Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Simone Billi (Lega): "la caccia fa bene all'ambiente"Vignale: "Piemonte Regione no caccia?"CCT: bilancio positivo all'Assemblea GeneraleUmbria: presentata bozza Calendario Venatorio 2018 - 2019Legge caccia Piemonte, diretta dal Consiglio regionalePiemonte, si inizia a parlare di caccia. Fidc mobilita i cacciatoriBerlato: Corte Costituzionale respinge ricorso su vigilanza venatoria Rolfi: “contenimento cinghiale, già al lavoro”Calendario Marche: la caccia al cinghiale parte primaArezzo, protesta sulla mancata vigilanza venatoriaLibera Caccia Toscana: proposte per il calendario venatorioTraguardo Internazionale per il Club del ColombaccioCampania: proposte migliorative sul calendario venatorio 2018 - 2019Sicilia: stanziati duecento mila euro per il coniglio selvaticoEnalcaccia Arezzo: corsi per cacciatori, iscrizioni aperteAlessio Piana tra gli amici di BigHunterTrento: nessuna limitazione per la caccia al cinghialeStefania Craxi: "il cinghiale, la mia passione"Anlc Piemonte: ecco perchè saremo in piazza l'8 giugnoSardegna. Cpa dice no agli AtcAnnotazione tesserino, Marras "la normativa deve essere chiara"Ok al Piano straordinario cinghiali nel Parco dei Gessi BolognesiLe novità sulla caccia in deroga in LombardiaCalendario Venatorio Marche: le proposte di FidcAnuu, la Giornata del Verde Pulito in LombardiaTesserino venatorio: approvata mozione in ToscanaGiulia La Cava, a caccia con i segugi. "Non c'è emozione più forte"Secondo anno per il progetto Lepre in SiciliaReggio Emilia: operativo controllo del cinghialeIn Spagna 100 mila cacciatori in piazza per pretendere rispettoToscana. Danni a scacchiera8 giugno. Manifestazione dei cacciatori a TorinoCambio di statuto per il Sindacato Venatorio ItalianoCaccia in deroga, Lombardia approva richiesta da inviare ad IspraPiemonte, partita caccia di selezione al cinghaleLazio, riunito nuovo Comitato Faunistico VenatorioCampania, ecco la bozza del Calendario Venatorio 2018 - 2019Anlc Umbria, proposte per il calendario venatorio 2018 - 2019Aria Nuova in Ekoclub PistoiaCinghiale: Fidc Umbria ricostituisce settorialeBERGAMO. REVOCATI I DIVIETI PER L’AVIARIABRESCIA. CORSO PER IL TRATTAMENTO CARNI DI SELVAGGINATOSCANA. CCT, REMASCHI E LEGGE OBIETTIVOToscana, ok mozione Pd per braccata nelle aree protetteLegge 157/92: ecco la proposta Caretta per la riforma della caccia CCT, ungulati? Puntare sul controllo come fa AlessandriaDepositata PdL Cirielli per la modifica della 157/92La caccia ai giovani: Yuri D'Onofrio “stiamo uniti”Lombardia, Massardi alla prima seduta annuncia impegno per la cacciaReport gestione ungulati Toscana, Remaschi "la legge funziona"Liguria, M5S chiede divieto per 4 specie cacciabiliAnuu, 60 anni di storia e tradizioniA Bergamo primo concorso sul cinghiale per aspiranti chefCinghiale, Emilia Romagna: ok a calendario venatorio 2018 - 2019 Emilia Romagna. Contrarietà della Lega sul calendario venatorio Piemonte: nuovi criteri per i Comitati di Atc e CaCastellani rieletto alla guida dell'Anuu MigratoristiMolise. Di Pietro "fondi trasferiti agli Atc"In Regione Bruzzone lascia il testimone ad Alessandro PianaDdl caccia Piemonte. Le osservazioni di AnlcFidc Marche, storno: nessuna preoccupazione per la sentenzaOffese contro cacciatori e Remaschi, la condanna della CCTIl Governatore De Luca ad Hunting Show SudCampania. Proposte al Calendario Venatorio 2018-2019 Torbjörn Larsson è il nuovo presidente dell'Alleanza dei cacciatori nordiciStorno. La Corte impallina la Regione MarcheLa Caretta presenta modifiche alla 157Spagna. I cacciatori manifestano per la cacciaDanni fauna selvatica. CCT chiede risposte urgenti a RemaschiCinghiali. Coldiretti Torino chiede azioni rapide I cacciatori francesi rilancianoIniziativa FIdC Bergamo. I ragazzi cuochi del “Galli” alle prese col cinghialePiacenza: successo della cena del pompiere-cacciatoreExpoRiva. Manifesto a sostegno della cacciaPiemonte. Al via caccia di selezione al cinghialeUmbria. Convenzione tra Regione e Carabinieri forestaliLombardia, Fabio Rolfi Assessore alla cacciaPer il Governo legittima proroga Pfv Veneto Capriolo: le proposte della Libera Caccia di PistoiaTar Torino, controllo cinghiali: "metodi ecologici derogabili"Toscana: respinta mozione 5 Stelle per la sospensione della cacciaAnuu Campania, riconfermato Presidente ParvoloCon la sua cucina di caccia, Fabrizia Meroi è Chef donna 2018Lombardia: ecco cosa si aspettano i cacciatori dalla nuova GiuntaCaccia Ungulati. Da Siena le nuove proposte della CCT Basilicata: "Aprire un tavolo per la caccia nei Parchi"Abruzzo, Febbo "cinghiali, confusione in Regione"Caretta "costituito Intergruppo parlamentare per la cultura rurale"Greenpeace, precisazioni su partecipazione a ExpoRivaPuglia, rimandato esame ddl fauna selvatica Caretta "il M5S sulla caccia ha gettato la maschera"Ungulati Toscana, "nel 2017 meno abbattimenti, più incidenti stradali"Fauna in difficoltà. Intervengono i cacciatoriAmiche di BigHunter, Yamila B.: "movimenti anticaccia specchio di una società in crisi"Anuu, agricoltura "un modello da riformare?"Calabria: incontro sulle modifiche alla legge sulla cacciaExpoRiva Caccia Pesca Ambiente: + 5% di visitatoriFidc Pordenone presenta gli studi sulle migrazioniBraia: abbattimento cinghiali tutto l'anno è realtà in Basilicata

News Caccia

Controllo cinghiale Parco Colli: Pan risponde a Zanoni


giovedì 4 maggio 2017
    

A quanto affermato nell’articolo apparso sul Mattino di Padova dal titolo “Zanoni (Pd): Il piano va contro la legge e l’Europa”, risponde l’assessore regionale all’agricoltura e alla caccia.
 
“Innanzitutto non si tratta di un calendario venatorio, ovvero non si tratta di caccia ma di interventi di contenimento e controllo numerico di una specie dannosa; il passaggio in Terza Commissione per il Piano Triennale di controllo del cinghiale invocato dal consigliere regionale – precisa l’assessore - non è previsto per legge; il parere consultivo della commissione consiliare competente è previsto solo nel caso di piani regionali pluriennali complessivi (di norma quinquennali), che comprendano cioè più specie di fauna selvatica. Quello approvato dalla Giunta regionale la scorsa settimana è invece un piano di dettaglio, che interessa solo ed esclusivamente, nell’arco di un triennio, il controllo della presenza e dei danni provocati dal cinghiale”.
 
Il Piano non viola la legge nazionale sui parchi – aggiunge - che prevede la possibilità di attuare interventi anche di abbattimento selettivo necessari per ricomporre squilibri ecologici accertati dall’Ente gestore; gli abbattimenti possono essere realizzati da personale d’istituto e da persone espressamente autorizzate dall’Ente parco stesso. Non viola nemmeno la legge regionale n. 40/1984, che all’articolo 20 prevede la possibilità, anche tramite abbattimento, di ricomporre fenomeni degenerativi di specie e di sovrappopolamento; inoltre, con l’articolo 9 della L. R. n. 4/2015 - Disposizioni in materia di aree naturali protette regionali - si prevede che “L’ente parco che abbia regolamentato i prelievi faunistici e gli abbattimenti selettivi necessari per ricomporre squilibri ecologici, può autorizzare i soggetti privati residenti nel territorio del parco che abbiano riscontrato danni nel proprio fondo a dotarsi di specifici chiusini, secondo le modalità e con le procedure definite dall’ente parco medesimo”. In pratica, il Piano non apre alla caccia nei parchi e non apre ai cacciatori nei parchi; il Piano vuole solo mettere a regime, in uno stesso quadro e con uno stesso livello di approccio e di intensità, il controllo della specie in tutto il territorio regionale, sia in aree protette che nel restante territorio: lo stesso ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, istituto di riferimento nazionale afferente al Ministero dell’Ambiente), in vari pareri e nell’ambito di specifiche audizioni presso le Commissioni Parlamentari di Camera e Senato, ha più volte ribadito la necessità di un approccio coordinato e coerente tra diverse aree del territorio regionale.
 
“Infine – puntualizza ancora l’assessore - il richiamo al Regolamento (UE) n. 1143/2014 non è pertinente: la specie Sus scrofa L. non rientra nell’elenco delle specie esotiche invasive a cui fa riferimento il regolamento. Quanto alle problematiche connesse all’uso dell’arco, lo stesso rischio di ferire solamente l’animale è rinvenibile anche con l’uso dell’arma da fuoco; il Piano prevede tutte le modalità per evitare ogni inutile sofferenza, tra cui il controllo due volte al giorno dei chiusini o, nel caso di ferimento del capo, l’attivazione delle usuali procedure di recupero del capo da parte di squadre di operatori e cani specializzati, come avviene del resto anche nell’ambito dei piani di prelievo in selezione di ungulati. In riferimento al tema dell’impatto delle misure previste dal Piano sulla specie target e sulle altre specie, è sufficiente rilevare come l’ISPRA, nel suo parere, non abbia ritenuto di inserire nulla in termini di vincoli e prescrizioni attuative e vincolanti al Piano”.
 

Leggi tutte le news

0 commenti finora...