Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Piemonte: prolungati divieti caccia per incendiLombardia: respinta mozione per chiudere la cacciaCaccia storno Puglia: la Regione modificherà la derogaIspra: negati i fondi per l'atlante delle migrazioni europee?Specie protette: Parlamento Europeo dice sì a modifica statusBergamo: chiusura della caccia alla lepreProgetto cesena: marcati due esemplari nel bergamascoDi Pietro: slitta decisione sulla caccia di selezione in MoliseProv. Sassari ai cacciatori: attenzione alla fauna marcata Gelmini (FI): "no all'atteggiamento vessatorio verso la caccia"Lombardia: presidio di protesta dei cacciatori al PirelloneIncontro UNA a Roma: “il cacciatore paladino dell'ambiente”Filiera selvatica. Buona la primaStorno Liguria: Consiglio di Stato respinge l'appello sulla derogaCpa Sardegna: cacciatori partecipate alle battaglie legali Movimento Animalista: oggi sotto lo 0,4% dei voti Piemonte, la Regione tiene il punto: nessun motivo per riaprire la cacciaUltimi giorni per il concorso Caccia Passione e RicordiVeneto, Tesserino Venatorio: la Giunta bacchetta i controlloriAbruzzo: firmata intesa tra Anlc, Arci Caccia e EpsAutonomie e caccia: la Valle d'Aosta si confronta con TrentoAnuu Migratoristi sul passo: "i sasselli sono nel pieno"Eps Lazio: Andrea Severi responsbile regionaleBeccaccia: al via nuovo monitoraggio in LazioDisturbo venatorio: animalisti vegani denunciati nel brescianoMacron rinnova il suo impegno per la cacciaAccordo Toscana Arci Caccia, Anlc, Cia: ecco il documento ufficialeCarne selvaggina, quanta ne consumano i cacciatori?Regione Lombardia richiederà anche la competenza ambientaleLuigi Le Noci: su caccia storno ingiustificata la diffida di WwfPer i monitoraggi Ispra ha bisogno anche dei cacciatoriAcl: protesta a Milano per il rispetto delle tradizioni venatorieProgetto cesena al suo secondo anno Basilicata: 460 mila euro agli Atc dalle tasse dei cacciatoriUngulati. "Modificare la 157/92 per incrementare gli abbattimenti"Piemonte, richieste dei CA per la riapertura della cacciaCaccia storno Puglia: Wwf diffida la Regione CCT: “serve qualche spiegazione sull'accordo Anlc - Arci Caccia”Toscana: siglato accordo Arci Caccia, Cia, AnlcSvi, “Stoppa rettifichi: quello non è un incidente di caccia”Molise: caccia cinghiale. Di Pietro "pronti a violare la legge"Anuu: denunceremo il Tg2 per diffamazione Sicilia: caccia sospesa a Marettimo e SalinaAnuu: arrivati sasselli e ceseneIncendi, Lombardia: al vaglio sospensione caccia in zone più vastePiove in Piemonte, richiesta di revoca dei divieti di cacciaBeata gioventùControllo faunistico: in arrivo l'attesa modifica alla 157/92?Toni intimidatori contro Cpa: Forza Italia Sardegna scrive a PigliaruFidc Piemonte: "Le belle pensate dei soliti incompetenti"Ultrasuoni contro i cinghiali, non servono senza la cacciaPiemonte: Vignale contesta delibera di sospensione della cacciaMolise: restituite alla caccia ex zone di ripopolamento e addestramentoSpecie Migratorie: La FACE alla 12° Conferenza delle partiCCT punta a nuova gestione della fauna in ToscanaFava: la legge vieta già la caccia nelle aree percorse dal fuocoFidc Bergamo: roccoli siano aperti come beni culturali e di ricercaRegione Piemonte sospende la caccia nelle zone incendiateRichiami vivi acquatici: Ministero conferma divieto in sette regioniIncendi: assurdo accostamento alla caccia dal Tg2Brambilla sotto l'1%. Il nuovo che arretra: sorpasso dei VerdiCompetenze guardie zoofile: interrogazione di BerlatoToscana: Arci Caccia e Libera Caccia insieme per un patto con gli agricoltoriAnuu: con tordo bottaccio e sassello anche le ceseneIncendi nel nord Italia ma la Lipu pensa alla cacciaCaccia cinghiale Sardegna: riaperti i termini per le iscrizioniLombardia, Anuu: "la verità sul rifornimento dei richiami vivi"Torino: sospesa caccia per siccità e incendi in alcune zoneAncora polemiche contro la caccia. Ma la petizione per abolirla è un fiascoSiena: sospesa caccia cinghiale a 300 m da zone vocate Troppi storni? C'è chi incolpa i cacciatoriPerugia: prosegue prelievo cinghiali nel Parco di Monte CuccoSan Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghialiCaccia anatidi: per l'Alzavola Key concepts da rivedereArci Caccia Marche alla Regione "risolvere problema cinghiale"Anuu: devastati capanni da caccia. C'è un numero di targaTroppi caprioli, Alessandria aumenta i capi abbattibiliFidc: la sicurezza al primo postoNumero minimo cacciatori braccata: circolare della Regione ToscanaGli animalisti si accusano a vicenda, avanti così Nutrie, Alessandria: i cacciatori non partecipanoPistoia: via alla caccia al cinghiale nelle aree non vocateAnuu: il tordo bottaccio ancora protagonista Richiami vivi acquatici, ora tocca al MinisteroFriuli: legittime limitazioni caccia in Piano FaunisticoLav: campagna d'odio contro i cacciatoriIn Friuli al via monitoraggio beccaccia Caccia deroga storno: Consiglio di Stato conferma stop in LiguriaCampania: definiti i comitati degli Atc Ungulati, Cia Toscana "superare le contrapposizioni"Sicilia: autorizzato prelievo sperimentale lepre italicaGrandi carnivori, UE "leggi sufficientemente flessibili per gestire i conflitti"Referendum Lombardia: Fava "ambiente sarà competenza regionale"

News Caccia

Caccia cinghiale: a Trento primo sì per modifica legge


mercoledì 18 ottobre 2017
    

​​
 
La Terza Commissione del consiglio provinciale di Trento ha approvato il disegno di legge 183 proposto da Giovanazzi (AT), Fasanelli (Gruppo misto) e Tonina (Upt) per integrare e modificare la legge provinciale sulla caccia allo scopo di limitare l'espansione dei cinghiali nel Trentino.

Lo scopo del ddl è difendere l'agricoltura di montagna e il territorio dalle incursioni del cinghiale. Determinanti per il via libera al disegno di legge per la caccia al cinghiale sono stati, oltre ai tre consiglieri di minoranza favorevoli – con Giovanazzi si sono schierati anche Walter Kaswalder (presente per il Gruppo misto al posto del secondo firmatario Massimo Fasanelli) e Claudio Civettini di Civica Trentina –, i due voti di astensione di Mario Tonina e di Donata Borgonovo Re (Pd). Contro il ddl hanno votato, quindi, solo Lorenzo Ossanna (Patt) e Alessio Manica (Pd).

Nella discussione il primo firmatario Nerio Giovanazzi (Amministrare il Trentino) ha preso atto del "no" della Giunta al ddl, ricordando di aver presentato questa proposta non a vantaggio dei cacciatori ma per le "forti pressioni ricevute dagli agricoltori", perché i cinghiali danneggiano gravemente i territori di montagna e quindi anche le loro attività produttive. "Se non si permetterà ai cacciatori di abbattere i cinghiali nel corso della stagione venatoria – ha sottolineato il consigliere – sarà impossibile contenerne il radicamento".

Nel ribadire l'opposizione della Giunta al testo, da lui già comunicata a Giovanazzi, l’assessore Dallapiccola ha tuttavia "aperto" alla possibilità di individuare una soluzione al problema perché, ha spiegato, la proposta del consigliere è "interessante", anche se con uno strumento diverso dal disegno di legge. Per questo, ha detto, "abbiamo cercato di capire con una verifica se esistono spazi per accoglierne lo stimolo". Spazi, ha proseguito, individuati nella possibilità che il Comitato faunistico provinciale avrebbe, di permettere con un'apposita delibera l'abbattimento dei cinghiali durante le sessioni di caccia agli ungulati. Dallapiccola ha promesso di farsi carico della richiesta all'interno dell'organismo. E ha perciò precisato che il rigetto del provvedimento è dovuto dalla volontà del ddl di modificare la legge provinciale sulla caccia, mentre l'obiettivo condivisibile del testo – dal momento che "il problema cinghiale effettivamente esiste – si può perseguire attivando un mix delle migliori pratiche amministrative e gestionali in questo campo, per ampliare le opportunità di abbattimento".

Più in particolare, rispondendo a una richiesta di chiarimento rivolta all'assessore da Donata Borgonovo Re (Pd), Maurizio Zanin, del Servizio fauna e foreste, ha ricordato che dal punto di vista venatorio il territorio provinciale è diviso in due aree: di controllo e di eradicazione. In quelle di controllo, in cui si trova il cinghiale, i cacciatori possono avvalersi di tutti i mezzi per l’abbattimento nel periodo della caccia agli ungulati, derogando alle norme previste dalla legge sull’attività venatoria, escluso il veleno. Nelle altre aree è consentito invece solo l’intervento del personale di vigilanza.
Leggi tutte le news

2 commenti finora...

Re:Caccia cinghiale: a Trento primo sì per modifica legge

SIAMO SEMPRE UN PASSO AVANTI

da CALIBRO 18/10/2017 16.15

Re:Caccia cinghiale: a Trento primo sì per modifica legge

Ragionevolmente il Trentino si muove prima che il problema dilaghi.Si chiama buon senso e buona politica,merce inesistente altrove.

da Arrabbiato 65 18/10/2017 10.50