Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Oltre il danno, la beffa: presidio anticaccia a TorinoPistoia: "basta con la caccia ai cacciatori nel padule di Fucecchio"Varese: chiesta sospensione caccia nelle aree incendiateBrescia: sospeso contenimento cinghiali dopo esposto della LacPiemonte caccia: passa in Commissione nuova legge con nuovi limitiLegge caccia incostituzionale? Tar Piemonte riapre i giochiChiude anche a Brescia la caccia alla lepreCacciatrici trentine 2018: nuovo calendario tra solidarietà e tradizioneArticolo 1: no ai prelievi nel Parco, sterilizzare i cinghiali CCT: corso di formazione ATC, esperienza da ripetereEps: ripartiamo da Puglia e Campania per risolvere i problemi venatoriRichiami morti dopo atto vandalico animalistaAnuu: un passo da ricordare per i grandi turdidiOk proposta M5S Piemonte: niente controlli faunistici per i cacciatori Piemonte: ecco dove la caccia è chiusa per tutta la stagionePiemonte: prolungati divieti caccia per incendiLombardia: respinta mozione per chiudere la cacciaCaccia storno Puglia: la Regione modificherà la derogaIspra: negati i fondi per l'atlante delle migrazioni europee?Specie protette: Parlamento Europeo dice sì a modifica statusBergamo: chiusura della caccia alla lepreProgetto cesena: marcati due esemplari nel bergamascoDi Pietro: slitta decisione sulla caccia di selezione in MoliseProv. Sassari ai cacciatori: attenzione alla fauna marcata Gelmini (FI): "no all'atteggiamento vessatorio verso la caccia"Lombardia: presidio di protesta dei cacciatori al PirelloneIncontro UNA a Roma: “il cacciatore paladino dell'ambiente”Filiera selvatica. Buona la primaStorno Liguria: Consiglio di Stato respinge l'appello sulla derogaCpa Sardegna: cacciatori partecipate alle battaglie legali Movimento Animalista: oggi sotto lo 0,4% dei voti Piemonte, la Regione tiene il punto: nessun motivo per riaprire la cacciaUltimi giorni per il concorso Caccia Passione e RicordiVeneto, Tesserino Venatorio: la Giunta bacchetta i controlloriAbruzzo: firmata intesa tra Anlc, Arci Caccia e EpsAutonomie e caccia: la Valle d'Aosta si confronta con TrentoAnuu Migratoristi sul passo: "i sasselli sono nel pieno"Eps Lazio: Andrea Severi responsbile regionaleBeccaccia: al via nuovo monitoraggio in LazioDisturbo venatorio: animalisti vegani denunciati nel brescianoMacron rinnova il suo impegno per la cacciaAccordo Toscana Arci Caccia, Anlc, Cia: ecco il documento ufficialeCarne selvaggina, quanta ne consumano i cacciatori?Regione Lombardia richiederà anche la competenza ambientaleLuigi Le Noci: su caccia storno ingiustificata la diffida di WwfPer i monitoraggi Ispra ha bisogno anche dei cacciatoriAcl: protesta a Milano per il rispetto delle tradizioni venatorieProgetto cesena al suo secondo anno Basilicata: 460 mila euro agli Atc dalle tasse dei cacciatoriUngulati. "Modificare la 157/92 per incrementare gli abbattimenti"Piemonte, richieste dei CA per la riapertura della cacciaCaccia storno Puglia: Wwf diffida la Regione CCT: “serve qualche spiegazione sull'accordo Anlc - Arci Caccia”Toscana: siglato accordo Arci Caccia, Cia, AnlcSvi, “Stoppa rettifichi: quello non è un incidente di caccia”Molise: caccia cinghiale. Di Pietro "pronti a violare la legge"Anuu: denunceremo il Tg2 per diffamazione Sicilia: caccia sospesa a Marettimo e SalinaAnuu: arrivati sasselli e ceseneIncendi, Lombardia: al vaglio sospensione caccia in zone più vastePiove in Piemonte, richiesta di revoca dei divieti di cacciaBeata gioventùControllo faunistico: in arrivo l'attesa modifica alla 157/92?Toni intimidatori contro Cpa: Forza Italia Sardegna scrive a PigliaruFidc Piemonte: "Le belle pensate dei soliti incompetenti"Ultrasuoni contro i cinghiali, non servono senza la cacciaPiemonte: Vignale contesta delibera di sospensione della cacciaMolise: restituite alla caccia ex zone di ripopolamento e addestramentoSpecie Migratorie: La FACE alla 12° Conferenza delle partiCCT punta a nuova gestione della fauna in ToscanaFava: la legge vieta già la caccia nelle aree percorse dal fuocoFidc Bergamo: roccoli siano aperti come beni culturali e di ricercaRegione Piemonte sospende la caccia nelle zone incendiateRichiami vivi acquatici: Ministero conferma divieto in sette regioniIncendi: assurdo accostamento alla caccia dal Tg2Brambilla sotto l'1%. Il nuovo che arretra: sorpasso dei VerdiCompetenze guardie zoofile: interrogazione di BerlatoToscana: Arci Caccia e Libera Caccia insieme per un patto con gli agricoltoriAnuu: con tordo bottaccio e sassello anche le ceseneIncendi nel nord Italia ma la Lipu pensa alla cacciaCaccia cinghiale Sardegna: riaperti i termini per le iscrizioniLombardia, Anuu: "la verità sul rifornimento dei richiami vivi"Torino: sospesa caccia per siccità e incendi in alcune zoneAncora polemiche contro la caccia. Ma la petizione per abolirla è un fiascoSiena: sospesa caccia cinghiale a 300 m da zone vocate Troppi storni? C'è chi incolpa i cacciatoriPerugia: prosegue prelievo cinghiali nel Parco di Monte CuccoSan Miniato (Pisa). Sospeso per protesta il controllo dei cinghialiCaccia anatidi: per l'Alzavola Key concepts da rivedere

News Caccia

Sentenza controllo fauna, Fidc Umbria "intervenga Conferenza Stato - Regioni"


martedì 20 giugno 2017
    

 

Riceviamo e pubblichiamo:

Contenimento specie opportunistiche, Corte Costituzionale evidenzia vuoto legislativo. Federcaccia Umbra chiede alla Conferenza Stato-Regioni un intervento sanatorio tempestivo

Abbiamo appreso sulla stampa della sentenza numero 139 del 23 maggio u.s. della Corte Costituzionale che, accogliendo un ricorso presentato da alcune sigle animaliste avverso la legge regionale ligure sulla caccia, potrebbe andare ad incidere – tra le altre cose – sull’attività di contenimento delle specie opportunistiche-invasive, praticata a stagione chiusa per ridurre i danni alle colture e alla biodiversità.

In merito Federcaccia Umbra ha da precisare due aspetti:

1. La sentenza non riguarda l’attività venatoria in sé. Pertanto, più che paventare immani danni al mondo venatorio, riteniamo razionale parlare di problema di vuoto legislativo, che riguarda soprattutto la legge sulla caccia di una Regione, ma che senza dubbio penalizza il mondo agricolo in primis e poi quello ambientalista, dato che – in ultima analisi – la mancanza di controllo delle specie esuberanti nuoce alla biodiversità.

2. Venendo ai prelievi di contenimento, queste operazioni – legittimamente poste in essere nell’ambito di ben precise delibere regionali – sono state sempre condotte dai selettori con sacrificio economico e dispendio di tempo ed energie personali, senza alcun compenso ma solamente per passione e spirito di servizio, nei confronti del mondo agricolo e dell’equilibrio fra le varie specie selvatiche. Per noi l’attività venatoria è quella stabilita dai vari calendari regionali.

Chiediamo pertanto con forza alle Regioni che, qualora non lo abbiano già fatto, si attivino tempestivamente presso il Governo nazionale per risolvere il problema con le opportune integrazioni alla normativa vigente, al fine di sanare un vuoto che crea disagio e anche, ci permettiamo, una leggera ilarità. Ci sembrerebbe infatti quasi ridicolo, se la situazione non fosse drammatica, il fatto che le forze dell’ordine dell’Italia centrale – già duramente e nobilmente impegnate nelle attività di assistenza post-sismica, senza contare tutta l’ordinaria amministrazione – dovessero distrarre le già esigue risorse per dedicarsi all’abbattimento di cinghiali, cornacchie e volpi.

Auspichiamo quindi un rapido intervento governativo e , nel frattempo, chiediamo a tutti – mondo agricolo, venatorio e ambientalista – di usare il buonsenso in attesa del necessario aggiornamento normativo nazionale, senza creare inutili dissapori e conflitti. Resta ovviamente inteso che, nella malaugurata ipotesi che tali aggiornamenti legislativi non dovessero giungere, il mondo venatorio sarà costretto a tirarsi fuori dalla gestione. Ciò significa che la nostra responsabilità per i danni alle colture sarà limitata ai soli mesi di regolare stagione venatoria alle specie opportuniste.

Perugia, 20 giugno 2017

Ufficio Stampa Federcaccia Umbra


Leggi tutte le news

14 commenti finora...

Re:Sentenza controllo fauna, Fidc Umbria "intervenga Conferenza Stato - Regioni"

Jure allora son due le porte aperte. O forse anche di più. Una vergogna che più vergogna non si può quello che sta'accadendo ed è accaduto da noi con gli art.37 prima e la legge obiettivo poi.Ci voleva una sentenza per la Liguria a far crollare questo letamaio ? e da noi tutte le associazioni venatorie ed ambientaliste compiacenti che minchia hanno fatto per fermare questa "certamente " NON caccia ? l'ardente e sempre viva fiamma sotto la cenere evidentemente ha bruciato il culo a chi,togato,non doveva essere toccato.E ora si ride.........

da toscano 21/06/2017 15.44

Re:Sentenza controllo fauna, Fidc Umbria "intervenga Conferenza Stato - Regioni"

Toscano con me su questa cosa sfondi una porta aperta.La sentenza ha fatto venir fuori la polvere da sotto il tappeto ,e le porcherie che vengono perpetrate in tutte le regioni ,non solo in Liguria.Ora non possono più far finta di nulla e dire ci siamo sbagliati,e con l'aria chi si presta a certe porcherie fuorilegge oggi la rischia forte.La legge Toscana poi è mela che amputata per palese incostituzionalità .

da Jure 21/06/2017 14.22

Re:Sentenza controllo fauna, Fidc Umbria "intervenga Conferenza Stato - Regioni"

Perchè cambiare l'art. 19? A noi non giova affatto! Si aumentino i tempi indicati nell'art. 18. Se da questa sentenza ci sarà per la categoria cacciatori intera dei benefici, ben venga tale sentenza. Se la provincia (X) non riesce a gestire il patrimonio faunistico e ci sono troppi danni, lo dica alla Regione la quale, se è coerente, attraverso la Conferenza Permanente Stato-Regioni dirà che bisogna cambiare l'arco temporale del prelievo venatorio, cioè aumentarlo. Questo per la selvaggina Stanziale, previo parere Ispra si può fare. Invece che si è fatto??? e Tutte le Associazioni hanno cavalcato quest'onda!!! Hanno creato questo art. 19 bis della 157 per non cambiare l'art. 18. Badate bene che ci avrebbe guadagnato la categoria Nazionale dei cacciatori in quanto ci sarebbe stata data NUOVAMENTE la possibilità di ampliare il periodo obbligatorio di caccia. Poi magari, in base alle consistenze numeriche di quella Provincia si sarebbe provveduto ad autorizzare un capo a ciascuno (o più) per ogni cacciatore ivi residente (IVI RESIDENTE non permettendo al forestiero pur pagando di accedervi). Magari anche pagando una quota (minima) in più. Previo corso gratis in Provincia per riconoscere specie, sesso ed età.

da Pietro Cacciatore 21/06/2017 14.13

Re:Sentenza controllo fauna, Fidc Umbria "intervenga Conferenza Stato - Regioni"

MI DITE PER FAVORE PERCHE' NOI CACCIATORI CI DOBBIAMO SENTIRE RESPONSABILI DEI DANNI ALLE COLTURE NEI MESI DELLA STAGIONE VENATORIA?

da mariolino 21/06/2017 13.00

Re:Sentenza controllo fauna, Fidc Umbria "intervenga Conferenza Stato - Regioni"

JURE : un conto era la Selezione (S maiuscola) di un tempo e un conto è la selezione di ora (esse minuscola).Per non parlare poi della immane cagata della legge obiettivo.Plauso alla Corte che li rimetterà un pò tutti in carreggiata.

da Toscano 21/06/2017 10.59

Re:Sentenza controllo fauna, Fidc Umbria "intervenga Conferenza Stato - Regioni"

Con atc comprensori riserve e balle varie si sono create dei veri latifondi a uso di pochi le specie opportuniste che prima erano mantenute sotto controllo dai cacciatori " a tutto tondo" si sono ampliate perché gli specialisti se ne infischiano dei nocivi, io per primo .. Sono un migratorista .. Ma i presidi per pochi hanno questo effetto.. Gran cosa la 157 ahahahaha

da Pio 21/06/2017 8.33

Re:Sentenza controllo fauna, Fidc Umbria "intervenga Conferenza Stato - Regioni"

Babilonia,guarda che il contenimento non è azione venatoria.....la caccia di selezione invece può svolgersi per legge in periodi differenti da quanto stabilito dalla 157'ovvero 1 settembre 31 gennaio.Credo quindi dovrai rassegnarti a vedere ancora tanti cacciatori di selezione a caccia a Giugno ,o a marzo

da Jure 21/06/2017 0.47

Re:Sentenza controllo fauna, Fidc Umbria "intervenga Conferenza Stato - Regioni"

Che è ora di modificare in toto la 157/92, se nè è accorta anche la fidc,MIRACOLO!!!!

da Fucino Cane 21/06/2017 0.35

Re:Sentenza controllo fauna, Fidc Umbria "intervenga Conferenza Stato - Regioni"

Finalmente è finita la babilonia, la caccia si deve aprire a settembre e chiudere a gennaio, cosi come era non se ne poteva più, tutti a caccia e tutti i giorni dell'anno per risolvere i problemi creati da FIDC con i cinghiali nelle strade e soprattutto, tanti per loro, nel congelatore.

da ERA ORA CHE FINIVA LA BABILONIA 20/06/2017 22.22

Re:Sentenza controllo fauna, Fidc Umbria "intervenga Conferenza Stato - Regioni"

Disse il merlo al tordo....sentirai il botto se non sei sordo.

da Carlo rm1 20/06/2017 19.21

Re:Sentenza controllo fauna, Fidc Umbria "intervenga Conferenza Stato - Regioni"

BISOGNA CONSIDERARE CHE QUANDO E' STATA EMANATA LA LEGGE 157 NON C'ERA IL PROBLEMA DELLE SPECIE OPPORTUNISTE SEMPLICEMENTE PERCHE' NON C'ERANO!NON C'ERANO I CINGHIALI NE'LE CORNACCHIE NE'GAZZE NE' NUTRIE NE' STORNI CHE NON ERANO STANZIALI ED IN COSI'IMPRESSIONANTE NUMERO ED IL LEGISLATORE AVEVA PREVISTO PER I CONTROLLI CHE AVEVANO LUOGO SOLO IN CASI ECCEZIONALI E PRATICAMENTE NON SI EFFETTUAVANO MAI SOLO I CORPI DI POLIZIA!PER QUESTO NON ERA STATA PREVISTA LA PRESENZA DEI CACCIATORI AUTORIZZATI I QUALI OGGI SONO GLI UNICI CHE POSSONO INTERVENIRE CON EFFICACIA ED A COSTO ZERO SIA DI MUNIZIONI SIA DI TEMPO!

da mariolino 20/06/2017 19.04

Re:Sentenza controllo fauna, Fidc Umbria "intervenga Conferenza Stato - Regioni"

INFATTI SI PARLA DI INTEGRARE LE LEGGI METTENDO TRA LE FIGURE CHE POSSONO PRATICARE IL CONTENIMENTO DELLE SPECIE PROBLEMATICHE I CACCIATORI PERDIPIU' A COSTO ZERO!

da mariolino 20/06/2017 18.16

Re:Sentenza controllo fauna, Fidc Umbria "intervenga Conferenza Stato - Regioni"

In fidc devono essere idioti ,visto che la 157 parla chiaro e la corte costituzionale ,non ha fatto altro che far applicare la legge

da Ghigo 20/06/2017 17.42

Re:Sentenza controllo fauna, Fidc Umbria "intervenga Conferenza Stato - Regioni"

PRIMA O POI DOVRANNO RICONOSCERE CHE LA CINQUANTENNALE POLITICA AMBIENTALISTA SEGUITA DA QUESTI INCOMPETYENTI POPULISTI È COMPLETAMENTE FALLITA. DOVRANNO INVENTARE IL "NUOVO" MESTIERE DI CACCIATORE, PAGANDO PROFUMATAMENTE GLI OPERATORI. E FINALMENTE AVREMO DI NUOVO I GIOVANI FRA LE NOSTRE FILA. E' LA CONSEGUENZA ANCHE DI UNA LUNGHISSIMA INSIPIENZA DEI DIRIGENTI VENATORI, CHE NON HANNO FATTO ALTRO CHE SEGUIRE LA CORRENTE DI UN POPOLO CHE INESORABILMENTE IN QUESTI CINQUANT'ANNI E' INVECCHIATO CON LA PANCIA SEMPRE PIÙ GONFIA. EGOISTI!

da ALLAVIACOSÌ 20/06/2017 17.26