HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
  Cerca
Lombardia. Deroghe: Regione chiede parere a ISPRA Svizzera. Stop alla caccia nelle tane FIdC Brescia. Rinnovo dei comitati di gestione Arezzo. Corso per iscrizione albo regionale caccia al cinghiale Abruzzo. Pronto il nuovo regolamento prelievo ungulati Il coraggio dell'avventura FIdC Siena. Al via nuovi corsi rivolti ai cacciatori Molise. Di Pietro, incontro con i Presidenti ATC Grosseto. Nuove procedure per l'iscrizione all'Atc Valle D'Aosta. Elezioni per il Comitato regionale gestione venatoria Francia. Firmato accordo tra Oise e cacciatori CIC International. Simposio internazionale della caccia a Montreux Reggio Emilia. Proposte per la gestione degli ungulati Veneto. Guardie zoofile non possono esercitare vigilanza venatoria con solo decreto prefettizio Perugia. L'Atc 2 porta gli alunni delle scuole sulle tracce della fauna selvatica Atc RA3 dona ad Accumuli 1.500 euro Anuu: “Il buon senso arriva dall’Europa” Amiche di BigHunter, Eleonora Peruzzi: “la caccia e il cane, una cosa sola” Fidc Umbria: il futuro delle specie selvatiche passa anche dall’attività venatoria Calendario venatorio Emilia Romagna: tordi fino al 31 gennaio Lupo: il Veneto uscirà dal Progetto Life WolfAlps Nulla di fatto sulla caccia in deroga in Lombardia Bruzzone su Radio 24: "Spiegare la caccia nelle scuole in maniera onesta" Molise: Giunta istituisce la caccia di selezione Obbligo segnatura tesserino migratoria, Commissione UE: Diritto UE non lo prevede Caccia argomento didattico? Bruzzone a Radio 24 Piemonte: approvato calendario venatorio 2017 - 2018 Animalisti e caccia: in tv la Innocenzi non soddisfa le attese CONGRESSO IUGB. ACCETTATI DUE LAVORI DELL’UFFICIO AVIFAUNA FIDC Briano e l'Intergruppo presentano risoluzione su Piano d'azione delle Direttive Natura Fidc Rieti rilancia dopo le difficoltà post terremoto Molise: da Consulta venatoria ok a calendario venatorio 2017 - 2018 Emergenza cinghiali, Bruzzone: "aumentare il numero dei cacciatori" Ad "Animali come noi" si parla di caccia Guardia uccisa a Portomaggiore: amava la caccia e la natura Sammuri, testo della Legge 394 esce ulteriormente migliorato SIFaP-FederFauna, Bonciolini: ''Basta diffamare la Falconeria'', esposto in Procura Regione Toscana: approvato nuovo regolamento caccia BigHunter Giovani. Francesco Pucci: "la caccia ci rende più responsabili" Tordi, Libera Caccia: "nulla di nuovo sui pareri Ispra" FIDC: TAR MARCHE RIGETTA IN TOTO IL RICORSO AL CV REGIONALE Rappresentanti cacciatori negli Atc: diffida alla dirigente Bonomo Sicilia. Buone prospettive per il calendario venatorio Lombardia: proposta Magoni sull'addestramento cani In Inghilterra una scuola insegna a sparare e scuoiare animali ai bambini Genova, i cinghiali catturati scappano dal Cras dell'Enpa: “non siamo noi la soluzione” Coldiretti: in Italia oltre un milione di cinghiali Dieci giorni in più per la caccia ai tordi Tesserino venatorio sullo smartphone, in Toscana presentata l'App Caccia e bracconaggio, Fidc: l'accostamento è improprio Lega Nord Emilia Romagna: ora posticipare chiusura caccia al tordo Acma: chiarimenti dal Ministero sui richiami vivi Dopo due anni la Regione rinnova le Commissioni d'esame in Campania Arci Caccia pubblica il nuovo statuto della CCT APPROVATO IN CONFERENZA STATO REGIONI PIANO ANTI BRACCONAGGIO "Troppo pochi i cinghiali abbattuti": Biella rimprovera i propri selettori Lombardia: stagione a rischio per gli aspiranti nuovi cacciatori Atc Brescia: limite di tre giorni per la stanziale, "ecco perchè è sbagliato" A Spoleto un dibattito sulla selvaggina nobile stanziale Pisa: Atc bloccato dalle dimissioni del Comitato di Gestione Toscana: in Consiglio regionale una mozione sugli storni Coldiretti Lombardia: emergenza nutrie non si vuole risolvere In Puglia ambientalisti chiedono commissariamento Atc DATE DI MIGRAZIONE DEI TURDIDI. ISPRA MODIFICA LA SUA VALUTAZIONE Ispra nega ancora le deroghe per storno, fringuello e peppola Virgilio Bertagnoli "la pirografia e la beccaccia le mie passioni" Emilia Romagna: parere favorevole su calendario venatorio 2017 - 2018 Veneto: no alla conversione in Parco delle aree Natura 2000 Caccia cinghiale Umbria: confermato divieto di iscrivere nuove squadre Sabatini: "Calendario Lazio affronti emergenza cinghiali" Fondazione Una: svolto incontro a Bergamo su progetto Selvatici e Buoni In Toscana nasce la Consulta del Padule di Fucecchio In Piemonte Vivifauna promuove caccia, turismo e prodotti locali L'essenza della caccia nel racconto di un alunno di terza media La Fenaveri alla Fiera della Caccia di Ariano Irpino Tempo d'esami per i cacciatori toscani Nuovo statuto per la Libera Caccia LEGGE PARCHI E AREE CONTIGUE. Da Realacci ai Cinque Stelle Amiche di BigHunter, Maria Nagy “a caccia con etica” Basilicata: ok al Piano di controllo per la Provincia di Matera Parco Colli, la Regione "incrementeremo gli abbattimenti reclutando cacciatori" L'AIW sempre in più Atc a tutela anche dei diritti di caccia Campania: sancita unità e proposta condivisa Calendario venatorio Confavi "ribelliamoci allo scempio della Riforma sulle Aree Protette" LEGGE SUI PARCHI. INGLOBATE LE AREE CONTIGUE Chiude in positivo ExpoRiva Fidc Piemonte ringrazia i cacciatori scesi in piazza

News Caccia

Guardia uccisa a Portomaggiore: amava la caccia e la natura


lunedì 10 aprile 2017
    

Valerio Verri, la guardia ambientale uccisa sabato scorso durante un servizio di vigilanza, era un cacciatore. Lo descrivono così gli amici di sempre, raggiunti dai microfoni del Tg4. L'omicidio è avvenuto durante un servizio di pattuglia antibracconaggio sulla provinciale Mondonuovo a Trava di Portomaggiore, nel Ferrarese, zona di acquitrini e pianura.
 
Il sospettato è stato fermato dalle due guardie (Verri, volontario Legambiente, si trovava insieme alla guardia provinciale Marco Ravaglia), per un abituale controllo. Non potevano immaginare di trovarsi al cospetto di Igor Vaclavic, in fuga da giorni dopo l'omicidio del barista Davide Fabbri. Un criminale violento insomma, con numerosi altri capi di imputazione alle spalle, già due volte espulso dall'Italia, dove però è rimasto per compiere i suoi delitti. L'assassino, sentitosi braccato dai due, ha disarmato la guardia provinciale ed aperto subito il fuoco, uccidendo con con la sua pistola Verri e ferendo Ravaglia.

Tutti a Portomaggiore, dice il Tg4 lo ricordano come una persona per bene, che amava la natura e per questo si è sacrificato. “Aveva la passione per la caccia, era un ambientalista” dice un amico. “Era un appassionato di caccia e faceva anche il volontario qui attorno” dice un altro. In realtà da qualche tempo non praticava più questa sua grande passione, si apprende dal Corriere della Sera, a causa di un infortunio ad un ginocchio. Non riusciva più a camminare per molte ore ed aveva così pensato di rendersi utile come guardia volontaria.
“Valerio era una persona speciale, sempre disponibile, generoso, quando poteva raccoglieva fondi per altre associazioni di volontariato” ricorda Sandro Righetti, della sezione di Federcaccia di Portomaggiore.
 
Lui, da pensionato e amante dell'ambiente, svolgeva quindi il suo servizio contro i bracconieri per passione, come fanno in tutta Italia molti altri cacciatori, contribuendo attivamente alla protezione della fauna. E' morto mentre faceva il suo dovere di cittadino impegnato.  

Leggi tutte le news

14 commenti finora...

Re:Guardia uccisa a Portomaggiore: amava la caccia e la natura

ho letto tutti i commenti...... molti a mio parere deliranti, scritti da persone che non hanno la minima idea di cosa voglia dire trovarsi in una situazione critica,... si permettono di dare giudizi solonici dall'alto della loro esperienza (maturata sul divano davanti alla tv mentre guardano il solito film americano dove il duro di turno abbatte come birilli i cattivi di turno)...pregate il padreterno che non vi capiti mai perché credo che in quel momento ....sareste voi che vorreste trovarvi davanti al caminetto

da bughiu 11/04/2017 16.32

Re:Guardia uccisa a Portomaggiore: amava la caccia e la natura

Condoglianze ai famigliari dela guardia uccisa. Mah questo delinquente NON ERA STATO ESPULSO???

da Il Nibbio 10/04/2017 20.38

Re:Guardia uccisa a Portomaggiore: amava la caccia e la natura

pardon, il commento precedente si riferiva alla trasmissione televisiva

da ZERO ASSOLUTO + breton INOX 10/04/2017 19.07

Re:Ad "Animali come noi" si parla di caccia

Non so cosa succederà una cosa è certa ci faremmo MOLTO meno male a lanciare un mattone in aria e darci di testa

da ZERO ASSOLUTO + breton INOX 10/04/2017 18.13

Re:Guardia uccisa a Portomaggiore: amava la caccia e la natura

non per essere polemico ma le armi vanno date solo a Polizia e Carabinieri che le sanno usare il resto deve stare a casa attorno al fuoco a mangiare le castagne!

da pino 10/04/2017 15.55

Re:Guardia uccisa a Portomaggiore: amava la caccia e la natura

ATTIVITÀ DA FAR SVOLGERE SOLO A CHI DI PROFESSIONE HA FATTO O FA IL POLIZIOTTO CARABINIERE FINANZIERE O COMUNQUE POLIZIA GIUDIZIARIA.

da Giacomo 10/04/2017 14.28

Re:Guardia uccisa a Portomaggiore: amava la caccia e la natura

Cicalone 61: semplicemente dovevano essere 2 guardie provinciali, ma stiamo scherzando viene concesso di farsi accompagnare da un volontario inerme in un attivita di polizia giudiziaria solo perche non c'e' personale della ex provincia.

da Mino 51 10/04/2017 14.15

Re:Guardia uccisa a Portomaggiore: amava la caccia e la natura

Mino 51 se avesse avuto un arma la cosa non sarebbe poi cambiata di molto, visto che la guardia provinciale che era con lui e' stata ferita e disarmata, il fatto e' che non puoi mai essere pronto ad una aggressione a un posto di blocco, tu non sai le intenzioni di chi fermi mentre il fermato sa benissimo come comportarsi nei tuoi confronti....Onore al nostro collega ammazzato da un bastardo nell'adempimento di quello in cui credeva

da Cicalone61 10/04/2017 14.00

Re:Guardia uccisa a Portomaggiore: amava la caccia e la natura

MA CHE ANDAVANO GIRANDO?MA NON SAPEVANO CHE IN CIRCOLAZIONE C'ERA UNA BELVA CHE UCCIDEVA SENZA PIETA'?E' INCREDIBILE POI CHE QUELLO CHE ERA ARMATO INVECE DI SPARARE LUI SI E' FATTO PRENDERE LA PISTOLA COSI' CHE OLTRE AL DANNO ANCHE LA BEFFA!PURTROPPO CON RISPETTO PER IL MORTO DEVO DIRE CHE LA GENTE ASSOLUTAMENTE IMPREPARATA PER CERTI SERVIZI E' MEGLIO CHE SE NE STIA A CASA ACCANTO AL FUOCO!

da mariolino 10/04/2017 13.09

Re:Guardia uccisa a Portomaggiore: amava la caccia e la natura

quando ci fermano a noi li vogliamo disarmati quando fermano gli altri li vogliamo armati condoglianze alla famiglia, ma non credo che un tesserato legambiente sia stato anche cacciatore

da R.I.P. 10/04/2017 12.38

Re:Guardia uccisa a Portomaggiore: amava la caccia e la natura

Bios e Zero avete scritto quello che sommariamente intendevo io, condivido, li quella persona non doveva proprio esserci.

da Mino 51 10/04/2017 12.34

Re:Guardia uccisa a Portomaggiore: amava la caccia e la natura

Mi associo alle condoglienze, preferisco non commentare l'accaduto voglio sperare che non ci sia un'ipotetica estensione del porto d'armi ( arma corta, come in passato per guardiapesca )per i volontari ( non stò ad elencare le sigle delle associazioni protezionistiche ( de chè????) viglianza ittica/venatoria ai carabinieri - assistenza ai senza tetto o in caso di calamità ai volontari

da ZERO ASSOLUTO + breton INOX 10/04/2017 12.23

Re:Guardia uccisa a Portomaggiore: amava la caccia e la natura

Ovviamente occorre rispetto e cordoglio assoluto di fronte a una tragedia. però la cosa da far notare a questure e prefetture credo non sia il fatto che una persona che svolga tale servizio sia disarmata, ma PERCHE' servizi così potenzialmente delicati e pericolosi sono svolti da persone non addestrate, inadeguate e senza esperienza? come fa un pensionato o un volontario qualsiasi saper gestire eventuali situazioni ad alto rischio??..quando per poter entrare in una qualunque forza dell'ordine occorrono requisiti fisici minimi, età...ecc.....come fa?? e comuqnue in questo caso era accompagnato da una guarda provinciale armata, alla quale è stata anche sottratta la pistola per sparare al malcapitato stesso a quanto pare, è un caso limite. Ma credo che questa storia del volotariato sia diventata oramai un modo per le amministrazione di risparmiare in termini di assunzioni e ci ritroviamo un essercito di volontari, con tutta la buona volontà, anche ammirevole, ma spesso assolutamente non in grado di svolgere le mansioni assegnate a meno che non sia semplice compilazione di verbali (e purtroppo a volte neanche quella)

da bios 10/04/2017 12.06

Re:Guardia uccisa a Portomaggiore: amava la caccia e la natura

NO VOGLIO COMMENTARE LA PERSONA (GUARDIA/CACCIATORE/AMBIENTALISTA) PER RISPETTO ASSOLUTO DI FRONTE ALLA MORTE.MA UNA COSA VA FATTA NOTARE ALLE NOSTRE PREFETTURE/QUESTURE:COME MAI UNA PERSONA CHE SVOLGE TALE SERVIZIO E' DISARMATA? SAREBBE IL MOMENTO DI FARE CHIAREZZA SUI COMPITI DELLE GUARDIA VOLONTARIE.CONDOGLIANZE AI FAMILIARI

da Mino 51 10/04/2017 11.40