Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Fidc Umbria: opportuni chiarimenti, i cacciatori non partecipino ai contenimentiCronache falconiere dall'Andalusia: Margherita SporeniRegione Umbria risponde a Wwf: il contenimento non è cacciaElezioni: ecco il manifesto del mondo venatorio alla politicaBuconi (Fidc): giù le mani, cacciatori no bracconieri!Vignale: palese incostituzionalità su legge caccia GiuntaPassione colombaccio. Federico Celsi: “il più bel ottobre di sempre”Sorrenti: la battaglia su calendari e deroghe continua in UeAddio al padre della Wildlife Economy, Bernardino RagniChiusa caccia ai turdidi in Trentino. Protestano i capannisti I boschi di Capri ripuliti dai cacciatoriRaduno internazionale falconieri in FriuliPosticipo tordi in Lazio pubblicato sul BurFvg, chiusura anticipata beccaccia: Fidc impugna il decretoElezioni: Meloni vuole candidare Berlato Fidc Brescia, "controllo cinghiali? I cacciatori non partecipino"Basilicata, Fidc: una scelta europea per le date su tordi e beccacceBasilicata: pubblicato su Bur posticipo chiusura cacciaDa Siena, Cct, Atc e agricoltori chiedono cambio passoCinghiali Sassuolo, continuano le proteste degli animalistiMigratoria e recupero habitat: A Vicenza il punto di Face Med A Hit l'assemblea del Cic ItaliaFriuli: nasce l'associazione Cacciatori FvgTesserino venatorio, in Toscana mozione per educare i controlloriDella caccia ai tordi e dell'ambientalismo che in Italia non esisteUmbria: modifiche al regolamento sugli AtcSentenza Tar su vigilanza venatoria: condannate Enpa e LacL'Anuu Reggio Calabria adotta un pezzo di verde pubblicoDalla Francia buone notizie su beccaccino e frullinoPiemonte: ok in Commissione alla nuova legge sulla cacciaAmiche di BigHunter, Martina Rebecchi "per me la caccia è vita"In Alaska la selvaggina si macella a scuolaMai: importanti novità per la caccia in LiguriaAddio a Novello NovelliVeneto: Berlato riconfermato alla guida della III CommissioneAbruzzo: Arcicaccia, Libera Caccia ed Eps incontrano PepeSempre più ungulati nei Parchi toscani. Ok piano a San RossoreDirettive Uccelli e Habitat: a Roma l'incontro con la Commissione UEAbilitazioni venatorie: buone notizie dal Friuli Elezioni e caccia: allarme 5 StelleCaccia tordi Lazio al 31 gennaio: Zingaretti firma il posticipoFidc Toscana: dalla Lav a lezione di violenzaArci Caccia Pistoia: in pericolo il Progetto LepreElezioni Politiche 2018. La caccia si unisce in una Cabina di regiaPasso indietro sulla caccia alla volpe in InghilterraControllo cinghiale nei Parchi: i corsi nella Provincia di ArezzoPiemonte: ecco come vanno avanti gli Atc dopo il TarItalia Nostra e Lipu Puglia criticano la nuova legge sulla caccia40 ANNI DI SHOT SHOWLUPO. IN NORVEGIA RIAPRESIENA. PROTESTE PER I PRELIEVI NELLE AREE PROTETTEELEZIONI. SORRENTINO SCRIVE AI PARTITISassuolo: Controllo cinghiali, la Lav denuncerà i cacciatori Toscana: corsi ai cacciatori per il controllo nelle Aree ProtetteFidc Brescia sulle novità introdotte dalla Regione LombardiaSvizzera: diffamava i cacciatori, condannato anticacciaCinghiali, per Confagricoltura "bisogna cambiare la 157/92"Toscana: caccia cinghiale aree non vocate, il Piano per il 2018Abruzzo: nel nuovo Piano stop alle immissioni di selvaggina?Veneto: con i nuovi confini del Parco della Lessinia, più territorio cacciabileToscana, Presidenti Atc in subbuglioProroga per la caccia ai turdidi e beccaccia in BasilicataBeccaccia: il punto di vista di FidcMozione a Varese per chiudere la caccia per due anniVicopisano ringrazia i suoi cacciatoriFagiani in salsa francesePiacenza: a rischio abilitazioni venatorie nel 2018 Giovane cacciatore cade in dirupo. L'ultimo saluto a GabrieleProtocollo fra Arci Caccia e Carabinieri ForestaliCONFAVI. ARCICACCIA RISPONDE

News Caccia

Arci Caccia: legge danni fauna selvatica Marche va rivista


giovedì 9 marzo 2017
    

Una lettera aperta firmata dal Vice Presidente nazionale Arci Caccia, Christian Maffei, alla Giunta Regionale delle Marche,  manifesta la preoccupazione dell'associazione sulle modifiche alla legge regionale 7/95 in materia di risarcimento dei danni da fauna selvatica e chiede un incontro urgente per ridiscutere la legge.
 
“Come abbiamo sommariamente evidenziato in un incontro con l’Assessore Pieroni - si legge nel testo -, le nuove disposizioni emanate ci sembrano insostenibili da parte degli ATC nonché sul piano delle responsabilità personali che ricadono anche in capo ai rappresentanti delle Associazioni Venatorie, impegnati da volontari nella gestione degli Ambiti, in particolare evidenziamo che:
 
  • La normativa trasferisce in capo agli ATC la totale responsabilità rispetto al “risarcimento del danno da fauna selvatica” anche per le aree protette esponendo i Presidenti alla responsabilità personale diretta rispetto a una procedura complessa, anche su parti di territorio, le aree protette, su cui gli ATC non hanno alcun potere di gestione, con un palese conflitto con le funzioni previste nella Legge 157/1992.
     
  • Il previsto contributo alle spese di gestione, da erogare previa rendicontazione, necessita di una chiara definizione di quale sia la forma e quali tipologie di spese possano essere portate a documentazione ai fini della contribuzione regionale, oltre alla garanzia di tempi certi per la sua erogazione, per non incorrere nel breve volgere di pochi mesi al tracollo finanziario degli ATC. A tal proposito sottolineo il ritardo triennale, la sofferenza, nella liquidazione da parte della Regione delle somme già dovute prima delle modifiche normative intercorse con grave nocumento, già nel passato, per le imprese agricole interessate dal danno.
     
  • La costante e non marginale immissione di denaro pubblico negli ATC raccomanda una attenta valutazione su come possa essere compromesso lo status giuridico di Enti di Diritto privato quali gli Ambiti. Ampia è in materia la giurisprudenza consolidata e numerosi sono i precedenti da valutare nazionalmente.

A queste rilevanti questioni di merito - continua la lettera - aggiungiamo un punto di metodo non secondario. La rappresentanza del mondo venatorio sul piano politico è in capo alle Associazioni nazionali riconosciute dalla legge che esprimono i loro rappresentanti in seno agli ATC che sono, per norma, deputati alla mera gestione. Esprimiamo rammarico perché non ci sono stati momenti di confronto con le Associazioni portatrici di interessi in materia, prima dell’approvazione della legge. Ricordo il ruolo determinante, per la gestione della fauna selvatica patrimonio indisponibile dello Stato, che il Parlamento ha riconosciuto all’associazionismo e alla rappresentanza degli imprenditori agricoli.
 
In conclusione, con lo spirito di collaborazione che anima il confronto istituzionale - purtroppo oggi precluso - volendo essere parte attiva nel sostegno alla giuste rivendicazioni del mondo agricolo e non volendo rinunciare al ruolo che la Legge affida ai cacciatori all’interno degli organismi di gestione, chiediamo di sospendere l’applicazione delle norme in attesa dei necessari chiarimenti di cui sopra e di avviare un confronto con le rappresentanze delle Associazioni venatorie, del mondo agricolo e ambientalista, per trovare soluzioni solide dal punto di vista giuridico e sostenibili dalle rappresentanze sociali e di categoria indicate dalla legge 157/92 con il supporto determinante del mondo scientifico".

 

Leggi tutte le news

0 commenti finora...