Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
LOMBARDIA. A RISCHIO LE CATTURE PER USO RICHIAMICACCIA DI SELEZIONE A LUCCA: VICINI ALLA SOLUZIONEMassimo Buconi su esternazioni ENPA sulla caccia al capriolo in UmbriaBenevento: approvato disciplinare di caccia al cinghialeSicilia: iniziato la formazione per il progetto Lepre ItalicaMalta condannata per le catture in deroga di fringuelliFidc Caserta: un buon calendario venatorioPuglia, legge caccia: risolti profili di illegittimità costituzionaleLombardia, Beccalossi “un segnale positivo sulle deroghe”Calendario venatorio Toscana: le osservazioni di Anlc e Arci Caccia Calendario Venatorio Toscana, le valutazioni della CCTColdiretti Puglia "ok nuova legge fauna su controllo faunistico"Provincia Bolzano rivendica la propria competenza sulla cacciaLegge Caccia Piemonte, Fidc annuncia causa legaleCinghiali Roma, nessun abbattimento in vistaColdiretti Basilicata: affrontare problema cinghiali nei ParchiCinghialai dal cuore d'oro. Raccolta fondi per LaraCampania: giunta approva Calendario Venatorio 2018 - 2019Provincia di Bolzano: su caccia attacco all'autonomia altotesinaAnlc: "Remaschi ritiri balzello sulle squadre o sarà sciopero"Condanna milionaria a Durnwalder e Erhald. "Abbattimenti illegittimi"Sirio Bussolotti nuovo Presidente di Arci Caccia ToscanaIl Club del Colombaccio chiama, la CCT rispondeAAVV Piemontesi "il mondo venatorio si deve unire"Dal Club del colombaccio una proposta di convenzioneSardegna, le osservazioni di Fidc sul Calendario VenatorioA Fiuggi la 57° Assemblea della Libera Caccia Federcaccia Umbra per la ricerca contro tumori e leucemieToscana, commento di Fidc sulla caccia di selezione al caprioloSalvini e l'orgoglio della bisteccaLombardia, la vittoria di Pirro della LavPiombo e selvaggina, non diciamo eresie!Eps Campania: Calendario equilibrato dal Comitato faunisticoCalendario venatorio Toscana: le anticipazioni della CCT Piemonte, legge caccia incostituzionale anche per gli ambientalisti Cinghiali, Braia "La Basilicata ha anticipato la Lombardia"Da Regione Lombardia fondi per vigilanza ittico venatoriaToscana: ok a deroga per la caccia a 25 mila storniAmbiente e Agricoltura: ecco i sottosegretari Campania, Comitato faunistico affronta parere IspraVeneto approva Calendario Venatorio 2018 - 2019Umbria: approvato calendario venatorio 2018 - 2019In Piemonte approvata la nuova legge sulla cacciaToscana, al via caccia di selezione al capriolo Ispra nega ancora le deroghe per la cacciaSavona, riprende la caccia di selezione al caprioloLegge Lombardia cinghiali, plaude Coldiretti PugliaLombardia, anche gli agricoltori potranno sparare al cinghialeFidc Pistoia, terremoto, continua la solidarietàCacciatori arruolati dai Carabinieri per prevenire gli incendiPiemonte: sulla caccia la Regione tira drittoManifestazione Cacciatori: Torino invasaLazio: Fidc sollecita nomine Commissioni esami cacciaPiemonte, Ravello "l’inciucio PD-M5S ammazzerà la caccia e l’indotto"BigHunter: no alle provocazioniBraia, cinghiali "tutte le azioni possibili sono state messe in atto"Emergenza fauna: Confagricoltura richiama IspraRolfi "sostengo i cacciatori in Piazza a Torino"Ulivieri: unire i cacciatori italianiE' ufficiale: Mamone Capria a capo della segreteria del MinistroBriano a Torino per la caccia. "Chiamparino su questo tema ha sbagliato"Fulvio Mamone Capria al Ministero dell'Ambiente?Solidarietà da Arci Caccia Toscana ai cacciatori piemontesiLa caccia s'è desta: le istruzioni per la manifestazionePiemonte, nuovo divieto frutto di un accordo con M5SFedercaccia invita i cacciatori alla manifestazione di Torino5X1000: l'animalismo paga ancoraViterbo: cacciatori incontrano i ragazziComunali. Ponte Buggianese, candidata Romani con i cacciatori del PadulePiemonte, Ddl caccia incostituzionale. Fidc invia osservazioniAnche Fidc Liguria sarà in piazza a TorinoDivieto caccia domenica settembre. Vignale "unico caso in Italia"L'Orgoglio Venatorio a TorinoUmbria: nuove norme per la gestione degli AtcEmergenza Piemonte, ultima oraBerlato, Barison: nuovo Governo, si applichi caccia in derogaLazio, Calendario Venatorio bocciato da tuttiColdiretti Lazio: caccia di selezione anche per gli agricoltoriArci Caccia: Fidc non diserti la manifestazione dell’8 giugnoSiena: ok a Piano controllo caprioliLa caccia s'è desta, CNCN partecipa alla manifestazione di TorinoEmilia Romagna: ok Piano controllo cornacchie, gazze e ghiandaieLiguria, Regione riduce oasi Fascia Costiera per fare entrare i cacciatoriConfagricoltura a Centinaio: ora riformare la legge sulla cacciaRicerca sul colombaccio, precisazioni I nuovi Ministri: Centinaio all'Agricoltura, Costa all'AmbienteDdl Caccia Piemonte. Dalle liguri parere di incostituzionalitàToscana, gli agricoltori "sparare ai caprioli oltre metà marzo"Liguria: la licenza di caccia si paga on lineSardegna, chiesti oltre 600 mila euro di danni a Ispra e RegioneCCT presenta nuovo progetto di ricerca sulla migratoriaItalia seconda al Campionato Europeo di ChioccoloMarche: da luglio al via Piano di controllo del cinghialeCagliari, nuovo Parco ma "nessun nuovo vincolo alla caccia"Genova: incendio doloso alla baita dei cacciatoriRiforme, Macron punta sulla cacciaPiemonte: Arci Caccia in audizione contro il divieto domenicaleCirio e Bruzzone in piazza con i cacciatori piemontesiMarche: calendario venatorio, deroghe e le altre novita'Sicilia, calendario venatorio in dirittura d'arrivoPuglia: ecco la bozza del Piano FaunisticoMauro D'Attis (FI). "L'esperienza dei cacciatori al servizio della società"Fidc Friuli Venezia Giulia in piazza a TorinoI colombacci di sua MaestàRiforma caccia, in Francia il sì dei cacciatoriBiodiversità questa sconosciutaFdI Piemonte: legge caccia, prevalgono posizioni ideologicheColdiretti Calabria: Piano cinghiali non più rinviabile

News Caccia

CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92


venerdì 23 giugno 2017
    

Conferenza delle Regioni chiede modifica 157 A seguito delle criticità emerse dalla recente sentenza della Corte Costituzionale, la Conferenza dellle Regioni, nella riunione di ieri, giovedì 22 giugno, ha deliberato un documento con il quale impegna il Governo alla modifica dell'articolo 19 della legge 157/92. Di seguito il testo approvato dalle Regioni.

"La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome premesso che la Sentenza della Corte Costituzionale n. 139 del 14 giugno 2017 ha sancito che le sole figure di cui le “guardie venatorie dipendenti delle Amministrazioni provinciali” si possono avvalere nell’attuazione dei piani di controllo di cui all’articolo 19 della legge n. 157/92, siano “tassativamente” quelle riportate nell’elenco dello stesso articolo di legge, ovverosia i proprietari dei fondi su cui si attua l’intervento, le guardie forestali e quelle comunali; considerato che la sentenza ha ritenuto illegittima una integrazione normativa esercitata dalla Regione Liguria che prevedeva di avvalersi anche di coadiutori appositamente abilitati; considerato che l’incremento della fauna selvatica ha reso necessario il ricorso sempre più frequente ai piani di controllo, attuati prevalentemente per far fronte ai danni alle produzioni agricole anche nei territori preclusi all’esercizio venatorio; considerato che i soli soggetti ricompresi nell’articolo 19 della legge 157/92 non sono in numero sufficiente a fare fronte ai problemi che il proliferare della fauna selvatica crea anche alla popolazione civile; considerato infine che molte Regioni sono già ricorse all’ausilio di operatori appositamente formati e abilitati per contenere i danni della fauna selvatica; impegna il Governo ad intervenire tempestivamente per una modifica del richiamato articolo 19 della legge 157/92 al fine di introdurre la figura dell’“operatore abilitato”.

TESTO ORIGINALE LEGGE 157/92:

Art. 19 Controllo della fauna selvatica
1. Le regioni possono vietare o ridurre per periodi prestabiliti la caccia a determinate specie di fauna selvatica di cui all'articolo 18, per importanti e motivate ragioni connesse alla consistenza faunistica o per sopravvenute particolari condizioni ambientali, stagionali o climatiche o per malattie o altre calamità.
2. Le regioni, per la migliore gestione del patrimonio zootecnico, per la tutela del suolo, per motivi sanitari, per la selezione biologica, per la tutela del patrimonio storico-artistico, per la tutela delle produzioni zoo-agro-forestali ed ittiche, provvedono al controllo delle specie di fauna selvatica anche nelle zone vietate alla caccia. Tale controllo, esercitato selettivamente, viene praticato di norma mediante l'utilizzo di metodi ecologici su parere dell'Istituto nazionale per la fauna selvatica. Qualora
l'Istituto verifichi l'inefficacia dei predetti metodi, le regioni possono autorizzare piani di abbattimento.
Tali piani devono essere attuati dalle guardie venatorie dipendenti dalle amministrazioni provinciali.
Queste ultime potranno altresì avvalersi dei proprietari o conduttori dei fondi sui quali si attuano i piani medesimi, purché muniti di licenza per l'esercizio venatorio, nonché delle guardie forestali e delle guardie comunali munite di licenza per l'esercizio venatorio.
3. Le Province autonome di Trento e di Bolzano possono attuare i piani di cui al comma 2 anche avvalendosi di altre persone, purché munite di licenza per l'esercizio venatorio.


PROPOSTA DI MODIFICA ART. 19 LEGGE 157/92 (VERSIONE ESTESA)


Art. 19 Controllo della fauna selvatica

Le Regioni possono vietare o ridurre per periodi prestabiliti la caccia a determinate specie di fauna selvatica di cui all’art. 18, per importanti e motivate ragioni connesse alla consistenza faunistica o per sopravvenute condizioni ambientali, stagionali o climatiche o per malattie o altre calamità.
Le Regioni, per la tutela della biodiversità e delle attività umane, per la migliore gestione del patrimonio zootecnico, per la tutela del suolo, per motivi sanitari, per la selezione biologica, per la tutela del patrimonio storico-artistico, per la tutela delle produzioni zoo-agro-forestali ed ittiche, provvedono al controllo delle specie di fauna selvatica.
Il controllo della fauna selvatica, quale attività di interesse pubblico, non costituisce esercizio di attività venatoria e può essere effettuato sull’intero territorio nazionale, ivi comprese le aree protette e le zone nelle quali è vietata l’attività venatoria, ed è disposto ed organizzato dalle Regioni, dalle Province autonome o dagli enti gestori delle aree protette.
Il controllo, nel caso delle specie autoctone e di quelle in allegato I del decreto 19 gennaio 2015 del Ministero dell’Ambiente e delle Politiche Agricole, viene esercitato selettivamente, di norma mediante l’utilizzo di metodi ecologici, su parere dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale. Qualora l’istituto verifichi l’inefficacia dei predetti metodi, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano possono autorizzare catture, abbattimenti o entrambi. Nel caso delle specie alloctone (ad esclusione delle specie in allegato I del decreto 19 gennaio, 2015 del Ministero dell’Ambiente e delle Politiche Agricole) il controllo è finalizzato all’eradicazione o al contenimento delle popolazioni con l’obiettivo della densità zero, sulla base di appositi provvedimenti regionali, sentito l’ISPRA.
Le attività di cattura e abbattimento devono essere attuate dalle guardie venatorie dipendenti dalle amministrazioni provinciali o regionali, che potranno avvalersi dei proprietari o conduttori dei fondi sui quali si attuano gli interventi medesimi, delle guardie forestali e delle guardie comunali, purché, in caso di abbattimento, muniti di licenza per l’esercizio venatorio.
Le Regioni, con proprio atto, potranno, altresì, attuare gli interventi di cui al comma 4 anche avvalendosi di operatori abilitati dalle Regioni e Province autonome di Trento e di Bolzano previa frequenza di appositi corsi, individuando altresì il soggetto incaricato dell’attività di coordinamento.
Le Province autonome di Trento e di Bolzano possono attuare gli interventi di cui al comma 4 anche avvalendosi di altro persone, purché munite di licenza per l’esercizio venatorio.

In subordine

PROPOSTA DI MODIFICA ART. 19 LEGGE 157/92 (VERSIONE ESSENZIALE)

Art. 19  Controllo della fauna selvatica

1. Le regioni possono vietare o ridurre per periodi prestabiliti la caccia a determinate specie di fauna selvatica di cui all'articolo 18, per importanti e motivate ragioni connesse alla consistenza faunistica o per sopravvenute particolari condizioni ambientali, stagionali o climatiche o per malattie o altre calamità.
2. Le regioni, per la migliore gestione del patrimonio zootecnico, per la tutela del suolo, per motivi sanitari, per la selezione biologica, per la tutela del patrimonio storico-artistico, per la tutela delle produzioni zoo-agro-forestali ed ittiche, provvedono al controllo delle specie di fauna selvatica anche nelle zone vietate alla caccia. Tale controllo, esercitato selettivamente, viene praticato di norma mediante l'utilizzo di metodi ecologici su parere dell'Istituto nazionale per la fauna selvatica. Qualora l'Istituto verifichi l'inefficacia dei predetti metodi, le regioni possono autorizzare piani di abbattimento.
Tali piani devono essere attuati dalle guardie venatorie dipendenti dalle amministrazioni provinciali. Queste ultime potranno altresì avvalersi dei proprietari o conduttori dei fondi sui quali si attuano i piani medesimi o da operatori abilitati dalle Regioni e Province autonome di Trento e di Bolzano previa frequenza di appositi corsi, nonché delle guardie forestali e delle guardie comunali. In caso di abbattimento con arma da fuoco tali figure devono essere munite di licenza per l'esercizio venatorio.
3. Le Province autonome di Trento e di Bolzano possono attuare i piani di cui al comma 2 anche avvalendosi di altre persone, purché munite di licenza per l'esercizio venatorio.

Leggi tutte le news

43 commenti finora...

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

.. attendiamo analoga pressione da parte della Conferenza Stato-Regioni per la questione delle caccie/catture in deroga lettera c) della Direttiva, e dell'inadempiente ruolo di ISPRA ... ma è sicuramente chieder troppo, visto che poi su questioni emergenziali neanche il Governo batte un colpo .... Saluti

da ERMES74 15/09/2017 9.30

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Ora che manca la "CICCIA" dal congelatore alzate il culo dalla sedia e proponete modifica alla 157 il resto di una legge che è uno schifo obbilgati a sopportare dal 1992, non vi preoccupa, ma la ciccia è ciccia e si vende bene....... ora fatela cacciare dalle vostre guardie se ne sono capaci, povera Italia.

da massimo 26/06/2017 23.09

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Per non confondere interlocutore, non sono il Renato che mette in dubbio le capacità di intervento delle guardie provinciali...perciò da ora in avanti mi firmerò R.Renato, grazie

da R.Renato 26/06/2017 20.40

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Ma le guardie dipendenti dalle amministrazioni provinciali sono in grado di svolgere tale compito ? sono quasi tutte anticaccia

da renato 26/06/2017 14.56

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Non esiste. Ci paghino! E poi non si deve cambiare l'art. 19, o non solo. Si deve cambiare l'art. 18 aumentando i periodi di caccia per specie e non solo per gli ungulati. In fine la selvaggina cacciata non va venduta. La si devolva in beneficenza.

da Pietro Cacciatore 26/06/2017 10.22

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Tutto giusto tutto corretto Chi deve far cambiare le cose

da Aspetta e spera le Ass Venatorie 26/06/2017 10.03

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Perchè nelle altre nazioni europee,hanno trovato soluzioni praticabili alla proliferazione degli ungulati cinghiale compreso ??? Non è che questi sono più intelligenti degli italiani anzi!!! Sono forse solo più concreti nel fare le cose che riguardano la caccia, sopratutto però non hanno animalisti e animalari amici intimi dei politi!!!

da Il Bibbio 25/06/2017 23.17

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Il problema dei cinghiali non si risolverà ne ora ne poi se non si aprono le zone chiuse dove si riproducono indisturbati,ogni altra forma di contenimento e' perdita di tempo e denaro,nel Cilento sono aumentati in maniera esponenziale proprio in seguito dell'istituzione del parco.Chi controlla lo sa benissimo ma cio malgrado si continuano a chiudere nuove zone con la pace dei cinghiali.

da xxx 25/06/2017 9.26

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Frank concordo, aggiungo però due cose, questa situazione è anche dovuta alle vare "fazioni" di cacciatori, è assurdo che per andare a cinghiali ci siano 1000 paletti, giornate fisse etc.....ma questi in larga parte sono stati voluti anche dai cinghialai......poi ci sono i beccacciai, i segugisti......etc......tutti che tirano l'acqua al proprio mulino e poi questi sono i risultati

da bios 24/06/2017 22.22

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Vi siete mai chiesti perché diviene necessario il controllo faunistico, almeno sui selvatici che sono oggetto di caccia? Perché durante la stagione venatoria vengono posti in essere, ad arte, tali e tanti paletti che impediscono o rendono difficoltoso il prelievo. Per esempio,é mai possibile che il cinghiale si possa cacciare solo tre giorni a settimana e per solo tre mesi all'anno in autunno/inverno e poi in primavera si inizino i piani di controllo per ridurre il loro numero? Uccidendo magari scrofe che hanno appena partorito o stanno allevando la prole? Altrettanto dicasi per lo storno protetto in autunno/inverno e sottoposto a piani di controllo in primavera/estate quando ha i piccoli nel nido costringendo questi ultimi ad una morte atroce? E gli esempi potrebbero essere tanti.Quello che maggiormente inquieta é che tutta questa macelleria avviene nel silenzio assordante di tutte le sigle ambientaliste/animaliste.Io che mi considero un Cacciatore con etica mi rifiuto e mi rifiuterò sempre di partecipare a questa che si può definire solo con una parola SCHIFEZZA.

da Frank 44 24/06/2017 20.46

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

io vado anche a pesca sia (fiume e pescq subacquea in mare), concordo pienamente con jamesin, il punto è la "paura dell'arma", per la pesca subacquea è come per la caccia, UGUALE, oramai in estate se non si ha una barca si lascia perdere perchè le norme demenziali dicono che occorre stare a 500 m dalle spiagge (in liguria infattibile), le barche e le navi possono passare a 200 m per farvi capire ed il punto è come per la caccia la "paura del fucile", non è una questione di affezione perchè guardate che io vedo all'annuale fiera della caccia di casella in liguria, c'è pieno di gente, il 70% non cacciatori ma che vanno a papparsi le pappardelle con cinghiale, capriolo...etc......concordo con jamesin

da bios 24/06/2017 20.44

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Secondo il mio modesto avviso non è questione di affezione verso gli animali altrimenti si dovrebbe trattare la pesca come la caccia. Per cui uno che ragiona un po si domanda : perchè la pesca si e la caccia no ? Facile rispondere : il fucile spara ed è pericoloso mentre la canna da pesca no. Questo è quello che pensa chi ha paura dell'arma perchè può essere usata per difesa e forse anche in una rivolta. Adesso la domanda è : chi ha paura del fucile ? Fatevi la domanda e datevi una risposta. Mi sembra chiaro no ! Per cui la caccia secondo il mio modesto avviso non finirà ma sarà ridotta a pochi elementi e necessariamente rivolta agli affari, almeno da quanto si vede. Spero di sbagliarmi, ma a volte vedendo i fatti (caccia no pesca si) uno ci pensa. Un saluto.

da jamesin 24/06/2017 18.25

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Boia io pratico ancora la pesca che è rimasta come ai tempi che fu. Fai un confronto e capisci la differenza con la caccia attività martoriata colpita assassinata da chiunque poteva e aiutata da nessuno che doveva. Eppure avrebbe potuto essere diverso bastava volerlo. La pesca ha altri problemi (specie alloctone) ma è rimasta quella attività popolare che era anche la caccia, a pesca ci vedo ancora tanti bambini...il futuro...

da Ex 24/06/2017 16.34

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Dire che la caccia è fibita è troppo facile, io sono giovane e a caccia ci vado, sento sempre gli over 55 - 60 rimpiangere (anche giustamente)i bei tempi andati, MA.....poi sento dire "e ma una volta eravamo milioni", si ma io conosco decine di persone ex-caccciatori che praticavano negli anni 60-70-80, la maggior parte non sono cacciatori, è gente che la domenica andava a caccia e alle 10 era già in osteria, gente che in 30 anni di caccia a preso 5 beccacce e ti racconta sempre gli stessi 3 episodi, NON SONO CACCIATORI. poi è innegabile e corretto ed evidente che le leggi, la burocrazia, la politica etc.....hanno fatto disastri, assieme alla solita maniera italiana di fare (lo storno è stato tolto più per inerzia di chi doveva operarsi a riguardo che per altro). le leggi ogni tot vanno cambiate è EVIDENTE, come è evidente che in Italia alcune specie sono quasi estinte in certe zone (pernici,conigli....passsriformi...etc), mentre altre stanno aumentando (ungulati, colombacci,oche.....lupi...) e le leggi andrebbero cambiate in base a questi aspetti. Infine credo che lentamente (secondo me da 4-5 anni a questa parte) anche l'opinione pubblica sta un pò cambiando, perchè certo c'è sempre chi dice cacciatore=assassino, ma molti oramai non sopportano più ambientalisti, animalisti....etc....questi personaggi stanno stufando, basta vedere in politica, i verdi che fine hanno fatto? SPARITI, il M5S perde voti ogni volta che tira dentro estremisti vari, per non parlare dei vari pezzetti di sinistra (si berlusconi, la brambilla, gli agnelli....Berlusconi sta tirando "a campare" politicamente, ha capito che oramai pochi lo votano e quindi si butta sui più rimbambiti che sa essere scimmie ammaestrate)

da bios 24/06/2017 16.14

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Analisi perfetta quella di ex.Saluti

da No cinghiale 24/06/2017 16.06

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

La caccia è finita da quando vietano lo storno, da quando mettono il tesserino, da quando vietano martedì e venerdì, da quando nelle zone migliori ci sono i parchi, da quando chiudono il 32/1 e poi il 20/1 e poi il 10/1 e poi il 31/12, da quando inventano gli ATC e separano i padri dai figli, da quando il cacciatore viene considerato dai mezzi di informazione un assassino, da quando non si sa né quando inizia la stagione né quando finisce grazie ai ricorsi al TAR. MA SOPRATTUTTO È FINITA DA QUANDO I GIOVANI NON LA PRATICA E L'ETÀ MEDIA È DI 66 ANNI.

da Ex 24/06/2017 15.35

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

La caccia e' finita per gente come voi che " probabilmente " negli anni sessanta ha creato il vuoto..cacciando senza limiti e rispetto,li sento ancora certi ricordi nostalgici.Il patrimonio faunistico ,salvo qualche specie sta' bene,aggiungo le oche,oramai stanziali nelle mie zone, Basterebbe aggiornare la legge ,ma sono il primo ad ammettere che sarebbe come aprire il vaso di Pandora. Termino "leccaculo" prostituirsi" forse sono i metodi che avete usato per non raggiungere l'obbiettivo.....

da toni el cacciator 24/06/2017 15.00

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Renato come scritto io non sono affatto contrario a partecipare al controllo ma esigo anche qualcosa in cambio. Al momento non e' cosi', anzi a breve non potro' piu' neanche andare a caccia dove sono andato per 30 anni perche' ci faranno un altro Parco....

da Flagg 24/06/2017 14.13

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Sono sempre più convinto che la caccia sia STRA-FINITA. Quello che vogliono farci fare è una sorta di servizio nettezza ...campagnola.....con la certezza che mentre qualcuno si presta a prostituirsi viene schifato e rinnegato perfino da chi lo autorizza. Anzi se potranno evitarlo in futuro non avranno remore a farlo.

da Ex 24/06/2017 14.05

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

I leccaciul ci sono e ci saranno sempre,a gratis solo per tirare qualche schioppettara e si atteggiano a cacciatori e al contenimento delle specie invasive...povera gente costui.

da cacciatori falliti siete 24/06/2017 12.40

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Io sono sempre piu' perplesso a leggere sti commenti. Il piu' sorprendente e' quello di Ex ,siccome a lui non tira piu' ,tutti secondo lui non dovrebbero piu' scopare.Secondo ,il contenimento e' previsto da una legge antiquata,l'eccesso di selvaggina cresciuto negli anni e' comunque positivo ,e non parlo solo di cinghiali,o nutrie dove la colpa si dice e' dei gestori della caccia.Il colombaccio e' il fenomeno piu' evidente.Ieri tra i columba livia,sulle semine di soia appena effettuate dopo la mietitura del frumento i colombacci erano maggioranza ,branchi di centinaia ma tirando ai piccioni bene o male si crea un po' di deterrenza,In futuro saranno un problema come in Scozia sui piselli .Concludendo certe azioni vanno fatte, chi si offre volontario e' giusto che lo possa fare anche traendo piacere, con documenti in regola chi non c'e' ,rispetti il " lavoro" degli altri

da toni el cacciator 24/06/2017 12.01

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Ciao Flagg. concordo sull'analisi che hai fatto, meno sul diniego alla gestione di situazioni straordinarie o ordinarie che si presentano e si ripetono nel tempo. Smettiamola di pensar sempre negativo, di scaricare sempre sugli altri responsabilità nostre, la caccia del periodo attuale o "moderna" deve essere gestita con impegno e convinzione razionale. I tempi passati sono dei bei ricordi di libertà ma di cattiva gestione, oggi purtroppo ne paghiamo le conseguenze...e allora gestiamo il presente e il futuro con un po di serena partecipazione. Con rispetto, Renato

da Renato 24/06/2017 11.48

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

POVERINI COLORO CHE ELARGISCONO MANO D'OPERA A COSTO ZERO.CHE PENA FORZA CINGHIALI

da DANY 24/06/2017 11.43

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Il contenimento di poche specie invasive NON e' caccia. E' uno strumento per salvaguardare ANCHE l' ambiente e quindi il resto della fauna sia quella protetta che quella cacciabile. Percio' non e' che partecipando si fa solo un favore agli altri. Fino a quando non cambia la musica e si da' a Cesare cio' che e' di Cesare io pero' non partecipo ma non perche' sono contrario a priori. Non partecipo perche' non fornisco un servizio senza avere GARANZIE sulla caccia regolare con continui ricorsi di malati terminali e leggi a capocchia come adesso. Non deve passare il concetto che lo faccio con piacere perche', almeno per me, non e' cosi! Lo faccio per avere qualcosa in cambio!! A me ha fatto piacere la sentenza della Corte per due motivi: 1) si vede ancora una volta quanto imbecilli sono gli animalisti che di salvaguardia non capiscono un tubo 2) l'inadeguatezza delle leggi e del sistema che oltre ad essere antiquato ed inefficace deve pure sottostare ai dolori di pancia di qualche malato di mente. Probabilmente questo e' pure un motivo per cui continuano a fare Parchi...infatti cosi' fanno quello che gli pare con le regole ed i poteri che hanno in barba a tutti....il che non e' buono per chi vuole andare a caccia in santa pace....inutile lamentarsi aspettando la manna dal cielo. Non succedera' MAI. Certi privilegi bisogna guadagnarseli....ma a determinate condizioni altrimenti si arrangino.

da Flagg 24/06/2017 11.06

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Cose effimere, il cacciatore che legge l'intestazione dell'articolo pensa, ancora prima di leggerlo, a cose più sostanziali e invece ...le solite cac.te. Che pensassero ad eliminare gli ATC. Caccia Libera su tutto il territorio nazionale...per quei pochi fessi rimasti!

da luigi 24/06/2017 9.48

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Sta a vedere che qui si cambia la legge nel giro di qualche settimana, per modificare 3 parole del 19bis per permettere l'applicazione delle deroghe in lettera C invece si continueranno tavole rotonde e incontri in tutta Europa !! Che pena .... e qualcuno freme per la fucilata al cinghiale a maggio !!! Fate veramente pena !! Ci devono invadere, mordere tutti e fare danni miliardari !!! Altro che !!!

da Nik 24/06/2017 8.57

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Certo Claudio altrimenti non sei abbastanza formato per raccogliere la Spazzatura

da Philip 23/06/2017 22.36

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

E i controllori formati dalle altre provincie devono rifare l'abilitazione presso la loro regione di appartenenza??

da claudio 23/06/2017 20.51

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Va bene non capire una sega,ma proporre una modifica che prevede che le guardie provinciali possano avvalersi di ... " proprietari o conduttori dei fondi o da operatori abilitati dalle Regioni e province autonome di Trento e Bolzano ecc...." Allora se il piano di contenimento viene richiesto in Emilia Romagna devono chiamare quelli di Trento e Bolzano? Sveglia e imparate a scrivere!

da Frank 44 23/06/2017 19.54

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

hahahahahahah, correte a fare la tessera e polizza che vi regalano il gadget e il pollo malato ma colorato

da poveretti 23/06/2017 19.11

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

hahahahahahah, correte a fare la tessera e polizza che vi regalano il gadget e il pollo malato ma colorato

da poveretti 23/06/2017 19.10

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

cari controllori, siete i mondezzai degli animalisti, tanti auguri a voi che per sparare due colpi vi mettete a 90 gradi

da non so chi mi fa più schifo tra i due 23/06/2017 19.08

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

ma non abbattete più nulla che non sia in calendario, se lo facessero da soli e andassero a fancul@ tutti, politici e animalari del ......

da magari ringraziate pure dopo queste concessioni 23/06/2017 19.05

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

È triste vedere che esistono persone che non si rendono conto che una cosa finisce e continuano a pensare che porre tornare come era...io ho smesso da anni ma ogni tanto torno su questo sito e trovo sempre più malinconia. Quando una cosa è finita non rinasce più

da EX 23/06/2017 18.56

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

BIOS hai ragione fanno fare i contenimenti perché fanno i danni e poi non rimettono lo storno cacciabile nel calendario venatorio,o se danno le deroghe le danno per pochissimi capi cacciabili e solo vicino alle colture con frutto pendente!purtroppo in Italia chi fa le leggi non capisce nulla e quindi il tuo risentimento e' piu' che giustificato!

da marietto 23/06/2017 18.44

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

ieri mi è arrivato il messaggio dell'ATC che informava che da lunedì è possibile fare domanda per la deroga storni. carniere massimo stagionale 10 storni e solo entro 100 m dalle olive. per conto mio se sapessi come farei dei ripopolamenti di storni negli uliveti, ma tipo di una qualche razza anche più vorace e invasiva.......piuttosto che prestarmi per il contenimento taglio il benelli in 2

da bios 23/06/2017 18.07

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Io vivo in Umbria e pratico solamente il contenimento degli storni!ieri andando in campagna ne ho visti branchi di migliaia di individui che se non rimettono il contenimento si mangeranno anche quella poca uva ed oliva scampata alla siccità'!

da Marietto 23/06/2017 17.44

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Sono curioso anche io, minimo per far passare questa ne inseriscono altre,di modifiche, tipo quelle previste dal Piano Nazionale Antibracconaggio....vedremo..Saluti

da Alessandro 23/06/2017 17.31

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

il problema c'è, se ne rendono conto tutti, e di solito, in periodo preferiale, passano leggi che in altri periodi non passerebbero nenche con le cannonate. chissà!?

da chissà! 23/06/2017 16.27

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

E chi ve la vota questa norma? M5S? Brambilla e Dudu'? Prima delle elezioni....fate ridere...

da Auguri 23/06/2017 16.06

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Ogni giorno nuovi proclami ma io quello che vedo sono ogni anno solo ed esclusivamente nuove restrizioni

da Domenek 23/06/2017 16.03

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Una revisione totale della 157 che è ora a quando?????????

da Il Nibbio 23/06/2017 15.48

Re:CONTROLLO FAUNISTICO: CONFERENZA REGIONI CHIEDE MODIFICA 157/92

Ne coglieranno l'occasione con eventuali altre modifiche restrittive, in aggiunte a quelle richieste, ma lasciamo stare per favore.

da pask 23/06/2017 15.39