Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Piano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioColdiretti: In Italia oltre 2 milioni di cinghiali "incrementare abbattimenti"Fidc Forlì Cesena: bene nuovo calendario venatorio regionaleCalabria: al via caccia selezione cinghiale e addestramento caniPredatori opportunisti: la CE apre al controlloAggiornamento Tortora. Convocata Conferenza Stato RegioniObbiettivo Natura. A Bruxelles il confronto continuaGallinella (M5S) "ora può nascere filiera selvaggina italiana" Campania, Associazioni venatorie sul piede di guerraCampania. Regione perde ricorso su modifiche calendario venatorioFriuli, Piccin (FI): ok spostamenti fuori Comune se prelievo cinghialiFondo per la ricerca UnczaSuper riserva Unesco in AppenninoRegione Lombardia investe nei Centri Lavorazione SelvagginaGallo "Tar Calabria certifica legittimità calendario venatorio"Emilia R.: ok in Commissione a calendario venatorioFidc: soddisfazione per pronunciamento Tar CalabriaAddio al Principe Filippo. Grande cacciatore e ambientalistaMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Daini Circeo, Pro Natura chiede fermezza sugli abbattimenti


venerdì 31 gennaio 2020
    

 
Mentre la Lav esulta per la manifesta disponibilità del Parco Nazionale del Circeo di valutare metodi alternativi all'abbattimento deciso circa trecento daini in sovrannumero all'interno dell'area protetta, quali spostamenti e perfino sterilizzazioni (entrambe soluzioni ritenute inutili, impraticabili e perfino dannose dall'Ispra), l'associazione ambientalista Pro Natura si appella al Consiglio Direttivo del Parco ricordando che l'evidenza scientifica e la Legge sono dalla parte del Parco e chiedendo quindi di mantenere la posizione presa, perché, scrivono, “far marcia indietro creerebbe un pericoloso precedente a livello nazionale e metterebbe in repentaglio il benessere dell’ambiente che il Parco dovrebbe tutelare”.

“Abbiamo  difeso  il  Parco  sia  quest’estate,  quando  siete  stati intimiditi, che in questi giorni sfruttando i canali di comunicazione a nostra disposizione, sui social e sui giornali. L’opinione  pubblica,  informata  poco  e  male,  sta  esercitando  una  pressione  significativa  e  costante,  manipolata  da portatori di interesse estranei alla difesa della natura” si legge nella lettera dell'associazione ambientalista. 

“Come comprovato, l’impatto del Daino sulle comunità vegetali è particolarmente severo nella Foresta Demaniale che è al contempo Riserva della Biosfera, Riserva Naturale Statale Orientata, Sito di Importanza Comunitaria (SIC) e Zona di protezione speciale (ZPS) per gli elementi di alto valore conservazinistico in essa presenti. In questi casi, l'eradicazione ed il controllo delle specie invasive previste é d'obbligo ma sappiamo quanto conti avere il consenso della popolazione. A nostro avviso chi preme  per salvare 300 daini, individui di una specie invasiva importata dall’Anatolia, non ha ancora compreso la tutela degli ecosistemi naturali che sono da difendere" scrivono da Pro Natura Lazio.

"Non avete alcun obbligo di seguire un’opinione pubblica avvelenata da ideologie lontane dal supporto scientifico - chiude la lettera - . Chi sarebbe davvero rafforzato da questa scelta poi sarebbero i gruppi di interesse antagonisti del Parco, per i quali esso rappresenta solo uno scomodo intralcio  a guadagni e speculazioni private su un bene comune irrinunciabile. Siamo con voi, e speriamo che facciate la scelta giusta per la conservazione della Natura".

Leggi tutte le news

8 commenti finora...

Re:Daini Circeo, Pro Natura chiede fermezza sugli abbattimenti

Si, PRO NATURA è favorevole agli abbattimenti

da Adieu 02/02/2020 21.56

Re:Daini Circeo, Pro Natura chiede fermezza sugli abbattimenti

Ma pro natura è d'accordo di abbattere tutti i daini presenti nel gran Bosco della Mesola,che sono la causa del lento accrescimento del Cervo Italico,per la loro forte competizione alimentare?????

da Fucino Cane 02/02/2020 19.37

Re:Daini Circeo, Pro Natura chiede fermezza sugli abbattimenti

FINALMENTE.

da GIANNI 01/02/2020 18.07

Re:Daini Circeo, Pro Natura chiede fermezza sugli abbattimenti

Si, forse sarebbe il caso di prendere in esame la possibilità di iscriversi a Pro Natura. Mi riprometto di verificare il suo statuto e le sue attività, dopodichè, se per me positivi, iscrivermi. Credo che rafforzare la rappresentitività di associazioni ambientaliste SERIE sia nell'interesse generale.

da giam 31/01/2020 22.32

Re:Daini Circeo, Pro Natura chiede fermezza sugli abbattimenti

Sono totalmente d'accordo con i trasferimenti e le sterilizzazioni, ovviamente le spese andranno addebitate alle associazioni di decerebrati che vogliono fare queste stronzate, Pantalone è stanco di pagare per gli imbecilli.

da Pantalone 31/01/2020 18.02

Re:Daini Circeo, Pro Natura chiede fermezza sugli abbattimenti

Mi iscrivo a PRO NATURA. Gli unici razionali

da Dario 31/01/2020 12.17

Re:Daini Circeo, Pro Natura chiede fermezza sugli abbattimenti

Alla già grande ignoranza degli italiani in materia di ambiente si unisce purtroppo la disinformazione, anche fraudolenta, di tutte o quasi le varie associazioni animaliste, complice la superficialità di molti organi di informazione.

da MarioP 31/01/2020 11.31

Re:Daini Circeo, Pro Natura chiede fermezza sugli abbattimenti

Poveri noi! E comunque i maggiori responsabili di queste assurde ed innaturali situazioni sono i mezzi di informazione che si prestano a crociate senza senzo, controproducenti per la natura e fanatiche e dei politici/amministratori senza una spina dorsale dritta! Per non dire altro.

da giam 31/01/2020 10.50