Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Abruzzo. Regione modifica norme controllo faunisticoTortora: il punto dall'EuropaCabina regia Toscana: "no intervento diretto agricoltori nei contenimenti"Cct si oppone al contenimento affidato agli agricoltoriLombardia. Altri 8 valichi montani vietati alla cacciaLombardia, Fidc commenta modifiche alla legge sulla cacciaToscana: agricoltori con licenza potranno sparare agli ungulatiCalabria. Prorogata caccia di selezione al cinghialeBaggio il Cincinnato e il "Divin codino", il film prodotto da NetflixCabina Regia scrive al MITE su Piano gestione tortoraMazzali: approvate semplificazioni a legge cacciaL'Arizona apre la caccia al bisonteCia Ferrara. I fagiani fanno danniRolfi: per il cinghiale occorre riforma nazionaleUmbria: bozza calendario venatorio in CommissionePiano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioColdiretti: In Italia oltre 2 milioni di cinghiali "incrementare abbattimenti"Fidc Forlì Cesena: bene nuovo calendario venatorio regionaleCalabria: al via caccia selezione cinghiale e addestramento caniPredatori opportunisti: la CE apre al controlloAggiornamento Tortora. Convocata Conferenza Stato RegioniObbiettivo Natura. A Bruxelles il confronto continuaGallinella (M5S) "ora può nascere filiera selvaggina italiana" Campania, Associazioni venatorie sul piede di guerraMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia


giovedì 24 settembre 2015
    

In Toscana la presenza di ungulati è quattro volte superiore alla media nazionale. In particolare i dati dell'Atc Pistoia 16 evidenziano che sono i cinghiali ad aver fatto registrare nel 2014 il maggior numero di eventi con danni periziati e liquidati (35), seguono gli storni (33) e poi cervi (14). 6 gli eventi che riguardano i caprioli. Cinghiali e cervi assorbono insieme oltre il 60% dei danni liquidati (27,7% e 33,3%). A seguire le altre specie, con i caprioli al 7,2%.

“La situazione – fa sapere Coldiretti – non è sostenibile e non aiuta l'attività imprenditoriale”. L'Associazione ha presentato a luglio all'assessore all'agricoltura della Regione Toscana, Marco Remaschi, un documento con una serie di proposte ora al vaglio della giunta. Tra queste la possibilità per gli agricoltori con porto d'armi di poter agire in presenza di selvaggina che crea danni alle proprie colture (Il Tirreno).

Leggi tutte le news

21 commenti finora...

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

Se mi è permesso vorrei fare una piccola introduzione sul fatto che i veri imprenditori agricoli, ma anche quelli che si dilettano nelle coltivazioni dei propri fondi, vanno tutelati al massimo e si deveintervenire a loro difesa. Difendendo loro difenfdiamo la nostra passione di cacciatori. Altra cosa sono gli interventi straordinari negli abattimenti. I Cinghialisti non attueranno mai fino alla fine l'eradicamento dei cinghiali nelle zone non vocate. Va contro la loro filosofia di caccia. Ma in Toscana si dovrebbe tornare un pochino indietro. Se noi aumentiamo i cacciatoriper squadra è fisiologico che aumenteranno i cinghiali. Allora riportiamo le squadre di cinghialai ad un numero congruo di 20 componenti e aumentiamo il numero delle zone. Inoltre non si controllano le provincie se nei piani faunistico ventori collocano le zone non vocate realmente dove devono essere e le riempiono di regolamenti dove praticamente non si può cacciare. Lui si, l'altro no e così via. La mia provincia per esempio ha il 90% di territorio vocato al cinghiale con il benestare di coldiretti e allora di cosa vogliamo parlare se il territorio e così vocato vuol dire che non esiste agricoltura e se così non è si deve impugnare il piano e modificarlo. Ma in questo paese dove tutto è compromesso cosa vogliamo fare. Lupi a parte e chi li ha reinseriti a parte. saluti

da andrew 25/09/2015 18.05

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

nella stragrande maggioranza del mondo per andare a caccia si paga una piccolissima quota di tassa allo stato(30 sterline in Uk,35 euro in Norvegia) e poi ci si mette d'accordo economicamente col proprietario del terreno.In italia al contario versiamo tasse a stato,provincie,atc e in più ancora alla provincia per gli appostamenti fissi.Cosa abbiamo in cambio? NULLA!! I miei soldi preferirei versarli ad un agricoltore per andare a caccia e non a voraci enti pubblici che incamerano e basta

da a.p 25/09/2015 17.26

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

..ancora discussioni sulla questione tra cacciatori- agricoltori, ma se non ci si trova d'accordo dove si vuole andare??

da jo 25/09/2015 14.01

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

Agli agricoltori gli va bene il deserto senza animali.per ora con i risarcimenti dei danni hanno guadagnato di più che a raccogliere ciò che seminano.

da Cacc.toscano 24/09/2015 22.07

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

@agricoltore sei nato nel posto sbagliato. Le tue richieste non saranno mai esaudite. L' unica soluzione che hai e' andare via. Te lo dice uno che l' ha fatto e si trova moooolto meglio.....ma ogni rosa ha le sue spine. E comunque gli agricoltori francesi l' elemosina se la prendono eccome. La Francia e' lo Stato piu' assistenzialista del MONDO. Io ci ho vissuto solo 2 anni ed ancora ho il libretto sanitario (che mi rimarra' a vita) e piu' assistenza di quella che ho in Italia...!!!

da Flagg 24/09/2015 21.09

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

mustang comunque sia noi a caccia anfiamo in casa altrui e il tuo approccio e' arrogante...

da daniele 24/09/2015 19.33

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

Voglio ...voglio ...voglio... Proprio come i bambini viziati..ma avete ragione in fondo non è colpa vostra.

da mustang 24/09/2015 19.17

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

Commento rimosso. Si invitano tutti gli utenti ad utilizzare un linguaggio consono e civile. La Redazione

da agricoltore 24/09/2015 19.05

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

Iniziate ad eliminare tutti i parchi e aprite la caccia al cinghiale tutto l'anno. Risolto il problema e risparmiate i soldi per i danni. Con i risparmi ci fate più lanci.

da giovanni 24/09/2015 18.45

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

La ragione iniziale per cui si è' deciso di dare tutti questi soldi agli agricoltori ( oltre il 40%del bilancio comunitario) era il cosiddetto " presidio del territorio" , ovvero aiutarli a farli continuare il loro lavoro per conservare biodiversità , agricoltura marginale, siepi, piccoli appezzamenti a rotazione .... Invece ...il 74% del suolo italiano ha meno del 3% di materia organica, negli allevamenti la parà tubercolosi e' endemica, il grano ha dimezzato la sua altezza naturale, in Toscana ormai abbiamo le vigne (diserbate) anche in bagno ...e potrei continuare all'infinito . Poi se passa un capriolo gli vogliono sparare e magari tenerselo pure. Una fettina di c... la volete ?? Ma poi come si fa a dare credito a Coldiretti , che ha una evidente sindrome bipolare.... C'è la menano col chilometro zero ...la filiera corta...i mercatini campagna amica ( dove vendono roba che arriva da dovunque) , perché loro sono ecologici , perché la merce non deve viaggiare per le emissioni di co2...il petrolio...la freschezza... Poi però per esportare allora va bene anche il chilometro "10000" , perché si sa , le merci italiane viaggiano con il teletrasporto... Io non so come fate a guardarvi allo specchio.

da mustang 24/09/2015 18.43

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

vorrei fare una riflessione a voce alta: Gli agricoltori hanno le loro ragioni e propongono solo quello che fa loro comodo, nella gestione degli ambiti sono lì solo per percepire i danni e nella gestione ci entrano poco mentre potrebbero ricavare ulteriore reddito nella produzione di selvaggina, ad esempio. Poi devono considerare che se spareranno a loro piacimento, ma non credo lo potranno fare, si innescherebbe un circolo vizioso che non sappiamo dove ci porterà. Ritengo che DA PARTE DI TUTTI ci si debba guardare in faccia senza problemi e risolvere i problemi. La regione deve capire una volta per tutte che il problema non è il territorio a caccia programmata SONO GLI ISTITUTI pieni che con l'effetto spugna fanno sto casino.+ Gli animalari, poveretti oltre non capire un [email protected]@@@ come sempre, non hanno capito che il cinghiale onnivoro preda di tutto e di più? come i corvidi! I politici che stupidi non sono, ma nn possono pretendere di farci passare per tali e cercano in ogni modo di dividere il mondo agricolo da quello venatorio così per loro meglio è. Chiaro il concetto del divide impoerat? se ci caschiamo siamo fritti.

da falco 24/09/2015 18.13

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

@agricoltore: il problema ungulati, cinghiale in particolare, e' una storia a parte. E' un' emergenza VERA che i vari caporali fanno finta di ingnorare fino all' inverosimile, su questo siamo d' accordo. Per il resto la penso come @mustang. Per quello che vedo io in campagna l' agricoltura veramente biologica e che rispetta ANCHE i tempi naturali (come una volta...) e' un granello di sabbia nel deserto. Onore a te se fai roba veramente biologica, sia nei modi che nei tempi, ma sei una specie di mosca bianca. Altra cosa sono le richieste di Coldiretti e compagnia bella. Queste sono criticabili con certezza assoluta perche' si fanno vivi solo quando devono battere cassa e mai quando bisogna affrontare i problemi.....a cominiciare dai politici, ambientalisti ed altri parassiti che stanno li solo a pappare e mettere i bastoni fra le ruote per difendere i propri interessi fottendonsene di tutto e tutti....

da Flagg 24/09/2015 17.47

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

Io faccio agricoltura biologica e non uso veleni da almeno 20 anni. Voglio avere gli stessi diritti dei miei concorrenti francesi e voglio cacciare e FAR CACCIARE i cinghiali che danneggiano e falcidiano il mio reddito più delle tasse. Smettetela di scrivete cazzate per favore.

da agricoltore 24/09/2015 15.38

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

per agricoltore,il qui sottostante cavallo"mustang" sicuramente non lavora gratis ma è uno dei tanti come ce ne sono purtroppo in questo paese che non sa da dove viene quello che per tre volte al giorno trova nel piatto quando si siede a tavola.

da argo 24/09/2015 15.33

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

Dalle mie parti molti agricoltori (ignoranti) si lamentano e non fanno niente spesso perche' "hanno paura" della burocrazia! Scommetto che la densita' reale di cinghiali e' almeno la stessa che in Toascana... @Radames ha perfettamente ragione sulla questione dell' avifauna: le quaglie e le allodole sono in netto declino da un pezzo grazie soprattutto all' agricoltura "selvaggia". Basta guardare all' abbondanza di tale selvaggina (stesse rotte di migrazione) negli stati vicini che non praticano un' agricoltura cosi' aggressiva....

da Flagg 24/09/2015 15.28

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

I dati riportati da Coldiretti di Pistoia , devono però essere letti nel giusto verso e non solo per far piacere a qualcuno. I danni, pur non contestando le percentuali riportate sono però limitati a poche migliaia di Euro e, se per puro caso venissero confrontati con quelli realmente registrati in provine come Siena, Grosseto, Pisa, Firenze ecc, farebbero letteralmente ridere. Con tutto rispetto per la categoria degli Agricoltori però credo che sia giunto il momento di smetterla di piangere sempre perchè se la mettiamo su questo piano cominciamo a quantificare il DANNO ambientale, faunistico e venatorio ,che gli agricoltori hanno SEMPRE fatto con i loro veleni, diserbanti ecc. considerato che in alcuni casi hanno letteralmente decimato popolazioni di uccelli ( vedi insettivori) e così via bisognerebbe cominciare a fare due conti. Nella sola provincia di Pistoia (senza contare poi quello che succede in Val Padana con i trattamenti ai frutteti) quando nei vivai si fanno i trattamenti insetticidi, muore tutto ciò che vi si posa. Quindi è giusto trattare il problema dei danni prodotti dai cinghiali, ma non esageriamo e non cerchiamo scuse e creare scandalo per cercare di ricavare reddito anche da questo.

da Radames 24/09/2015 15.14

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

Sono un agricoltore/viticoltori e non ce la faccio a stare sul mercato per via dei CINGHIALI. Sono un cacciatore e pretendo di poter abbattere gli animali che mi falcidiato il reddito. Mustang il tuo post è sgradevole: tu lavori gratis o vuoi essere pagato?

da agricoltore 24/09/2015 14.56

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

la federcaccia toscana sta facendo il massimo, cheechè ne diciate. come si diceva una volta, se non ci fosse bisognerebbe inventarla. il problema è che ci sono ancora dei beati illusi che non c'arrivano a capirlo

da pony 24/09/2015 14.44

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

Quindi l'obiettivo e' questo?...quando un animale mette il muso aul mio campo io gli sparo e lo servo nel mio agriturismo. E i cacciatori pagano la licenza per beneficenza. E il brutto e' che andra'proprio cosi. Mi fanno schifo gli agricoltori...ma mi da ancora piu schifo la federcaccia.

da mustang 24/09/2015 13.29

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

Perchè ancora di casini non ne avete fatti abbastanza, dico bene semplificatore? Toscana: regione con il più alto numero di cacciatori in Italia e dove, proprio lì, la presenza di ungulati è 4 volte superiore alla media nazione. Meditate gente, meditate.

da Franco Noto 24/09/2015 12.40

Re:Toscana: cervi e cinghiali 4 volte più numerosi che nel resto d'Italia

Liberateci dai vincoli, ci pensiamo noi, soluzione chiavi in mano a costo zero...che ci vuole? Dateci il Via!!!

da semplificatore 24/09/2015 10.48