HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
  Cerca
Lombardia. Deroghe: Regione chiede parere a ISPRA Svizzera. Stop alla caccia nelle tane FIdC Brescia. Rinnovo dei comitati di gestione Arezzo. Corso per iscrizione albo regionale caccia al cinghiale Abruzzo. Pronto il nuovo regolamento prelievo ungulati Il coraggio dell'avventura FIdC Siena. Al via nuovi corsi rivolti ai cacciatori Molise. Di Pietro, incontro con i Presidenti ATC Grosseto. Nuove procedure per l'iscrizione all'Atc Valle D'Aosta. Elezioni per il Comitato regionale gestione venatoria Francia. Firmato accordo tra Oise e cacciatori CIC International. Simposio internazionale della caccia a Montreux Reggio Emilia. Proposte per la gestione degli ungulati Veneto. Guardie zoofile non possono esercitare vigilanza venatoria con solo decreto prefettizio Perugia. L'Atc 2 porta gli alunni delle scuole sulle tracce della fauna selvatica Atc RA3 dona ad Accumuli 1.500 euro Anuu: “Il buon senso arriva dall’Europa” Amiche di BigHunter, Eleonora Peruzzi: “la caccia e il cane, una cosa sola” Fidc Umbria: il futuro delle specie selvatiche passa anche dall’attività venatoria Calendario venatorio Emilia Romagna: tordi fino al 31 gennaio Lupo: il Veneto uscirà dal Progetto Life WolfAlps Nulla di fatto sulla caccia in deroga in Lombardia Bruzzone su Radio 24: "Spiegare la caccia nelle scuole in maniera onesta" Molise: Giunta istituisce la caccia di selezione Obbligo segnatura tesserino migratoria, Commissione UE: Diritto UE non lo prevede Caccia argomento didattico? Bruzzone a Radio 24 Piemonte: approvato calendario venatorio 2017 - 2018 Animalisti e caccia: in tv la Innocenzi non soddisfa le attese CONGRESSO IUGB. ACCETTATI DUE LAVORI DELL’UFFICIO AVIFAUNA FIDC Briano e l'Intergruppo presentano risoluzione su Piano d'azione delle Direttive Natura Fidc Rieti rilancia dopo le difficoltà post terremoto Molise: da Consulta venatoria ok a calendario venatorio 2017 - 2018 Emergenza cinghiali, Bruzzone: "aumentare il numero dei cacciatori" Ad "Animali come noi" si parla di caccia Guardia uccisa a Portomaggiore: amava la caccia e la natura Sammuri, testo della Legge 394 esce ulteriormente migliorato SIFaP-FederFauna, Bonciolini: ''Basta diffamare la Falconeria'', esposto in Procura Regione Toscana: approvato nuovo regolamento caccia BigHunter Giovani. Francesco Pucci: "la caccia ci rende più responsabili" Tordi, Libera Caccia: "nulla di nuovo sui pareri Ispra" FIDC: TAR MARCHE RIGETTA IN TOTO IL RICORSO AL CV REGIONALE Rappresentanti cacciatori negli Atc: diffida alla dirigente Bonomo Sicilia. Buone prospettive per il calendario venatorio Lombardia: proposta Magoni sull'addestramento cani In Inghilterra una scuola insegna a sparare e scuoiare animali ai bambini Genova, i cinghiali catturati scappano dal Cras dell'Enpa: “non siamo noi la soluzione” Coldiretti: in Italia oltre un milione di cinghiali Dieci giorni in più per la caccia ai tordi Tesserino venatorio sullo smartphone, in Toscana presentata l'App Caccia e bracconaggio, Fidc: l'accostamento è improprio Lega Nord Emilia Romagna: ora posticipare chiusura caccia al tordo Acma: chiarimenti dal Ministero sui richiami vivi Dopo due anni la Regione rinnova le Commissioni d'esame in Campania Arci Caccia pubblica il nuovo statuto della CCT APPROVATO IN CONFERENZA STATO REGIONI PIANO ANTI BRACCONAGGIO "Troppo pochi i cinghiali abbattuti": Biella rimprovera i propri selettori Lombardia: stagione a rischio per gli aspiranti nuovi cacciatori Atc Brescia: limite di tre giorni per la stanziale, "ecco perchè è sbagliato" A Spoleto un dibattito sulla selvaggina nobile stanziale Pisa: Atc bloccato dalle dimissioni del Comitato di Gestione Toscana: in Consiglio regionale una mozione sugli storni Coldiretti Lombardia: emergenza nutrie non si vuole risolvere In Puglia ambientalisti chiedono commissariamento Atc DATE DI MIGRAZIONE DEI TURDIDI. ISPRA MODIFICA LA SUA VALUTAZIONE Ispra nega ancora le deroghe per storno, fringuello e peppola Virgilio Bertagnoli "la pirografia e la beccaccia le mie passioni" Emilia Romagna: parere favorevole su calendario venatorio 2017 - 2018 Veneto: no alla conversione in Parco delle aree Natura 2000 Caccia cinghiale Umbria: confermato divieto di iscrivere nuove squadre Sabatini: "Calendario Lazio affronti emergenza cinghiali" Fondazione Una: svolto incontro a Bergamo su progetto Selvatici e Buoni In Toscana nasce la Consulta del Padule di Fucecchio In Piemonte Vivifauna promuove caccia, turismo e prodotti locali L'essenza della caccia nel racconto di un alunno di terza media La Fenaveri alla Fiera della Caccia di Ariano Irpino Tempo d'esami per i cacciatori toscani Nuovo statuto per la Libera Caccia LEGGE PARCHI E AREE CONTIGUE. Da Realacci ai Cinque Stelle Amiche di BigHunter, Maria Nagy “a caccia con etica” Basilicata: ok al Piano di controllo per la Provincia di Matera Parco Colli, la Regione "incrementeremo gli abbattimenti reclutando cacciatori" L'AIW sempre in più Atc a tutela anche dei diritti di caccia Campania: sancita unità e proposta condivisa Calendario venatorio Confavi "ribelliamoci allo scempio della Riforma sulle Aree Protette" LEGGE SUI PARCHI. INGLOBATE LE AREE CONTIGUE Chiude in positivo ExpoRiva Fidc Piemonte ringrazia i cacciatori scesi in piazza

News Caccia

BigHunter Giovani. Francesco Pucci: "la caccia ci rende più responsabili"


venerdì 7 aprile 2017
    

Francesco Pucci studia veterinaria presso l'Università Statale di Milano, dove si è trasferito da Cirò Marina, in Calabria. La sua passione per la caccia e per i cani è tale che, a soli 22 anni gestisce già un allevamento di setter inglesi.

“Per me – dice – è una cosa indescrivibile ed è ciò che auguro a tutti i ragazzini. Se la incontri ti fa diventare più responsabile e determinato nella vita. Quando si ha una passione simile non si pensa neanche lontanamente alle cattive abitudini. Vissuta  poi nel modo in cui l'ho vissuta io, si apprezza tutto ciò che si trova in natura, rispettando il selvatico abbattuto e amando il bosco e il suo circondario”. “Ma le associazioni venatorie -  dice -, dovrebbero fare di più per incentivare i giovani, a cominciare dal lasciargli maggiori spazi”.

Fin da bambino, passo dopo passo

“Premetto che mio padre non è cacciatore, dunque potrei sfatare il mito che solo i figli dei cacciatori seguano questa passione. All'età di 5 anni mio zio ha iniziato a portarmi a caccia, a quei tempi era un assiduo frequentante della caccia al tordo, mi divertiva molto uscire con lui. E' stato capace avvicinarmi a questo mondo misterioso, passo dopo passo, senza mai annoiarmi. Ho vissuto nuove ed entusiasmanti esperienze ad ogni uscita. Poi verso l'età di 14 anni ho iniziato a seguire mio nonno, il quale frequentava una caccia più "nobile ": la caccia alla Beccaccia! Da quel momento ho iniziato a frequentare solo ed esclusivamente questo tipo di caccia , in cui l'amore per il cane ed il rispetto per questo misterioso selvatico mi hanno fatto diventare ad oggi un grande appassionato in questo campo”.

A caccia anche con la fidanzata
 
“Ho una fidanzata di nome Dora, all'inizio ho cercato di spiegarle teoricamente il modo in cui vivevo il mondo della caccia, devo dire che non ha mai esplicitato un minimo disprezzo in nessun modo, anzi! Le ho fatto capire sin da subito il concetto di 'Caccia nobile ed elegante' . Certo , il fatto che anche lei sia cresciuta tra la natura e gli animali mi ha agevolato. Mi fa molto piacere quando viene a caccia, e infatti in questa stagione venatoria è venuta varie volte. Devo dire che spara anche molto bene, non immaginavo fosse così predisposta per il tiro”.

L'allevamento ereditato dal nonno

“Il mio sogno – ci spiega -  é appunto continuare nel mio allevamento di setter inglese, affidatomi da mio nonno (il quale ha proclamato un suo setter campione italiano di lavoro e campione riproduttore). Quindi cercherò di formare un cane con questi titoli giusto per cercare di somigliare in tutti i modi a lui. Ho sempre amato viaggiare con i miei setter, e lavorare viaggiando e cacciando é un qualcosa che mi ispira molto, un mix perfetto direi”.

Il problema del degrado ambientale

"Non credo si possa parlare di salvaguardia dell'ambiente proprio in Italia - dice un po' scoraggiato questo giovane cacciatore -, posto in cui l'abusivismo é alle stelle: boschi  contaminati, disboscamento di alberi secolari, esportazione di selvaggina protetta, bracconaggio
. In questo senso l'Italia é vista più o meno come il paese dei balocchi, non so più se i miei figli in futuro potranno andare a caccia. Anche l'estero è un fattore negativo per me, non é possibile che in Romania si possa cacciare le quaglie senza nessun limite di carniere nel mese di agosto. O in Lituania per quanto riguardale beccacce; e così via per Lettonia, Crimea, Macedonia ecc".

Una giornata speciale

“Ricordo di un giorno pieno di neve, il nonno mi disse di scendere in una vallata e io pensai che stessi solo perdendo tempo. Ma ecco che all’improvviso i 4 cani che erano con me trovarono diverse beccacce, ognuno in un posto differente. Mi sentivo al settimo cielo e capii quanto "la pratica rompe la grammatica”. Avevo letto libri e visto video di ogni genere sull’argomento ma nella caccia alla beccaccia non esiste teoria, bisogna soprattutto viverla assiduamente con amore e con rispetto, soprattutto per questo esemplare unico, la regina del bosco”.


 

 

Leggi tutte le news

2 commenti finora...

Re:BigHunter Giovani. Francesco Pucci: "la caccia ci rende più responsabili"

e bravo ragazzo...io anche ho setter( tre femmine) ina ora in pensione data l'età, Le altre due sorelle fanno tre anni adesso...splendide a caccia, in casa dolci giocherellone,come devono essre i setter. Vai avanti cosi in bocca al lupo. Ciao

da setter' 63 08/04/2017 8.18

Re:BigHunter Giovani. Francesco Pucci: "la caccia ci rende più responsabili"

GENTE SANA, RAGAZZI SPLENDIDI. METTETELI A GOVERNARE LA CACCIA. NE AVREMO SICURI VANTAGGI. A LETTO I PARRUCCONI CHE ORMAI DEI PROBLEMI DELLA CACCIA E DELLA SOCIETA' CONTEMPORANEA NON NE CAPISCONO UN PIFFERO E CONTINUANO A SPROLOQUIARE COME SE FOSSERO IL SEGRETARIO GENERALE DELL'ONU.I

da B. KIM 07/04/2017 17.36