Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Anuu: arrivano i tordi bottacciIrruzione animalisti. Parapiglia alla convention di ZingarettiBrescia, slitta l'avvio della caccia al cinghialeToscana, Fidc e CCT a difesa del calendario venatorioQuote squadre cinghiale, interviene Arci Caccia UmbriaCaccia e comunicazione. Conferenza al Parlamento UeBenevento, assegnate aree cinghiale alle squadreFinalmente colombacci. E tordiAbruzzo, Fidc "nostro ricorso fa reintrodurre specie in calendario venatorio"Vigilanza venatoria, dalla Cct un prontuarioSardegna, niente da fare per la mezza giornata a pernice e lepreCalendario venatorio Abruzzo. Pubblicata 4° versioneVignale "in Piemonte altri 10 mila ettari saranno sottratti alla caccia"Aggredirono cacciatori. A processo 11 animalistiAnche questa è cacciaEmilia Romagna, Piano faunistico in aula a novembreIn Abruzzo si discute ricorso contro i limiti alla cacciaFidc Jesi, "affidateci monitoraggio ambiente a costo zero"Firenze, no al rincaro della quota per le squadreAccorpamento Atc e Ca Piemonte. Respinti gli appelli Mazzali "pareri Ispra non attendibili"Trento, torna la doppia opzione di cacciaCCT, il punto dopo gli incendi dei monti pisani"Un passo anomalo"Cremona, Capanno danneggiato: due arrestatiAssessore Mai "Calendario Venatorio Liguria resta in vigore"Sardegna, su nuova sospensione convocato Comitato faunisticoSardegna, Consiglio di Stato respinge l'appello pro cacciaTorino, sospeso controllo cinghiali Sparvoli scrive a SalviniAbruzzo, nuova versione del Calendario VenatorioBruzzone, "da Tar più protezione al cinghiale. Daremo battaglia"Il Tar della Liguria gela i cacciatori su cinghiale e turdidiComi, Cicu e Sernagiotto scrivono al Ministro CostaNo anche da Abruzzo su divieto caccia cinghiale domenicaMarcia indietro di Costa. "Su caccia ogni Regione faccia ciò che ritiene"Fontana: "vergognoso che Ispra non ci dia i dati"Manifestazione cacciatori Sicilia, ricevuti in RegioneCinghiali, quello che la scienza non diceMinistro Stefani "sulla caccia decidono le Regioni"Caretta, sulla caccia Ministro Costa asseconda gli animalistiSparvoli (Anlc): "un'ostilità inaccettabile"Lipu propone divieto di caccia ovunque si sia svolto un illecitoSaltano le deroghe in LombardiaCCT: "maldestro tentativo di recupero del Ministro Costa"Divieto caccia domenica, altre risposte dalle Regioni Capigruppo Lega, "Costa rispetti lavoro Regioni"Rolfi, Lombardia "Costa smetta di fare il militante animalista"Caselli risponde a Costa "il tema vero è il rispetto delle regole"Costa rilancia “non accettabile disattendere pareri Ispra"Incidente Apricale. La vittima aveva un fucileSicilia, confermata decisione Tar. Protesta dei cacciatori Incidente Apricale. Costa chiede divieto caccia domenicaNuovi ricorsi anticaccia nelle MarcheAbruzzo, per Pepe il Calendario Venatorio resiste al TarMarche, ok in commissione a nuove norme sulla cacciaInterrogazione in Veneto sulla mobilità venatoriaMonte Serra, definite aree precluse alla cacciaAnche da Federcaccia solidarietà ad Elisa Dalla Lega solidarietà ad Elisa PerroneRegione Sardegna modifica Calendario Venatorio Toscana, divieto di caccia nelle zone incendiateCaccia capanno, sì in Lombardia alle giornate integrative Abruzzo, Tar invita la Regione a reinserire specie cacciabiliLombardia: audizione Ispra sulle derogheCCT Cacciatori da subito impegnati nelle squadre antincendioCabina di Regia "disinformazione senza fine"Caretta risponde alla BrambillaSardegna: nuove richieste a Ispra per il calendario venatorioAmici di Scolopax sostiene ricorso in AbruzzoIncendio Monte Serra, Bruzzone ringrazia i cacciatoriSardegna, Consiglio di Stato accorda anticipo udienza Brambilla, nuovo attacco alla cacciaSosteniamo ElisaDisturbo venatorio nelle campagne ferraresiLombardia, il 9 ottobre si discutono deroghe e richiami viviSicilia, si muovono le associazioni venatorieSelvatici e buoni a Terra Madre: "Più valore alla selvaggina"La Rai ci ricasca, ancora un servizio anti cacciaTemperature in calo, finalmente arriva l'autunnoCaccia pernice e lepre Sardegna: no anche dal Consiglio di StatoMamone Capria firma il ricorso contro la caccia toscanaSu Rai 3 Toscana le idiozie degli anticacciaRegione Sicilia esegue sospensione caccia Cinghiale, appello di Rolfi a Ministro CentinaioPiemonte. Caccia al cinghiale di lunedìMazzali: "approvato in Commissione mio Pdl richiami vivi"Toscana, proposte dopo il Tavolo caccia Liguria, nuove regole per la caccia al cinghialeLombardia, regole sulla caccia vaganteTar Sicilia sospende Calendario VenatorioLazio, per l'emergenza cinghiali arruolati i cacciatoriCorona scatenato in tv. "Sfido chiunque sulla caccia"La caccia in FranciaAbruzzo, da Fidc nuovo ricorso su Calendario VenatorioBigHunter Giovani, Diego Dolcetti “La caccia è la mia libertà”Questa è la caccia nella societàIn Toscana ricorso contro calendario venatorioFidc Bergamo, luci e ombre su nuove disposizioniLegambiente Lazio "no a caccia selettiva nei Parchi"Lombardia, aumentato carniere specialisti allodolaIl primo tordo in migrazione Urca, Ezio Conti nuovo presidente
 Stampa   

News Caccia

LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI


martedì 17 ottobre 2017
    

deroghe storno provincia di Roma"Le coltivazioni di oliva itrana nel Comune di Rocca Massima (Latina) sono a rischio" denuncia il consigliere regionale Giuseppe Simeone, che chiede all'assessore all'agricoltura della Regione Lazio Hausmann un intervento immediato e risolutivo.

"Come ogni anno queste colture di pregio, che rappresentano una eccellenza nella provincia di Latina e nel Lazio, sono oggetto di vere e proprie devastazioni da parte degli storni che danneggiano in modo irreparabile le colture olivicole locali che rappresentano la principale fonte di sostentamento per gli agricoltori. Su sollecitazione del sindaco di Rocca Massima, Angelo Tomei - fa sapere Simeone - ho inviato una nota all’assessore regionale all’agricoltura, Carlo Hausmann, chiedendogli, considerato che a quanto risulta nel calendario venatorio della Regione Lazio 2017–2018 lo storno rientra tra le specie non cacciabili, nell’immediato di valutare la possibilità di modificare il calendario venatorio,  per consentire l’abbattimento di questa specie, anche all’interno degli oliveti, contribuendo ad attuare un’azione di contenimento della loro diffusione. E, contestualmente, considerato che tale specialità di olive raggiunge la massima maturazione nei mesi di febbraio e marzo periodo in cui risultano essere più incisivi gli attacchi da parte degli storni che devastano colture e raccolti, chiedendogli di attivare tutte le procedure necessarie per assicurare, a chiusura della stagione venatoria in corso il 31 gennaio 2018, l’avvio di un programma di abbattimento controllato degli storni assicurando agli agricoltori di non vedere andare in fumo anche quest’anno il frutto dei propri sacrifici e del proprio lavoro. Si tratta di interventi non rinviabili: gli storni distruggono interi oliveti, mangiando le olive e danneggiando le piazzole di raccolta del frutto mandando in fumo mesi di lavoro e sacrifici nonché il futuro stesso di intere aziende agricole”. (da Il CaffèTV).

Leggi tutte le news

13 commenti finora...

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Forza Cignali, forza Stornidatece sotto, magnateve pure la corona di lazzaro alla faccia degli integralisti animalari...tanto loro vanno di olietto de semi...pe la dieta...l'anima dei mejo [email protected]@@@ci vostra

da MarcoC 19/10/2017 10.26

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Mi,devono PREGARE e PAGARE,solo adesso si accorgono che sono NOCIVI.....se li mettono nel C.V. senza tante limitazioni,forse....

da MARCELLO64 18/10/2017 18.54

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Ancora non lo capite che li dovete inserire nel calendario venatorio. Nessuno prende le deroghe.

da Giovanni 18/10/2017 12.25

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Ancora non lo capite che li dovete inserire nel calendario venatorio. Nessuno prende le deroghe.

da Giovanni 18/10/2017 12.25

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Vero cacciatore la penso come te.

da Il paese dei balocchi 18/10/2017 12.24

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Vietato abbattere gli storni durante l'autunno ma consentiamo il loro abbattimento in maggio-luglio quando hanno i piccoli nel nido.Cacciatori ( cacciatori?),se siete veramente cacciatori dovreste vergognarvi di partecipare a queste azioni.

da Vero cacciatore 18/10/2017 11.19

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

ho un amico perugino che gia da tre anni ha il permesso di abbattere 300 storni l'anno dentro una azienda vinicola e lo fa da maggio a luglio, anche in Toscana le deroghe a storni e piccioni siano consentite gia da diversi anni, solo in questa Regione sembra una utopia e siamo davvero invasi da un po' di tutto oltre gli storni, gabbiani cornacchie, piccioni, pappagalli, ma di che stiamo a parlare!

da giusva 18/10/2017 9.37

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Ma dai... per dare delle deroghe devi inginocchiarti e supplicarli e poi partoriscono deroghe ridicole( vedi deroga storno in Puglia). Adesso L'assessore chiede addirittura il controllo fuori periodo venatorio... Si faranno una sonora risata e cominceranno a dire che prima ci voglio i dati scientifici, un censimento della popolazione... bla bla bla,,, io non parteciperei mai al controllo se non li inseriscono nel calendario... Gli direi ora ARRANGIATEVI...

da OSTUNI81 18/10/2017 8.43

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Buongiorno, se il Comune di Roma amministrato da 5 STALLE, mi rimborsa assicurazione e versamenti, sono disponibile a partecipare alla campagna di abbattimento controllato degli storni nel territorio dell' ATC RM1 - ATC RM2

da FABIO 18/10/2017 7.51

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

NO CHE FALSITA' STATE RACCONTANDO NON SONO NOCIVI PER LE COLTURE.....A ROMA PIACE VEDERLI VOLTEGGIARE IN ARABESCHI DI MOVIMENTI, PERO' I LORO ESCREMENTI DISTURBANO TALUNI ALLORA SPENDIAMO SOLDI CON GLI INUTILI PERSUASORI ACUSTICI; NELLE CAMPAGNE LIMITROFE DICO ROMA PERCHE' SONO DI ROMA,FANNO UNA STRAGE DI OLIVE E NON SOLO MA NON SONO NOCIVI COSA MAI PENSATE, ANDATELO A RACCONTARE AL POVERO CONTADINO DI TURNO.

da PICO69 17/10/2017 20.37

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Solo gli storni ??

da jamesin 17/10/2017 19.06

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

Ma se magnasero tutto !!!!

da A.le 17/10/2017 17.00

Re:LAZIO. OLIVE A RISCHIO: ARRIVANO GLI STORNI

no ma che dite sono quasi estinti!!!!!!!!!!!!!!!!!!

da beox 17/10/2017 16.53