Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Baggio il Cincinnato e il "Divin codino", il film prodotto da NetflixCabina Regia scrive al MITE su Piano gestione tortoraMazzali: approvate semplificazioni a legge cacciaL'Arizona apre la caccia al bisonteCia Ferrara. I fagiani fanno danniRolfi: per il cinghiale occorre riforma nazionaleUmbria: bozza calendario venatorio in CommissionePiano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioColdiretti: In Italia oltre 2 milioni di cinghiali "incrementare abbattimenti"Fidc Forlì Cesena: bene nuovo calendario venatorio regionaleCalabria: al via caccia selezione cinghiale e addestramento caniPredatori opportunisti: la CE apre al controlloAggiornamento Tortora. Convocata Conferenza Stato RegioniObbiettivo Natura. A Bruxelles il confronto continuaGallinella (M5S) "ora può nascere filiera selvaggina italiana" Campania, Associazioni venatorie sul piede di guerraCampania. Regione perde ricorso su modifiche calendario venatorioFriuli, Piccin (FI): ok spostamenti fuori Comune se prelievo cinghialiFondo per la ricerca UnczaSuper riserva Unesco in AppenninoRegione Lombardia investe nei Centri Lavorazione SelvagginaGallo "Tar Calabria certifica legittimità calendario venatorio"Emilia R.: ok in Commissione a calendario venatorioFidc: soddisfazione per pronunciamento Tar CalabriaMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Storia di un’unità mancata


lunedì 9 gennaio 2012
    
Caccia AmbienteRiceviamo e pubblichiamo:
 
Vogliamo ripercorre, a vantaggio di tutti Voi lettori, la storia/cronaca delle puntate che hanno portato a non trovare l’unità, ed ascoltare i Vostri pareri.
Tutto ha avuto inizio, con una impositiva convocazione da parte dell’on. Berlato, di Caccia Ambiente, CRCA, CST, MCR. Successivamente, su pressioni di CRCA (non si conoscono le motivazioni), la riunione si è tenuta  il 14 ottobre a Brescia. Presenti: per CA: Ricca, Corradin, per CRCA: Bravo, Casella ,Bruni, Legati, per CST: un suo delegato, per MCR: Berlato.

In tale occasione, fu ribadito da parte di tutti la volontà di tendere all’unità con esplicita  premessa, da parte di Caccia Ambiente e CRCA, che nel nuovo soggetto politico non potevano albergare nessuno dei politici facenti parte di altri partiti, ovvero  la loro accoglienza doveva essere subordinata alle dimissioni dal partito di appartenenza per entrare temporaneamente in un gruppo misto. Ciò valeva anche per l’on.le Berlato. Tale richiesta fu supportata e consacrata in  due documenti scritti da parte di CA e CRCA.
La seconda riunione si è tenuta a Thiene (Vicenza). Presenti: per CA: Stango, Romanelli, Zichi, per CRCA: Bosio, Bravo, per CST: nessuno, per MCR: Berlato ed un altro delegato. Nell’occasione ci fu la condivisione che il nascente partito non doveva contrapporsi all’associazionismo venatorio, ma che, anzi, bisognava favorirlo. Rimasero insoluti due punti: il primo, fortemente voluto da CA, era che il termine “caccia” doveva essere presente sul nuovo simbolo; il secondo – ma si trattava di ribadire quanto già espresso in precedenza – riguardava  i parlamentari che avessero avuto intenzione di aderire: essi  dovevano dimettersi per andare temporaneamente nel gruppo misto. L’on.le Berlato affermò che una volta raggiunta l’unità si sarebbe dimesso dal PDL per entrare nel gruppo misto: per cercare di ufficializzare definitivamente tali intese  si programmò la terza riunione a Salerno. Per il 6 dicembre.

Il pomeriggio del 5 dicembre  venimmo a sapere che l’on.le Berlato non  avrebbe partecipato  e che CRM aveva già  dato mandato a presiedere al coordinatore regionale della Campania sig. Gino Melfi, il quale, il giorno successivo, alla domanda del perché l’on.le Berlato non aveva partecipato  rispose candidamente che Berlato non solo non era il presidente di MCR, ( tanto è vero che la delega risulta conferita da tale Vincenzo Forte – presidente MCR )  ma non era nemmeno iscritto al movimento. Di ciò fu avvisato prontamente il presidente di CRCA Avv. Bosio, il quale rispose che ci trovavamo di fronte ad una scorrettezza e che anche egli - stante i fatti - non sarebbe venuto alla riunione giustificandola con un guasto della macchina in autostrada. Alla riunione parteciparono per CA Dente, Adinolfi, Pappalardo, per CRCA nessuno, per CST nessuno, per MCR il sig. Melfi. Inutile aggiungere che la riunione fallì.
Successivamente il presidente di CRCA propose al nostro presidente Stango di fare un incontro  riservato solo tra CA e CRCA perché era stufo delle strumentalizzazioni e ritenendo esserci tutte le condizioni per unire i due movimenti/partiti. Il nostro presidente aderì prontamente e la riunione fu programmata per il 22 dicembre a Forlì.

Solo il pomeriggio del 21 CA   è venuta a sapere  che risultavano  invitati anche MCR e CST. Visto il comportamento scorretto e la poca trasparenza CA  ha disertato l’incontro, per poi scoprire dal comunicato di CRCA che l’accordo era già stato raggiunto   “…. dopo gli incontri di Brescia e Vicenza..”.
A Voi cari lettori il commento circa la nostra uscita dalle trattative anche alla luce di recenti vicende giudiziarie su taluni poco lineari tesseramenti.

Caccia Ambiente è fatta di persone che vogliono tentare di costruire qualcosa per il nostro mondo: se non dovessimo riuscirci, quantomeno avremo la coscienza a posto per dire: abbiamo tentato. Certamente abbiamo bisogno del  sostegno di tutti  sempre pronti a farci da parte se scopriamo o ci farete scoprire che non siamo all’altezza del difficile compito, ma sempre a testa alta. I risultati fino ad oggi conseguiti ci inducono ad andare avanti e ci confermano che siamo sulla strada giusta. Se qualcuno intende scalfirli divulgando maldestramente le diatribe interne faccia pure, noi rispondiamo che esse  sono discussioni normali tra coloro che agiscono solo per la salvaguardia della loro passione, e che tali malintesi, oramai abbondantemente superati, noi li auspichiamo sempre perché  denotano la trasparenza che ci contraddistingue.
 

Caccia Ambiente
Direzione Nazionale 

Leggi tutte le news

153 commenti finora...

Re: Storia di un’unità mancata

Signor RB le rivolgiamo l'invito a mettersi in contatto via mail con la nostra redazione ([email protected]) per fornirle i contatti di cui sopra.

da REDAZIONE BIGHUNTER MAGAZINE 12/01/2012 16.14

Re: Storia di un’unità mancata

Bene! provvedo immediatamente ad inviarli alla cortese redazione, e mi unisco ai suoi ringraziamenti per la gentile collaborazione. Per ciò che attiene al piacere di conoscerla, lo concorderemo con calma e nel momento più comodo. Cari saluti

da Nato cacciatore 12/01/2012 9.47

Re: Storia di un’unità mancata

Sig N. Cacciatore anche io ho la massima fiducia della Spett. redazione di B.H. altrimenti non gli avrei affidato la custodia dei miei dati e avrei continuato a leggere e non scrivere. Non è in discussione l’affidabilità della redazione se pure altri scenari che si potrebbero verificare in futuro poi magari li spiegherò a voce. La redazione ha già tutto quanto gli occorre per comunicarmi il suo recapito telefonico e autorizzo la stessa a farmeli pervenire tramite mail o come le resta più comodo. Colgo l’occasione per ringraziare e salutare tutto lo staff B.H. per queste opportunità che ci offre a costo zero. PS. Per l’incontro al negozio di FDN ci aggiorniamo a dopo la chiusura della caccia. Cordialit

da RB 12/01/2012 7.54

Re: Storia di un’unità mancata

Cari amici buonanotte!

da Nato cacciatore 11/01/2012 22.25

Re: Storia di un’unità mancata

Non mi parlare di mala sanità, proprio oggi pomeriggio ho rischiato di litigare con un medico.

da Nato cacciatore 11/01/2012 21.42

Re: Storia di un’unità mancata

sai com'è... la mala sanità! :-))))

da Fromboliere 11/01/2012 21.31

Re: Storia di un’unità mancata

Ciao Pasquale, oggi i fatti sono per niente incoraggianti e vorrei che veramente quello che dico fosse controvertibile. La caccia, oltre agli slogan, deve essere salvata con amore e tutti diciamo d'amarla ma nessuno lo dimostra con i fatti. Dovremmo amarla come una figlia ammalata e stare al suo capezzale ma poi non le facciamo avere le medicine per guarire, non ci fidiamo dei dottori....

da Fromboliere 11/01/2012 20.50

Re: Storia di un’unità mancata

Caro RB, con la cortese redazione BH, non ho problemi e della stessa ho la massima fiducia, conoscono già i miei dati, per avermi cortesemente pubblicato qualche mio modesto articolo, per cui posso inviare loro il mio nr. di cellulare e a loro servirebbe solo la sua mail. In ogni caso per me va benissimo anche la la seconda possibilità, conosco bene il negozio al viale Europa a Villaricca, mi legano ad Angelo rapporti di vecchia amicizia, anche se non sono un suo cliente, e non ci vediamo da alcuni anni. A lei la decisione. Salutoni

da Nato cacciatore 11/01/2012 20.07

Re: Storia di un’unità mancata

Ciao Frombo, più chiaro di così non si pote, come al solito cogli e sciorini concetti e dati di fatto incontrovertibili.

da Nato cacciatore 11/01/2012 19.36

Re: Storia di un’unità mancata

Baghy che cosa ambisci tu,MCR,Berlato,confavi,ACR,CRCR,purtroppo l'abbiamo capito tutti benissimo,e non solo su questo sito!!

da game over 11/01/2012 19.34

Re: Storia di un’unità mancata

Vorrei precisare che nel simbolo di Caccia Ambiente vi sono anche le parole agricoltura, pesca e tradizioni, cosa poi copiata da altri. Leggete anche qui il comunicato fatto da Caccia Ambiente regione Sicilia che assieme all'associazione agricola locale dei forconi manifesterà a tutto campo. Gli altri parlano per riempirsi la bocca, Caccia Ambiente parla con i fatti.

da Arnaldo 11/01/2012 19.28

Re: Storia di un’unità mancata

X Fromboliere, quello che lei ha scritto è condivisibile in toto e per avvalorare il suo pensiero dico anche che il nostro movimento della cultura rurale si prefigge proprio questo. Continuare a far credere che un manipolo di cacciatori possa far cambiare idea alla gente ed in particolare alla politica è pura fantasia, bisogna coinvolgere più categorie possibili che si sentono vicine al nostro mondo se vogliamo contare qualcosa e poi di conseguenza pretendere, ma hai mè purtroppo pochi lo capiscono, almeno in questo sito.

da Baghy 11/01/2012 17.37

Re: Storia di un’unità mancata

Ci mancherebbe caro Sig. Conti, io ci leggo ciò che sta scritto, il problema come già detto sta nell'interpretazione. Lei si dice neutro mi sembra ma evidentemente ciò non è ma importante è un confronto sincero e senza offese gratuite, sono sicuro che ambedue vogliamo il bene della nostra passione e ciò mi basta. Se permette, cordialmente la saluto Baghy

da Baghy 11/01/2012 15.00

Re: Storia di un’unità mancata

"Dateci almeno una parte di ciò che vogliamo e staremo col Governo, diversamente opposizione." Secondo me non esiste altro discorso. Quindi un Berlato, ad ideologia unica, fisso nel PDL, o accessorio solo al PDL, ha già dato fondo ad ogni propria risorsa ed i 'risultati' sono caparbiamente latitanti. Riusciranno a replicare alle prossime elezioni? E quindi, parlando di 'alternative', bisognerebbe anche sapere quanti e come siano i cacciatori. Ma chi ha mai censito i cacciatori? chi sa esattamente quanti e come siamo? che età abbiamo, che mestiere facciamo, dove viviamo, quanti uomini e quante le donne, chi ha figli cacciatori, chi ha il cane e chi non, chi ha richiami vivi e chi non, chi fa la caccia fissa, da appostamento o vagante, chi è anche contadino o pescatore, di mare o di fiume, chi possiede terreni, chi vive in città e vari altri dati disaggregati, utili, come in una indagine di mercato, a coinvolgere settori e persone che alla caccia sono solo adiacenti. Aggregando invece tutti quei dati verrebbe fuori l'immagine di una forza sociale e quindi culturale che, supportata da presenze consistenti, non sarebbe possibile trascurare. Un censimento fa più di qualche dichiarazione nei blog o su face book. Oggi, prima di andare nelle scuole, sui giornali, sui media tv, facciamoci sapere chi sono i cacciatori, chiunque noi siamo. Perché se è vero che abbiamo solo ancora un paio di generazioni prima di chiudere tutto, allora è meglio lasciar perdere e che nelle urne ognuno torni alla propria ideologia.

da Fromboliere 11/01/2012 14.47

Re: Storia di un’unità mancata

Sig. Baghi, purtroppo per Lei, se si voleva, sarebbe bastato dire "da eurodeputato" , ma è stato chiaramente scritto " dal partito e dalla carica che ricopre all'interno del partito di appartenenza". Comunque Lei ci può leggere ciò che le piace.

da Vittorio Conti 11/01/2012 14.45

Re: Storia di un’unità mancata

Basta gettare il seme venefico della politica per risvegliare gli animi e cominciare….. cominciare cosa? la solita partita di calciobalilla. In questo contesto chiunque vinca è perdente, comunque. Comunque ha perso solo il suo tempo, in poche parole. Mi chiedo se sia così facile scordare ciò che fino ad oggi la caccia sia riuscita ad ottenere da quel Governo, così forte nelle maggioranze, che ha guidato il Paese; d’ altra parte mi chiedo anche se, da un Governo differente, la caccia avrebbe potuto comunque ottenere qualcosa. Alla fine non mi resta altro da chiedermi chi e che cosa riuscirà a far ottenere qualcosa alla caccia italiana? Per me, se l’unità tra cacciatori rimanesse, e rimarrà, una semplice chimera, è totalmente illegittimo osare ambire ad una unità che agglomeri, sotto un’ unica egida, categorie tanto differenti tra loro, come cacciatori, animalisti e rappresentanti, tra i più disparati, della ruralità. Se ciò avvenisse o già avvenga, comunque, a macchia di leopardo, non avrebbe lo stesso un significato utile, se è poi l’ideologia politica a ricondurci a chiedere chi e che cosa farà qualcosa per noi cacciatori e per la caccia, quindi alle urne, ci romperemmo il capo per chi votare. Infatti fare gli schizzinosi, in un partito di cacciatori, non si può più: compagni e camerati si devono dare la mano, alla fine, esattamente come fanno, o come dovrebbero fare, quando vanno a caccia. Perché questo? Perché il partito dei cacciatori e deve starci per forza, sta sempre dalla parte del vincitore delle elezioni e sarà già dura così poter ottenere qualcosa. Già l’ho detto, il partito della caccia è un partito accessorio al Governo in carica.

da Fromboliere 11/01/2012 14.43

Re: Storia di un’unità mancata

bastava non scrivere nel documento in oggetto" e dalla carica ricoperta" ed il senso cambiava caro Sig, Conti ma letto come è stato scritto non fa che avvalorare i miei sospetti, altro che specchi, voi siete davanti al palazzo di vetro. Baghy

da Baghy 11/01/2012 14.08

Re: Storia di un’unità mancata

Sig. Baghy - ho letto tutti gli articoli e mi permetto di farle presente che quello che tenta di arrampicarsi sugli specchi è proprio Lei. Non credo che qui, persone neutre possano avere altra opinione in merito. Se si voleva veramente l'unità visto che vi era già un partito che ci rappresntava bastava aderirvi e non crearne un'altro a proprio uso e consumo, poi il comunicato qui sopra e il documento che Lei cita sono perfettamente in sintonia, non vi è nessun accenno alle dimissioni da eurodeputato,altrimenti bastava citarle e richiederle, ma come già fatto presente qui si parla solo delle coerenti dimissioni dal Pdl e dalla carica di rappresentante del partito popolare europeo che anche questa è una collocazione politica di parte, ove sono presenti anche altri esponenti di partiti italiani quali UDC e Cristiano Popolari. Anche se non le garbano si rassegni alle parole scritte e ai dati oggettivi.

da Vittorio Conti 11/01/2012 13.47

Re: Storia di un’unità mancata

Chi è che non vuole l'unità, ricordo a qualche smemorato o disinformato che in un documento datato 14/10/11 emanato dalla direzione nazionale di C.A. attraverso il coordinatore regionale della Lombardia Giulio Ricca e stato scritto in omissis "Concludendo mi preme una doverosa premessa a quanto faremo. Qualsiasi tipo di unione, non può essere costruita con personaggi appartenenti all'attuale politica Italiana. Sicchè per quanto Ci riguarda è preliminare che l'on Berlato si dimetta dal partito di appartenenza e dalla CARICA CHE RICOPRE all'interno del partito di appartenenza. Ma come, C.A non ha sempre sostenuto che non è mai stato chiesto a Berlato di dimettersi da parlamentare Europeo? qualcosa mi sfugge. Baghy

da Baghy 11/01/2012 13.46

Re: Storia di un’unità mancata

Perchè quando vi trovate in difficoltà parlate sempre di brutte figure, che problemi ci sono, voi non volete l'unità con il nostro movimento appena costituito e fin qui nulla di male per carità, ma almeno si cerchi di dire la verità, le cariche che hai appena nominato confermano che volevate si dimettesse anche da parlamentare europeo, o mi sbaglio, o vi rode che i vostri dirigenti vi abbiano raccontato una balla. Baghy

da Baghy 11/01/2012 13.27

Re: Storia di un’unità mancata

Caro Baghy, qui non stai facendo una bella figura a sercare di sostenere quello che non è sostenibile... comunque... tanto per dirtene una il tuo eurodeputato ricopre anche la qualifica di capo vicario della delegazione italiana del partito popolare europeo... visto che il neonato movimento non doveva avere colocazioni politiche....

da Giuseppe 11/01/2012 12.42

Re: Storia di un’unità mancata

Pasquale ho la tua e-mail, appena posso ti contanto e ci incontriamo.Ciao.

da Gimessin 11/01/2012 12.24

Re: Storia di un’unità mancata

X Giuseppe, secondo te quali sarebbero gli incarichi all'interno del Pdl di Berlato, oltre ad essere Parlamentare Europeo dello stesso partito? Attualmrnte l'unico incarico che egli ha è quello di vice coordinatore provinciale che evidentemente decadrebbe qualora egli stesso si dimettesse dal partito, quindi cerca di non arrampicarti sugli specchi e se vuoi magari il documento in oggetto te lo spediamo a casa così potrai constatare di persona chi mente e chi no. Baghy

da Baghy 11/01/2012 12.10

Re: Storia di un’unità mancata

Sig N.Cacciatore se l’incontro comporta un’autorizzazione da concedere alla Spett. redazione di B.H. riguardante i miei dati personali è negata. La richiesta è sua, trovi altre strade magari ad una riunione, a un Bar tra Napoli e Caserta, nel negozio FDN Villa Ricca Corso Europa di NA, perché con tutto il rispetto possibile immaginabile per la sua persona ma anche per la tutela di entrambi non sapendo chi si cela dietro un PC, queste idee potrebbe essere le soluzione più consone. Poi per un eventuale riconoscimento ci possiamo risentire. Cordialità

da RB 11/01/2012 11.28

Re: Storia di un’unità mancata

REDAZIONE BIGHUNTER MAGAZINE. Ben volentieri ci offriamo nel far da tramite e nel rispetto assoluto della privacy per lo scambio di indirizzi mail tra i nostri utenti. Basta che entrambe le parti, o più, lo manifestino scrivendo una mail a questa redazione con il desiderio di concedere il proprio indirizzo a/ai che altrettando dovranno fare per relazionarsi tra loro. L'indirizzo è : [email protected] Cordialità.

da REDAZIONE BIGHUNTER MAGAZINE 11/01/2012 11.03

Re: Storia di un’unità mancata

Ciao Gime, anche noi ci si deve vedere appena possibile. Giusto!! aspetto di leggere anche RB, nel caso la redazione di BH pensa di poterci aiutare ben venga.

da Nato cacciatore 11/01/2012 10.28

Re: Storia di un’unità mancata

Ciao Pasquale, prova a contattare la redazione !!! Un cordiale saluto.

da Gimessin 11/01/2012 10.12

Re: Storia di un’unità mancata

Caro RB. Come fare per poterci contattare evitando di far cadere i nostri recapiti in mani sgradite?

da Nato cacciatore 11/01/2012 9.43

Re: Storia di un’unità mancata

x Bakea - vedo che ti hanno dato il compitino da fare con tanto di documenti allegati, ma purtroppo per te, non fai che confermare quello che è già scritto sul comunicato di Caccia Ambiente, dimettersi dal partito di appartenenza e dalle cariche nel Pdl, non vuolcertamentamente dire - dare le dimissioni da eurodeputato - l'Italiano corretto non è un'opinione, per quanto tu tenti disperatamente di farlo.

da Giuseppe 11/01/2012 9.19

Re: Storia di un’unità mancata

Non sia mai Sig. N.Cacciatore che non le risponda, purtroppo mi era sfuggito il post. Anche se non sono proprio campano di fronte ad una delle tante specialità campane di certo non si può tirare indietro. Mi lasci il suo recapito e con vero piacere vedremo di combinare l’incontro.

da RB 11/01/2012 3.56

Re: Storia di un’unità mancata

-- essi dovevano dimettersi per andare temporaneamente nel gruppo misto testo ---Il testo originale in mio possesso dice un'altra cosa che stavolge tutto il senso dei discorsi fatti finora. ---- Brescia 14/10/2011,omiss. Sicchè per quanto ci riguarda è preliminare che l'On. Sergio Berlato si dimetta pubblicamente dal partito di appartenenza e dalla carica ricoperta per entrare a far parte di quell'unico movimento della ruralità da lui stesso auspicato. La segreteria Nazionale Di Caccia Ambiente. Il Coordinatore Regionale della Lombardia Giulio Rocca.------ LO RIPETO se si vuol cercare l'unità non si possono mettere veti e restrizioni questo non è un approcio che porta all'unità.

da Bekea 11/01/2012 2.06

Re: Storia di un’unità mancata

Sig.RB preferisce non rispondere alla mia domanda/invito?

da Nato cacciatore 10/01/2012 22.13

Re: Storia di un’unità mancata

Sig Vanni se avesse avuto l’umiltà di leggere tutti i miei interventi anche in un altro link si sarebbe accorto che il fuori tema da lei palesato è relativo. Se lei considera il nulla, non pertinenti, politichese, richieste di chiarimenti ad un soggetto politico che vorrebbe rappresentare il mondo caccia, rurale, che si accinge a ricercare consensi tra le file di cacciatori e dei cittadini in generale senza valutare l’importanza che rivestono simili richieste più a beneficio di CA che di altri partiti già affermati,debbo dedurre che nonostante gli sforzi dei suoi insegnanti, la natura è stata tutt’altro che benevola con lei.

da RB 10/01/2012 21.30

Re: Storia di un’unità mancata

per Bakea - Non credi che quello che oggi conta non sia avere un'apparato elettorale come quello che ha berlato ma piuttosto serietà e facce nuove e pulite? Queste cose ritengo che Caccia Ambiente ha dimostrato già di averle senza chiederle a chi dici tu.

da Alex 10/01/2012 20.50

Re: Storia di un’unità mancata

caro bekea quanto da te postato era in effetti quello che speravo, è evidente che la smaliziata esperienza di berlato e tutto il suo ambaradam politico già preparato e oleato faceva comodo. I vertici di C.A sono formati da cacciatori seri ed onesti ma non certamente politicamente preparati alle tante trappole della politica. Ora tu mi scrivi: forse non avete ancora capito ecc... beh! cosa sarebbe costato a berlato di chiudersi in una stanza a quattrocchi e chiarire il tutto, e una volta superati questi ostacoli concordare il da farsi. Mentre, e lo dico in tutta sincerità, volendo dare per buona questa tua spiegazione, io personalmente visto il suo modo di fare, che certamente non lascia molto spazio ad altre interpretazioni, volesse giocare tutt'altra partita, e francamente non credo ci voglia molto acume per immaginare quale fosse.

da Nato cacciatore 10/01/2012 19.51

Re: Storia di un’unità mancata

Sig, RB lei è campano? Le conosco le vasche da lei menzionate, sono di Napoli, se lei vuole e se è appunto campano potremmo continuare questa discussione davanti ad una tazza di caffè fumante.

da Nato cacciatore 10/01/2012 19.15

Re: Storia di un’unità mancata

R B - SEI ANDATO FUORI TEMA, HAI RIEMPITO TANTE RIGHE PER NON DIRE NULLA, RILEGGITI IL COMUNICATO CHE RIGUARDAVA I FATTI DELLA MANCATA UNITA' DI FUORI LUOGO IN POLITICHESE NE ABBIAMO LE [email protected]@E PIENE.

da VANNI 10/01/2012 18.54

Re: Storia di un’unità mancata

Sig Giuseppe se non se ne è accorto non è colpa mia. Provi ad indagare spulciando i vari portali anche a ritroso e vedrà che sarà accontentato. Almeno lo spero, per lei non per me.

da RB 10/01/2012 18.52

Re: Storia di un’unità mancata

Mi spiace non essere stato compreso eppure è tutto molto chiaro forse la colpa non è soltanto mia. Mentre i simpatizzanti di Berlato e pochi altri in un momento di chiamata alle “armi” si sono prodigati non solo alla raccolta firme ma anche a suggerire soluzioni (anche se alcune discutibili) e ancora si continua a spronarlo con suggerimenti di vario genere, i sostenitori di CA ancora non mi pare di averli sentiti, eccezion fatta per gli slogan. I personaggi che si sono presentati come referenti invece, alcuni (per la verità pochi) hanno lanciato idee anch’essi con qual cosina di discutibile mentre la maggioranza di questi si è rifatto a slogan, altri con insulti di vario genere verso Berlato i suoi simpatizzanti e elettori in generale tenuto conto che Berlato si interessa ANCHE e NON soltanto di caccia. Mai detto che le persone del direttivo da lei citate si nascondono dietro a nick di comodo quello lo ha scritto e pensato lei. Mi spiace ma più scrivete aggirando le risposte più perdete di credibilità. La ringrazio per la cortese segnalazione, il potale di CA lo conosco a menadito, quello che ancora dopo tre anni non conosco sono gli esiti positivi e quanto è stato fatto del programma in esso riportato. Chi sono le persone che intende mettere in campo, con quale maestria e cognizione di causa e molte altre piccole sottigliezze che lascio alla riflessione di tutti. Sig N. Cacciatore in Campania hanno relizzato piccole pozze d’acqua dove si cacciano anatidi le chiamano vasche perché oltre ad essere piccole contengono una irrisoria quantità d’acqua che uno a volersi suicidare per annegamento non ci riesce, ecco noi rappresentiamo la vasca e si pesca poco in un palmo di acqua, fuori dalla vasca c’è il mare ma per CA è ancora sconosciuto. Cordialit

da RB 10/01/2012 18.44

Re: Storia di un’unità mancata

Caro bekea ti risponderò tra poco, scappo devo andare a recuperare la mi metà dalla sorella.

da Nato cacciatore 10/01/2012 17.42

Re: Storia di un’unità mancata

Carissimi amici. L'on. Berly ha altro per la testa in questi giorni, il dissipare le critiche per le sue 14000 tessere depositate, con tanti nomi di cacciatori A.C.V.. Spero si faccia chiarezza e ricominci a lavorare per una caccia migliore e corretta. Buon proseguimento del 2012.

da cacc. vicentino 10/01/2012 17.04

Re: Storia di un’unità mancata

X nato cacciatore: Il mio ragionamento era : perchè non sfruttare la struttura politico- organizzativa, cioè la base elettorale,galoppini, fiancheggiatori, e semplici attacca manifesti, bacino di voti di Belato da usare per gli scopi che si prefigge CA ? Perchè non partire da un dato certo le 58000 preferenze ottenute da Berlato lasciando perdere il Pdl ,visto che alcuni del suo stesso partito lo vogliono far fuori? Se non si fosse capito ancora te lo spiego, Berlato ha costruito il MCR come un soggetto politico dove far confluire le sue personali prefrenze una volta uscito o espulso dal Pdl, ma sul quando e sul come ne uscirà lo deciderà Lui, senza imposizioni da parte di CA o altiri simili soggetti politici, chiaro ? Forse è stato questo che ha fatto incazzare Berlato,sentirsi imporre le decisoni che deve prendere. Lo ripeto la politica, quella vera è fatta di mediazioni, partendo da posizioni di parità, senza veti o imposizioni ad altri soggetti politici interessati all'idea. Una domanda, ma quanti degli iscritti a CA ha esperienza amministrativa o è amministratore, con tutta la buona volontà possibile, e le idee chiare un minimo di esperienza serve alla causa.

da Bekea 10/01/2012 16.45

Re: Storia di un’unità mancata

Sig Nato Cacciatore le rispondo solo per cortesia, sia chiaro non perché mi è antipatico, ma solo perché lei è uno dei tanti che ha capito perfettamente cosa voglio sapere sia da CA, dai simpatizzanti e perché no anche da qualche periferico con le mani in pasta ma aimè, ancora non ho avuto l’onore di avere uno straccio di risposta. Ve le cantate e suonate tra di voi con slogan: solo noi possiamo salvare noi, nessun dorma, bravi di CA, continuate così, avanti tutta,siamo con voi, vi quoto al 100% e via di questo passo senza minimamente preoccuparvi di fare domande lecite e pertinenti. Sa N. Cacciatore che io a scatola chiusa non c’ho preso nemmeno la moglie? Mi sono voluto sincerare prima della situazione nel suo complesso poi, ho fatto la mia scelta. Ora se per voi sono sufficienti gli slogan e varie e eventuali pochezza non sarò certo io a volervi distogliere ma poi non vi lamentate se per caso non la trovate più v….ne o che vi ritroviate qualche “pendente” tra le mani. Sig N. Cacciatore un noto frequentatori di questo Forum mi ha chiesto a quale scopo facevo una serie di domante a un personaggio anch’gli frequentatore del sito,la risposta credevo fosse esaustiva e non solo per lui, evidentemente non sono stato in grado di spiegarmi sufficientemente. In seno a CA ci sono personaggi inqualificabili sotto ogni profilo ma soprattutto per la loro inefficienza politica questo porta ad affossare il partito sia come risultato elettorale sia come visibilità affossando con essi quanti invece sono attivi, propositivi, e anche corretti nei rapportarsi con quanti sono in dissenso. Personalmente fintanto che non avrò risposte e riscontri concreti state certi che vi potrete scordare il mio voto. Non sottovalutate il mio voto, tanto vale per uno, perché potrebbe essere un tranello e nascondere altre verità. Cordiali saluti

da RB 10/01/2012 16.39

Re: Storia di un’unità mancata

C'è qualche Europarlamentare in vacanza? Sapete mica che fine ha fatto Berlato? Di solito attacca e offende chi si permette di non pensarla come lui, ma sono due giorni che qui gli si da addosso e non si e' ancora fatto vivo.... per favore Zaratin non rispondere te.... lo sappiamo che hai la delega, ma ogni tanto dimenticatelo.

da nicola la spezia 10/01/2012 15.12

Re: Storia di un’unità mancata

Grazie Ezio, auguri ricambiati per la tua dolce famiglia e per il cacciatore gentiluomo quale tu sei.

da Nato cacciatore 10/01/2012 15.08

Re: Storia di un’unità mancata

Nulla di particolarmente grave in confronto, ad esempio, alla perdita della salute. In questo caso e spero solo per ora, visto che la speranza, com'è noto, è sempre l'ultima a schiattare, si è persa solo e semplicemte un'occasione che, credo, definire STORICA sia moooolto riduttivo. Cioè quella di creare un FINALMENTE e VERAMENTE NUOVO soggetto politico che potesse fare da punto di riferimento ad un enorme ed ancora importante settore di questo bistrattato Paese. Ovvero quello della ruralità. Ora vi lascio a discutere sulle varie colpe... sai mai alla fine scaturisse qualcosa di veramente fantastico!! Approfitto della circostanza e della cortesia del forum, per inviare un caro saluto ed i migliori auguri per un sereno 2012 a Nato Cacciatore, da estendere ovviamente ai suoi cari.

da Ezio 10/01/2012 14.29

Re: Storia di un’unità mancata

@RB. In quanto alla suo ricorso a Wikipedia per sottolineare che berlato sia stato eletto con 58.000 voti credo sia superfluo anche perché essendo vero non poteva riportare altre cifre, quello che non può fare in questo caso il citato almanacco della rete, è da quale parte stia il merito, se dovuto all'appartenenza al PDL o per meriti personali. Questo nel caso lei si riferisse a questo mio post: "Per Bekea, tu dici che non era possibile pretendere che lasciasse (rinunciasse) un cospicuo e solido elettorato. Beh! lui si è sempre vantato (anche se non apertamente, sottintendendolo in modo evidente) che quel bel gruzzoletto di voti era lui a portarli al PDL, e non che li avesse conquistati per il solo fatto di essere candidato nelle lista dello stesso." Bene! il testè citato post non voleva dubitare che gli elettori fossero suoi e non del PDL, ma era rivolto semplicemente a sottolineare che a questo punto non avrebbe nessun motivi di temere che lasciando Il suddetto partito gli avrebbe comportato la perdita di consensi, essendo suoi elettori e avendo questi fiducia nel suo operato lo avrebbero seguito ovunque, vero è che in precedenza avevo scritto anche un post come quello che segue: "Qua si tende a giocare sulle parole, gli si era chiesto di lasciare il PDL, non di non fare più il politico, anzi!! certo che doveva fare il politico, ma per un partito che lo avrebbe reso ancora più forte e motivato, perché? Semplice, non era più solo al servizio del suo paese, ma anche al suo essere cittadino cacciatore." Ora se lei fosse stato più accorto a leggere fra le righe, e per carità di patria ora non prenda questa piccola sottolineatura come un offesa alle sue indubbie capacità interpretative e intellettuali, lungi da me un simile pensiero, (un errore di distrazione capita a tutti) mi pare abbastanza evidente che la mia allusione non era negativa nel senso che intende lei. Cordiali saluti

da Nato cacciatore 10/01/2012 13.29

Re: Storia di un’unità mancata

Pienamente d'accordo con Giorgio C. Dal nostro scettico pessimismo gli animalari traggono le motivazioni per attaccarci. Più siamo divisi e più ci massacrano. Quando [email protected]@o ci svegliamo??

da Gimessin 10/01/2012 12.04

Re: Storia di un’unità mancata

X Massimiliano Filippi, prima di commentare il suo post, mi permetta di congratularmi per il grande servizio che Federfauna offre alle categorie che rappresentano la nostra preziosa e invidiabile cultura rurale. Detto questo, il suo giudizio in merito a tutti questi commenti ha sicuramente del vero dato che, da persona (estranea), riesce a vedere le cose sotto un'altro aspetto. L'unica nota sgradevole stà nel fatto che intrufolandosi nel nostro blog, alcune specie di animalisti hanno l'impressione di trovare terreno fertile per ingrassare dalle risate a nostre spese, ma le garantisco che alla fine non è così. Tutte le persone che lei ha citato sono meritevoli della nostra stima compreso Berlato il quale però, ha sempre manifestato il suo disappunto nei confronti di C.A. verbalmente e con azioni che personalmente giudico poco corrette. Posso dirle però che Caccia Ambiente ha dimostrato di avere determinazione e serietà affrontando questo percorso con spirito di sacrificio e desiderio di unità. Non credo che alcuni commenti possano creare disorientamento dato che ognuno di noi ha sicuramente le idee ben precise, tuttavia, pur mantenendo ogni movimento la propria identità, si dovrà fare in modo di unire tutti gli sforzi ogni qual volta la ruralità e le nostre sane tradizioni ne abbiano bisogno. Per riuscire in tutto ciò occorre tanta umiltà e la messa al bando di quella sete di potere che ha sempre albergato nelle Associazioni Venatorie e nella politica italiana. Cordiali saluti, Pino Messina. Un caloroso abbraccio a MIMMO MUNDO.

da Gimessin 10/01/2012 11.53

Re: Storia di un’unità mancata

Salve, uff!!! Finalmente ho finito di leggere tutti gli interventi, mi pare a mio modesto parere che molti siano proprio fuori luogo. Il documento del blog, vuole solo chiarire con chi non crede a quello che da giorni si dice, come sono andate le cose circa la mancata unione. Non stiamo crecifiggendo nessuno per le tessere al PDL, si sta parlando dell'impegno che Berlato aveva preso con i rappresentanti dei partiti che dovevano rappresentare l'unita' del mondo rurale, di abbandonare le file del PDL per schierarsi con questi partiti nascenti. E' palese che se questo blog rappresenta uno spaccato della realta' venatoria, non è affatto vero che C.A. non abbia simpatizzanti. Vorrei dire ai vari Zaratin, Baghy; Fabio e Co che se l'unione non c'e' stata non è certo per colpa di C.A. ma di chi ama continuare a spaccare il mondo della caccia restando comodamente seduto dove sta e con un piede in quattro scarpe se non cinque. Ho visto anche che non è mancato il [email protected]@@ni di RO_MA che al solito anche se non presente non manca di nominarmi o fare riferimento alla mia persona a riprova che la sua patologia sta peggiorando. Stiamo un po con i piedi per terra e non litighiamo per chi ha il cane migliore o è piu' bravo a sparare, sono cose sterili ed improduttive. La questione è solo una, si vuole l'unione? Bene allora Berlato deve uscire dal PDL perche' non credo che possa continuare a lungo con questo comportamento di ambiguita' pregressa. Non possiamo stare su un blog e scrivere 200 commenti per capire che ci sono delle incongruenze comportamentali da parte di chi ci ha rappresentato e vuole, a suo modo, continure a farlo.Che stia tranquillamente dove sta e che guadagni dieci volte piu' di quanto guadagna adesso ma che faccia veramente gli interessi della caccia, diversamente faccia spazio che c'e' gente, non piu' brava ma talmente [email protected]@ata che anche senza soldi sta dimostrando gia' da qualche anno di quanto abbia a cuore il problema!

da Carmelo Hunter 10/01/2012 10.30

Re: Storia di un’unità mancata

x Il Saccentone "In altri termini,IO e LEI ci siamo presentati per quello che siamo o, più modestamente, pensiamo di essere difendendo ognuno le proprie ragioni e i propri interessi(liberi interessi eh,non mi si fraintenda)".TU SEI FUORI DI TESTA,TE LA CANTI E TE LA SUONI DA SOLO,CHE BELL'AFFARE ABBIAMO FATTO,MADRE NATURA E' STATA MOLTO CATTIVA NEI TUOI CONFRONTI,SEI COME IL DOTTOR JEKILL E Mr HYDE.

da Spartacus60 10/01/2012 8.46

Re: Storia di un’unità mancata

X Zaratin Embhe?????? Come Hembè, almeno c'hanno provato! Se Carrara; Orsi e Berlato hanno fallito dovrebbero dimettersi e lasciare la poltrona, visto che hanno più volte ribadito che se sono sullo scranno del Parlamento lo devono ai voti dei cacciatori...quindi dimissioni!!!!, E' troppo facile dire c'ho provato, ma non ci sono riuscito, ci sono stati dei danni non indifferenti alla loro scesa in campo, che ci porteremo avanti per tutti gli anni a venire (art.43), senza poi metterci una pezza e cercare di risolvere questo putiferio che si è scatenato, io sono fra quelli che ci hanno creduto, ma a questo punto dico che a questi interessava solo la poltrona...no di certo le sorti della caccia.

da giannirm 10/01/2012 8.19

Re: Storia di un’unità mancata

un salutone a germano da pasquale schiavarelli

da pasquale schiavarelli 10/01/2012 3.02

Re: Storia di un’unità mancata

segue - È più facile compattare più categorie attorno ad un interesse superiore e comune a tutte. E credo sia questa l’unica strada percorribile. Ma non attraverso una sigla o una parola su un logo o qualche comunicato stampa. Servono prese di posizione ed azioni concrete, servono persone capaci di prenderle/intraprenderle, che dovrebbero essere coinvolte e non fatte scappare. Molti dei commenti che ho letto mi inducono a pensare che molti esponenti di questi neonati movimenti politici abbiano la “capacità”, non solo di far allontanare gli altri soggetti che invece dovrebbero far avvicinare, ma anche gli stessi cacciatori…

da Massimiliano Filippi 10/01/2012 0.38

Re: Storia di un’unità mancata

È stata dura leggere tutti i commenti. Sono tanti, e fino all’ultimo momento sono stato indeciso se scrivere o meno: non vorrei che qualunque pensiero io esprima, fosse interpretato da qualcuno come la difesa o l’attacco verso una delle parti in causa, col risultato di gettare ulteriore benzina sul fuoco (amico?!) che mi pare arda già bene... Allora ho pensato di premettere che conosco e stimo Sergio Berlato, ma non sono né membro né tesserato PDL, che condivido la sua idea di unità del mondo rurale, ma non sono né membro né tesserato MCR (prima che me lo ricordi qualcun altro: pur essendo vicepresidente della Onlus che ha visto Berlato quale presidente fin dalla sua nascita). Allo stesso tempo, premetto che conosco e stimo Fabrizio Arena di CA, che ho conosciuto Angelo Dente di CA e ne ho avuto una buona impressione, ma non sono né membro né tesserato CA; che conosco e stimo Eugenio Casella di CRCA, ma non sono né membro né tesserato CRCA. Fatta la lunga ma ritengo, opportuna, premessa, vorrei invitare tutti Voi ad una riflessione: secondo Voi, perché gli animalisti, che dicono di godere di un così ampio consenso, non hanno ancora costituito un loro partito? Non rispondetemi che ne esiste uno: conta come il 2 di spade quando la briscola è a bastoni! Mi pare però che gli animalisti sappiano ben far pesare sui decisori, quel consenso che si guardano bene dal rendere palesemente quantificabile. Credetemi Amici: non ho grande esperienza politica, ma di Sindacati ne so qualcosa: è difficilissimo compattare una sola categoria, perché più l’interesse da difendere è settoriale, più si evidenziano e pesano le sfumature. Ci riescono oggi solo gli Ordini professionali (spero ancora per poco), perché per i Professionisti l’iscrizione è obbligatoria, ma chiedete ai diretti interessati se si iscriverebbero ugualmente se non fossero obbligati. Se sono tutti soddisfatti dell’operato del loro Ordine di appartenenza. segue

da Massimiliano Filippi 10/01/2012 0.35

Re: Storia di un’unità mancata

perché facente parte del Pdl ? Vorrei ricordare che non si sono verificati brogli almeno in questa circostanza. Gli avete chiesto di uscire dal Pdl perchè non in linea politicamente con la “truppa”? Cosa ha da offrigli CA ad un Europarlamentare o comunque un parlamentare affermato già parlamentare di lungo corso non credo certo un bacino allettante di voti. Quali compagni (che pessimo termine) ricominciamo quali soci gli affianchereste per conquistare i palazzi? Chiudo dicendo, avrete anche ragione ma con queste ragioni i cacciatori continueranno a essere tartassati e gli altri non cacciatori dovranno gioco forza affidarsi ad altri soggetti politici.

da RB 09/01/2012 22.28

Re: Storia di un’unità mancata

Sembrerebbe da quanto riportato dal link, le colpe di una non unione sia da far ricadere sul comportamento di Berlato. Appurato che questo sia vero, in futuro quale saranno le reazioni di CA, che il basso risultato sia da attribuire a Berlato? Oppure come ci ha insegnato da tempo immemorabile la sx che comunque anche se si perdono dieci punti percentuale si è sempre vinto in quanto si prevedeva una perdita di 15 punti? Mi rendo conto che pur di esaltare le virtù e le buone intenzioni di CA si è disposti a tutto ma al di la dei proclami elargiti a piene mai dai simpatizzanti sembra che l’unica cosa che interessi a quest’ultimi sia l’attribuzione di colpe. Io invece punto il dito su altri aspetti: il programma e per programma non intendo quello scritto che lascia il tempo che trova, ma quello operativo sulle problematiche caccia e dintorni tenuto conto che, vuole essere un partito che abbraccia tutte le problematiche nazionali. Dopo tre anni dal suo battesimo a mio avviso è una scatola vuota. Seconda considerazione, se pure il grande successo lo proiettasse a 1/2 x % e per un gioco di percentuali fosse determinante, lo sarebbe per quale schieramento quello di destra, di sinistra di centro? Vorrei ricordare che non siamo graditi ne dalla Lega ne dal Pdl odiati dalla Sinistra dal’Idv e non ultimo dal Centro. Centro che vorrei ricordare non è costituito solo dall’Udc che ha fatto sempre il pesce in barile, ma anche da un cero Rutelli ex radicale,margherita, quercia, ulivo, insomma l’ex per eccellenza e non ultimo Fil che con il suo Urso direttore di Fare Futuro ha dato un gran bel servito a noi cacciatori. A questo punto le mie domando sono pertinenti e meritano risposte: Avete cercato di tirare dentro Berlato per vincere facile essendo il solo a districarsi nella politica e che che ne dica qualcuno anche su Wikipedia è riportato che è stato eletto con 58.000 e passa voti di PREFERENZE e non già come qualcuno asserisce perché facente parte

da RB 09/01/2012 22.25

Re: Storia di un’unità mancata

Cari amici è il momento giusto per raggiungere l'indipendenza.Troppe volte i cacciatori sono stati traditi . Uniamoci tutti sotto la bandiera di Caccia-Ambiente-Agricoltura-Pesca-Tradizioni.A disposizione per qualsiasi confronto pubblico : politici ,dirigenti associazioni venatorie, ecc. "Nessun Dorma"

da Nessun Dorma 09/01/2012 22.19

Re: Storia di un’unità mancata

Potrei fare un elenco di cose promesse a partiti in coalizione e mai raggiunte!purtroppo una volta alleati o si ha la forza di far saltare i governi oppure nisba! comunque se tu ci credi è giusto che tu vada avanti...

da fabio 09/01/2012 22.11

Re: Storia di un’unità mancata

Caro Fabio perché precludere il centro dx, il punto focale di tutto è portare i nostri voto essendo ancora nostri, in questo modo hai margine per aver voce in capitolo, e non come è successo nella alle ultime elezioni, hai dato voti in cambio di promesse poi disattese, e i candidati cacciatori eletti, sono stati messi in condizione di non nuocere e in minoranza in seno alla coalizione, nel caso inverso se tu sei ancora in possesso dei tuoi voti la faccenda cambia aspetto, perché hai ancora la possibilità di fare la voce grossa.

da nato cacciatore 09/01/2012 21.54

Re: Storia di un’unità mancata

Stiamo quì a parlare di politica quando frà un pò la caccia finirà perchè non c'è più selvaggina e non si fanno interventi in questo senso. Lasciamo la politica agli essere SQUALLIDI,noi siamo cacciatori,ricominciamo a lavorare dalle basi,cioè dal territorio!!!

da Freak 09/01/2012 21.53

Re: Storia di un’unità mancata

Game Over, questa discussione a me ha insegnato moltissimo...accolgo il tuo consiglio sul fatto che non dovrei scrivere qui! così farò!

da massimo zaratin 09/01/2012 21.36

Re: Storia di un’unità mancata

Vedi Fabio, la ricetta è proprio l'unità, e se questa fosse possibile non sarebbe nemmeno necessario il partito, sarebbe più che sufficiente un'unica associazione, se ne parla da tempo, tutti sono d'accordo ma........un poco come la zitella tutti la vogliono ma nessuno la sposa. Per cui non ci resta che provare questa strada.

da Nato cacciatore 09/01/2012 21.35

Re: Storia di un’unità mancata

Se tutti o quasi, sono soci di ACV solo ACV aveva tutti i dati per tesserare, comunque era da tempo che a Vicenza sapevano di un tesseramento anomalo, vedrete che la Procura andrà ad ascoltare i dirigenti ACV delle sezioni vicentine, e vivamente spero che la VERITA' venga fuori, ma visto cosa è successo non farei mai una tessera ACV.

da Franco 09/01/2012 21.25

Re: Storia di un’unità mancata

perfetto, non ci sono dubbi quello che succede in grande qui viene riportato in piccolo!! e alla fine toccherà far venire un Monti anche per la caccia! e se tanto mi da tanto si chiude a dicembre e si va verso una liberalizzazione delle afv! cosìchè chi paga gioca chi invece non paga sta a guardare si fa muovere l'economia si tiene sottocontrollo l'opinione pubblica e gl'animalisti è sì arriverà un Monti anche per noi!! Certo se dovessi mettere a confronto la caccia inquanto tale e tutta la porcheria che ci si è appiccicata sopra come una mucillaggine mi verrebbe voglia di far festa e magari andare a far passeggiate o andare a vedere rientrare i tordi senza fucile ( anche perchè comincia un pò a darmi noia al cuore sparare magari all'unico che rientra) la modernità non sarà mai conciliata con la caccia è di per se un controsenso.... forse tra un centinaio d'anni quando saranno passati di moda inquinanti affaristi e falsiambientalisti, e quando forse avremo fatto un paio di passi indietro allora la caccia forse potrà tornare in auge!! saluti alla camera dei deputati!!

da fiore 09/01/2012 21.24

Re: Storia di un’unità mancata

Guardi Zaratin, ed ora sono serio, non credo che si tratti di essere alleati o meno. Il vero nocciolo della questione, al di là delle provocazioni che sicuramente e volutamente ho lanciato, è che ci sono persone che a questo mondo MAI potranno andare d'accordo. Mi dirà, fin qui abbiamo scoperto l'acqua calda! Certo. Ma allora cosa dobbiamo sottolineare veramente? Poche ma significative considerazioni. In diverse occasioni anche io e lei ci siamo "scornati", fuori di dubbio. Tuttavia MAI da parte sua ne da parte mia ci sono state diffamazioni, distorsione di fatti reali recuparati dal web (modestamente, se il mio nome è indicizzato sul web vorrà dire che qualcosa di buono avrò anche fatto), battute da osteria che coinvolgono coniugi, familiari ecc. Ma da questo NON si sono mai astenuti altri ben definiti personaggi che, prescindendo dal merito di cosa, come e dove possono dare alla vostra causa, fanno della becera provocazione, del dileggio, della vigliaccheria la propria ragion d'essere. Ed il bello è che poi assurgono (autoergendosi) al ruolo di vittime sacrificali e di dtentori dei canoni della democrazia! In altri termini, io e lei ci siamo presentati per quello che siamo o, più modestamente, pensiamo di essere difendendo ognuno le proprie ragioni e i propri interessi (liberi interessi eh, non mi si fraintenda). Ma altri possono dire di aver fatto altrettanto? Vedrà quali e quante risposte arriveranno confezionate con le solite stupidaggini trite e ritrite chem tuttavia, a qualcuno presto potrebbero costare una diffida e la successiva azione giudiziaria. Saluti.

da Ro_Ma 09/01/2012 21.17

Re: Storia di un’unità mancata

E bravo zaratin ,lei non dovrebbe scrivere su di un blog ,ma iscriversi ad una gara di slalom,tanto tentare di glissare ciò che è scomodo è l'unica cosa che riesce a produrre,oltre ad aria fritta per conto di pressapochisti politicanti.

da game over 09/01/2012 21.14

Re: Storia di un’unità mancata

immagino che se la coalizione non sarà con il centrodestra,visto l'astio contro il PDL e contro Berlato,sarà sicuramente con il centrosinistra...o sbaglio?

da fabio 09/01/2012 21.13

Re: Storia di un’unità mancata

me la mangio domenica, con il ripieno :)

da massimo zaratin 09/01/2012 20.49

Re: Storia di un’unità mancata

Vedo zaratin che lei condivide la capacità con tal europarlamentare ,di rispondere facendo altre domande.lei continui pure a tergiversare non avevo dubbi sul fatto che non avrebbe risposto,daltronde ,la sua demagogia è questa ,vuota e sterile,esattamente come i contenuti dei suoiproclami.mi saluti e dia una carezza alla sua gallina,con cotanta scianza l'esistenza della poveretta ne avrà sicuramente di giovamento.

da game over 09/01/2012 20.47

Re: Storia di un’unità mancata

la ricetta caro nato cacciatore dovrebbe essere l'unità che è molto difficile da raggiungere anzi quasi utopia,vedo però che è molto + facile dividere,ma con risultati egualmente utopici da raggiungere,quindi io sono poco propenso al partito politico,ma preferirei che tutto il mondo venatorio,agricolo e rurale in genere diventasse una cosa così grande da influenzare le scelte politiche.

da fabio 09/01/2012 20.35

Re: Storia di un’unità mancata

PS per Ro_Ma ...pensa che Giovanni ha segnalato alla wilderness con una mail pure me :)

da massimo zaratin 09/01/2012 20.33

Re: Storia di un’unità mancata

Bravo Ro_Ma...stiamo quasi per diventare alleati! Evvai! scrivi ciò che vuoi tanto il problema siamo noi, Berlato, gli altri cacciatori, le associazioni di agricoltori e di pescatori...insomma NOI!

da massimo zaratin 09/01/2012 20.30

Re: Storia di un’unità mancata

Bravo Aiello, tu segui il tuo piccioncino e segnalate tutti, dico tutti, per pornografia come fate su Facebook e vedrai che risolverete ogni problema della caccia. Senza considerare che la caccia non ha problemi "E' IL PROBLEMA" per l'80% dell'opinione pubblica. TI/VI PIACCIA O MENO!

da Ro_Ma 09/01/2012 20.26

Re: Storia di un’unità mancata

Pasquale, trattasi solo di diventare un pò più "uomini"...segui la tua intelligenza, leggi anche tu l'articolo di Maurizio Costanzo, oppure quelli di Ro_Ma qui sopra e decidi con chi dovrai sprecare, tanto quanto me, il tuo tempo!

da massimo zaratin 09/01/2012 20.23

Re: Storia di un’unità mancata

A volte mi sovviene un pensiero che riguarda un pò tutti, me compreso ci mancherebbe. Se tutti noi spendessimo tante energie per fare il bene della caccia e del mondo che le ruota attorno, credo che le cose potrebbero andare molto meglio. Ma vedi Massimo, quando si cerca di negare che berlato ha fatto il diavolo a quattro per cercare di mettere alle corde Caccia Ambiente, per cercare di denigrarla in tutti i sensi allora sono contento di leggere i post contro lui di tanti di noi. Se poi risulta vera la porcata delle false tessere pdl, chiunque l'abbia fatto mi auguro sia messo alla gogna senza mezzi termini. Non aggiungo altro perchè non ne ho voglia in quanto nauseato da certi comportamenti che di corretto hanno nulla e che per il nostro mondo sono solo deleteri, se qualcuno ama il detto : Dividi et impera.....beh che gli cada sul collo come una ghigliottina.

da Giovanni Aiello 09/01/2012 20.19

Re: Storia di un’unità mancata

Caro Game Over, inutile che tu dia consigli a Zaratin:il suo parlare è quello che gli viene dettato da chi sappiamo tutti noi.Basta gurdare i suoi interventi difensivi su questo articolo alle 14; 14,28; 15,10; 15,47; 16,33; 17,26; 19,10. Questo è un uomo fortunato: ha la fortuna, invece di lavorare, di poter passare i pomeriggi ( a volte anche intere mattinate ) a scrivere sui blog. Beato lui che non ha altro da fare, se non obbedire!!!!!!!

da Pasquale Luciano 09/01/2012 20.13

Re: Storia di un’unità mancata

Cosa vuoi che ti dica Game Over? che le altre ass venatorie hanno fatto bene ad attaccare un'altra ass venatoria (o viceversa)? Che si fa bene a "stappar bottiglie" quando qualcuno dei "nostri" viene attaccato? Che è molto più bello ed appagante far la guerra l'un l'altro piuttosto che individuare il "nemico comune"? Guarda, se vai su libero leggerai anche tu la notizia appena pubblicata di un Maurizio Costanzo, che non si vedeva più da tanto tempo, che pubblicizza il suo ultimo libro sugli animali "in cui l’autore racconta come sia arrivato a prediligere il rapporto con loro rispetto a quello con molti esseri umani"...e tu mi stai a parlare di cosa? Stiamo a perdere del prezioso tempo a farci la guerra l'un l'altro...con l'aggravante che non si tratta nemmeno di poltrone ben remunerate ma solo per dare sfogo al nostro piccolo, inutile, bastardo ego!

da massimo zaratin 09/01/2012 20.08

Re: Storia di un’unità mancata

Zaratin come cantastorie risulta patetico ,se non quando, addirittura, (vuole narrarci a "modo suo" )un comunicato ufficiale che non lascia certo spazio ad interpretazioni,(visto che è la cronistoria di eventi accaduti),allora si che scade nel ridicolo.Non sono certo io a tessere le lodi di CA e credo che chi ci legge lo sappia bene,ma quando sento discorsi filosofici come quelli sviscerati da lei in merito,ai soldi presi dalle ass ven nazionali dai propri tesserati per intentare una causa contro un'altra ass ven(CONFAVI)mossi chi sa da quali invidie,e non contro gli "animalari" beh, credo che lei abbia toccato veramente un basso fondale nel tentativo maldestro di distorcere la verità.Se del caso è un'eresia quella compiuta da alcune ass ven che hanno intentato causa alla confavi contro un'atto illecito??????,o è corretto che la confavi abbia usato i soldi dei suoi associati ,per perseguire una causa senza basi e senza numeri che l'ha vista soccombente nei tribunali?????'Mi dica zaratin la colpa è di chi denuncia un atto illegale o di chi ha tentato di commettere un atto illecito ed è stato pizzicato?????? Non voglio entrare nel merito delle beghe giudiziarie che si stanno consumando in questi giorni,sono fiducioso nella giustizia,e lasciamo che questa faccia il suo corso,lei si limiti a riservare le sue teoria per quelli del suo livello (quello basso)

da game over 09/01/2012 19.38

Re: Storia di un’unità mancata

lette le prime e le ultime considerazioni,non posso non essere daccordo con l'amico gimessin,che con grande senso di responsabilita' e chiarezza ha espresso la propria e le tante favorevoli posizioni a favore di cacciaambiente

da mimmo mundo 09/01/2012 19.18

Re: Storia di un’unità mancata

Beh...CA voleva sottoporre un quesito ai cacciatori, in maniera venisse discusso da tutti, animalisti compresi...di materiale ora ne ha a sufficienza per riflettere! In attesa del prossimo comunicato! Saluti a tutti!

da massimo zaratin 09/01/2012 19.10

Re: Storia di un’unità mancata

@Fabio, io sono pro C.A, sei quasi riuscito a convincermi della sciocchezza delle mie idee, bene manca ancora un pezzetto. dammi la tua ricetta per risollevare le sorti della caccia, e questa domanda è rivolta anche a tutti coloro che vedono un partito dei cacciatori come il fumo negli occhi, per fare un esempio come l'amico F.L.

da Nato cacciatore 09/01/2012 18.54

Re: Storia di un’unità mancata

Ognuno abbiamo la nostra convinzione e crediamo di avere la chiave della verità in tasca, il tempo è galantuomo e chi vivrà vedrà. Adesso vado, ho un appuntamento con 26 baldi ragazzotti e ragazze che vogliono prendere la licenza di caccia. Baghy

da Baghy 09/01/2012 18.44

Re: Storia di un’unità mancata

se per tè venirmi a trovare vuol dire minacciare,be allora siamo alla frutta

da cristian romanelli 09/01/2012 18.44

Re: Storia di un’unità mancata

forza e coraggio in famiglia sono 4 voti per voi..grazie di esistere fatevi onore e distruggeteli...tesserato dal primo giorno

da germano reale 09/01/2012 18.32

Re: Storia di un’unità mancata

x Vanni:c'è un'ipotesi di portare lo sbarramento al 12%...mi vuoi spiegare piuttosto che tergiversare come farete a fare qualcosa x la caccia e i cacciatori se non avete la possibilità di andare nelle Istituzioni??

da Fabio 09/01/2012 18.29

Re: Storia di un’unità mancata

Fino apoco tempo fa si leggeva nei blog, dov'era finito il partito politico Caccia Ambiente, perchè non avevamo notizie in merito alle riunioni avute con gli altri movimenti nel tentativo di trovare l'unità politica per affrontare le prossime competizioni elettorali. Ora leggiamo un comunicato molto semplice lineare comprensibile a TUTTI, ovviamente non condivisibile da tutti (ci mancherebbe),dove si legge, individuando le resposabilità, che l' unità non si è trovata, e che il partito caccia ambiente correrà da solo con il suo simbolo e si appellerà ad ogni libero cittadino indipendentemente dalla sua associazione o movimento di appartenenza, proponendo un programma credibile, e realizzabile per ottenere il massimo risultato elettorale possibile. La motivazione più importante che mi ha indotto ad aderire a Caccia Ambiente e prendermi la responsabilità di coordinatore di venezia, è la convinzione che questo partito darà DIGNITA alla caccia e a noi cacciatori ponendoci noi stessi a confronto con gli altri, e non come è successo sind'ora dove delegando partiti trdizionali siamo stati solo utili con il nostro voto e poi dimenticati o peggio tollerati quando chiedevamo ai nostri eletti di mantenere i patti elettorali sottoscritti con Noi. la gente ormai sa che da questi pariti non può più aspettarsi nulla e sono certo che non si faranno più attirare dalle sirene incantatrici dei partiti tradizionali, di qualche movimento ed ass. venatorie che sicuramente cercheranno di sminuire l'importanza di caccia ambiente dicendo le classiche litanie che ormai mi sento ripetere da più di quarant' anni (non possiamo chiedere troppo, meglio perdere un dito che tutta la mano, siamo fortunati che andiamo ancora a caccia...) a questa arrendevolezza il popolo cacciatore vuole ribellarsi e agire in prima persona. Saremo anche dilettanti della politica ma non siamo ingenui e le provocazioni e le strumentalizzazioni le capiamo benissimo (fanno parte del gioco).

da fulvio scarpa venezia 09/01/2012 18.27

Re: Storia di un’unità mancata

@Baghy: "....Tu sei stato scaricato anche dai tuoi stessi "simili" e forse è per questo che scrivi nei nostri blog, ma non ti illudere non entrerai mai nelle nostre grazie..." POVERO ILLUSO!!! MA CHE PENA MI FAI. Architè tu piens' ara maddalenuzza e ara chiaredda che magari a chire università a vann' dann' a destra e a sinistra, arricordatill'!!

da Ro_Ma 09/01/2012 18.26

Re: Storia di un’unità mancata

x BAGHY E fABIO - GUARDATE CHE QUI L'ARGOMENTO NON E' DI CARATTERE TECNICO DEL VOTO, MA FORSE FA COMODO DISTRARRE... SUL FATIDICO 4% BASTA ASPETTARE CON QUALE LEGGE SI ANDRA' A VOTARE E COMUNQUE LA COALIZIONE EVENTUALE SI FARA' SUI PROGRAMMI E NON CI SARA' UN SINGOLO POLITICANTE A TRATTARE E AD ANTEPORRE I SUOI INTERESSI MA UN PARTITO INTERO FATTO DA SOLI CACCIATORI.

da VANNI 09/01/2012 18.19

Re: Storia di un’unità mancata

In italia l'unità si fa solo se c'è la possibilità di "mangiare",gli accordi costruttivi lasciamoli perdere,non sono per noi.

da vince50 09/01/2012 18.16

Re: Storia di un’unità mancata

x Il Saccentone Pascitur in vivis livor, post fata quiescit. x Il Presidente Vulpem pilum mutare,non mores.Carissimo Collega mai cedere il passo al Nemico.Salutoni.

da Spartacus60 09/01/2012 18.15

Re: Storia di un’unità mancata

Ro-Ma, Ritorna a cuccia, noi ci accapigliamo, talvolta duramente ma sempre con il medesimo obbiettivo, andare a caccia. Tu sei stato scaricato anche dai tuoi stessi "simili" e forse è per questo che scrivi nei nostri blog, ma non ti illudere non entrerai mai nelle nostre grazie. Baghy

da Baghy 09/01/2012 18.14

Re: Storia di un’unità mancata

@Presidente: ti ringrazio e mi fa piacere constatare che RAGIONI di fronte a fatti inconfutabili. Questo per dirti che NON mi interessa avere ragione o torto. Per il resto, basta leggere le solite pappagallate del signor architetto e quelle, che a breve arriveranno, del segnalatore siracusano e allora si che avrete "vita" lunga. Saluti.

da Ro_Ma 09/01/2012 18.08

Re: Storia di un’unità mancata

Caro Giuseppe, ti posso assicurare che ho uno stomaco di ferro e digerisco tutto, perfino i sassi, detto questo credo però che per convincere gli scettici ci vogliano certezze, o sbaglio. di chiacchiere e scritture ne è pieno il mondo, diversa è invece l'ufficialità dei documenti, non credi??? Fabio, sono mesi che chiedo quello che chiedi tu, la risposta è sempre la stessa, silenzio assoluto. Baghy

da Baghy 09/01/2012 18.05

Re: Storia di un’unità mancata

Ho dato un'occhiata un po a tutti i commenti....Mi spiace,ma a malincuore(molto a malincuore)stavolta devo dar ragione a madaffari!

da Presidente 09/01/2012 18.03

Re: Storia di un’unità mancata

Berlato per favore resta dove sei e porta avanti la tua battaglia all'interno del pdl come hai sempre fatto finita la berlusconite si apriranno per te praterie qui qualcuno non ha ancora capito che quando si conta come il 2 di briscola si deve anche ascoltare e magari un po di cenere in testa che alle vergini non ci credo più da tempo

da gino 09/01/2012 18.03

Re: Storia di un’unità mancata

x Tutti gli Amici Cacciatori Certo che San Nicola Magno,all'incirca ben otto lustri addietro ebbe molta pena e commiserazione verso un ESSERE INUTILE,non tanto per averlo lasciato campare fino ad oggi,no,ma per averlo messo alla prova,o meglio,per constatare se ci è o lo fa per sua naturale composizione:IL DEFICIENTE.W LA CACCIA x SEMPRE.

da Spartacus60 09/01/2012 18.02

Re: Storia di un’unità mancata

Anche se esiste la soglia del 4% , quando si perdono voti , non si governa e Prodi vinse per 25000 voti ovvero lo 0,0...% . Se si verificasse alla prossima tornata situazione simile , e la situazione politica attuale non delinea uno schieramento più forte numericamente di altro , anche l'1% sarà determinante quando si ritornerà a votare a meno che non si scelga di nuovo chi ha vincolato la caccia all'ispra o al turismo .

da FABIO 09/01/2012 18.00

Re: Storia di un’unità mancata

forse mi sono spiegato male,ci riprovo come e con chi C.A. si alleerà politicamente visto che "i numeri" non esistono!! vorrei ricordare che esiste uno sbarramento del 4%...

da fabio 09/01/2012 17.59

Re: Storia di un’unità mancata

Caro Baghy - qui non vi è nessun intento persegutorio se non quello ai danni della realtà che per qualcuno è difficile da digerire, come ripetuto, sopra a chiare lettere vi è un comunicato ufficiale da parte di Caccia Ambiente che conferma poi fatti a molti noti e già di pubblico dominio, quindi a rigor di logica chi dovrebbe eventualmente provare a smentirli sarebbe solo il diretto interessato e non altri.

da Giuseppe 09/01/2012 17.58

Re: Storia di un’unità mancata

Ma perchè siete sempre cosi suscettibili, io non mi permetto niente ho solo chiesto a coloro che secondo me sono i diretti interessati conferma di quanto si dice e si scrive, ho la massima fiducia di chi crede in un progetto politico, chiunque esso sia ma i documenti ufficiali sono in possesso dei dirigenti o della segreteria dei vari partiti, pertanto non capisco il perchè di tanto acredine, o forse lo capisco benissimo. Baghy

da Baghy 09/01/2012 17.40

Re: Storia di un’unità mancata

x ro-ma qui siamo già incazzati noi senza avere tra i piedi i dissociati mentali degli animalari, andate nei vostri siti e parlate dei vostri Pecoraro e Pratesi indagati, finora siete voi quelli che sono scomparsi dal parlamento...con infamia.

da Dario 09/01/2012 17.40

Re: Storia di un’unità mancata

ro_ma, probabilmente non hai calcolato, che i futuri cacciatori potranno essere quelli che cacciano mentecatti come te. Da qui in poi per me finisci di esistere.

da Nato cacciatore 09/01/2012 17.34

Re: Storia di un’unità mancata

Caro Giacomo non sapevo che anche tu facessi parte del direttivo Nazionale C.A. complimenti. Baghy

da Baghy 09/01/2012 17.29

Re: Storia di un’unità mancata

Bravissimi, continuate così: lo spettacolo di questi commenti e di queste manfrine NON ha eguali, anzi è davvero inenarrabilmente piacevole perchè prelude a quello che vi aspetta entro i prossimi 15 anni al massimo: LA SCOMPARSA TOTALE E DEFINITIVA DALLA SCENA DELLA SOCIETA' CIVILE. Ottimo, avanti di questo passo.

da Ro_Ma 09/01/2012 17.29

Re: Storia di un’unità mancata

l'inconfutabile realtà di CPA insegna!!...mi venga anche spiegato come e con chi C.A. si alleerà politicamente visto che "i numeri" non esistono!! vorrei ricordare che esiste uno sbarramento del 4%...

da fabio 09/01/2012 17.29

Re: Storia di un’unità mancata

Sono convinto che le cose si possano risolvere senza la "violenza"...non è la prima volta che mi rivolgi queste minacce neanche tanto velate.

da massimo zaratin 09/01/2012 17.26

Re: Storia di un’unità mancata

se devi commentare l'articolo va bene,ma quando entri in marsa ,marsetta,beghe tue con altre persone,Zarattin stufi,per non dirti altro,se vuoi continuare a discutere di quelle cose vieni a trovarmi ,ti aspetto

da cristian romanelli 09/01/2012 17.19

Re: Storia di un’unità mancata

la domanda era rivolta ai responsabili di C.A. se hanno la volontà di rispondere e non a te caro Diego, semprechè tu non ne sia dirigente. Se così fosse posta il documento a cui fai riferimento e saremo tutti felici e contenti, magari senza urlare ci si capisce meglio. Baghy

da Baghy 09/01/2012 17.10

Re: Storia di un’unità mancata

L'inconfutabile realta' dei fatti depone e induce a credere fortemente che l'unico partito accreditato ad essere soggetto vicino ai cacciatori, pescatori, agricoltori, ed all'ambiente e' C.A.

da Maurizio Fontana 09/01/2012 16.57

Re: Storia di un’unità mancata

Pur non facendo parte di nessun Movimento o partito che sia,la logica evince e mi impone solo una considerazione: considerando il fatto che di scalata a poltrone si tratta...una sola è da considerarsi tale!!PS.non me ne si voglia,ma mi pare anche abbastanza solida!...altri tutti sgabelli traballanti.

da fabio 09/01/2012 16.55

Re: Storia di un’unità mancata

Forse sarebbe opportuno che qualcuno ci spiegasse del perchè è stato chiesto a Berlato di rinunciare oltre al Pdl anche all'incarico ricevuto dagli elettori da parlamentare Europeo, mentre per il Pdl la giustificazione ci sarebbe quale sarebbe il senso della seconda opzione? Che senso avrebbero le dimissioni quando magari verrebbe ripescato un'altro Zanoni al suo posto, che senso avrebbe privarci di un parlamentare europeo come referente politico? Mah i misteri della politica sono anche questi. Baghy

da Baghy 09/01/2012 16.55

Re: Storia di un’unità mancata

Concordo, una volta tanto con Zarattin, se non saremo capaci di unirci far sentire anche la nostra voce allora è giusto, anche per la legge naturale, scomparire, vorrà dire che la nostra passione non era talmente forte da impegnarci per difenderla e faremo mestamente la fine dei nativi americani, rinchiusi in riserva in attesa di essere sterminati. Dobbiamo riprenderci la nostra coscienza e non continuare ad aspettare il solito politicante e le sue belle promesse, ma contando solo su noi stessi, come recita il motto di Caccia Ambiente, solo noi possiamo aiutare noi, dobbiamo e possiamo, anche per permettere ai nostri figli di poter avere il dono della passione venatoria e poterla praticare come è stato naturale sin dalla notte dei tempi della storia umana. In ogni caso se dobbiamo morire tanto vale farlo da cacciatori, con orgoglio.

da Giuseppe 09/01/2012 16.53

Re: Storia di un’unità mancata

l'unica consolazione, se tale la si può considerare, non sarò testimone di questa ulteriore sconfitta dell'uomo, perché insime alla caccia si perderanno tanti valori così faticosamente tramandati fino ad oggi.

da Nato cacciatore 09/01/2012 16.43

Re: Storia di un’unità mancata

Ancora un paio di generazioni, Pasquale, e poi tutto questo finirà! Se non riusciremo ad "acculturare" in senso rurale i nostri figli, entrando nelle scuole, parlando di ambiente innanzitutto, avvicinando non solo chi ha a cuore la caccia e la pesca ma l'ambiente in generale, istruendo la gente su una valutazione diversa dei problemi ambientali così come già stanno facendo alcune ass ambientaliste, un altro pezzo importante dell'uomo andrà perduto...altro che beghe politiche, modifica della 157, tordi a fine gennaio e "marsa e marsetta"!

da massimo zaratin 09/01/2012 16.33

Re: Storia di un’unità mancata

"purtroppo in pochissimi riescono andare oltre!" Chissà perché questo lo penso e lo condivido anch'io, mo va a stabilire chi sono i tantissimi che non lo fanno e i pochissimi che ci riescono!

da Nato cacciatore 09/01/2012 16.00

Re: Storia di un’unità mancata

come cacciatore sono molto deluso perchè è lunita che fa la forza come cacciatore lombardo non sono d accordo con le ultime prese di posizione di crca stacchiamoci da berlato

da angel 09/01/2012 15.54

Re: Storia di un’unità mancata

Giuseppe, la verità è ancora più semplice di come l'hai detta tu. La tanto auspicata unità dei cacciatori, ad oggi, non c'è...e forse mai ci sarà...poco importa di chi sia la colpa! I comunicati degli ultimi mesi sono tutti di questo tono! Nessun progetto, nessuna battaglia contro un nemico comune, nessun risultato! Questa l'amara verità! C'è chi si accontenta di trovare un responsabile da buttare in pasto ai blog...purtroppo in pochissimi riescono andare oltre!

da massimo zaratin 09/01/2012 15.47

Re: Storia di un’unità mancata

Mi sembra che si sia saltato di palo in frasca con la velocità di un cercopiteco dela giungla. Ritengo che questo comunicato sia stato emesso in modo corretto,visto le dichiarazioni delle altre parti in causa,sulla famosa questione dell'UNITA'. Poi che vi attacchiate a tutt'altre cose,è un divagare,questo è stato scritto per dovere verso i nostri elettori e simpatizzanti come giusto che sia.... Ascoltare sempre le due campane prima di giudicare.

da Mirco Costa Imola 09/01/2012 15.40

Re: Storia di un’unità mancata

Per Bekea, tu dici che non era possibile pretendere che lasciasse (rinunciase) un cospicuo e solido elettorato. Beh! lui si è sempre vantato (anche se non apertamente, sottintendendolo in modo evidente) che quel bel gruzzoletto di voti era lui a portarli al PDL, e non che li avesse conquistati per il solo fatto di essere candidato nelle lista dello stesso.

da Nato cacciatore 09/01/2012 15.25

Re: Storia di un’unità mancata

x Tutti gli Amici Cacciatori Ma basta con questa manfrina e piagnucolamenti vari,chi se la ride a sx,chi se la piange a dx,chi guarda inerme al centro,per me sono TUTTI UGUALI,pensano solo ai loro giochetti di potere,della CACCIA a costoro NON GLI FREGA UNA BENEAMATA M......ZA.Voi TUTTI e me compreso,ricordiamoci che NOI DETENIAMO IL POTERE,intendo quello del voto,personalmente per tanti anni ho votato quelli che alla fine hanno fatto rivoltare nella tomba "il Grande Saggio",questi infami si spartiti addirittura le elargizioni fatte nel passato al partito,basta ora guardarci attorno per vedere come hanno ridotto la Nostra Nazione: ALLA FAME.Ritornando a NOI,se non vogliamo sparire dalla scena bisogna per forza di cosa sostenere il NOSTRO PARTITO:CACCIA AMBIENTE,tutto il resto sono chiacchiere al vento,bisogna avere il CORAGGIO DI OSARE E SOPRATTUTTO CREDERCI.Salutoni

da Spartacus60 09/01/2012 15.24

Re: Storia di un’unità mancata

Non ci basta essere 1.6% della società civile? No! Non ci basta e la frammentazione sembra essere la nostra missione di cittadini cacciatori. Dove è andato finire il buon senso di tutti noi? Quanta bella forza sprecata, questo è quanto traspare da un naif politico quale sono. E non è cosa positiva.

da Silvano B. 09/01/2012 15.22

Re: Storia di un’unità mancata

I VENETI SONO GIUSTIFICATI.....CAPISCO ,LE CACCE IN DEROGA ECC.ECC.MA L'ITALIA E LUNGA E LARGA,LA NOSTRA DOTE NON SARANNO I VOTI CARO BEKEA MA NOI COME DOTE SI A TRASPARENZA E SEMPLICITà,I POLITICI MOLTI POLITICI LOTTANO SOLO X LO STIPENDIO,IL LORO STIPENDIO,E I RISULTATI SONO SOTTO I NOSTRI OCCHI,ANCHIO MI ERO ISCRITTO AL MOVIMENTO DI BERLATO CREDENDO IN UN PROGETTO,MA ORA I GIOCHETTI SI SONO SCOPERTI,è INUTILE SCORNARCI FRA NOI I FATTI SONO FATTI LE NUOVE SIGLE NASCONO SOLO X DISTRUGGERE SIN DALL'INIZIO IL SOGGETTO POLITICO CACCIA AMBIENTE E CERCARE DI NON FAR PERDERE VOTI AL PDL (MAI UN PARTITO Fù PIù NEMICO DELLA CACCIA E I CACCIATORI NEGLI ULTIMI ANNI).

da GLADIATORE 09/01/2012 15.19

Re: Storia di un’unità mancata

Qua si tende a giocare sulle parole, gli si era chiesto di lasciare il PDL, non di non fare più il politico, anzi!! certo che doveva fare il politico, ma per un partito che lo avrebbe reso ancora più forte e motivato, perché? Semplice, non era più solo al servizio del suo paese, ma anche al suo essere cittadino cacciatore.

da Nato cacciatore 09/01/2012 15.12

Re: Storia di un’unità mancata

Caro Urbani, di fatti concreti ne ho da riempire pagine...senza contare quelle già riempite, tutte argomentate a sufficienza. Fin dal primo giorno ho ampiamente espresso il mio parere sul partito, a cominciare dal nome, cosa che molto banalmente è stata bollata come una possibile “vergogna” nel sentirsi cacciatori. Non mi sono mai limitato a dire "io sono contrario per partito preso" ma ho cercato di spiegare perché l’unione di tutte le forze rurali fosse da preferire ad un partito di semplici cacciatori (cosa possibile, e questo lo sanno tutti, solo se l’iniziativa non era già targata da qualche altra categoria). Questa assurda battaglia tra di noi deve finire...è una cosa che trascende Berlato, il PDL, il PD, la politica tutta e tutti coloro che hanno dimostrato una certa volontà a far qualcosa per il nostro mondo...finirà, se finirà, per merito della gente che dimostrerà ancora del buon senso e la capacità di ragionare con la propria testa. Che ci fosse qualcosa che non andava fin dall’inizio, lo si era capito subito...quando per la mia vicinanza alle idee (non politiche) di Berlato, per esempio, alcuni elementi hanno attaccato niente popò di meno che la Wilderness, l’unica associazione ambientalista che ha dimostrato apertura al nostro mondo, oppure quando non si è appoggiato dichiaratamente un "no al parco della laguna di Venezia" solo perchè altri cacciatori, che si pensano nemici causa stupidi e vecchi rancori vecchi di 20 anni, l'hanno fatto prima...Urbani, cosa c'è da difendere in tutto questo? Spiegamelo, tu che sei avvocato!

da massimo zaratin 09/01/2012 15.10

Re: Storia di un’unità mancata

X Zaratin, spiacente per il tuo stato confusionale, ma in questo contesto, sicuramente NON E' Caccia Ambiente il nemico comune. Non ti biasimo per il fatto che difendi il tuo amico Berlato, (nei limiti...),io farei lo stesso, ma se non era d'accordo sul fatto delle dimissioni dal suo partito, perchè non lo ha stabilito subito alla prima riunione? E perchè, sempre alla prima riunione ha detto che una volta raggiunta l'unità avrebbe lasciato il PDL per entrare nel gruppo misto? Penso che Caccia Ambiente non è il nemico, e se Berlato è il nemico per Caccia Ambiente io a Caccia Ambiente posso solo dire che i nemici come Berlato non vanno combattuti ma tenuti a debita distanza, specie se alle spalle.Pino Messina

da Gimessin 09/01/2012 15.06

Re: Storia di un’unità mancata

Per quanto ancora dovremmo assistere alla distruzione della caccia da parte del fuoco amico,sparato sia da una parte che dall'altra della tricea???? Smettiamola,la caccia è altra cosa rispetto ai giochetti politici che proprio ci hanno rotto!!!! Giù le mani dalla caccia!!!!!

da LUCHINO 09/01/2012 15.05

Re: Storia di un’unità mancata

X BAKEA - MA TI RENDI CONTO DI CIO' CHE DICI? FAI GIUDIZI PERSONALI E TI DAI LE RISPOSTE DA SOLO. PRIMO NESSUNO HA COSTRETTO BERLATO A FARSI IL SUO MOVIMENTELLO AD USO PERSONALE PER POI PROPORSI A CAPO DI UN PARTITO UNICO DEI CACCIATORI, MA VISTO CHE PER PAURA DI PERDERE VOTI SI E' PROPOSTO, QUALORA CI CREDEVA VERAMENTE DOVEVA DIMETTERSI DAL PDL, ALTRIMENTI A CHI AVREBBE DETTO DI DARE IL VOTO? POI DI INGENUITA' VEDO SOLO QUELLA DI QUALCUNO CHE SI DEVE DIFENDERE QUI, NON CERTAMENTE QUELLA DI CACCIA AMBIENTE LA CUI AZIONE POLITICA FA UNA BELLA E PULITA FIGURA.

da VANNI 09/01/2012 14.57

Re: Storia di un’unità mancata

Sig. Zarattin io faccio l'avvocato per mestiere e non pronuncerei mai una difesa per il mio assistito dicendo come Lei fa qui, anche gli altri si sono comportati male, per la giuria equivarrebbe a certificare che non ho nessun fatto concreto da controbattere. Poi Le faccio presente che anche gli animalisti sono contro Caccia Ambiente....quindi anche Lei ha qualcosa in comune con loro.

da Carlo Urbani 09/01/2012 14.45

Re: Storia di un’unità mancata

Questo articolo dimostra l'ingenuità politica ( senza offesa ) di CA. E' semplice srtategia, di un neonato soggetto politico, quello di cercare alleanze a livello nazionale per perseguire determinati obiettivi, è mancanza di tattica, dettare ad altri soggetti politici le proprie condizioni,sapendo di essere in una posizione di inferiorità. Come si può pretendere che un politico con un cospiquo e solido elettorato, rinunci a tutto ciò per intraprendere una avventura politica di dubbia certezza? Che dote di elettori può vantare CA ? Questo è tutto da dimostrare la consistenza politica di un partito di cacciatori .Ritengo che in politica sia sbagliato dettare delle condizioni, senza avere la forza dei numeri " voti ", quindi bisogna mediare, senza adossare ad altri le colpe se non accettano le vostre condizioni. La mia opinione è che da parte di CA ci sia la buona volontà e molte idee, ma manca del tutto una strategia politica per attuarle, cosa che i politici di mestiere sanno fare bene.

da Bekea 09/01/2012 14.45

Re: Storia di un’unità mancata

La maglia se la deve togliere qualcun altro, non chi ha sempre dimostrato di dare una mano al mondo della caccia. Lo stessa dicasi per Orsi o per Carrara...hanno fallito? Hembè, almeno c'hanno provato. Qui siamo arrivati al punto che ci si coalizza nelle richieste con i nostri nemici primi! Tutto ciò lo trovo assurdo per chi ci crede, non certo per chi sa come usare queste faccende! E' come la storia delle ass venatorie che hanno speso i soldi dei loro associati per intraprendere una battaglia non contro gli animalisti, ma contro un'altra ass venatoria solo perchè rivale. Trattasi di "selezione naturale"...di questo passo meritiamo di scomparire. Le mie richieste non saranno mai uguali a quelle degli animalisti.

da massimo zaratin 09/01/2012 14.38

Re: Storia di un’unità mancata

Cari Massimo e Baghy, non serve fare capriole e salti mortali, è sufficiente dire che vi sta bene dare il vostro voto al PDL attraverso berlato e con voi tutti gli altri amici cacciatori veneti, e il tutto finisce in una bolla di sapone, è un vostro diritto, e ci mancherebbe che qualcuno osasse negarvelo. Ovviamente a me non sta bene, vi dirò di più, non l'ho fatto alle ultime elezioni, figurarsi ora. Massimo in quanto al giochetto da te inscenato con la comparazione C.A. con quella lurida teppaglia dei 100% per la verità mi lascia molto perplesso, ho sempre ritenuto che sei di diverse spanne superiore al capetto a te ben noto, da qui la mia perplessità!.........ma tant'è!!

da Nato cacciatore 09/01/2012 14.35

Re: Storia di un’unità mancata

Hai ragione Zaratin, ma prima di tutto queste cose le dovresti spiegare al tuo referente, e soprattutto convincerlo, perchè, fino ad ora, anche lui non è esente da analoghe responsabilità.

da Ghigo 09/01/2012 14.31

Re: Storia di un’unità mancata

Caro zarattin, se piove piove per tutti, qui nessuno chiedeva le dimissioni del berlato di cui tu ti vanti di essere consigliere particolare, ma visto che si era fatto, a parole, il paladino dell'unità, la logica e la coerenza imponeva che prima dovesse togliersi la maglietta targata Pdl. Il nemico comune è la politica sporca e come dicevano i saggi non bisogna aver paura del nemico ma di chi si finge amico.

da Carlo Urbani 09/01/2012 14.30

Re: Storia di un’unità mancata

MA SI POTEVA CAPIRE CHE L'ON. BERLATO NON AVREBBE MAI ABBANDONATO IL PDL,ERA CHIARO CHE LE COLPE SAREBBERO RICADUTE SU C.A,FORTUNATAMENTE MOLTI DI NOI FANNO FUNZIONARE IL CERVELLO, E I VARI GIOCHETTI POLITICI DEI SOLITI NOTI ALLA FINE SONO STATI SCOPERTI,A ME PERSONALMENTE DISPIACE NON VEDERE UNITE LE VARIE SIGLE,MA è CHIARO CHE IL CAPETTO NON SOPPORTA ESSERE SECONDO,CACCIA AMBIENTE VADA AVANTI SENZA INTRALLAZZI CHE LASCIAMO AGLI ALTRI PIù ESPERTI DI POLITICA,NOI SIAMO SOLO CACCIATORI,PESCATORI,E AGRICOLTORI,UN SALUTO VA ANCHE A ZARATTIN MASSIMO GRANDE DELUSIONE PER ME DA ISCRITTO ALLA AIW.

da GLADIATORE 09/01/2012 13.59

Re: Storia di un’unità mancata

Baghy, il punto non è voler avere ragione o meno ma comunicare come sono andate realmente le cose. Quindi noi tutti, tu compreso, esprimiamo la nostra considerazione su ciò che abbiamo letto. Il ruolo di Berlato, da quando posso comprendere, è quello di manovratore, di colui che muove i fili e Caccia Ambiente ha capito tutto. Ovviamente ognuno di noi interpetra le cose in modo diverso, io la vedo così. Un saluto.

da Gimessin 09/01/2012 13.59

Re: Storia di un’unità mancata

X Baghi - Mi pare che una volta tanto i fatti siano semplici e lineari, anche se qualcuno fa di tutto per confonderli. Se si voleva veramente l'unità, come già detto qui, bastava appoggiare Caccia Ambiente e non inventarsi movimenti col solo scopo di far entrare in gioco personaggi che hanno tanto care le poltroncine sotto il sedere.Caccia Ambiente è il solo movimento fatto da cittadini comuni e cacciatori, non da politici e questo, piaccia o no, deve far capire molte cose.

da Davide Gnutti 09/01/2012 13.55

Re: Storia di un’unità mancata

Io mi attengo al comunicato caro Mario e non ho niente da spiegare, non si risponde ad una domanda con un'altra domanda a chi chiede chiarezza, ma se volete che vi diano tutti ragione allora è un'altra cosa

da Baghy 09/01/2012 13.45

Re: Storia di un’unità mancata

Appunto caro Baghy spiegalo tu perchè Berlato era sempre presente.Spiagalo tu e dillo a tutti noi

da MARIO 09/01/2012 13.40

Re: Storia di un’unità mancata

tutti possono trarre le proprie conclusioni, noi non pretendiamo che ci crediate a quello scritto qui sopra,ma certamente non è nostro interesse divulgare notizie non vere,ed essendo stato presente in quel di Vicenza nessuno può smentirmi quando dico che Berlato avesse detto che era pronto a dimettersi dal pdl,cosa smentita dopo circa 20 giorni da Melfi,in oltre facendo presente che Berlato non c'entra nulla con questi movimenti. Quindi credo e sono certo che ,sul fatto che non ci fosse l'unione era interesse di altri e non nostro

da CRISTIAN ROMANELLI 09/01/2012 13.40

Re: Storia di un’unità mancata

Dal comunicato si legge che il presidente MCR è un tal Vincenzo Forte, a questo punto cosa centrava Berlato? Baghy

da Baghy 09/01/2012 13.26

Re: Storia di un’unità mancata

A mio avviso resta purtroppo per tutti un dubbio, come mai tre movimenti su quattro hanno aderito all'unità e uno no? Forse che quell'uno e cioè C.A. è depositaria della verità e gli altri sono tutti scemi? Gradirei risposta, possibilmente senza decadere in insulti vari, grazie. Baghy

da Baghy 09/01/2012 13.16

Re: Storia di un’unità mancata

Gia si sapeva ma questa e la conferma che berlato,orsi,carrara,ecc sono dei falsi amici e i relativi movimenti mcr,crca e cst.Scordiamoci per sempre ste persone(speriamo pure che i cacciatori veneti scaccino il loro amico....)e avanti con ca,crediamo a lui e l'unico più coerete tanto più scuro della mezzanotte non si può.

da Valentino Carbone 09/01/2012 13.13

Re: Storia di un’unità mancata

Questo comunicato è il miglior modo per rendere chiare le idee a tutti coloro che sono stati male informati in merito al progetto di unità e giustifica e rende apprezzabile il comportamento di Caccia Ambiente. Per quel che mi riguarda, personalmente, non credo che Berlato sacrifichi la sua poltrona nel PDL per l'unità della caccia e ritengo sleale e scorretto voler far ricadere sugli altri le colpe di una mancata intesa per distrarre tutti noi dalle proprie personali rinunce. Lottare per il futuro della caccia è un atto di sofferente sacrificio al quale, a quanto pare, Berlato non ha intenzione di sottoporsi. Caccia Ambiente nasce proprio da questi sacrifici (sopratutto economici) ai quali queste persone si sottopongo in difesa e per amore di questa grande passione e meritano di essere sostenuti da tutti coloro che tengono al futuro della caccia e della ruralità in ogni sua forma. Pino Messina.

da Gimessin 09/01/2012 13.10

Re: Storia di un’unità mancata

Siete fuoco di paglia.Pura propaganda e strumentalizzazione.State cavalcando la notizia (ancora da accertare)della tessere false venete...un colpo basso che ,a mio parere,andava dato solo in caso di certezza e non sulla base di accuse.Diciamo pure che il vostro sforzo per ottenere l'unità non è stato titanico e dal vostro comunicato traspare una lista infinita di scuse.No avete per caso la coda di paglia?

da F.L. 09/01/2012 12.56

Re: Storia di un’unità mancata

Caro Sandro e chi ti ha chiesto di aderire?

da MARIO 09/01/2012 12.50

Re: Storia di un’unità mancata

... ma cosa credevate, che fosse una passeggiata arrivare anche solo a parlare di unità, se volete fare politica dovrete sottostare alle sue leggi (come fanno tutti gli altri),... mediazione, passi indietro e ancora MEDIAZIONE.... ma leggo che altre strade avete intrapreso..auguri!!!.

da Giovanni59 09/01/2012 12.50

Re: Storia di un’unità mancata

Ma perchè dovrei aderire a un altro partito che dice di voler fare gli interessi dei cacciatori come tanti altri hanno sempre detto e MAI FATTO?

da Sandro 09/01/2012 12.43

Re: Storia di un’unità mancata

siete solo dei BUFFONI.....TUTTI

da MAURO 09/01/2012 12.39

Re: Storia di un’unità mancata

COME MAI IL CST E' POCO PRESENTE?

da NANNI 09/01/2012 12.16

Re: Storia di un’unità mancata

La storia era già risaputa e qualcuno ha tentato di nasconderla cercando di buttar fango usando il solito linguaggio arrogante.Adesso vediamo cosa sanno fare coloro che si sono uniti e quante tessere "regolari" riusciranno a far sottoscrivere.

da MARIO 09/01/2012 12.14

Re: Storia di un’unità mancata

Andate avanti così e presentatevi alle prossime consultazioni elettorali, vedrete che sarete premiati, in quanto al "Biondo" ormai sappiamo tutti chi è.

da Gianni 09/01/2012 12.08

Re: Storia di un’unità mancata

Sta a noi cacciatori scegliere la strada corretta e a dare forza all'uno o all'altro schieramento, per quanto mi riguarda, se si presenterà nel mio collegio, io darò il consenso a Caccia Ambiente.

da luigi 09/01/2012 11.42