Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Simone Billi (Lega): "la caccia fa bene all'ambiente"Vignale: "Piemonte Regione no caccia?"CCT: bilancio positivo all'Assemblea GeneraleUmbria: presentata bozza Calendario Venatorio 2018 - 2019Legge caccia Piemonte, diretta dal Consiglio regionalePiemonte, si inizia a parlare di caccia. Fidc mobilita i cacciatoriBerlato: Corte Costituzionale respinge ricorso su vigilanza venatoria Rolfi: “contenimento cinghiale, già al lavoro”Calendario Marche: la caccia al cinghiale parte primaArezzo, protesta sulla mancata vigilanza venatoriaLibera Caccia Toscana: proposte per il calendario venatorioTraguardo Internazionale per il Club del ColombaccioCampania: proposte migliorative sul calendario venatorio 2018 - 2019Sicilia: stanziati duecento mila euro per il coniglio selvaticoEnalcaccia Arezzo: corsi per cacciatori, iscrizioni aperteAlessio Piana tra gli amici di BigHunterTrento: nessuna limitazione per la caccia al cinghialeStefania Craxi: "il cinghiale, la mia passione"Anlc Piemonte: ecco perchè saremo in piazza l'8 giugnoSardegna. Cpa dice no agli AtcAnnotazione tesserino, Marras "la normativa deve essere chiara"Ok al Piano straordinario cinghiali nel Parco dei Gessi BolognesiLe novità sulla caccia in deroga in LombardiaCalendario Venatorio Marche: le proposte di FidcAnuu, la Giornata del Verde Pulito in LombardiaTesserino venatorio: approvata mozione in ToscanaGiulia La Cava, a caccia con i segugi. "Non c'è emozione più forte"Secondo anno per il progetto Lepre in SiciliaReggio Emilia: operativo controllo del cinghialeIn Spagna 100 mila cacciatori in piazza per pretendere rispettoToscana. Danni a scacchiera8 giugno. Manifestazione dei cacciatori a TorinoCambio di statuto per il Sindacato Venatorio ItalianoCaccia in deroga, Lombardia approva richiesta da inviare ad IspraPiemonte, partita caccia di selezione al cinghaleLazio, riunito nuovo Comitato Faunistico VenatorioCampania, ecco la bozza del Calendario Venatorio 2018 - 2019Anlc Umbria, proposte per il calendario venatorio 2018 - 2019Aria Nuova in Ekoclub PistoiaCinghiale: Fidc Umbria ricostituisce settorialeBERGAMO. REVOCATI I DIVIETI PER L’AVIARIABRESCIA. CORSO PER IL TRATTAMENTO CARNI DI SELVAGGINATOSCANA. CCT, REMASCHI E LEGGE OBIETTIVOToscana, ok mozione Pd per braccata nelle aree protetteLegge 157/92: ecco la proposta Caretta per la riforma della caccia CCT, ungulati? Puntare sul controllo come fa AlessandriaDepositata PdL Cirielli per la modifica della 157/92La caccia ai giovani: Yuri D'Onofrio “stiamo uniti”Lombardia, Massardi alla prima seduta annuncia impegno per la cacciaReport gestione ungulati Toscana, Remaschi "la legge funziona"Liguria, M5S chiede divieto per 4 specie cacciabiliAnuu, 60 anni di storia e tradizioniA Bergamo primo concorso sul cinghiale per aspiranti chefCinghiale, Emilia Romagna: ok a calendario venatorio 2018 - 2019 Emilia Romagna. Contrarietà della Lega sul calendario venatorio Piemonte: nuovi criteri per i Comitati di Atc e CaCastellani rieletto alla guida dell'Anuu MigratoristiMolise. Di Pietro "fondi trasferiti agli Atc"In Regione Bruzzone lascia il testimone ad Alessandro PianaDdl caccia Piemonte. Le osservazioni di AnlcFidc Marche, storno: nessuna preoccupazione per la sentenzaOffese contro cacciatori e Remaschi, la condanna della CCTIl Governatore De Luca ad Hunting Show SudCampania. Proposte al Calendario Venatorio 2018-2019 Torbjörn Larsson è il nuovo presidente dell'Alleanza dei cacciatori nordiciStorno. La Corte impallina la Regione MarcheLa Caretta presenta modifiche alla 157Spagna. I cacciatori manifestano per la cacciaDanni fauna selvatica. CCT chiede risposte urgenti a RemaschiCinghiali. Coldiretti Torino chiede azioni rapide I cacciatori francesi rilancianoIniziativa FIdC Bergamo. I ragazzi cuochi del “Galli” alle prese col cinghialePiacenza: successo della cena del pompiere-cacciatoreExpoRiva. Manifesto a sostegno della cacciaPiemonte. Al via caccia di selezione al cinghialeUmbria. Convenzione tra Regione e Carabinieri forestaliLombardia, Fabio Rolfi Assessore alla cacciaPer il Governo legittima proroga Pfv VenetoCapriolo: le proposte della Libera Caccia di PistoiaTar Torino, controllo cinghiali: "metodi ecologici derogabili"Toscana: respinta mozione 5 Stelle per la sospensione della cacciaAnuu Campania, riconfermato Presidente ParvoloCon la sua cucina di caccia, Fabrizia Meroi è Chef donna 2018Lombardia: ecco cosa si aspettano i cacciatori dalla nuova GiuntaCaccia Ungulati. Da Siena le nuove proposte della CCT Basilicata: "Aprire un tavolo per la caccia nei Parchi"Abruzzo, Febbo "cinghiali, confusione in Regione"Caretta "costituito Intergruppo parlamentare per la cultura rurale"Greenpeace, precisazioni su partecipazione a ExpoRivaPuglia, rimandato esame ddl fauna selvatica Caretta "il M5S sulla caccia ha gettato la maschera"Ungulati Toscana, "nel 2017 meno abbattimenti, più incidenti stradali"Fauna in difficoltà. Intervengono i cacciatoriAmiche di BigHunter, Yamila B.: "movimenti anticaccia specchio di una società in crisi"Anuu, agricoltura "un modello da riformare?"Calabria: incontro sulle modifiche alla legge sulla caccia

News Caccia

Ok della Camera alla riforma della 394


martedì 20 giugno 2017
    

La Camera ha approvato il ddl Parchi. Il testo, nonostante le molte critiche mosse (le più importanti associazioni ambientaliste avevano chiesto un passo indietro per affondare la riforma) è passato con 249 voti a favore, 115 contrari e 32 astenuti. Contro hanno votato Si, Mdp; M5S, Lega e Cor. Fi si è astenuta. Ora la legge tornerà al Senato, dove potrà essere emendata solo nelle parti modificate.

"Con la riforma il sistema dei parchi esce rafforzato, sia nella trasparenza della governance che nel rapporto con il territorio. Un passo avanti per un'Italia che guarda al futuro", commenta il presidente della commissione Ambiente alla Camera Ermete Realacci. "L'obiettivo della riforma è rendere le aree protette un modello di sviluppo per l'intero Paese, incrociando natura e cultura, coniugando la tutela e la valorizzazione del territorio e delle biodiversità con la buona economia, sostenibile e più a misura d'uomo", osserva Realacci. Tra i punti qualificanti del testo c'è "la reintroduzione del piano triennale: uno strumento di programmazione nazionale per tutto il sistema, con priorità nei finanziamenti per le aree protette regionali e marine. Per il piano sono previsti 30 milioni nel prossimo triennio. Fondi che verranno assegnati secondo criteri indicati dal Comitato nazionale per le aree protette, in cui è presente anche il ministero dei Beni culturali. A questi vanno aggiunti i 3 milioni annui esplicitamente previsti per le aree marine protette e le risorse derivanti dalle royalties". Tra le altre cose arriva "la selezione pubblica per rendere più trasparente la nomina dei direttori dei parchi nazionali e, sia per i direttori che per i presidenti, vengono introdotti requisiti più rigorosi". Si individuano "anche modalità per la tutela della biodiversità e per la gestione della fauna maggiormente rispondenti alla direttive comunitarie. Viene introdotto il divieto di nuove trivellazioni petrolifere nei parchi".

La sottosegretaria all'Ambiente Silvia Velo dichiara: "Il provvedimento approvato oggi dall'Aula  garantisce e promuove la conservazione e la valorizzazione del patrimonio naturale del nostro Paese; introduce novità per quanto riguarda la governance degli enti gestori, più snella per le aree protette, prevede una serie di semplificazioni procedurali e rafforza la capacità delle aree protette di beneficiare di finanziamenti ulteriori rispetto alle risorse concesse annualmente dal ministero dell'Ambiente". "Aspetto fondamentale di questa legge - aggiunge la sottosegretaria - è la possibilità che viene offerta ai parchi e alle aree marine protette di essere non solo un presidio di difesa del patrimonio ambientale, ma anche un vero e proprio motore di sviluppo per l'economia locale. Il provvedimento, infatti, prevede una serie di strumenti che consentiranno ai parchi di promuovere iniziative economiche di valorizzazione del territorio e del patrimonio edilizio esistente, azioni per sostenere il turismo sostenibile" "Il governo - conclude Velo - assume un importante impegno dal punto di vista economico prevedendo un finanziamento di 30 milioni di euro per i parchi e 9 per le aree marine protette nel triennio 2018-20 a valere sui proventi delle aste CO2".

Leggi tutte le news

16 commenti finora...

Re:Ok della Camera alla riforma della 394

Possibile che le nostre frazionate associazioni non capiscano che l'unica possibilità per la difesa della caccia è uno stretto legame con le associazioni agricole!!!!!!!!

da Lucio Parodi 21/06/2017 14.20

Re:Ok della Camera alla riforma della 394

a pensare che ci sono cacciatori che votano pd e 5 stalle

da vergogna 21/06/2017 14.02

Re:Ok della Camera alla riforma della 394

Con tanti problemi che ha l'italia.

da Giorgio 21/06/2017 12.30

Re:Ok della Camera alla riforma della 394

Creato un nuovo strumento mangia quattrini inutile per gli animali, ma molto utile per chi gravita intorno .

da Toscano 21/06/2017 10.17

Re:Ok della Camera alla riforma della 394

Si certo economia sostenibile come le centrali idroelettriche nuove di pacca, stazioni eoliche, stazioni sciistiche ed autostrade con tanto di territorio DEVASTATO e CEMENTIFICATO!

da Flagg 21/06/2017 10.03

Re:Ok della Camera alla riforma della 394

Il solito gnam gnam!!Invece di pensare ai milioni di disoccupati e interrompere l'invasione dall'africa a questo pensano ai parchi.Mah!siamo proprio messi male ,il peggiore governo dall'inizio della Repubblica.

da xxx 21/06/2017 10.00

Re:Ok della Camera alla riforma della 394

Per fare in modo che i parchi in Italia siano utili all'ambiente si dovrebbe per prima cosa avere dei veri ambientalisti e non dei fondamentalisti ben poco assennati come invece abbiamo. E ci vorrebbero politici e non politicanti da operetta occupati a riempire il loro portafoglio e a stare attaccati alla sedia in ogni modo.

da Venezia 21/06/2017 9.21

Re:Ok della Camera alla riforma della 394

Come noto, nell'iter parlamentare un progetto di legge, il progetto passa da una Camera all'altra, finchè non venga approvato da entrambe nell'identica formulazione (è la così detta navette): dunque si spera che il Senato modifichi le diverse sotorture e iniquità... prima prima tra tutte la possibilità caccia nelle c.d. "aree prep-parco" ai soli residenti anagrafici e non a tutti gli iscritti all'ATC in cui l'area ricade (residenza venatoria) ... concretamente parlando non si capisce perchè a parità di quota di iscrizione all'ATC, taluni accedono a tutto il territorio dell'ATC e altri no, solo sulla base di un titolo di residenza anagrafica (accompagnata magari alla partecipazione alle "giornate ecologiche" ...) ... più elegantemente, l'attuale impostazione delle possibilità venatorie nel pre-parco non è armonizzata ai principi di gestione faunistico-venatoria della L.157/92 ... Saluti

da Ermes74 21/06/2017 8.15

Re:Ok della Camera alla riforma della 394

Altri inutili finanziamenti ad inutili carrozzoni politici.

da Pasquino 21/06/2017 7.01

Re:Ok della Camera alla riforma della 394

Qui, ancora non ci ha capito niente nessuno, io per primo.

da Carlo rm1 21/06/2017 6.47

Re:Ok della Camera alla riforma della 394

Per le aree contigue inerenti ai parchi regionali non cambia niente rimane come adesso,mentre per i parchi nazionali e l'ente parco assieme alla Regione e all'ispra a decidere,comunque si potrà andare a caccia come adesso.

da Fede 20/06/2017 22.56

Re:Ok della Camera alla riforma della 394

Nelle aree contigue si potrà cacciare,o meglio lo potranno fare i residenti delle aree contigue ed i residenti nel parco,ed eventuali limitazioni ,le deciderà d'ora in poi l'ente parco.

da Redneck 20/06/2017 22.56

Re:Ok della Camera alla riforma della 394

Ma nelle aree contigue si potrà cacciare?O diventeranno parte integrante dei parchi?

da cacciatore indignato 20/06/2017 22.20

Re:Ok della Camera alla riforma della 394

Forse non ho ben letto, ma quello scritto quì sopra interessa tutti meno i diretti interessati, i cacciatori! Ma quando incominceremmo a gestire noi cacciatori parchi e tutto quello che riguarda l'ambiente, abitat e biotopo!

da s.g. 20/06/2017 21.06

Re:Ok della Camera alla riforma della 394

E noi ciccia. C'è da sperare che al SENATO SI RECUPERI almeno la stupidaggine delle aree contigue. E sarebbe andata già alla grande, visto il livello di sensibilità che abbiamo. Non i nostri dirigenti, noi, che in un periodo di recessione degli ideali, decidiamo l'agenda della categoria.

da Ghigo 20/06/2017 21.00

Re:Ok della Camera alla riforma della 394

....e noi?

da Carlo rm1 20/06/2017 20.39