Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Richiami morti dopo atto vandalico animalistaAnuu: un passo da ricordare per i grandi turdidiOk proposta M5S Piemonte: niente controlli faunistici per i cacciatori Piemonte: ecco dove la caccia è chiusa per tutta la stagionePiemonte: prolungati divieti caccia per incendiLombardia: respinta mozione per chiudere la cacciaCaccia storno Puglia: la Regione modificherà la derogaIspra: negati i fondi per l'atlante delle migrazioni europee?Specie protette: Parlamento Europeo dice sì a modifica statusBergamo: chiusura della caccia alla lepreProgetto cesena: marcati due esemplari nel bergamascoDi Pietro: slitta decisione sulla caccia di selezione in MoliseProv. Sassari ai cacciatori: attenzione alla fauna marcata Gelmini (FI): "no all'atteggiamento vessatorio verso la caccia"Lombardia: presidio di protesta dei cacciatori al PirelloneIncontro UNA a Roma: “il cacciatore paladino dell'ambiente”Filiera selvatica. Buona la primaStorno Liguria: Consiglio di Stato respinge l'appello sulla derogaCpa Sardegna: cacciatori partecipate alle battaglie legali Movimento Animalista: oggi sotto lo 0,4% dei voti Piemonte, la Regione tiene il punto: nessun motivo per riaprire la cacciaUltimi giorni per il concorso Caccia Passione e RicordiVeneto, Tesserino Venatorio: la Giunta bacchetta i controlloriAbruzzo: firmata intesa tra Anlc, Arci Caccia e EpsAutonomie e caccia: la Valle d'Aosta si confronta con TrentoAnuu Migratoristi sul passo: "i sasselli sono nel pieno"Eps Lazio: Andrea Severi responsbile regionaleBeccaccia: al via nuovo monitoraggio in LazioDisturbo venatorio: animalisti vegani denunciati nel brescianoMacron rinnova il suo impegno per la cacciaAccordo Toscana Arci Caccia, Anlc, Cia: ecco il documento ufficialeCarne selvaggina, quanta ne consumano i cacciatori?Regione Lombardia richiederà anche la competenza ambientaleLuigi Le Noci: su caccia storno ingiustificata la diffida di WwfPer i monitoraggi Ispra ha bisogno anche dei cacciatoriAcl: protesta a Milano per il rispetto delle tradizioni venatorieProgetto cesena al suo secondo anno Basilicata: 460 mila euro agli Atc dalle tasse dei cacciatoriUngulati. "Modificare la 157/92 per incrementare gli abbattimenti"Piemonte, richieste dei CA per la riapertura della cacciaCaccia storno Puglia: Wwf diffida la Regione CCT: “serve qualche spiegazione sull'accordo Anlc - Arci Caccia”Toscana: siglato accordo Arci Caccia, Cia, AnlcSvi, “Stoppa rettifichi: quello non è un incidente di caccia”Molise: caccia cinghiale. Di Pietro "pronti a violare la legge"Anuu: denunceremo il Tg2 per diffamazione Sicilia: caccia sospesa a Marettimo e SalinaAnuu: arrivati sasselli e ceseneIncendi, Lombardia: al vaglio sospensione caccia in zone più vastePiove in Piemonte, richiesta di revoca dei divieti di cacciaBeata gioventùControllo faunistico: in arrivo l'attesa modifica alla 157/92?Toni intimidatori contro Cpa: Forza Italia Sardegna scrive a PigliaruFidc Piemonte: "Le belle pensate dei soliti incompetenti"Ultrasuoni contro i cinghiali, non servono senza la cacciaPiemonte: Vignale contesta delibera di sospensione della cacciaMolise: restituite alla caccia ex zone di ripopolamento e addestramentoSpecie Migratorie: La FACE alla 12° Conferenza delle partiCCT punta a nuova gestione della fauna in ToscanaFava: la legge vieta già la caccia nelle aree percorse dal fuocoFidc Bergamo: roccoli siano aperti come beni culturali e di ricercaRegione Piemonte sospende la caccia nelle zone incendiateRichiami vivi acquatici: Ministero conferma divieto in sette regioniIncendi: assurdo accostamento alla caccia dal Tg2Brambilla sotto l'1%. Il nuovo che arretra: sorpasso dei VerdiCompetenze guardie zoofile: interrogazione di BerlatoToscana: Arci Caccia e Libera Caccia insieme per un patto con gli agricoltoriAnuu: con tordo bottaccio e sassello anche le ceseneIncendi nel nord Italia ma la Lipu pensa alla cacciaCaccia cinghiale Sardegna: riaperti i termini per le iscrizioniLombardia, Anuu: "la verità sul rifornimento dei richiami vivi"Torino: sospesa caccia per siccità e incendi in alcune zoneAncora polemiche contro la caccia. Ma la petizione per abolirla è un fiascoSiena: sospesa caccia cinghiale a 300 m da zone vocate Troppi storni? C'è chi incolpa i cacciatoriPerugia: prosegue prelievo cinghiali nel Parco di Monte CuccoSan Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghialiCaccia anatidi: per l'Alzavola Key concepts da rivedereArci Caccia Marche alla Regione "risolvere problema cinghiale"Anuu: devastati capanni da caccia. C'è un numero di targaTroppi caprioli, Alessandria aumenta i capi abbattibiliFidc: la sicurezza al primo postoNumero minimo cacciatori braccata: circolare della Regione ToscanaGli animalisti si accusano a vicenda, avanti così Nutrie, Alessandria: i cacciatori non partecipanoPistoia: via alla caccia al cinghiale nelle aree non vocateAnuu: il tordo bottaccio ancora protagonista Richiami vivi acquatici, ora tocca al MinisteroFriuli: legittime limitazioni caccia in Piano FaunisticoLav: campagna d'odio contro i cacciatoriIn Friuli al via monitoraggio beccaccia

News Caccia

LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI


martedì 17 ottobre 2017
    

deroghe storno provincia di Roma"Le coltivazioni di oliva itrana nel Comune di Rocca Massima (Latina) sono a rischio" denuncia il consigliere regionale Giuseppe Simeone, che chiede all'assessore all'agricoltura della Regione Lazio Hausmann un intervento immediato e risolutivo.

"Come ogni anno queste colture di pregio, che rappresentano una eccellenza nella provincia di Latina e nel Lazio, sono oggetto di vere e proprie devastazioni da parte degli storni che danneggiano in modo irreparabile le colture olivicole locali che rappresentano la principale fonte di sostentamento per gli agricoltori. Su sollecitazione del sindaco di Rocca Massima, Angelo Tomei - fa sapere Simeone - ho inviato una nota all’assessore regionale all’agricoltura, Carlo Hausmann, chiedendogli, considerato che a quanto risulta nel calendario venatorio della Regione Lazio 2017–2018 lo storno rientra tra le specie non cacciabili, nell’immediato di valutare la possibilità di modificare il calendario venatorio,  per consentire l’abbattimento di questa specie, anche all’interno degli oliveti, contribuendo ad attuare un’azione di contenimento della loro diffusione. E, contestualmente, considerato che tale specialità di olive raggiunge la massima maturazione nei mesi di febbraio e marzo periodo in cui risultano essere più incisivi gli attacchi da parte degli storni che devastano colture e raccolti, chiedendogli di attivare tutte le procedure necessarie per assicurare, a chiusura della stagione venatoria in corso il 31 gennaio 2018, l’avvio di un programma di abbattimento controllato degli storni assicurando agli agricoltori di non vedere andare in fumo anche quest’anno il frutto dei propri sacrifici e del proprio lavoro. Si tratta di interventi non rinviabili: gli storni distruggono interi oliveti, mangiando le olive e danneggiando le piazzole di raccolta del frutto mandando in fumo mesi di lavoro e sacrifici nonché il futuro stesso di intere aziende agricole”. (da Il CaffèTV).

Leggi tutte le news

13 commenti finora...

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Forza Cignali, forza Stornidatece sotto, magnateve pure la corona di lazzaro alla faccia degli integralisti animalari...tanto loro vanno di olietto de semi...pe la dieta...l'anima dei mejo m@@@@ci vostra

da MarcoC 19/10/2017 10.26

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Mi,devono PREGARE e PAGARE,solo adesso si accorgono che sono NOCIVI.....se li mettono nel C.V. senza tante limitazioni,forse....

da MARCELLO64 18/10/2017 18.54

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Ancora non lo capite che li dovete inserire nel calendario venatorio. Nessuno prende le deroghe.

da Giovanni 18/10/2017 12.25

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Ancora non lo capite che li dovete inserire nel calendario venatorio. Nessuno prende le deroghe.

da Giovanni 18/10/2017 12.25

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Vero cacciatore la penso come te.

da Il paese dei balocchi 18/10/2017 12.24

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Vietato abbattere gli storni durante l'autunno ma consentiamo il loro abbattimento in maggio-luglio quando hanno i piccoli nel nido.Cacciatori ( cacciatori?),se siete veramente cacciatori dovreste vergognarvi di partecipare a queste azioni.

da Vero cacciatore 18/10/2017 11.19

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

ho un amico perugino che gia da tre anni ha il permesso di abbattere 300 storni l'anno dentro una azienda vinicola e lo fa da maggio a luglio, anche in Toscana le deroghe a storni e piccioni siano consentite gia da diversi anni, solo in questa Regione sembra una utopia e siamo davvero invasi da un po' di tutto oltre gli storni, gabbiani cornacchie, piccioni, pappagalli, ma di che stiamo a parlare!

da giusva 18/10/2017 9.37

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Ma dai... per dare delle deroghe devi inginocchiarti e supplicarli e poi partoriscono deroghe ridicole( vedi deroga storno in Puglia). Adesso L'assessore chiede addirittura il controllo fuori periodo venatorio... Si faranno una sonora risata e cominceranno a dire che prima ci voglio i dati scientifici, un censimento della popolazione... bla bla bla,,, io non parteciperei mai al controllo se non li inseriscono nel calendario... Gli direi ora ARRANGIATEVI...

da OSTUNI81 18/10/2017 8.43

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Buongiorno, se il Comune di Roma amministrato da 5 STALLE, mi rimborsa assicurazione e versamenti, sono disponibile a partecipare alla campagna di abbattimento controllato degli storni nel territorio dell' ATC RM1 - ATC RM2

da FABIO 18/10/2017 7.51

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

NO CHE FALSITA' STATE RACCONTANDO NON SONO NOCIVI PER LE COLTURE.....A ROMA PIACE VEDERLI VOLTEGGIARE IN ARABESCHI DI MOVIMENTI, PERO' I LORO ESCREMENTI DISTURBANO TALUNI ALLORA SPENDIAMO SOLDI CON GLI INUTILI PERSUASORI ACUSTICI; NELLE CAMPAGNE LIMITROFE DICO ROMA PERCHE' SONO DI ROMA,FANNO UNA STRAGE DI OLIVE E NON SOLO MA NON SONO NOCIVI COSA MAI PENSATE, ANDATELO A RACCONTARE AL POVERO CONTADINO DI TURNO.

da PICO69 17/10/2017 20.37

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Solo gli storni ??

da jamesin 17/10/2017 19.06

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Ma se magnasero tutto !!!!

da A.le 17/10/2017 17.00

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

no ma che dite sono quasi estinti!!!!!!!!!!!!!!!!!!

da beox 17/10/2017 16.53