Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Piano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioColdiretti: In Italia oltre 2 milioni di cinghiali "incrementare abbattimenti"Fidc Forlì Cesena: bene nuovo calendario venatorio regionaleCalabria: al via caccia selezione cinghiale e addestramento caniPredatori opportunisti: la CE apre al controlloAggiornamento Tortora. Convocata Conferenza Stato RegioniObbiettivo Natura. A Bruxelles il confronto continuaGallinella (M5S) "ora può nascere filiera selvaggina italiana" Campania, Associazioni venatorie sul piede di guerraCampania. Regione perde ricorso su modifiche calendario venatorioFriuli, Piccin (FI): ok spostamenti fuori Comune se prelievo cinghialiFondo per la ricerca UnczaSuper riserva Unesco in AppenninoRegione Lombardia investe nei Centri Lavorazione SelvagginaGallo "Tar Calabria certifica legittimità calendario venatorio"Emilia R.: ok in Commissione a calendario venatorioFidc: soddisfazione per pronunciamento Tar CalabriaMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

BIGHUNTER GIOVANI: Andrea Tedone “scrivo di caccia e di natura per mia figlia”


martedì 19 agosto 2014
    

Andrea Tedone è l'autore di “Tracce dal bosco”, una raccolta di avventure legate alla vita dei boschi piemontesi, in particolare quelli della Valle Maira, dove si è trasferito da alcuni anni alla ricerca di un contatto profondo con la natura. Scrivere per lui è una necessità. “Ho iniziato a pensare alla scrittura quando sono diventato papà, per avere memoria, molti anni dopo la nascita di mia figlia, di tutte le cose che ho fatto e di tutti gli avvenimenti di cui sono stato testimone. Prima di essere uno “scrittore” - dice - sono un ascoltatore e un narratore; i miei racconti hanno la forza e la semplicità dei racconti attorno al fuoco”.

Insegnante e consulente per mestiere, nel tempo libero Andrea è anche un cacciatore, anche se, come si definisce lui stesso piuttosto “atipico”. “Ho iniziato ad andare a caccia con la fionda e le pietre – racconta -. Poi sono passato al fucile ad aria compressa, al flobert, all'arco, alla balestra e al fucile. Discendo da una famiglia di cacciatori. Cugini, zii, nonni, bisnonni, trisnonni, da generazioni, passano ai più giovani la cultura della caccia, il rispetto verso gli animali e la natura in generale. Posso dire con assoluta onestà di non essere arrivato alla caccia, ma di essermici trovato dentro sin dalla nascita (il 13 ottobre, in pieno periodo venatorio)”. “Credo che la caccia, se fatta con buonsenso, senza la prerogativa unica di uccidere o far numero, possa essere una importante risorsa per la tutela e la conservazione del patrimonio faunistico della nazione” argomenta.

“Pur amando il “cecchianggio” - sottolinea - , non mi piace la politica della caccia di selezione. Le zone migliori... vanno sempre ai soliti, i palchi migliori... vanno sempre ai soliti. Pagare fior di quattrini per poi litigare e masticare amaro, sinceramente non fa per me”. Pratica invece la caccia al cinghiale in solitaria. “Vado senza cani, seguendo le tracce, conoscendo molto bene le zone in cui il Re del bosco si muove o si riposa”,  ma ultimamente ha preso in considerazione l'idea di prendere un Alpenlaendische Dachsbracke, per migliorare il proprio stile di caccia. Non disdegna anche la caccia alla piuma, ma non avendo un cane idoneo per il momento si dedica ad altro (l'ultimo cane, un setter inglese, aveva il vizio di sbranare la preda o di scappare via al momento dello sparo). Andrea si reputa un uomo fortunato, visto che ha una fidanzata che condivide la sua stessa filosofia di vita. “Quest'annata venatoria la farà ancora come accompagnatrice, ma è già in cantiere il desiderio di prendere il porto d'armi uso caccia per l'annata venatoria 2015/16”.
 
Andrea ha curato anche l'edizione Racconti di caccia - Ritorno dal bosco, recensita da questo portale
 

Leggi tutte le news

4 commenti finora...

Re:BIGHUNTER GIOVANI: Andrea Tedone “scrivo di caccia e di natura per mia figlia”

Quando cambiate il nome: associazione ricreativa comunisti italiani,caccia ,magari lo leggo sull'unita" Che vuol dire?

da Mahh 2 20/08/2014 22.48

Re:BIGHUNTER GIOVANI: Andrea Tedone “scrivo di caccia e di natura per mia figlia”

Quando cambiate il nome: associazione ricreativa comunisti italiani,caccia ,magari lo leggo sull'unita"

da Mahh 20/08/2014 15.07

Re:BIGHUNTER GIOVANI: Andrea Tedone “scrivo di caccia e di natura per mia figlia”

dai retta, presentati con carattere a qualche sezione cacciatori e conquistati il tuo spazio. bisogna rinverdire le fila. e alla svelta. i pensionati bisogna cominciare a riadoperarli come saggi, non come condottieri. l'imbalsamazione delle cariche è la riprova che se si va avanti così si rimane prigionieri del passato. mannaggia ha chi ha congelato i presidenti per paura di perdere potere

da remigio v. 19/08/2014 14.28

Re:BIGHUNTER GIOVANI: Andrea Tedone “scrivo di caccia e di natura per mia figlia”

bellissima etica venatoria e spirito ambientale, ma in fin dei conti sei nato in mezzo a cacciatori quindi sei più che preparato per assolvere al bene dell'ambiente, complimenti per quel verro che hai sotto i piedi.

da dardo 19/08/2014 13.50