approccio chiave per la gestione dei conflitti tra gli interessi umani e la presenza di specie carnivori di grandi dimensioni è quello di sviluppare un dialogo costruttivo con gli stakeholder, gli agricoltori, i cacciatori e le istituzioni. Questo dialogo dovrebbe includere lo scambio di conoscenze, collaborare e utilizzare gli strumenti forniti nell'attuale legislazione e politica dell'UE, sufficientemente flessibili da adattarsi a contesti e aree geografiche differenti. In particolare ha fatto riferimento al piano d'azione dell'UE per la natura, la gente e l'economia come mezzo per realizzare queste azioni.
 
Csaba Borboly, membro del Comitato delle regioni e Presidente del Consiglio della contea di Harghita in Romania, ha segnalato lo sviluppo di una relazione all'interno del Comitato delle regioni, incentrata sul miglioramento della coesistenza tra le persone e i grandi carnivori. Dalla sua regione ha descritto i conflitti generati dall'orso bruno in Romania. Ha poi sollevato la problematica della recente limitazione delle quote di prelievo ed evidenziato la necessità la Romania utilizzi fondi UE per le aree Natura 2000 e migliorare la coesistenza nonché la necessità di sostenere approcci scientifici nel processo decisionale.
 
Secondo Daniel Heindl, della Camera Agricoltura della Bassa-Austria, il pascolo tradizionale e l'agricoltura pastorale sono diventati estremamente difficili in alcune aree. Ha sostenuto che l'allevamento tradizionale dei pascoli alpini, che è cresciuto nel corso dei secoli, è un bene ecologico e culturale delle Alpi e deve essere mantenuto in futuro, senza elaborate misure protettive.
 
Luis Suarez, di WWF Spagna, ha fatto riferimento a diversi esempi di buona coesistenza tra persone e grandi carnivori. Ha affermato che i conflitti possono essere risolti e riferiti ad una vasta gamma di misure preventive e ha sottolineato la necessità di una buona collaborazione con gli stakeholder. Ha dimostrato come gli strumenti di finanziamento dell'UE LIFE ei fondi nazionali per lo sviluppo rurale possono essere utilizzati con successo per migliorare la coesistenza tra persone e grandi carnivori.
 
Alla conferenza hanno partecipato numerosi deputati del Parlamento europeo che hanno partecipato attivamente alla discussione, come Bendt Bendtsen (Danimarca), Annie Schreijer-Pierik (Nederlands), Renata Briano e Herbert Dorfmann (Italia), John Stuart Agnew (Regno Unito) , Stefan Eck (Germania) e altri.
 

Per approfondimenti:
 

Manifesto per la conservazione dei grandi carnivori in Europa redatto da IUCN (l'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura)

Accedi su WeHunter per parlare della tua caccia preferita
 
 

 

Leggi tutte le news

3 commenti finora...

Re:Grandi carnivori, UE "leggi sufficientemente flessibili per gestire i conflitti"

Al lupo basta fargli fare la fine di quello presente nella favola di Cappuccetto Rosso.

da Fucino Cane 21/10/2017 17.52

Re:Grandi carnivori, UE "leggi sufficientemente flessibili per gestire i conflitti"

Tante parole ma i fatti dove sono, io caccio a 20km da Piacenza primo appennino ho trovato gia' una decina di carcasse di caprioli mangiati dai lupi mica siamo in canada, quando avranno finito di mangiare cinghiali e caprioli vedremo cosa succedera'.............

da LUCA BG 20/10/2017 16.53

Re:Grandi carnivori, UE "leggi sufficientemente flessibili per gestire i conflitti"

morale?......?

da toni el cacciator 20/10/2017 15.14