Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Fidc Umbria: opportuni chiarimenti, i cacciatori non partecipino ai contenimentiCronache falconiere dall'Andalusia: Margherita SporeniRegione Umbria risponde a Wwf: il contenimento non è cacciaElezioni: ecco il manifesto del mondo venatorio alla politicaBuconi (Fidc): giù le mani, cacciatori no bracconieri!Vignale: palese incostituzionalità su legge caccia GiuntaPassione colombaccio. Federico Celsi: “il più bel ottobre di sempre”Sorrenti: la battaglia su calendari e deroghe continua in UeAddio al padre della Wildlife Economy, Bernardino RagniChiusa caccia ai turdidi in Trentino. Protestano i capannisti I boschi di Capri ripuliti dai cacciatoriRaduno internazionale falconieri in FriuliPosticipo tordi in Lazio pubblicato sul BurFvg, chiusura anticipata beccaccia: Fidc impugna il decretoElezioni: Meloni vuole candidare Berlato Fidc Brescia, "controllo cinghiali? I cacciatori non partecipino"Basilicata, Fidc: una scelta europea per le date su tordi e beccacceBasilicata: pubblicato su Bur posticipo chiusura cacciaDa Siena, Cct, Atc e agricoltori chiedono cambio passoCinghiali Sassuolo, continuano le proteste degli animalistiMigratoria e recupero habitat: A Vicenza il punto di Face Med A Hit l'assemblea del Cic ItaliaFriuli: nasce l'associazione Cacciatori FvgTesserino venatorio, in Toscana mozione per educare i controlloriDella caccia ai tordi e dell'ambientalismo che in Italia non esisteUmbria: modifiche al regolamento sugli AtcSentenza Tar su vigilanza venatoria: condannate Enpa e LacL'Anuu Reggio Calabria adotta un pezzo di verde pubblicoDalla Francia buone notizie su beccaccino e frullinoPiemonte: ok in Commissione alla nuova legge sulla cacciaAmiche di BigHunter, Martina Rebecchi "per me la caccia è vita"In Alaska la selvaggina si macella a scuolaMai: importanti novità per la caccia in LiguriaAddio a Novello NovelliVeneto: Berlato riconfermato alla guida della III CommissioneAbruzzo: Arcicaccia, Libera Caccia ed Eps incontrano PepeSempre più ungulati nei Parchi toscani. Ok piano a San RossoreDirettive Uccelli e Habitat: a Roma l'incontro con la Commissione UEAbilitazioni venatorie: buone notizie dal Friuli Elezioni e caccia: allarme 5 StelleCaccia tordi Lazio al 31 gennaio: Zingaretti firma il posticipoFidc Toscana: dalla Lav a lezione di violenzaArci Caccia Pistoia: in pericolo il Progetto LepreElezioni Politiche 2018. La caccia si unisce in una Cabina di regiaPasso indietro sulla caccia alla volpe in InghilterraControllo cinghiale nei Parchi: i corsi nella Provincia di ArezzoPiemonte: ecco come vanno avanti gli Atc dopo il TarItalia Nostra e Lipu Puglia criticano la nuova legge sulla caccia40 ANNI DI SHOT SHOWLUPO. IN NORVEGIA RIAPRESIENA. PROTESTE PER I PRELIEVI NELLE AREE PROTETTEELEZIONI. SORRENTINO SCRIVE AI PARTITISassuolo: Controllo cinghiali, la Lav denuncerà i cacciatori Toscana: corsi ai cacciatori per il controllo nelle Aree ProtetteFidc Brescia sulle novità introdotte dalla Regione LombardiaSvizzera: diffamava i cacciatori, condannato anticacciaCinghiali, per Confagricoltura "bisogna cambiare la 157/92"Toscana: caccia cinghiale aree non vocate, il Piano per il 2018Abruzzo: nel nuovo Piano stop alle immissioni di selvaggina?Veneto: con i nuovi confini del Parco della Lessinia, più territorio cacciabileToscana, Presidenti Atc in subbuglioProroga per la caccia ai turdidi e beccaccia in BasilicataBeccaccia: il punto di vista di FidcMozione a Varese per chiudere la caccia per due anniVicopisano ringrazia i suoi cacciatoriFagiani in salsa francesePiacenza: a rischio abilitazioni venatorie nel 2018 Giovane cacciatore cade in dirupo. L'ultimo saluto a GabrieleProtocollo fra Arci Caccia e Carabinieri ForestaliCONFAVI. ARCICACCIA RISPONDE

News Caccia

Preapertura caccia "cacciatori responsabili, ambientalisti non pervenuti"


mercoledì 30 agosto 2017
    

Ce la aspettavamo e, puntualmente, è arrivata anche quest’anno: la richiesta di chiudere la caccia, con sistematica, stucchevole, demagogica regolarità, è giunta sui tavoli della Regione da parte di alcune, sempre le solite, associazioni animal-ambientaliste. Che piova, che faccia freddo o che sia caldo torrido; qualsiasi condizione climatica serve, di anno in anno, per sparare sulla caccia, purtroppo con il connivente parere anticaccia dell’Ispra, sempre più palesemente contrario al nostro mondo dal punto di vista ideologico.

Bene ha fatto la Regione Umbria a respingere queste assurde richieste; rimane purtroppo una pur minima penalizzazione per il mondo venatorio, con la riduzione dell’orario di chiusura della prima giornata di caccia. A proposito di caccia: le specie oggetto di prelievo durante la preapertura sono, oltre ai corvidi perennemente in sovrannumero e in continua crescita demografica, il colombaccio, specie in aumento costante in Europa e in Italia, alcuni uccelli acquatici che non hanno problemi di caldo dato che vivono in ambiente umido e, infine, la tortora africana, che come dice il nome sta già migrando verso i Paesi più caldi al di là del Mediterraneo. Quindi la siccità, che rappresenta ovviamente un problema per tutta una serie di attività e di specie viventi animali e vegetali, nel caso della preapertura del 2 e 3 settembre non ha alcuna incidenza, poiché la stessa preapertura riguarda specie che ne risentono in minima parte.

Ad ogni modo non ci nascondiamo certo dietro un dito: la siccità e il forte caldo innaturale rappresentano problemi e disagi per molti, a cominciare dal mondo agricolo cui esprimiamo tutta la nostra vicinanza. Ma ci domandiamo: dove sono le associazioni ambientaliste quando si presentano emergenze climatiche o problemi tangibili come la piaga degli incendi? Dove fuggono, questi ambientalisti da salotto, quando c’è da stare fianco a fianco con i vigili del fuoco o la protezione civile per contrastare le fiamme o le emergenze in generale? Ci si ritrova sempre gli stessi, con molti dei nostri tesserati che fanno parte di organizzazioni sussidiarie e di protezione civile. “Loro”, invece, non si vedono mai. Troppo facile parlare e sparlare…

Ovviamente lo stesso mondo venatorio si pone il problema dinanzi a squilibri climatici così frequenti e violenti, come quelli che da tempo stanno interessando anche il nostro Paese. Con serenità ma senza tergiversare, nell’immediato futuro affronteremo anche il tema della preapertura, come sempre insieme alla base dei cacciatori, avviando una riflessione che porti al confronto più ampio e condiviso possibile, per garantire a tutti i cacciatori i migliori tempi e modi possibili di esercizio dell’attività venatoria.

Fidc Umbria
 

Leggi tutte le news

8 commenti finora...

Re:Preapertura caccia "cacciatori responsabili, ambientalisti non pervenuti"

Ben 38 corsi d’acqua che vanno da un minimo di 3 Km Fosso delle Lame al Tevere di Km 405 a questi fiumi e torrenti, vanno aggiunti il lago di Arezzo conosciuto anche col nome di Ferenzola, il Trasimento, mentre a Terni Oasi naturalistica Lago di Alviano,Lago di Corbara, Lago di Piediluco,Lago di Recentino,Lago di San Liberato tutti regolarmente vietati alla caccia. In aggiunta Il lago di Montedoglio il lago più esteso della Toscana. confinante con la provincia di Perugia. Il lago di Montepulciano pochi chilometri a nord-ovest rispetto al lago di Chiusi che segna il confine tra la Toscana e l'Umbria; a circa 15 km ad est del bacino lacustre, in territorio umbro, si trova il lago Trasimeno. E non finisce qui. In provincia di Rieti confinante con la provincia di Terni Umbria, scorre il Fiume Velino che gettandosi sul Fiume Nera forma la famosa Cascata delle Marmore.

da I Ricci 01/09/2017 3.49

Re:Preapertura caccia "cacciatori responsabili, ambientalisti non pervenuti"

Per questo “signore” questi sono tutti a secco tali da provocare “fortissime sofferenze inflitte agli animali” Tevere, Nera, Paglia, Chiascio, Topino, Nestore, Candigliano, Clitunno, Corno, Chiani, Attone,Caina, Menotre, Naia, Puglia, Sovara, Fersinone, Assino, Faena, Tescio, Genna, Calvana, Anguillara, Caldognola, Rasina, Saonda, Serra, Formanuova, Tescino, Rio, Cestola, Fossatone, Ose, Faenella, Mansolino, Fosso di Sant'Andrea, Fosso delle Lame, Fosso dè Pozzi—

da I Ricci 01/09/2017 3.47

Re:Preapertura caccia "cacciatori responsabili, ambientalisti non pervenuti"

Mi scuso per la lungaggine del post, ma, sento il dovere morale, in quanto ci leggono dal Trentino a Malta, politici ambientalisti, animalisti, persone vicine e lontane all’atre venatoria, di sbugiardare questo “signore” Felicetti che con nessun dato scientifico da esibire ma per mero tornaconto vigliaccamente si nasconde dietro presunte “fortissime sofferenze inflitte agli animali” “gente senza scrupoli che condanna a morte i piccoli nidiacei venendo a mancare i genitori”dando dei Vergognosi, Barbari a destra e manca,a chi ha osato mettere in pre-apertura il colombaccio, a quanti ne usufruiranno e messo in discussione quanti scientificamente hanno provato il contrario. L’Umbria per la sua natura geografica è solcata da un’infinita di Torrenti, Fiumi e Laghi che di seguito elenco. Non mi sembra che con questa quantità di acqua qualsiasi specie di selvatico, colombaccio compreso possa aver sofferto la siccità. Giudicate voi. E giudicate se questo sig. possa detenere un pda in tasca. Grazie

da I Ricci 01/09/2017 3.45

Re:Preapertura caccia "cacciatori responsabili, ambientalisti non pervenuti"

Felicetti Felicetti scendi dall altana,Fai più Danni tu che la lac.ma sei sicuro di star bene?

da Il paese dei balocchi 31/08/2017 14.33

Re:Preapertura caccia "cacciatori responsabili, ambientalisti non pervenuti"

FELIGETTI MA TE LI VUOI MANGIARE TUTTI TU I COLOMBACCI TIRANDO DAL PALCO?MA FALLA FINITA E FAI TIRARE QUALCHE COLPO ANCHE A NOI POVERI MORTALI NON TITOLARI DI APPOSTAMENTO FISSO COME TE!GRAZIE

da mariolino umbro 31/08/2017 13.25

Re:Preapertura caccia "cacciatori responsabili, ambientalisti non pervenuti"

Infatti...solo voi siete in grado di provvedere alle esigenze climatiche, consentendo la caccia ad animali che sono in fortissima sofferenza e che fate morire nelle cove. Vergognatevi voi siete i maggior responsabili della fine delle cacce tradizionali e del declino della caccia.

da Vasco Feligetti 31/08/2017 11.51

Re:Preapertura caccia "cacciatori responsabili, ambientalisti non pervenuti"

A PARTE CHE GLI INCENDI SONO AVVENUTI IN ZONE GESTITE DAGLI ANIMALARI COME OASI O PARCHI PER CUI I RESPONSABILI SONO GLI ANIMALARI, INOLTRE SI è VISTO IN TV CHE UNPAIO DI BASTARDI PIROMANI LI HANNO PRESI E LORO STESSI HANNO DICHIARATO CHE LO FACEVANO A SCOPO DI LUCRO, PER CUI I CACCIATORI SONO I PIù PENALIZZATI. I SIGG ANIMALARI PERCHè NON SI SONO DATI DA FARE PER CREARE PUNTI DI ABBEVERATA PER GLI ANIMALI, NO SONO BRAVI A TENERLI IN BRACCIO IN TV COME LA ROSSA CHE LA PESTE LA COLGA , LORO DEI PROBLEMI REALI DEGLI ANIMALI SE NE STRAFOTTONO.

da GENNY 4 BOTT 30/08/2017 21.49

Re:Preapertura caccia "cacciatori responsabili, ambientalisti non pervenuti"

I migliori tempi e modi possibili di esercizio dell’attività venatoria li potete benissimo trovare leggendovi la legge 968 del 1977-12-27, così fate prima e date a Cesare quello che è di Cesare.

da jamesin 30/08/2017 21.03