Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Legge caccia Piemonte, diretta dal Consiglio regionaleCCT: bilancio positivo all'Assemblea GeneraleUmbria: presentata bozza Calendario Venatorio 2018 - 2019Piemonte, si inizia a parlare di caccia. Fidc mobilita i cacciatoriBerlato: Corte Costituzionale respinge ricorso su vigilanza venatoria Rolfi: “contenimento cinghiale, già al lavoro”Calendario Marche: la caccia al cinghiale parte primaArezzo, protesta sulla mancata vigilanza venatoriaLibera Caccia Toscana: proposte per il calendario venatorioTraguardo Internazionale per il Club del ColombaccioCampania: proposte migliorative sul calendario venatorio 2018 - 2019Sicilia: stanziati duecento mila euro per il coniglio selvaticoEnalcaccia Arezzo: corsi per cacciatori, iscrizioni aperteAlessio Piana tra gli amici di BigHunterTrento: nessuna limitazione per la caccia al cinghialeStefania Craxi: "il cinghiale, la mia passione"Anlc Piemonte: ecco perchè saremo in piazza l'8 giugnoSardegna. Cpa dice no agli AtcAnnotazione tesserino, Marras "la normativa deve essere chiara"Ok al Piano straordinario cinghiali nel Parco dei Gessi BolognesiLe novità sulla caccia in deroga in LombardiaCalendario Venatorio Marche: le proposte di FidcAnuu, la Giornata del Verde Pulito in LombardiaTesserino venatorio: approvata mozione in ToscanaGiulia La Cava, a caccia con i segugi. "Non c'è emozione più forte"Secondo anno per il progetto Lepre in SiciliaReggio Emilia: operativo controllo del cinghialeIn Spagna 100 mila cacciatori in piazza per pretendere rispettoToscana. Danni a scacchiera8 giugno. Manifestazione dei cacciatori a TorinoCambio di statuto per il Sindacato Venatorio ItalianoCaccia in deroga, Lombardia approva richiesta da inviare ad IspraPiemonte, partita caccia di selezione al cinghaleLazio, riunito nuovo Comitato Faunistico VenatorioCampania, ecco la bozza del Calendario Venatorio 2018 - 2019Anlc Umbria, proposte per il calendario venatorio 2018 - 2019Aria Nuova in Ekoclub PistoiaCinghiale: Fidc Umbria ricostituisce settorialeBERGAMO. REVOCATI I DIVIETI PER L’AVIARIABRESCIA. CORSO PER IL TRATTAMENTO CARNI DI SELVAGGINATOSCANA. CCT, REMASCHI E LEGGE OBIETTIVOToscana, ok mozione Pd per braccata nelle aree protetteLegge 157/92: ecco la proposta Caretta per la riforma della caccia CCT, ungulati? Puntare sul controllo come fa AlessandriaDepositata PdL Cirielli per la modifica della 157/92La caccia ai giovani: Yuri D'Onofrio “stiamo uniti”Lombardia, Massardi alla prima seduta annuncia impegno per la cacciaReport gestione ungulati Toscana, Remaschi "la legge funziona"Liguria, M5S chiede divieto per 4 specie cacciabiliAnuu, 60 anni di storia e tradizioniA Bergamo primo concorso sul cinghiale per aspiranti chefCinghiale, Emilia Romagna: ok a calendario venatorio 2018 - 2019 Emilia Romagna. Contrarietà della Lega sul calendario venatorio Piemonte: nuovi criteri per i Comitati di Atc e CaCastellani rieletto alla guida dell'Anuu MigratoristiMolise. Di Pietro "fondi trasferiti agli Atc"In Regione Bruzzone lascia il testimone ad Alessandro PianaDdl caccia Piemonte. Le osservazioni di AnlcFidc Marche, storno: nessuna preoccupazione per la sentenzaOffese contro cacciatori e Remaschi, la condanna della CCTIl Governatore De Luca ad Hunting Show SudCampania. Proposte al Calendario Venatorio 2018-2019 Torbjörn Larsson è il nuovo presidente dell'Alleanza dei cacciatori nordiciStorno. La Corte impallina la Regione MarcheLa Caretta presenta modifiche alla 157Spagna. I cacciatori manifestano per la cacciaDanni fauna selvatica. CCT chiede risposte urgenti a RemaschiCinghiali. Coldiretti Torino chiede azioni rapide I cacciatori francesi rilancianoIniziativa FIdC Bergamo. I ragazzi cuochi del “Galli” alle prese col cinghialePiacenza: successo della cena del pompiere-cacciatoreExpoRiva. Manifesto a sostegno della cacciaPiemonte. Al via caccia di selezione al cinghialeUmbria. Convenzione tra Regione e Carabinieri forestaliLombardia, Fabio Rolfi Assessore alla cacciaPer il Governo legittima proroga Pfv VenetoCapriolo: le proposte della Libera Caccia di PistoiaTar Torino, controllo cinghiali: "metodi ecologici derogabili"Toscana: respinta mozione 5 Stelle per la sospensione della cacciaAnuu Campania, riconfermato Presidente ParvoloCon la sua cucina di caccia, Fabrizia Meroi è Chef donna 2018Lombardia: ecco cosa si aspettano i cacciatori dalla nuova GiuntaCaccia Ungulati. Da Siena le nuove proposte della CCT Basilicata: "Aprire un tavolo per la caccia nei Parchi"Abruzzo, Febbo "cinghiali, confusione in Regione"Caretta "costituito Intergruppo parlamentare per la cultura rurale"Greenpeace, precisazioni su partecipazione a ExpoRivaPuglia, rimandato esame ddl fauna selvatica Caretta "il M5S sulla caccia ha gettato la maschera"Ungulati Toscana, "nel 2017 meno abbattimenti, più incidenti stradali"Fauna in difficoltà. Intervengono i cacciatoriAmiche di BigHunter, Yamila B.: "movimenti anticaccia specchio di una società in crisi"Anuu, agricoltura "un modello da riformare?"Calabria: incontro sulle modifiche alla legge sulla cacciaExpoRiva Caccia Pesca Ambiente: + 5% di visitatoriFidc Pordenone presenta gli studi sulle migrazioniBraia: abbattimento cinghiali tutto l'anno è realtà in Basilicata

News Caccia

Atc Brescia: limite di tre giorni per la stanziale, "ecco perchè è sbagliato"


martedì 4 aprile 2017
    

Atc unico Brescia Il Comitato di gestione dell'Atc unico di Brescia ha approvato un provvedimento che consentirà di praticare la caccia alla stanziale per soli tre giorni fissi alla settimana fino al primo ottobre. "La motivazione, contenuta nella domanda del quesito che lo stesso ATC ha sottoposto ai suoi tesserati - commenta  in un post su facebook l'ingegnere Filippo Grumi, che è cacciatore- , è la salvaguardia almeno temporanea della selvaggina stanziale dall’eccessiva pressione venatoria dei primi giorni di caccia.

Scrive Grumi: "ritengo questo provvedimento completamente sbagliato per una serie di ragioni, alcune secondo me molto serie:.

Primo, credo che a nessuno sfugga che se prima potevo andare a caccia scegliendo tra 5 giorni, ora dovrò per forza andare in uno di quei tre giorni, la pressione venatoria che prima era diluita in 5 giorni ora si concentrerà in quei 3 giorni, il risultato non sarà molto diverso dall’attuale.

Secondo, il sondaggio proposto dall’ATC ha visto esprimersi 3084 associati e i voti favorevoli sono stati 1683 e contrari 1401. Ho già espresso le mie critiche a questo sondaggio in una lettera all’ATC, sul modo forviante di esprimere i quesiti e sul non aver dato un termine di chiusura del sondaggio, quindi non ci ritorno ma, se consideriamo che gli iscritti all’ATC sono oltre 14.000, si vedrà che la percentuale dei votanti è circa del 20% e solo il 12% dei soci ATC è favorevole a questa scelta, direi che non si può giustificare questa scelta come “volontà della base”.

Terzo, questa decisione è stata presa SENZA avere consultato i delegati (che sono gli ELETTI dei cacciatori) ma solo con il voto in consiglio (dei NOMINATI da associazioni e enti) con solo 14 presenti su 20 e senza per altro avere l’unanimità dei presenti, anzi con voto contrario delle associazioni venatorie di ACL, ANLC e di una parte della stessa FIDC, associazione a cui appartiene il Presidente dell’ATC Oscar Lombardi (praticamente i favorevoli sono stati solo 11 consiglieri su 20) .

Perché non si sono consultati i delegati prima di proporre una limitazione all’esercizio venatorio?

Quarto, sono contrario di principio ad ogni limitazione all’attività venatoria già pesantemente limitata da leggi e leggine, la legge nazionale, la famosa 157 prevede all’art. 18 comma 7:

“ La caccia è consentita da un'ora prima del sorgere del sole fino al tramonto. La caccia di selezione agli ungulati è consentita fino ad un'ora dopo il tramonto. “ Ora, io non sono un avvocato ma se la legge dice questo .. e poi, diciamolo chiaramente, quando ci hanno tolto qualcosa in termini di caccia, quando mai poi si è tornati indietro?

Figuriamoci ora che siamo NOI cacciatori a chiedere di toglierci qualcosa!
Quinto, non condivido che l’ATC scarichi la responsabilità della scarsità di selvaggina e la sua scomparsa sui suoi soci, cioè i cacciatori. Certo, a Brescia c’è una elevata pressione venatoria ma non può essere considerata l’unica motivazione per la scarsità di selvaggina. La gestione del territorio, l’ambiente, i modi e i tempi dell’attività agricola hanno un peso MOLTO più rilevante. L’ATC preferisce vincere facile e abdicando al suo ruolo di gestione del territorio e di interlocutore con agricoltori e enti preferisce dare la colpa ai suoi “SOCI” e limitarne l’attività, mi sembra una scelta un po’ da harakiri.

Se poi i riproduttori immessi, vedi scandalo lepri, sono come quelle di quest’anno direi che anche l’ATC ha delle belle responsabilità sulla presenza e qualità della selvaggina.

Sesto, questa decisione viene presa il 28 marzo, tre giorni prima della scadenza del pagamento per l’iscrizione all’ATC, visto che praticamente molti hanno già pagato e altri pagheranno senza nemmeno sapere di questa cosa non mi sembra un modo di procedere corretto, io ho già pagato settimana scorsa e avrei voluto saperlo prima per poter decidere.

Settimo, ancora una volta si dividono i cacciatori in recinti sempre più piccoli, adesso viene limitato chi fa la caccia alla stanziale in forma vagante così magari gli altri che fanno un tipo di caccia non protesteranno.. quando poi toccherà anche a loro chi si farà sentire?

Ottavo e ultimo, un motivo di “politica venatoria”.

Questo ATC ha collezionato una serie di scivoloni veramente imbarazzanti, non ultimo quello sulle lepri da cassetta pietose e inadatte a riprodursi ed il “no” della Regione sulla richiesta di diversificazione dei pagamenti per i vari tipi di caccia (scivolone veramente inspiegabile visto che bastava leggere la legge al riguardo per capire che era impraticabile), per citare solo gli ultimi che fanno di questa gestione dell’ambito una delle più discusse nella storia dell’ATC unico di Brescia.

Un ambito con questo palmares e che a GIUGNO decadrà, a che titolo va a proporre una LIMITAZIONE all’attività venatoria che entrerà in vigore nella prossima stagione quando no
n sarà neppure in carica lo stesso consiglio ATC visto che i componenti passeranno da 20 a 10?

Non sarebbe stato meglio che questa decisione fosse presa, nel caso, dal prossimo ATC che durerà in carica 5 anni?" conclude Grumi.

Leggi tutte le news

15 commenti finora...

Re:Atc Brescia: limite di tre giorni per la stanziale, "ecco perchè è sbagliato"

Giulio: e' il tuo punto di vista e lo rispetto, come già scritto io non la penso così, chi ha più ambiti e non lavora, tende a non segnare il tesserino per fare più di 3 gg

da Mino 51 05/04/2017 19.00

Re:Atc Brescia: limite di tre giorni per la stanziale, "ecco perchè è sbagliato"

POI I SANTI CHE VOGLIONO I TRE GIORNI..COME SEMPRE SUCCEDE PRELEVANO PIU POSSIBILE PER FAR LA BOCCA GRANDE VERSO CHI MAGARI SI COMPORTA ONESTAMENTE..LE LEPRI SONO UNA A TESTA I PRIMI GIORNI CI SONO SQUADRE CHE NE FANNO ANCHE TRE A TESTA I DISTRUTTORI DI STARNE E FAGIANI CHE FANNO SQUADRONI.. POI DIAMO LA COLPA AL MIGRATORISTA...

da WILLY 05/04/2017 14.35

Re:Atc Brescia: limite di tre giorni per la stanziale, "ecco perchè è sbagliato"

Mino ,che siano tre giorni fissi o a scelta...per i disonesti non cambia assolutamente nulla

da Giulio 05/04/2017 14.00

Re:Atc Brescia: limite di tre giorni per la stanziale, "ecco perchè è sbagliato"

Pio: condivido con la variante della scelta tra sabato e domenica e per la migratoria 5 giorni a scelta inclusi martedì e venerdi beccaccia col cane compresa (solo caccia specifica)

da Mino 51 05/04/2017 13.00

Re:Atc Brescia: limite di tre giorni per la stanziale, "ecco perchè è sbagliato"

due giorni sarebbero anche meglio mercoledì e domenica in Friuli facciamo così le lepri non le lanciamo mai si riproducono da sole qualche lancio di fagiani e sparando solo ai maschi la qualità è superiore.. gli altri giorni??? migratoria!!

da pio 05/04/2017 8.44

Re:Atc Brescia: limite di tre giorni per la stanziale, "ecco perchè è sbagliato"

Sono anni che attorno a noi la caccia alla stanziale viene praticata in giorni fissi , e si va molto bene ( o forse a voi bresciani vi piace molto cacciare in altre provincie per poi fare non 3 goirni ma 5 giorni e questa metafora si capisce subito ) sapete chi ci rimette , solo il bresciano corretto nella caccia e sono un bresciano pure io e la caccia mi piace tanto

da battaglioli 05/04/2017 7.06

Re:Atc Brescia: limite di tre giorni per la stanziale, "ecco perchè è sbagliato"

Non c'è nulla di tecnicamente più sbagliato e dannoso che concentrare la pressione venatoria in un determinato territorio in pochi giorni. Sono solo degli ignoranti.

da Pasquino 04/04/2017 16.57

Re:Atc Brescia: limite di tre giorni per la stanziale, "ecco perchè è sbagliato"

i delegati eletti dai cacciatori per ATC Brescia non contano niente anzi MENO DI NIENTE

da berto 04/04/2017 15.46

Re:Atc Brescia: limite di tre giorni per la stanziale, "ecco perchè è sbagliato"

3 giorni fissi non sono pochi, la gente oggi ha più tempo di prima quindi se vogliamo trovare qualcosa non solo la prima settimana non c'e' via d'uscita.i disonesti non potranno andate 5 giorni e nemmeno alternarsi in altri atc se ne faranno una ragione

da Mino 51 04/04/2017 15.40

Re:Atc Brescia: limite di tre giorni per la stanziale, "ecco perchè è sbagliato"

GRAZIE ..IO A CACCIA VOLEVO ANDARE QUANDO AVEVO TEMPO NON ESSERMI IMPOSTO ...NON CAMBIERA NIENTE MA IO DA FIDC ME NE VADO IN ACL

da WILLY 04/04/2017 15.28

Re:Atc Brescia: limite di tre giorni per la stanziale, "ecco perchè è sbagliato"

SOLITA STORIA FANNO LE RIUNIONI MA LA BASE NON VIENE ASCOLTATA ...DECIDONO IN 20 PER MIGLIAIA DI SOCI..BELLA DEMOCRAZIA ...IN QUESTI DUE ANNI SI CRITICAVA IL PRESIDENTE DI PRIMA MA SIAMO ANDATI INDIETRO IN TUTTO... MENO SELVAGGINA MENO QUALITA MENO RIUNIONI SUL TERRITORIO...

da WILLY 04/04/2017 14.54

Re:Atc Brescia: limite di tre giorni per la stanziale, "ecco perchè è sbagliato"

MA SCUSATE. NOI BRESCIANI FACCIAMO LA CODA PER POTER ANDARE A CACCIA A MN O A CR O A LODI, DOVE LA STANZIALE PER LE PRIME DUE SETTIMANE OLTRE CHE A GIORNI FISSI SI FA SOLO FINO A MEZZOGIORNO, E SIAMO CONTENTI PERCHE' COSI' ALMENO LA SELVAGGINA HA MODO DI MANTENERSI, ED ADESSO CHE LO FACCIAMO A BRESCIA NON VA BENE?? DECIDIAMOCI....O FORSE NON VA PERCHE' COSI' BISOGNA SCEGLIERE SE ANDARE IN TRASFERTA O RIPULIRE IL TERRENO DI CASA E NON SI PUO' CACCIARE 5 GG LA SETTIMANA :-) FURBETTI......

da BS1973 04/04/2017 14.43

Re:Atc Brescia: limite di tre giorni per la stanziale, "ecco perchè è sbagliato"

Nelle Marche sono anni che si caccia la stanziale il Mercoledi, sabato e domenica. Si deve fare un calendario unico in tutta Italia come ai vecchi tempi dove le cose funzionavano e cerano gente all'altezza. Oggi abbiamo gli ATC che ci portano alla rovina.

da Giovanni 04/04/2017 13.42

Re:Atc Brescia: limite di tre giorni per la stanziale, "ecco perchè è sbagliato"

... e a quel punto si faranno gli abbattimenti previsti dal nuovo testo in discussione ... tutto torna ... peccato che non hanno avuto il coraggio di chiamarla "attività venatoria" (come in Francia), ma "attività di controllo" ... solita ipocrisia del "politicamente corretto" ....buona per i benpensanti e gli ambientalisti. Saluti.

da ERMES74 04/04/2017 13.00

Re:Atc Brescia: limite di tre giorni per la stanziale, "ecco perchè è sbagliato"

.. classico blitz di chi ha le ore del potere contate ... accadde anche con la L. 157/92 ... approvata negli ultimi mesi di una legislatura (la X^, che si chiuse il 22/04/92), che aveva "Tangentopoli" alle porte (Tangentopoli cominciò il 17 febbraio 1992; la 157 fu approvata l'11 febbraio 1992)... Saluti

da ERMES74 04/04/2017 12.55