Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<agosto 2021>
lunmarmergiovensabdom
2627282930311
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345
Mensile
agosto 2021
luglio 2021
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
ago27


27/08/2012 15.55 

 

Sono sempre più convinto che ogni cacciatore, indipendentemente dalla tecnica di caccia che ha scelto di praticare deve avere una cura quasi maniacale della propria attrezzatura affinché abbia successo. Infatti spesso sono proprio i piccoli particolari a fare la differenza tra il tornare a casa con un bel sorriso sulla faccia piuttosto che con il muso lungo! Specialmente quando la caccia è chiusa è piacevole preparare, ricontrollare, pulire e lubrificare i nostri accessori, pregustando il momento in cui potremo usarli di nuovo.

Con l’avvicinarsi dell’apertura un ultimo controllo generale non guasta di certo, anzi lo riterrei quasi obbligatorio, perché chissà se dopo  avremo più il tempo di farlo. Vanno verificate le tarature delle armi, le scorte delle munizioni, lo stato dei nostri indumenti ed in particolare quello dei nostri scarponi, si riparano ghette e zaini, si detergono le lenti di cannocchiali, binocoli, telemetri e “lunghi” e si affilano i coltelli, ma quanti Selecontrollori si preoccupano anche  di come sarà diventata la zona di caccia dove ci è stato assegnato l’appostamento? Sarà come l’abbiamo lasciata lo scorso anno oppure no?

A me una volta è capitato che dopo aver visto uscire cinque caprioli in una stoppia fino a tre giorni prima che aprisse la caccia, quando il fatidico mattino ci sono finalmente tornato “armato”, alle prime luci dell’alba mi sono ritrovato ad ammirare uno sterminato campo arato con delle zolle alte mezzo metro! Con chi dovevo prendermela se non con me stesso? Quel fatto increscioso, tutto sommato simpatico, non si è più ripetuto, perché da allora, quando decido di appostarmi presso di un campo incolto oppure vicino ad uno seminato, vado a cercare il proprietario per chiedergli il permesso di starci ed anche per conoscere in anticipo i suoi progetti futuri sul destino di quel campo.

Se nelle riserve private e nei “recinti” approvo ed apprezzo gli appostamenti fissi (altane chiuse, aperte o semplici strutture adibite al tiro), non posso dire lo stesso di come intendo il “capanno” in una “zona libera”. Per quanto siamo diventati esperti nel richiamare gli ungulati (anche grazie agli ottimi prodotti attrattivi francesi importati e distribuiti dal buon Pietro Fabris di Toppo) non è detto che i capi che ci verranno assegnati usciranno in pastura proprio davanti alla finestrella della nostra bella altana. E allora? Se Maometto non va alla montagna sarà la montagna ad andare da Maometto! Con molto anticipo sull’apertura della caccia, dovremo preparare giacca e scarponi, binocolo, lungo e telemetro e sacrificare parecchio del nostro tempo libero per vedere quali e quanti animali hanno scelto la nostra zona; altrimenti, quali e quanti animali hanno scelto nuovi territori. Se saremo fortunati dopo quattro – cinque uscite (mattina e sera) avremo un quadro generale abbastanza chiaro che ci permetta di decidere dove finalmente approntare il nostro appostamento. Come deve essere e soprattutto dove sarà più conveniente costruirlo?

Non sono assolutamente d’accordo con chi prepara il capanno con materiale da costruzione edile, tipo ceron bloc, blocchetti di tufo, tavole, listelli di legno, tondini di ferro, teli antisole o mimetici. Per preparare il nostro riparo dovremo utilizzare il materiale che sapremo recuperare nella zona circostante, senza alterare né forme e né odori. Rami tagliati freschi oppure secchi, fronde di sempreverdi, potatura di piante ecc, andranno più che bene, anche per legarli insieme sono sufficienti i rami delle ginestre o al limite qualche metro di esile corda. Nel nostro appostamento dovremo starci comodi, dovremo poterci spiare la zona circostante a trecentosessanta gradi senza essere visti e senza avere impedimenti quando ci sarà da sparare.

A proposito del tiro, come intendete eseguirlo: appoggiati sullo zaino? Con un funzionale bipede tattico? Con uno treppiede artigianale fatto in casa? Oppure adagiati ad un ramo o su una pietra? Ognuno spari come gli hanno insegnato e come è abituato a sparare, purché prima di tirare il grilletto sia sempre consapevole che dovrà eseguire un abbattimento pulito, evitare ferimenti, e che non dovrà azzardare tiri contro selvatici in movimento e/o troppo lunghi. Io nella caccia sono come Renato Z…, nel senso che le ho provate veramente tutte!! Ma  ormai da diversi anni mi affido ciecamente soltanto ai bipiedi Harris e Versa Pod, perché con un minimo di pratica conferiscono alle armi una stabilità ineguagliabile con qualsiasi altro tipo di appoggio. Comunque, per dare il meglio, devono essere usati a dovere perché oltre ai loro molteplici pregi hanno anche qualche scomodo difetto. Ad esempio dovremo stare attenti a posizionarci sempre in modo di tirare in piano o verso il basso ed inoltre stando sdraiati, più o meno bassi, correremo sempre il rischio di colpire un ostacolo che si trova a pochi metri dalla volata della carabina ma che purtroppo nell’ottica non siamo riusciti a vederlo.

Nel scegliere la zona dove preparare l’appostamento dovremo controllare che il sole non ci disturbi con i suoi raggi né quando sorge né quando tramonta, così dovremo verificare anche quali venti soffino con più frequenza e memorizzare a che ora del giorno “girano”. Preferisco appostarmi a ridosso di un bosco, di un grosso cespuglio, di un ruscello, di una siepe, di una longarina o ad un fosso, magari a discapito della distanza di tiro.

E’ preferibile non mettersi troppo vicino  alla macchia dove dovranno uscire i selvatici e la nostra posta dovrà essere ugualmente facile da raggiungere come da abbandonare, senza disturbare con il nostro passaggio i trottoi degli animali. Ci saranno sicuramente di aiuto: un paio di cesoie e una sega per potare ed anche una piccola roncola (pennato o marraccio, come viene chiamato dalle mie parti) per tagliare arbusti o grossi rami che potrebbero intralciare le linee di tiro e che riutilizzerei per completare il mimetismo del capanno. Quando andrete ad appostarvi per cacciare non portatevi dietro troppa roba che non serve o che serve poco, di solito la macchina non si lascia mai lontano. In alcune bellissime videocassette del caro amico Alberto Lugari ho visto che certi Selecontrollori andavano ad appostarsi con uno zaino da un metro cubo!!! Ma che cosa ci mettono dentro?

Quando hai con te: carabina, munizioni e nello zaino: coltello, binocolo, l’immancabile macchina fotografica, il registro delle uscite con le fascette, una sacca impermeabile per il trasporto di un capriolo oppure qualche metro di robusta corda se cacciamo cinghiali, daini o cervi, non hai bisogno d’altro. Né del “lungo” né tanto meno del telemetro, perché, salvo qualche imprevisto prima di passare “all’azione” dovremmo conoscere alla perfezione ed in anticipo tutte le abitudini dei selvatici cacciabili presenti nella zona. Il lungo ci servirà, anzi sarà indispensabile,  durante i nostri “censimenti” personali quando andremo ad avvistare e ad identificare la selvaggina, mentre con il telemetro, sempre in occasione di quelle uscite preparatorie,  ci preoccuperemo di rilevare quante più misurazioni possibili, in modo da non perder tempo prezioso quando al mattino presto o peggio ancora, al calar della sera, il “nostro” capriolo uscirà allo scoperto vicino a quell’albero, a quella recinzione, a quella grossa pietra, ecc. Prepararsi un buon appostamento è più facile a farsi che a dirsi, l’importante è scegliere con cura il punto dove farlo  e seguire il nostro istinto, tanto se poi è stato ben fatto e funziona a dovere lo vedremo molto presto.

 


 Marco  Benecchi       

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.70.110.194
Aggiungi un commento  Annulla 

117 commenti finora...

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Lauro ma che "boon toon" ahahahha questo è il mondo ambientalista...ahahahah

da marx  17/09/2012 9.58

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

bhe... non è cosi facile

da marino  07/09/2012 9.40

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Sig.Laura..un consiglio "bischereggiante": si iscriva ad un ATC senese e venga giù a far l'aspetto a folletti rossi e daini !! Tutto compreso forse qualcosa risparmia.
@:))

Massimiliano

da colombaio senese  06/09/2012 15.47

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Ciao Laura...ma questa volta non ho domande da farti....solo un cordiale saluto.

da Carlo  05/09/2012 17.48

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Forza RAGAZZI, ABBASSIAMO I TONI per cortesia.
Mica siamo su un talk show della De Filippi!!!! Possibile che dobbiamo litigare anche per le stupidaggini? Il blog serve per sorridere in compagnia e per avere la possibilità di scambiarci esperienze e pareri. Fermo restando che poi ogniuno ha sia le proprie idee politiche sia i propri gusti personali. Ma offendere (in qualunque modo) non dovrebbe rientrare nei nostri principi. Comunque sono lieto di comunicarvi che in Maremma è da sabato pomeriggio che piove ininterrottamente. Finalmente si torna a ben sperare. E tu, caro Marino, non sghinnazzare, che non è da persone serie, specialmente per i fedeli appassionati della cultura venatoria mitteleuropea..............

da Da Marco Benecchi x TUTTI  05/09/2012 6.34

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

.".....chi oggi ha il coraggio di scusarsi..è più saggio di quanto non fosse ieri"....non l'ho detta io ..ma calza a pennello!Bravo Marino...

da Carlo  04/09/2012 16.42

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

ok ... scusami ... non era mia intenzione.scusa

da marino  04/09/2012 16.06

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Dai Carlo, è lo stesso... lascia perdere

da tiroler a Carlo  04/09/2012 15.51

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

...ma adesso che c'entrano questi toni, si stava a ragionare che bisogno c'è di buttarla in lite?Dai Marino magari le cose si possono dire in un altro modo, non sei d'accordo?

da Carlo  04/09/2012 15.37

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

e chi se ne frega , resta il fatto che sei un mezzo cacciatore... come tutti quelli che ragionano come te...da vecchi decrepiti egoisti...il vero cancro della caccia in Italia ... ma voi non siete italiani è vero...ahahah

da marino  04/09/2012 14.40

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

ha ragione egregio signor marino, non sono altoatesino, sono tirolese di lingua ladina.

da tiroler a marino  04/09/2012 14.06

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

.....certo che sono soddisfatto Frombo, perchè mi piace il modello, ecco perchè bisognerbbe abrogare la legge nazionale sulla caccia e lasciare legiferare autonomamente le Regioni con deleghe alle province di regolamentare la caccia in base alle proprie realtà,ognuno ancorato al proprio territorio. Mi è sempre piaciuto questo discorso e quando sento dire che da qualche parte funziona ...sono soddisfatto.Quando hai interesse a qualcosa di tuo vedi come diventi etico, responsabile..cambia tutto e come ha già detto qualcuno....nessuno ruberebbe dal proprio portafoglio..verità sacrosanta!

da Carlo  04/09/2012 14.05

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

ha ragione egregio signor marino, non sono altoatesino, sono tirolese di lingua ladina.

da tiroler a marino  04/09/2012 13.55

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

tiroler la voce della verita...ahahahh... non mi sembri alto atesino amico caro... in ogni caso, è per colpa tua e di quelli come te che poi sorgono i problemi per prelevare le marmotte ... e gli spiccioli... ai quali Tu sputi sopra a molti servono per vivere ... ma razza di cacciatori siete ... ma fai domamda nel wwf ... conosco le cose meglio di te - che non ti muovi dalla tua valle - e vado più a caccia di te in Alto adige e trentino e ti dico che le cose sono diverse - perchè sono diverse -se conosci i regolamenti ! ma non credo...ahahah

da marino  04/09/2012 13.20

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

... suvvia gente... per la prima volta percepisco Carlo totalmente soddisfatto! e ne ha tutte le ragioni e c' è sempre qualcuno che vuole obbiettare? Il modello è ottimo, ma sbaglio se è adottato da una regione a statuto speciale? non ho cognizioni per sostenerlo, ma forse cambia qualcosa?

da Fromboliere  04/09/2012 12.55

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

la normativa del trentino è un po' più restrittiva di quella del Südtirol ma, nei punti fondamentali, uguale. Non stare ad ascoltare chi conosce le cose solo per sentito dire o per qualche gita...

da tiroler a Carlo  04/09/2012 12.22

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

no, non sbaglio e non mi riempio la bocca di un bel nulla. Ognuno va a caccia come meglio crede e se non mi piace andare alla marmotta, non vedo per quale motivo lo debba fare. Le marmotte non sono un problema. Sono uno dei principali mezzi di sostentamento(almeno in primavera-estate) per le aquile che, diversamente, trarrebbero la loro alimentazione dai capretti di altri ungulati.

da tiroler a marino  04/09/2012 12.19

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

....si ma fà parte dell'Italia,con tutte le sue eccezioni, per cui una cosa che funziona potrebbe essere estesa a tutto il resto dello stivale.

da Carlo  04/09/2012 11.29

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

carlo l'Alto Adige ( non il trentino) è un mondo a parte ...

da marino  04/09/2012 10.44

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

sbagli ... perchè fino ad oggi ti sei riempito la bocca di gestione , di prevenzione danni, di lavoro per la riserva e poi quando si deve dare una mano a togliere questi "problematici" roditori fai lo snob ! Ma non basta , c'è pure qualche vecchio cacciatore che guadagna qualche spicciolo ad accompagnare i cittadini e le riserve incassano qualche spicciolo con la vendita di alcuni capi... hai una visione molto ristretta della caccia caro mio... vecchio stampo .... molto egoista ... il classico cacciatore italiano...

da marino  04/09/2012 10.42

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

..... quanto me piace stà cosa! Sarebbe auspicabile anche per il resto dello stivale, così loro si tengono i parchi e noi tutto il resto del territorio. Gli ATC attuali diventerebbero riserve di diritto e le aziende private..riserve private.I calendari ce li facciamo noi ATC x ATC in base alle proprie realtà territoriali, non ci sarebbe più questa inarrestabile erosione del territorio da parte degli ambientalisti, ognuno si curerebbe con amore e interesse il proprio territorio.....mi piace davvero.

da Carlo  04/09/2012 10.35

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

sì, è vero, può essere una scusa per godere una giornata con gli amici ma mi sembra che non abbiamo bisogno di qualche scusa per fare baldoria in compagnia... o sbaglio? ;)

da tiroler a marino  04/09/2012 10.15

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Carlo, hai in parte ragione. I calendari faunistici, le prescrizioni tecniche(orari, ecc), le eventuali chiusure o le sospensioni per determinate specie, vengono decisi dal comitato faunistico provinciale del quale fanno parte anche alcuni esponenti del mondo ambientalista.

da tiroler a Carlo  04/09/2012 10.13

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

la caccia alla marmotta è una scusa per godere della montagna e gli amici . Certo è un bersaglio come tutti gli animali . Carlo , prendi la residenza e dopo qualche anno maturi tutti i diritti dei residenti, che non sono tanti, per me è molto meglio la Toscana , si non ci sono i camosci ...... però ....

da marino  04/09/2012 10.04

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

....si Tiroler ho capito ma se il territorio è tutto ricompreso dentro le riserve private o di diritto loro, gli ambientalisti, non possono mettere becco, ad esmpio sui calendari, loro non decidono nulla ..è il comitato di gestione che decide o sbaglio?

da Carlo  04/09/2012 9.59

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

...già detto e ancora lo ripeto, questo è l' esempio top di come, solo una parte minima della caccia italiana, si è 'europeizzata'.

da Fromboliere  04/09/2012 9.41

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

non mi piace la caccia alla marmotta: è come sparare al bersaglio. Ne ho presa qualcuna in tutta la mia vita di cacciatore per estrarne il grasso, ma è anni che non la esercito più...

da tiroler a marino  04/09/2012 9.33

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Tra gli ambientalisti ve ne sono di intelligenti e di ignoranti(come in tutte le categorie). Diciamo che gli ignoranti sono in maggioranza. ;)

da tiroler a carlo  04/09/2012 9.30

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

allora, diciamo che la materia è abbastanza semplice nelle linee guida, molto più complessa nelle norme attuative. Tutto il territorio regionale è compreso all'interno di riserve(che siano private o gestite per delega provincialeTN/BZ). In quelle private la gestione la decide il proprietario(o i proprietari in caso di più soci propietari) e quindi chiunque gradito(dietro pagamento o invito) può accedervi, in quelle per delega provincialeTN/BZ vi si può accedere solo secondo le norme provincialiTN/BZ e decise dalla varie sezioni gestrici di riserva(attraverso i loro organi direttivi eletti dai soci di diritto della riserva). Non vi alcuna differenza tra stanziale, migratoria ungulati ecc. Chi ha diritto va a caccia(seguendo ovviamente i piani di prelievo ed il carniere), chi non è socio(di riserva privata o di riserva di diritto) non può accedere a nessuna porzione di territorio. Spero sia stato abbastanza chiaro. WH

da tiroler a carlo  04/09/2012 9.28

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

senti tiroler conosco l'alto adige come le mie tasche e li le cose funzionano ( giò scritto 1000 volte) e poi forse la mia è una visione sbagliata un sogno che non può essere realizzato sul nostro territorio. In Italia chi ha i soldi può cacciare dove vuole chi non li ha si accontenta ma qualcosa trova lo stesso ( vedi Toscana ) quindi non si realizzerà mai. Sei stato a marmotte? saluti

da marino  04/09/2012 9.17

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Tiroler...solo per capire....ma state parlando solo di selvaggina pelo/penna stanziale...la migratoria come la gestite? Da quello che leggo, sembrerebbe tutto terreno ricompreso dentro riserve....terreno libero ce ne è? E poi, così facendo tenete fuori gli ambientalisti o no? Dammi qualche lume...solo per capire.Grazie.

da Carlo  04/09/2012 9.16

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

N.B. in tutto il trentino alto adige-südtirol funziona così. Ci sono le riserve private che dispongono della loro proprietà come meglio credono(e quindi gestiscono direttamente le risorse) e ci sono lo "riserve di diritto" che ricevono dalla regione/provincieTNeBZ la delega alla gestione, nelle quali le varie associazioni di cacciatori decidono quale debba essere la forma gestionale da adottare. Essenzialmente ci sono 3 diversi tipi di permessi: di diritto, aggregato, d'ospite. La sezione, autonomamente, può decidere se permettere la caccia solo ai soci di diritto o anche agli aggregati o concedere permessi d'ospite. In questo modo ogni censita controlla la propria riserva, si sente legato al territorio e lo frequenta assiduamente in ogni suo angolo ed evita che vi siano degli abusi da parte di esterni. I casi di bracconaggio(che pur ci sono), sono molto limitati perché pochi sono così stupidi da rubare nel proprio portafoglio.

da tiroler a marino  04/09/2012 9.07

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

beh, marino, se ci pensa è già così. Da noi l'associazione cacciatori è "ente gestore" della caccia" che, a sua volta, delega le varie riserve alla propria gestione interna. Noi paghiamo il ns ettaraggio ed il n di capi assegnati(secondo la vastità del territorio e i dati dei censimenti) ed abbiamo diritto a gestire il territorio(dal punto di vista venatorio) come meglio crediamo, fermo restando i criteri ed i fini di incremento e miglioramente della popolazone selvatica. C'è chi(all'interno della propia riserva) consente i permessi d'ospite e chi, come nella ns riserva ad esempio, non li consente. Noi abbiamo preso la decisione(all'interno della sezione), PAGANDO, che non vogliamo fare affari con la nostra montagna, i nostri boschi e la ns selvaggina. Ce li godiamo noi. Non è già una gestione privatistica questa? WH

da tiroler a marino  04/09/2012 8.41

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Tiroler abbiamo milglia di chilometri di spiagge "affittate" ai privati perchè la montagna dovrebbe essere diversa?? poi , anche noi montanari, potremo fare affari e non vederci soffiare via un occasione d'oro ... il mondo va avanti caro amico. solo in Italia la caccia va indietro per colpa nostra

da marino  04/09/2012 7.53

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

... per quello che riguarda il terreno demaniale, ricordo che esistono le concessioni, come quelle balneari. Nell' ambito venatorio tutto può rientrare nella percentuale di territorio che si possa adibire, in ragione di percentualità, tra caccia pubblica, riserve private, parchi e zone in altro modo interdette, sempre che si rispettino poi le leggi, che in tale materia mai vengono rispettate e sempre a sfavore della caccia pubblica...

da Fromboliere  03/09/2012 16.57

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

UNA VOLTA il selvatico era "Res Nullius" (di propietà di nessuno).
Ora, qualche sciagurato, ha ben pensato di promuoverla a "Patrimonio indisponibile dello Stato", cioè la selvaggina appartiene allo Stato che, bontà sua, ne concede l'abbattimento secondo determinati tempi e metodi.
Questo taglia ogni e qualunque possibilità di avere una "caccia privata" (e per fortuna, dico io ...).
Come sottoprodotto, infarcisce la caccia di leggi, leggine, regolamenti ecc. ecc.
Di cui vediamo gli effetti ...
Giusto per esser precisi, Franz.
Un abbraccio da Walter

da OLD_Hunter  03/09/2012 16.24

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

come si fa a rendere privata la caccia se la si esercita su terreno demaniale e i selvatici sono considerato res nullius e dunque proprietà dello stato? Lei può esercitare la caccia privata su terreno privato ma, qualora uscisse da questi confini, sa bene che deve essere regolamentata in modo diverso dal diritto privato. Le regole dello stato di diritto devono poter valere per tutti, cacciatori come non.

da tiroler a marino  03/09/2012 15.15

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

.....concordo.

da Carlo  03/09/2012 11.35

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Carlo... posso tentare di indovinare: lo Stato, ingiuntivo e farraginoso, non rinuncerà tanto facilmente a levare le sue grinfie dal gobbo dei contribuenti, tutti, non solo i cacciatori. D' altro canto rimarrà incapace, in ogni materia, non solo per la caccia, di offrire soluzioni che siano migliori di quelle già presenti, penso invece che, nella caccia, sarà ancor peggio. Quindi, essendo libera l' imprenditoria, sebbene sempre e comunque oberata da mille balzelli, sarà l' ingegno, acuito in più dall' avere l' acqua alla gola, che ci potrà salvare. Aprire riserve consorziali non è una cosa tanto remota, basta andare a vedere gli esempi che già esistono. Ce ne saranno più o meno buoni, ma sta alla nostra volontà fare tesoro delle esperienze altrui... altrimenti vicolo cieco

da Fromboliere  03/09/2012 11.19

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Tu Frombo dici investire sul naturale...sarebbe una ottima cosa. Se uno però investe ..poi vuole vedere i ricavi e la mia paura è che i costi poi si sommino agli altri costi...mi andrebbe bene se lo Stato rinunciasse a quello che già paghiamo in favore di ipotetici imprenditori...lo vedi possibile?Però l'idea non sarebbe male.

da Carlo  03/09/2012 10.47

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

in due parole: CACCIA PRIVATA!

da marino  03/09/2012 9.59

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

.... casomai parliamo anche di caccia... ma rimanendo nell' ambito della cultura, voglio ricordare a tutti la tanto, quanto a caso, decantata cultura rurale. Ora ruralità è natura, c' è un' insieme di componenti sinergiche nelle quali, a giusto merito andrebbe inserita anche la caccia. Ma proprio come dice Carlo, chi si prende cura di rendere sinergiche tra di loro tutte queste componenti? Nell' ambito pubblico abbiamo già constatato che siamo preda del caos totale, nonché ultima ruota del carro, tra politica, avversa, industrie libere di inquinare, aziende agricole intensive e sulla gente tralasciamo altri commenti, cosa ci rimane se non la caccia privata? L' iniziativa imprenditoriale di uno o più investitori, quando se non addirittura consorzi di investitori, che uniscano la passione per la cultura rurale a quella degli affari. Un' entità che cacci fuori dalle paline della propria azienda industrie e capannoni, pesticidi e monocolture e, sopratutto, la gente della gita fuori porta e che si installi nell' economia locale come un valore produttivo che gestisce risorse proprie in modo non solo tradizionale ma anche scientifico. Solo entrando nel mercato imprenditoriale la caccia potrà dimostrare il suo vero valore e solo la gestione oculata di tutte le risorse naturali può riportare indietro la caccia, in un ambito dove magari potrebbe essere il cacciatore a decidere quale sarà l' arma che, di volta in volta, vorrà usare, dall' arco al vecchio archibugio o alla carabina con il laser.

da Fromboliere  03/09/2012 9.30

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

come si può confronatare una realtà come la Scozia all'Italia e a quale parte d'Italia ?? Hirsh ... datte na calamata siamo rimasti in 700 mila e SIAMO TUTTI DEI PROFESSIONISTI chi era scaro ha smesso gia da tempo i corsi ( inutili) falli tu che io imparo consumando gli scarponi e sparando migliaia di colpi altrochè sto "boooob tooon" del kaiser! LA CACCIA E' LA CACCIA e si spara !

da marino x hirsh  03/09/2012 9.16

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

ciao Marco. Hai ragione, ormai siamo controllati speciali, però dopo una bella schioppettata uno Schluck di quello buono ci sta bene. WH

da tiroler x Marco Benecchi  03/09/2012 9.03

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Un'altra cosa volevo aggiungere in riferimento alle considerazioni di Hirschmann ed è l'unico punto dove non mi trova in linea, la caccia è finita...è finita proprio perchè è diventata un business! I business spingono al consumo e il consumo nel mondo venatorio si concretizza con vendita di armi e munizioni, abbigliamento, selvaggina. Passi per le armi e abbigliamento che sono beni materiali ma la selvaggina?Quella stanziale pelo/penna abbiamo dimostrato di saperla riprodurre noi altrimenti non si riesce a soddisfare le esigenze di tutti e così siamo passati dal naturale all'artificiale. Abbiamo creato un mondo illusorio con recinti e incubatrici per alimentare e giustificare il consumo dei suddetti beni materiali....business...consumo....beni materiali.....ma non stavamo parlando di caccia?

da Carlo  03/09/2012 7.40

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Frombo...dai, non si può che concordare in tutto quello che ha detto Hirschmann. Io personalmente condivido tutto ma pensare oggi di iniziare una inversione di tendenza, oggi, mi sembra impossibile. La cultura venatoria come l'educazione si impartisce e si impara da piccoli. Noi dovremmo riportare indietro le lancette del tempo ai tempi dell'unità d'Italia e iniziare da li....purtroppo stiamo fuori tempo max.Pensare oggi di attuare un programma così......come potrebbe coesistere con i programmi della cultura anticaccia in atto? Chi si dovrebbe prendere questa paternità? esponendosi al pubblico lubidrio...chi ci dovrebbe mettere la faccia? Le istituzioni? Abbiamo un Ministro di chiara fede anticaccia, i TAR ci massacrano....no Hirschmann, le sue non sono considerazioni ingenue, per me sono valide ma sono fuori tempo massimo , purtroppo abbiamo oltrepassato il punto del non ritorno.

da Carlo  03/09/2012 7.06

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Ciao Carissimo, Prima di dirti una cosa vorrei dirti (senti che strafalcione - eresia) che "Sono contento che mio nonno sia morto!!". Perchè non avrebbe retto a tutto quel che si vede oggi, specialmente sulla pelle dei poveri cristi che hanno avuto la FORTUNA di essere nati con un istinto sano e giusto. A proposito del buon pane e formaggio (meglio una frittata che emana eno odore!!!!) e una bella boraccetta di sano alcol (veramente ottima la grappa alle pesche e alle pere, con cui ho festeggiato diversi camosci. Voglio raccontarti cos'è successo a un mio amico. Semi astemio a causa del diabete, è stato preso all'uscita di un bar che aveva bevuta una birra e un amario per festeggiare la nascita di un nostro comune amico: RITIRO IMMEDIATO DELLA PATENTE E DEL PORTO D'ARMI!!!!. E a distanza di un anno ancora non si vede una flebile luce all'uscita del tunnel. Ho sempre bevuto poco, anche perchè per cacciare ho sempre dovuto viaggiare parecchio, ma di questi tempi c'è veramente di aver paura.
Un caro saluto a tutti e BUONA PIOGGIA A TUTTI!!! Marco

da Marco Benecchi x l'amico Tiroler  03/09/2012 6.16

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

più vi leggo e più apprendo cose su di voi ma sempre meno sulla caccia.... che si fa? la cultura è già obbligatoria, studi obbligatori fino alla terza media. Bisogna obbligare la scuola ad insegnare la caccia?
a proposito di utopie, magari... Se devo studiare la differenza che c'è tra un tordo e una tordela non sarà certo difficile farlo su di un libro e sarò promosso. Se devo invece imparare a non sparare quando non sono certo a cosa sto sparando non lo imparerò certo a scuola. Infatti il buon senso non fa materia scolastica e in un paese di laureati, come il nostro, ormai lo capisce anche un bambino.

da Fromboliere  02/09/2012 17.58

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Sig. Carlo, la ringrazio della considerazione che mi ha dato e dell’opportunità di discutere amichevolmente su alcuni pensieri (forse folli, forse sbagliati, ma disinteressati ed onesti) partoriti dalle esperienze maturate nella mia vita di cacciatore in Italia e all’estero. Tuttavia, ho il sospetto che le possibili soluzioni al problema muoverebbero la collera di molti nostri colleghi, perché comporterebbero una radicale rivoluzione del loro vivere la caccia. Vede, ritengo in assoluta buona fede, che in un contesto fortemente antropizzato come il territorio italiano per garantire una caccia soddisfacente alla nobile stanziale ed alla migratoria sia necessario un importante e sinergico investimento in termini di risorse umane ed economiche, da un lato, e legislativo dall'altro.
Procedo con ordine, le risorse umane: il primo punto da affrontate è l'educazione civica e l'educazione faunistica del cacciatore. Andare a caccia non l'ha prescritto il medico. Per farlo occorre cultura (non la laurea in scienze “occulte e pirotecniche”, ma conoscenza della biologia della selvaggina e della sua gestione), rispetto, educazione e responsabilità. La cultura tecnico-scientifica, può sicuramente influire positivamente sull’educazione xchè dà consapevolezza che manca a molti. Ci sono troppi nostri colleghi che si ritrovano la licenza, ma che non hanno idea di come andrebbero gestite e preservate le specie oggetto di interesse. Il beato stato di ignoranza che deriva dalla caccia “sociale” all’italiana è un tumore che nasce anche per colpa della nostra legislazione. Infatti, a partire dal ventennio la selvaggina è stata intesa come res nullius, da qui la distorsione che chiunque poteva prendere a piacimento (ciò che è di nessuno è senza valore e senza protezione). Poi il passaggio a patrimonio indisponibile dello stato ha solo formalmente modificato la situazione, ma in sostanza è rimasto tutto pressoché uguale a prima (res publica est res nullius, per molti italiani e quindi per molti cacciatori). Non ci crederà, ma ho sentito centinaia di volte la seguente frase:"se non lo sparo io, lo fa un altro. Ché sò fesso io?!" Ecco, forse, il primo punto da affrontate è l'educazione civica e l'educazione faunistica. Quindi, tutti dovrebbero sostenere/risostenere esami severi per la formazione ed abilitazione venatoria, sia generale che per specie cacciata sia essa da penna che da pelo. Io sono un meridionale nato al mare è trapiantato nel regno delle vette e dei camosci. Ho potuto vedere i vantaggi della cultura rigidamente appresa sui libri ed imposta da regole comportamentali codificate. Ricordo, vivo, il senso di frustrazione e di vergogna che avevo nel fare la fila agli uffici della provincia (giù a casa) e mi trovavo a confrontarmi con personaggi dubbi che mi facevano impallidire e vergognare di appartenere alla categoria.
L’investimento economico è un altro aspetto chiave. La caccia di qualità costa. Perché? Perché richiede di governare il territorio, gli animali selvatici e l’agricoltura. Ad es. i contadini hanno la tendenza (almeno al sud) a tagliare tutto senza lasciare bordure, senza usare protezione alla mietitrebbia (caprioli, lepri e covate ne fanno le spese) a bruciare le stoppie ben prima di ottobre (in genere a metà luglio si è realmente fatto terra bruciata). Insomma, l’agricoltura vede spesso e volentieri la selvaggina come un danno, un limite alla resa economica. A ciò si aggiunge il disagio di molti contadini che si vedono le proprietà invase da sedicenti rambo. Le conseguenze sono ovvie. Perché in una riserva faunistica privata (non un fagianodromo) ci sono tanti animali? Perché c’è l’interesse di un singolo che investe risorse economiche per sorvegliare il territorio ed evitare bracconaggio. Investe sul territorio con miglioramenti ambientali (colture a perdere, presenza di siepi, pulizia del sottobosco, mantenimento di bestiame brado, pulizia e protezione degli argini, etc). Rispetta la selvaggina. Es. Sono stato a caccia in Scozia varie volte. In una farm mentre facevamo la caccia mista vagante nei moors abbiamo incontrato moltissime brigate di grouse (direi una moltitudine). Ma non si potevano sparare “neanche il lord le caccia” ci disse il gamekeeper. Perché? Perché per due stagioni le covate erano andate male, quindi per tutelarle il lord aveva impedito il prelievo. L’anno seguente è stato un fantastico 12 Agosto (l’apertura alla grouse che è festa nazionale scozzese). Ora mi chiedo chi avrebbe deciso e fatto rispettare questo in Italia? L’ATC, i cacciatori singoli, o le associazioni venatorie? Penso nessuno. Risultato è che in molte zone d’italia centro-meridionale la nobile stanziale non esiste. Ma anche la migratoria se la passa male a causa di un prelievo eccessivo (forse?) ma soprattutto per l’assenza di ambiente idoneo. Ecco allora l’altro punto che è legislativo. Fintanto che la selvaggina sarà considerato di nessuno (dello stato significa di nessuno all’atto pratico) e senza valore economico è ben difficile cambiare la situazione, almeno in appennino. Se la selvaggina avesse un valore economico, si potrebbe creare una filiera virtuosa (vedi turismo venatorio) che consentirebbe ad intere porzioni del nostro appennino di vivere di un’economia verde. Così si potrebbe proteggere l’ambiente dalle speculazioni. Si potrebbe impedire lo spopolamento di interi paesi, si avrebbe un ambiente più curato e una presenza di fauna di pregio. In altre nazioni europee queste chiacchiere sono realtà, che crea economia e protezione dell’ambiente. Perché da noi non è possibile? La risposta credo di saperla.
Mi scuso con Lei per la prolissità delle mie considerazioni. Forse ingenue, forse inopportune. Mi creda, che sono soltanto dettate dalla buona fede. waidmannsheil!

da Hirschmann  02/09/2012 16.23

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Bisogna prendere meno camosci e piu' cervi a primavera.

da Cervo a natale  02/09/2012 11.24

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

X Hirschmann.Mi trovi quasi del tutto d'accordo con ciò che hai detto, però mi piacerebbe sapere quale idea o come la risolveresti la gestione della penna sia stanziale che migratoria. Sappiamo tutti che la cultura, specie quella venatoria, è difficile farla acquisire spontanemente, la devi imporre...come? La cultura gestionale della migratoria per esempio, un'idea l'avrai in testa...qual'è?
la mia è semplce curiosità, sia ben inteso...perchè a me in testa non mi vien niente.Saluti

da Carlo  02/09/2012 7.51

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Caro tiroler sono pienamente in sintonia con quanto hai scritto. La montagna richiede rispetto e devozione. Anche l'abito fa il monaco (non è un caso che i monaci l'indossano...). Il fare chiassoso e l'aspetto para-militare non si addicono al culto sacrale delle divinità della foresta. Vorrei soltanto condividere un altro pensiero tra amici. La caccia dovrebbe essere sempre percepita come gestione attenta delle risorse faunistiche, siano esse ungulati, lagomorfi e fasianidi. Nel mondo mitteleuropeo non c'è distinzione tra selezione e tutto il resto. In Italia, purtroppo, siamo cresciuti senza una cultura gestionale. Pertanto, si è consolidato il pensiero che la penna (l'unica che c'era, adesso neanche più quella al sud) si poteva cacciare come veniva. Si va, si trova, si spara e basta. Questo arraffare non ha giovato alla caccia, ma sopratutto ai cacciatori. da 20 anni l'introduzione della "selezione" ha migliorato il livello culturale medio e il senso di responsabilità di alcuni cacciatori. Ma la caccia moderna, per esistere, richiede cultura gestionale, rispetto, educazione e responsabilità. Ahimé, esclusi i presenti, mancano a molti nostri colleghi. Si sa che basta una sola goccia di veleno x avvelenare la sorgente. Intelligenti pauca. waidmannsheil!

da Hirschmann  01/09/2012 20.13

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

@ laura. Ti ringrazio per la tua spiegazione di caccia secondo la cultura mitteleuropea

da tiroler  01/09/2012 12.18

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

X Marina.Sei proprio capocciona....ma qui c'è spazio pure per te a patto che usi un linguaggio corretto....e poi in bocca ad una donna certe parole non vanno bene,stonano.Buona domenica

da Carlo  01/09/2012 9.39

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

voi sparate ai miei amici animali e io sparo a zero su di voi.

da marina  31/08/2012 21.58

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

se permettete l'intromissione: state parlando di caccia di selezione coma caccia NON tradizionale. Io conosco solo, o quasi, la caccia agli ungulati(capriolo, cervo camoscio), alla volpe, qualche forcello, di tanto in tanto mi capita la lepre e non so se questa possa considerarsi o meno tradizionale. So solo che è la caccia che si è sempre praticata dalle mie parti, è quella che praticavano i miei avi ed è quella che un po' conosco. Non credo che si possa considerare la caccia alla piuma di serie A e quella di montagna d serie B. Sono cacce diverse e basta, adattate al luogo nel quale si svolgono. Devo però concordare con il signor Carlo circa la forma che dovrebbe acompagnare ogni cacciatore ed ebbi modo di esprimere questo atteggiamento in più occasioni. Ritengo che tutti debbano uscire come meglio credono ma, se è necessario(visti i tempi) accettare che uno esca in mimentica ed attrezzatura da vietnam, altrettanto dovrebbe essere lecito poter uscire con una vecchia mantella di loden ed una carabina che spara 4/5 colpi all'anno. Tanto più se, alla fine, il risultato è lo stesso. Ho già avuto modo di dire che, personalmente, mi avvicino al bosco ed alla montagna come se andassi in chiesa: a testa bassa e cercando di farmi notare il meno possibile. Una mimetica per me è brutta e colpisce l'occhio, ma questa è solo una mia personalissima idea e, comunque, un rambo che si aggira per i boschi, scusate, ma mi sembra fuori luogo... WH P.S. dimenticavo, caro signor Marco, s'è dimenticato, tra l'attrezzatura necessaria, un pezzo di pane e di formaggio e la fiasca con un po' di buon rum(o ciò che preferisce). Non conosco neanche un cacciatore che ne faccia a meno: tanto più dopo una caccia andata a buon fine...

da tiroler  31/08/2012 21.09

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

se permettete l'intromissione: state parlando di caccia di selezione coma caccia NON tradizionale. Io conosco solo, o quasi, la caccia agli ungulati(capriolo, cervo camoscio), alla volpe, qualche forcello, di tanto in tanto mi capita la lepre e non so se questa possa considerarsi o meno tradizionale. So solo che è la caccia che si è sempre praticata dalle mie parti, è quella che praticavano i miei avi ed è quella che un po' conosco. Non credo che si possa considerare la caccia alla piuma di serie A e quella di montagna d serie B. Sono cacce diverse e basta, adattate al luogo nel quale si svolgono. Devo però concordare con il signor Carlo circa la forma che dovrebbe acompagnare ogni cacciatore ed ebbi modo di esprimere questo atteggiamento in più occasioni. Ritengo che tutti debbano uscire come meglio credono ma, se è necessario(visti i tempi) accettare che uno esca in mimentica ed attrezzatura da vietnam, altrettanto dovrebbe essere lecito poter uscire con una vecchia mantella di loden ed una carabina che spara 4/5 colpi all'anno. Tanto più se, alla fine, il risultato è lo stesso. Ho già avuto modo di dire che, personalmente, mi avvicino al bosco ed alla montagna come se andassi in chiesa: a testa bassa e cercando di farmi notare il meno possibile. Una mimetica per me è brutta e colpisce l'occhio, ma questa è solo una mia personalissima idea e, comunque, un rambo che si aggira per i boschi, scusate, ma mi sembra fuori luogo... WH P.S. dimenticavo, caro signor Marco, s'è dimenticato, tra l'attrezzatura necessaria, un pezzo di pane e di formaggio e la fiasca con un po' di buon rum(o ciò che preferisce). Non conosco neanche un cacciatore che ne faccia a meno: tanto più dopo una caccia andata a buon fine...

da tiroler  31/08/2012 20.54

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

si funziona bene ... lo so ... ho un paio di amici fiorentini che "mi avevano detto" che erano stati loro i primi a partire con la selezione in Appennino Toscano...ma non è cosi... divertitevi...Weidmansheillllll


da marino  31/08/2012 16.30

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

si marino..anche da noi !
ma nn è questione di date,è che da noi funziona discretamente senza tanti cavilli.

da colombaio senese  31/08/2012 16.22

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

X Marina...ma perchè cerchi la provocazione ? per farti trattare male?Qui c'è tutta gente per bene, di orientamenti diversi, ma tutta gente per bene e tu che titolo hai, in forza di quale diritto entri qui e spari a zero? Nel vs isterismo collettivo...lì si che si nasconde tanta frustrazione e il livello del linguaggio che hai usato ti qualifica per quello che sei.

da Carlo  31/08/2012 16.13

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

avete sentito, poverino, lui si emoziona quando vede uscire un selvatico... ma va a dar via il cul, psicopatico frustrato!!

da marina  31/08/2012 15.40

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

forse ho confuso...nel 1990 è iniziata la selezione a Firenze ... anche da voi?

da marino  31/08/2012 15.05

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

spiacente,eri male informato. 1990 primo corso di abilitazione in prov.di Siena.
Io n°300 abilitato il 23-05-94.

Massimiliano

da colombaio senese  31/08/2012 14.04

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

in Toscana le cose vanno bene pagano una miseria e si divertono. beati loro. ma anche nelle altre regioni appenniniche le cose funzionano abbastanza bene. però sapevo che solo la provincia di Firenze aveva aperto 22 anni fe e non siena... molto prima in Romagna ma solo per prelievi selettivi per studio . Laura . cambia regione o fatti invitare da qualche amico da voi è un manicomio...

da marino  31/08/2012 13.25

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Grazie Laura, sono contento che ti ho dato un buon consiglio, ripeto io sin dalla prima volta mi son trovato bene, piccola, leggera e potente quanto basta ad un prezzo abbordabilissimo, saluti in bocca al lupo e buon lavoro. Carlo 62

da Carlo 62  31/08/2012 12.50

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

....se tutto va bene siamo rovinati...cara Laura. Che dire ..state proprio rovinati lassù. Forse li da te la cosa ha assunto proporzioni esagerate, in altre zone non mi risulta così esasperata. Oggi cmq forse sei riuscita a darmi il vero polso della situazione davanti alla quale si è impotenti. Mi rimangono ancora alcuni interrogativi ma va ben così. Auguri per la prox stagione e di tanto in tanto ragguagliami sulla situazione....tanto io stò sempre qui.
Cordialità

da Carlo  31/08/2012 11.36

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

..per "vecchio cedro".assolutamente nessun caos.........son 22 anni che procediamo in questa direzione e a parte piccole insignificanti controversie legislo-burocratiche(fisiologiche in italia),la stessa,caccia di selezione, è un fiore all'occhiello per la nostra provincia.
Elenchi una serie di "butti giù velocemente" che nulla han a che vedere con noi.
E nn è che sia tutti fiori e rose logicamente,ma tutto quello che enumeri nn rientra nei nostri "deficit"...........

con rispetto
Massimiliano

da colombaio senese  31/08/2012 11.19

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Interessante il blog (a parte le volgarità).
Si evince che (butto giù velocemente):
- che in italia, anche per la caccia, specie per la cosiddetta "caccia di selezione", è il caos totale - ogni provincia improvvisa improbabili modelli, i più disparati tra loro con calendari di prelievo spesso privi di ogni logica;
- che per gli ungulati, relativamente recente patrimonio da gestire, non esiste cultura: in tutta Europa non si parla di "caccia di selezione" ma semplicemente di caccia, intesa come corretto prelievo (per sesso e classe di età) articolato in un ampio lasso di tempo (fondamentalmente dal 1 maggio al 31 dicembre);
- che per quanto attiene la formazione venatoria, tutti i neo cacciatori dovrebbero essere formati sui fondamentali criteri di corretta gestione, sulla dinamica delle popolazioni selvatiche, sui miglioramenti ambientali, ecc., ma ho l'impressione che questo non venga fatto;
- che per praticare il prelievo dell'ungulato si pagano cifre aggiuntive, peraltro molto modeste, ecc ...
Non mi consta che nei paesi d'Europa da me frequentati per turismo/lavoro/caccia ci sia una situazione così improvvisata, siamo unici anche in questo.
mi sembra una situazione di sbandati.
Tornando alla foto dell'ottimo Sig. Benecchi, e quindi più generalmente all'immagine che trasmette il cacciatore al mondo esterno, non sarebbe possibile creare uno spazio su cui postare foto di caccia/cacciatori per poi commentarle assieme evidenziandone punti di pregio e difetti?
Ho l'impressione che, per allinearci all'Europa anche in questo campo, abbiamo moltissima (troppa?) strada da fare,
In bocca al lupo

da vecchio cedro  31/08/2012 9.58

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Alessandro..mi permetta di dirle che se bisogna "appellarsi" alle 100 euro (prov.di siena)di corso per abilitazione alla selezione e così dare adito a veleni tuoni e fulmini a questo tipo di prelievo.....bè siamo alla frutta ! anzi al Montenegro !
"Rinunciare all'abbattimento dietro c'è una fila" ?????? assolutamente nn conosciamo qst pratica da lei menzionata !! ogni fascetta di capriolo è strettamente e rigorosamente personale scaturita,(maturata oserei dire)dai censimenti e transetti e prestazioni d'opera effettuate dallo stesso nel corso dell'anno solare.Solo a metà febbraio colui che,in caso di uscite minori di 10,dei 3 capi assegnati(se si trattan di 3 ..o 2..) nemmeno uno prelevato allora il capoarea di comune accordo e assenso dello stesso,può richiedere una o più fascette allo sfigato di turno.
Per il daino stesso discorso con l'agevolazione che i capi son gestiti direttamente all'interno del gruppo.e vale a dire:cacciatore x nn deve per forza prendere daino F (ESEMPIO) perchè il numero di capi daino assegnati al gruppo son gestiti autonomamente dallo stesso.
Serena armonia,grande spirito di gruppo E VOGLIA DI FARE (nn solo chiaccherare) è la chiave del successo che fino ad ora ha reso Siena e i suoi 3000 selecontrollori un esempio per questo tipo di attività
E per finire, in prov.di SIena(ripetitivo) nn esiste prelivevo in regime di selezione per i CINCHIALI.solo ed esclusivamente CERVIDI E BOVIDI.
Il Nero si caccia in battuta e all'aspetto(con guardia venatoria e/o agenti di polizia provinciale) in ZRV ZRC e terreno libero solo ed esclusivamete su espressa richiesta all'ATC,del proprietario del campo coltivato o della zona ove gli stessi (suidi) scorribandano a far casini per nutrirsi.
Ritengo corretto ai fini di una verità sacrosanta puntualizzare questioni e realtà del tutto estranee al nostro mondo della caccia di selezione in ATC 17 SI.
con rispetto
Massimiliano

da colombaio senese  31/08/2012 9.53

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Caro Carlo non posso che darti ragione: è solo ed esclusivamente business..
Senza contare che il corso per diventare selecontrollori costa da me circa 150 euro..
Il problema è che e se io decido di rinunciare all'abbattimento per un anno c'è già una lista infinita dietro di me per prendere il mio posto e non so tra quanti anni riuscirò a rientrare nelle liste...
E si continua a pagare.. Questa è la vera gestione italiana... Perlomeno nella mia provincia.
Anche nella mia provincia c'è un parco importante dove selecontrollori abilitati abbattono cinghiali. Provate ad entrarci voi se siete capaci.. Ma questo è un'altro discorso.. Sicuramente in altre regioni la cosa è gestita in modo più corretto

da Alessandro  31/08/2012 8.42

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

lupetto ,,, uno che scrive su un blog del genere se non è psicopatico poco ci manca... poveretto

da marino  31/08/2012 8.42

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Lupo, ritorna ad "ululare alla luna" che è meglio... Il fatto di cronaca che riporti non riguarda la caccia, ma il bracconaggio e la disperazione degli agricoltori che si trovano "inermi" alla distruzione delle colture e ai ripetuti "attacchi" della fauna selvatica. Ti ripeto non centra con la caccia! Se vedi la data e l'ora in cui si è svolto dovresti capirlo da solo, sempre però che hai le conoscenze per farlo...

da Laura x Lupo  31/08/2012 8.42

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

X Laura. A leggere il tuo ultimo post mi sembra di mangiare un supplì irto di stecchini. A leggervi dovrebbe passare la voglia di praticare quella "caccia" tant'è zeppa , oltre che di balzelli di regolamenti,postille ecc. A proposito però di balzelli....ma perchè?Non s'è detto che la vs è una selezione di animali in esubero?....e allora che necessità c'è di pagarli?Dovrebbero darvi un premio invece.....mi sono perso qualche passaggio? Mettiamo il caso che nessuno voglia comperare l'animale...che succede che vanno in esubero, fuori controllo? Non è più necessario abbatterli? "...per un sano controllo del territorio e contenere le popolazioni che altrimenti arrecherebbero danno alle coltivazioni....". Ma allora l'abbattimento non è, come avevo capito,un rimedio, una soluzione ad una problematica, come quella dell'esubero, dando la possibilità agli specialisti(selecontrollori)patentati di esercitare quella funzione di calmierazione delle popolazioni....perchè bisogna esigere dei soldi su un qualcosa che và eliminato?Allora non stanno così le cose....è come se volessi abbattere dei fagiani in azienda e compro una quota...semplicemente così, un business.E allora perchè concedere dei periodi di abbattimento fuori dal calendario normale? Se il tutto non è riconducibile alla necessità di farlo....perchè farlo?...Perchè piace?
Booooo.....una cosa è sicura che non ci ho capito un tubo.
La caccia dovrebbe essere l'espressione della libertà, del seguire i ritmi della natura ecc invece l'abbiamo imbrigliata in un coacervo di leggi, regolamenti e chi più ne ha più ne metta, un campo disseminato di mine e più stà e più lo complichiamo che alla fine....ma la CACCIA dove stà, dove è finita, che c'è rimasto? un qualcosa di artificiale che abbiamo creato noi per continuare a coltivare i sogni nelle illusioni. Solo un animale come l'essere umano è capace di farlo.
Laura...Laura....mi prende la malinconia se ci penso....ma va beh...Cordiali saluti

da Carlo([email protected])  31/08/2012 7.51

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Buon giorno a tutti, io faccio selezione in un parco regionale, solo cinghiale (oggi ce ne sono molti .........fuori dal parco)il parco è stato suddiviso in zone, nella mia zona siamo 15 selettori con una ventina di postazioni fisse, una volta al mese si fa l'estrazione della postazione di cui l'assegnatario deve mantenere e visto che è fissa, pasturazione a go go a spese Nostre l'unica incombenza monetaria, alla fine della stagione, tra tempo perso, gasolio per l'auto e granoturco, la spesa è molto più alta dell'impresa. (la passione per la gestione della postazione e alla fine il risultato comunque ripagano del tempo e denaro speso) Dimenticavo, obbligatori 6 censimenti, 3 in autunno e 3 in primavera, il capo abbattuto dopo essere portato al centro per la visita, metà rimane a me, le classi di abbattimento vengono dette di volta in volta con sms, canna rigata (solo ad otturatore girevole) e palle monolitiche obbligatorie. Se io volessi fare solo la caccia di selezione dentro il parco, potrei non ritirare il tesserino dell'atc e non pagare l'ambito (quest'anno 75 euri) il resto dei versamenti sarei comunque obbligato. Saluti Carlo 62

da Carlo 62  31/08/2012 7.34

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

..maremma bonaaa........una giungla di imposte,impostine balzelli e balzellini.....tariffe tariffine e quotazioni da supermarket.
Buongiorno sig.ra Laura..si figuri se gliene voglio per quel sopra scritto................
Alla luce di ciò è da ammettere con un pò di "timida vergogna"che siamo,in Siena,nell'oro zecchino + zecchino che mai !
Da dare onore alla tanto vituperata regione (provincia)rossa !

buongiorno e a risentirsi presto...
Massimiliano

da colombaio senese  31/08/2012 5.20

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Buona sera Massimiliano, mi viene da dire "zona che vai e leggi che trovi"... Purtroppo riuscire a sintetizzare tutte le diverse tipologie di caccia di selezione praticate in tutta Italia non mi è facile e finisco molto spesso di parlare della mia zona (pur sapendo che ci sono realtà diverse). Da me (ATC Novara 1) si paga una quota fissa (oltre a tutte le altre tasse da pagare per andare a caccia; di cui l'ATC costa 105 €) di 40 € per il capriolo e di 55 € per il daino. Poi una volta preso l'animale (ci sono massimo 10 giorni per cacciarlo nel mese di settembre/primi di ottobre al lunedì e al giovedì e lo si fa nella modalità B, cioè senza assegnazione diretta del capo) si paga in base al tipo che è:
- capriolo: maschio adulto 120 €; femmina 80 € e classe 0 50 €
- daino: palancone 170 €; balestrone 150€ e fusone 130 €; femmina adulta 100 €; 70 € per classe 0.
Con la possibilità di scegliere soltanto una specie da cacciare (con la conseguente zona di caccia diversa). Però abbiamo il recupero degli animali fatto con i cani che è gratuito (e obbligatorio in caso di sospetto ferimento). Logicamente ogni capo abbattuto (massimo 1 adulto, ma se si preleva prima un piccolo si può poi fare un'altro prelievo) va posta la fascetta e portato al centro di controllo per le varie rilevazioni del caso.
Non mi voglia male se ho cercato il più possibile di essere concisa e ho concesso qualche errore nel generalizzare.

da Laura x Massimiliano  30/08/2012 18.27

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

50 euro???? caspita in Emilia Romagna ne servono molti di piu, beati voi...

da Luciano  30/08/2012 17.50

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Baeti voi in provincia di Siena!!!
In provincia di Novara ambito 2 si pagano euro 105 di iscrizione all' atc, più 50 euro per avere diritto all'abbattimento di selezione con relativa zona e poi, dopo l'eventuale abbattimento, altri soldi da 50 a 75 euro a seconda se classi 0 femmina o maschio perchè abbiamo il capo libero e non assegnato ma solamente 2 uscite a settimana lunedì e giovedì...
P.S. dimenticavo unica specie gestita Capriolo

da Alessandro  30/08/2012 17.30

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

LAURA..innanzitutto buonasera,da noi,nei comprensori di terreno libero della prov.di Siena(Val di cecina,val di feccia,val d'elsa nord,val d'elsa sud etc etc etc..)le uscite son libere e illimitate ad esclusione del martedì e venerdì,giorni di silenzio venatorio.
Da segnarsi sul tesserino venatorio solo dopo il 16 settembre,data della generale.
Ed escluso le circa 50 euro di iscrizione all'ATC di residenza,nn abbiamo altri "oneri monetari" se qualche"eurino"per spese di cancelleria(cartine,fotocopie,fax,bischeratine varie....)
Il "compenso monetario" a capo abbattuto viene richiesto l'ultima settimana di caccia,ovvero dal 7 al 15 marzo perchè le stesse uscite sono fatte sotto consegna diretta delle fascetta da parte di un agente di vigilanza venatoria.Il disturbo và retribuito.(val di cecina )
Il prelivevo selettivo e la propria gestione viene amministrato in maniera divesa da regione e regione o addirittura da provincia a provincia.

con rispetto...Massimiliano

da colombaio senese  30/08/2012 16.25

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

sniper si fa per dire , tiratore scelto lo hanno letto tutti e si parla di guerra e la nascita degli sniper altro pianeta , altre cose che non centrano nulla con la caccia. in mimetica si va dove si può andare in montagna NON HA SENSO E NESSUNO LA USA ma se cacci in valle vai con il loden?? oppure vai a caccia a Siena ( dall'amico Colombaio senese) con il loden che che dopo ridiamo.

da marino  30/08/2012 13.26

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Colombaio tu puoi dire tutto, quando le cose si dicono così, ragionando, come al bar davanti magari a una birretta..ci mancherebbe...non mi precludo a nessuno e sono pronto ad accettare qualsiasi critica.La tua esperienza, come quella di Laura, di Benecchi, di Filippo...e mettiamoci pure Marino và non la metto in discussione ne la serietà di come viene fatta ne all''articolazione cui è ancorata....non l'ho mai criticato questo. Alle persone come te che ci credono e che la fanno con scrupolo e coscienza non rimprovero nulla...ma che ho detto qualcosa del genere ?mi sembra proprio di no.Il mio pensare diverso stà a monte, ancor prima di quel disciplinare...hai detto bene è una questione di mentalità diversa (solo su questo argomento, poi per il resto mi sembra che la pensiamo allo stesso modo) e lo ribadirò alla nausea....è una selezione, un intervento dell'uomo per riequilibrare un qualcosa di alterato, che l'uomo stesso ha alterato.Ora se per far questo si veste da cacciatore, imbraccia un fucile è solo perchè sono gli strumenti per assolvere a quell'incombenza, come il chirurgo si mette il camice e afferra il bisturi, come lo scopino pulisce le strade con la scopa ecc.Poi, Massimiliano, ci possiamo parlare a cuore aperto?Tanto tu sò che la prenderai nel verso giusto.In testa mi frulla sempre una cosa ....ma non è che con questa selezione .....no..no....ci ho ripensato è meglio di no....come non detto. Insomma vedrei meglio anche a livello espressione dire ...."vado a fare selezione", mi sembra più coerente.Infine e non mi rivolgo a te ma a Marino....ma come sarebbe a dire "devi smetterla di pensare che solo il tuo punto di vista ( per me sbagliato) sia quello giusto"...ma che non posso avere un mio punto di vista? non ho mai detto che sia quello giusto!...è il mio..punto.
Ho detto che quì è come se fossimo al bar e in una chiacchierata fra amici si può pure essere di parere diverso .
Saluti carissimi

da Carlo ([email protected])  30/08/2012 12.24

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Scusatemi se arrivo solo ora ... Ma certe cose mi pungono sul vivo !
Chi parla di Cecchini, Sniper e compagnia ... MA SAPETE DI COSA PARLATE ?
Voi non lo so.
Io, assai bene.
Come i carissimo amico Marco sà benissimo, a caccia in mimetica non ci andrò mai.
Nemmeno se l'hanno tutti gli altri, e se mi ci "obbligano" gli rido in faccia e me ne vado.
Quanto alle cose tecniche che tengono caldo, beh, parliamone, non per forza devono essere mimetiche !
Quindi, per concludere, se evitassimo di proporci come "tiratori scelti", credo sarebbe assai meglio.
Detto da uno che va a caccia in loden verde con la carbina in sintetico ... :) Tutto dire, eh !
Ma se volete in armadio ho delle mimetiche che nemmeno vi immaginate.
Volete una gillies anti IR ? :)

Piccolo appunto : Tiratore Scelto è un bellissimo libro che racconta la storia di Carlos Hatchock 2°, detto Piuma Bianca, ma non è scritto da lui ma da Charles Handerson, marine anche lui.
Lasciate stare gli sniper, se non sapete di cosa parlate.
In tutti i sensi.

*** Never run from a sniper, you will only die tired ***

--------------------------------------------------------------------------------------------------

Un abbraccio a tutti da Walter, che quest'anno ha già finito di cacciare : clavicola dx in 4 pezzi ... ;(

da OLD_Hunter  30/08/2012 12.22

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

"Fino ad oggi partivamo indistinatamete a tutto il 01 di agosto fin al 15 marzo..."meglio specificare...logicamente con il e/o i capi assegnati al singolo selecontrollore all'interno dell'area di appartenenza.Non a quel che capita capita èè ??!!!!

PS...obbligatorio arma rigata munita ottica !

da colombaio senese  30/08/2012 11.39

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

"..perchè non fate quella stessa selezione con una doppietta, a palla a caccia aperta e non d'estate??Sarebbe più "equilibrato" più accettabile.."...mi permetto di copiare-incollare tua affermazione Carlo.
innanzitutto buondì..........poi,con senso pacato e rispettoso del tuo pensare mi prendo l'onere-dovere di farti notare,che tempi,animali e sesso di animali hanno(o dovrebbero avere)periodi dell'anno ben precisi.In Emilia Romagna già dà un pò funziona così,nelle altre regioni,ivi compresa la mia Toscana,da quest'anno è iniziato il prelievo per periodi alle varie classi e sessi.Fino ad oggi partivamo indistinatamete a tutto il 01 di agosto fin al 15 marzo (chiusa nel periodo di caccia "normale")
Forse una cosa che ti sfugge e che,nn avendo praticità,nozioni (e mentalità direi..)con il prelivo selettivo,.....è che lo stesso,e cioè il prelievo in regime di selezione,avviene dopo vari tipi di censimenti (3 annuali),conteggi e transetti(a seconda dlle aree),un lavoro di acquisizione dati per stimare densità e popolazioni presenti sul territorio.Solo dopo l'avere rilevato tutti di questi dati,la provincia elabora il piano di abbattimento da mandare in esame all'ISPRA per l'ok definitivo.
Separa caccia e da selezione.Con essa,lo scopo primario e prioritario è prelevare quello di cui siamo a conoscenza.Conoscere per prelevare.Una mentalità nuova per il cacciatore italiano,ma a parer mio molto più accettabile anche nei confronti della società(La FACOLTà di SCIENZE NATURALI dell'università di Siena partecipa attivamente alla ricerca,censimenti,catture dei caprioli stessi... proprio per avere dati certi da passare alla provincia in fase di pianificazioni prelievi.....La sig.ra.Giorgia Romero,Lovari e tanti altri professori universitari sono in stretta collaborazione con noi stessi selecontrollori)
Scusami se nn sono stato chiaro ma spero di aver sintetizzato quanto+ leggibile e comprensibile quello che è stato il punto primario del corso di abilitazione effettuato nel lontano 1994.

ti saluto....................

da colombaio senese  30/08/2012 10.50

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

carlo hai le idee troppo confuse sulla caccia di selezione , lascia perdere , continua a sparare le tue regine che è meglio cosi... oppure vai una volta a caccia di ungulati - sul serio - e dopo esprimi una oppinione. Guarda , io ho cacciato beccaccie in Appennino per alcuni anni , grande sofferenza per bottini miseri ,però bella caccia mai detto nulla contro però io so di cosa parli ( certo tu sei un professionista della beccaccia io no ... ma posso capire )però se tu non hai mai provato a salire in montagna , trovare e riconoscere il capo giusto, cercare di avvicinarlo e riuscirlo ad abbaterlo, recuperarlo e riportarlo in malga o alla macchina non sai di cosa stiamo parlando! Poi, io sono contro tutti i fondamentalismi e anche chi fa selezione delle volte mi sta sulle balle perchè si crede un gradino sopra mentre non è assolutamemte vero! Carlo, ti fai il "culo" più te a beccaccie che noi in selezione quindi per certo sensi hai ragione però devi smetterla di pensare che solo il tuo punto di vista ( per me sbagliato) sia quello giusto...prova e capirai....

da marino  30/08/2012 10.29

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Certo Laura ci possiamo dare del tu se vuoi ma il primo passo dovevi farlo tu . Bene...anzi male, vedo che la madre dei deficenti è sempre incinta....ma sorvoliamo.Dunque il mio punto di vista è questo, te lo sintetizzo al volo.....perchè non fate quella stessa selezione con una doppietta, a palla a caccia aperta e non d'estate??Sarebbe più "equilibrato" più accettabile...per me. Poi un'altra cosa. Gran parte se non tutta, correggimi se sbaglio, di questa selezione avviene in aziende non su terreni liberi (e se su terreni liberi nei periodi in cui la caccia è chiusa), cioè laddove già c'è un controllo, un censimento, spesso queste aree sono recintate.L'idea della caccia pianificata a tavolino che è orribile per me, sapere in anticipo che là dentro ci sono 100 caprioli e che devono diventare 90.Aspettare che ti venga assegnato un posto secondo una mappatura della zona. Mi è capitato di avere dei permessi, in via del tutto eccezionale, per andare a fagiani in aziende dove si praticava solo la caccia/selezione degli ungulati. Quindi eravamo in presenza di fagiani veri, riprodottisi spontaneamente e di questo dovevo essere soddisfatto...ma a metà, ero contento solo per il cane, perchè l'idea di sapere che cmq avrei fatti degli incontri, entrare in un'area dove di li a poco Tommy avrebbe fermato mi aveva levato il gusto della CACCIA, il piacere della sorpresa....tant'è che non ho sparato subito, l'ho fatto dopo che mi ero fatto una bella passeggiata, alzato una 40ina di fagiani, mi sono scelto i 4 maschi più belli(dopo averli ribattuti diverse volte) e dopo che il guardiano che mi accompagnava inizaiva a dare segni di insofferenza perchè si era stufato a venirmi dietro.Così ho dato un senso a quell'uscita una parvenza di caccia. Paradossalmente mi dà più gusto cercarmi quei quattro pollastri lanciati a primavera, mezzi rinselvatichiti, che non si sà dove stanno e se ci stanno più...insomma li devo cacciare io per avere senso.Ancora Laura ci sarebbe da aggiungere un'altra mia impressione ma qui apertamente non lo posso dire altrimenti altro che risentimenti, offese, musi lunghi...per carità..lo penso ma non lo dico.
Non sò che altro dire ne come dirlo, forse tu dai per scontato alcune cose , io altre e non ci capiamo.
Saluti carissimi

da Carlo  30/08/2012 10.05

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Bravi , avete dato una dimostrazione di etica ed educazione che vi qualificano per quello che siete......e mi fermo

da Carlo  29/08/2012 20.55

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Le chiedo scusa,Laura, poichè non sono riuscito in quello che le avevo promesso e cioè non offendere la sua sensibilità. Le sue parole, ora trasudano, di un certo risentimento e questo mi dispiace.Ha speso tante parole per illustrarmi al meglio tutti i tecnicismi di questa pratica che riconosco complessi ma che hanno evidenziato ancor più il carattere di "cura del territorio"piuttosto che di CACCIA così come la intendo io...come un dottore che si ingegna nell'adoperare le tecniche e gli arnesi più sofisticati per curare un ammalato.Mi perdoni il paragone ma non me ne vengono altri. Di "livelli di confronto più o meno equiparabili fra selvaggina e cacciatore" come ha scritto lei, a questo punto non si può più parlare perchè se la cura è necessaria bisogna farla ma secondo il mio "ingrippato" pensiero allora non si può parlare di CACCIA. Ho apprezzato il suo sforzo e la ringrazio ma al riguardo stiamo su due orbite diverse...non ci incontreremo mai almeno su questo argomento.
Saluti cordiali
P.S.
Non ho compreso il primo rigo, non dovevo darle del lei? Normalmente lo faccio con tutti quelli che non conosco e sopratutto con una donna

da Carlo  29/08/2012 20.52

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Ma perché qualcuno non se ne va a fan....? Che palle sti vecchi sapientoni a noi piace leggere di caccia non di cazzate e polemiche!!!!!

da Mc  29/08/2012 20.51

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Scusate l'intromissione, io non sono cacciatore ma abito in Maremma (pre parco) leggo sempre Big Hunter e le storie di caccia di Benecchi perchè appassionato di outdoor e tecnica armiera (molto dilettante) e approvo la caccia di selezione perchè la vedo più simile a quella che facevano i nostri "nonni" quando uscivano con qualche cartuccia nella cacciatora e portavano a casa uno o due capi, solo lo stretto necessario. purtroppo ho visto troppo spesso "cacciatori" con cartucciere a 50 colpi come se (loro sì) dovessero andare in guerra. Devo dire che i racconti di Benecchi riappacificano con il mondo venatorio vero, le sue descrizioni hanno il piacere di portarmi in quegli ambienti bellissimi in giro per il mondo, di farmi immaginare la preparazione, lo studio, la ricerca che precedono l'abbattimento vero e proprio che è solo l'atto finale come se stessi leggendo un libro di Wilbur Smith. Anche gli articoli sulla tecnica sono altrettanto interessanti.
Grazie Sig. Benecchi continui con i suoi articoli e non si curi delle critiche negative.

da Roberto  29/08/2012 20.29

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

caro Carlo hai proprio ragione è un CECCHINO

da Antonio  29/08/2012 19.11

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

prova a stirscire dietro un cervo tra l'erica scozzese che vedi cosa ti rmane addosso e non pensare che i boschi siano puliti come il soggiorno di casa in ogni caso, conosco bene la macchia mediterranea e so di cosa stai parlando io uso prodotti della Filson , giacche e calzoni, e mi ci trovo molto bene. per me è diverso striscio dietro a qualche cinghiale ferito e uso pure il caschetto per evitare le spine in testa e quando sento lui che abbia sono felice ... ma pieno di zecche...cossa che da noi in montagna neppurre eistono...ahahah ciao Carlotto

da marino  29/08/2012 16.44

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Ho letto il suo post, dopo aver lanciato il mio ultimo. Tranquilla Laura, non le arriverà niente, lei ha il vantaggio di essere donna e non mi permetterei mai di farle "annotazioni" che in qualche modo possano offendere la sua sensibilità, non fà parte del mio dna, ho antiche abitudini in questo. Mi dispiace di averle fatto scrivere tanto, di aver provocato la sua vena epistolare garbata, esauriente e molto gradita. Ha detto la sua, ciò che la sua esperienza le ha suggerito e lo ha fatto in maniera schietta, come sanno fare i cacciatori tra di loro. Già conoscevo i meccanismi che regolano la selezione degli ungulati e la necessità di farlo. Non a caso ho evitato di usare, come avrà notato, la parola CACCIA di selezione. E' una selezione per me, punto....e questo è il punto del tanto parlare.Che poi avvenga con le stesse dinamiche della caccia da appostamento, nello stesso ambiente che sia capace di innescare delle emozioni in taluni lo accetto ...non lo capisco però...ha un sapore strano stà cosa....per me. Analogamente, siccome nel recinto ci devono stare 10 vacche e poichè si sono riprodotte tra di loro, scelgo di eliminare i capi più vecchi o malandati per ricondurre il numero a quello dovuto e siccome questi sono animali selvatici bisogna usare gli strumenti e le tecniche della caccia....le più raffinate le più sofisticate. Cara Laura, mi permetta di chiamarla così...è qui che si "ingrippa " il mio cervello... e non ci posso fare niente.
Forse non riesco a trovare le parole giuste gli esempi giusti o forse è un mio limite ma non mi riesce di vederla come la caccia che da 42 stagioni ho in testa.
E' stato un piacere, la saluto cordialmente

da Carlo  29/08/2012 16.40

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

oh...almeno sull'abbigliamento, una cosa ti va bene. Cmq la scelta di quel tessuto è stata condizionata dalla macchia che pratico...di corbezzolo,bassa, rovi, ecc....entri vestito e esci spogliato e non per vanità.Non è ne pesante ne leggera...ma quale Scozia, è inattaccabile dagli spini ed ha un buon confort anche con climi rigidi. Solo chi pratica la macchia, quella bassa, mediterranea, tipo sardegna, sà quanto è dura stare dietro le becche che la fanno da padrona. Non è come camminare a testa alta in mezzo ai faggi o cmq piante alte....qui amico mio si striscia e in alcuni punti, con il cane in ferma, devi fare dietro front.Quando vedo cacciare le becche in quei boschi dalle piante rade e solo con una peluria di sottobosco mi viene da ridere....vieni a guadagnarti una beccaccia qui, vedrai che ha un'altro sapore! Quando, appena sparata, esci sul sentiero aspettando il cane che te la riporta, scrollandoti di dosso rami conficcati nel collo della camicia, asciugandoti il sudore intriso di sangue per gli strappi dei rovi e finalmente vedi Tommy che ti corre incontro con "LEI" ben salda in bocca....beh....quella è la CACCIA...caro Marino.

da Carlo  29/08/2012 15.51

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Carlo so leggere e scrivere meglio di te. Cosi , però, sembra che vai a caccia in Scozia ma le condizioni climatiche quà sono leggeremente differenti però dai va bene , mi garba ! ahahah sto toscanaccio fa il "figo" a caccia...ahahah

da marino  29/08/2012 13.57

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Ti tolgo pure la curiosità di sapere come vesto. In inverno vado così a becche:
- Giacca oleata brown cod.57066;
-Pantalone oleato brown cod.60615;
- Cappello Gore-tex paclite plus;
Ghette country pelle oleata
...un classico...ti garba?

da Carlo  29/08/2012 13.36

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Marino..marino...tu mi fai mordere la lingua....Se hai un pò di tempo sfoglia il catalogo di Bighunter....ah....ma sai leggere?...va beh..li devi vedere solo le figure.

da Carlo  29/08/2012 13.16

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Leggo attentamente ogni argomento proposto, sebbene non eserciti nella materia trattata in questo blog, però mai dire mai. La caccia agli ungulati sempre più prende piede e probabilmente soppianterà cacce più tradizionali. Inoltre, grazie all' evoluzione tecnica, sul mercato dell' usato si trovano ottime carabine dotate di ottica a prezzi decisamente abbordabili, quindi mai dire mai, appunto, se la passione per caccia e armi ti motiva, a sperimentare nuove emozioni. Sicuramente l' approccio a nuove discipline deve essere studiato e preparato, non solo dal punto teorico ma sopratutto da quello pratico, quindi trovo l' argomento proposto istruttivo e interessante. Complimenti continuate così, merito ai divulgatori, con tutti i ringraziamenti.

da Fromboliere  29/08/2012 12.31

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

ma questo dove va a caccia ? noi in montagna ma anche in pianura non vediamo tutto quello che dice lei che mi sembra esagerato e non corrispondente alla realtà.
Salgono ragazzi e uomini dalla cittò con calzoni , camice , giacche e maglie tecniche che serve quasi un mutuo per comperarle. Le stesse mimetiche che lei odiama vengono impiegate in valle e nella caccia al campo ( vedi Beretta) ma costano un occhio della testa e sono belliissime e funzionali. ma lei come si veste con la giacca e la cravatta????

da marino  29/08/2012 11.59

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Non mi diverto ha provocare l'irritazione di nessuno tanto meno la sua sig.Benecchi....però la capisco!Non discuto sulle sue abilità ed esperienze in tanti anni di attività specifica che lei ha voluto sciorinare come se qualcuno ne dubitasse.Non sò se lei ha voglia di rileggere il mio post ma se lo dovesse rileggere non mi pare di aver portato un attacco alla sua persona ma solo evidenziato l'impatto che può destare una foto così e ripeto a me ...poco male. La mia idea della caccia poi è un'altra cosa che riguarda persino l'abbigliamento. Nelle campagne incontro spesso ragazzi, per lo più, ma anche qualche ...anta...vestiti alla rambo....gli anta mi fanno solo ridere. Ora, ognuno si veste come gli pare è chiaro ma è l'atteggiamento, l'approccio che stride con l'essenza della caccia.Mimetica, cinturone, pugnaletto,guanti,stivaletti ecc.mancano le bombe a mano e il bazooka e ci possiamo tranquillamente arruolare nella legione straniera.Un esercito alla caccia di un nemico che non esiste. Una volta mi è capitato di incontrare una scolaresca che la maestra aveva portato in campagna a raccogliere le ns cartucce, per denigrarci, e siccome stavamo sulla strada nei pressi delle ns auto, io e appunto alcuni rambo, uno dei ragazzini rivolto ad un'altro disse...."guarda ci sono pure i soldati".Ho voluto riferire questo episodio per dimostrare come la gente ci vede....agguerriti spietati...contro i poveri uccellini.A me sembra che l'immagine del cacciatore sia stata stravolta e per questo che ci odiano anche. Non è un mio problema Sig. Benecchi ....è di tutti...anche il suo.
La saluto cordialmente

da Carlo  29/08/2012 11.17

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Procediamo per ordine:
La foto è stata scattata in BRITISH COLUMBIA in occasione di una mia spedizione all'orso nero e all'alce!!! Cacce che si svolgono al mattino presto (alba) e alla sera tardi (tramonto). Quindi, per passare il tempo giocavamo a fare i fotografi. L'arma è una Weatherby Accumark calibro 300 Weath. Magnum. La mimetica!!!! La mimetica le indossavamo TUTTI per due motivi: primo perchè specificatamente richiesta dalle nostre guide canadesi, SECONDO perchè costruita con materiali H-Tech nettamente superiori ai vecchi e tradizionali indumenti "europei". Fin quà tutto chiaro? All'amico Carlo vorrei ricordare (visto che sono il "titolare" del Blog!!!!) che mi permetto di scrivere di caccia a palla perchè la pratico da sempre. Ho 52 anni, ma la prima carabina ad aria compressa l'ho ricevuta quando ne avevo 8, la 22 Beretta quando ne avevo 12 e la BAR 270 W a 16 anni quando presi la licenza. Ora ne ho più di 40 solo di armi rigate, ma ... nessuno è perfetto!! Poi, ho all'attivo più di MILLE ungulati, tra caprioli, cinghiali, daini, cervi, mufloni, camosci, capre Hispaniche, stambecchi, orsi, cedroni, alci, marmotte, etc, etc e quindi qualche colpo a caccia l'ho tirato. Sparo in media, che sò qualche migliaio di cartucce l'anno al poligono, in cava, dietro casa, nell'officina di un amico, dietro al canile, etc, e consumo "mimetiche e scarponi a profusione, ma...... tieniti forte ANCORA MI EMOZIONO COME UN NOVELLINO tuitte le volte che vedo uscire nel prato un selvatico. Anche se magari poi mi accorgo che è soltnto una volpe. Motivo per ciu, ode evitare "tremigi" strani, mi avvalgo di ogni diavoleria possibile per avere il miglior appoggio possibile e di conseguenza per poter eseguire l'abbattimento più netto e pulito. Dove stà il problema? Caro Carlo, mi sai dire che differenza c'è tra un cecchino e un cacciatore? Se comperi il libro TIRATORE SCELTO di Carlos Hatckoch lui te lo spiega: solo la diversa natura della preda!!! Ma amdedue sparano per uccidere e devono saperlo fare bene, per superare in astuzia le loro prede. Non mi sono mai illuso di avere udito, fiuto, vista ed istinto lontanamente paragonabile a quello che possiede un giovane capriolo............. Qui se non piove sono cacchi amari come si dice dalle nostre parti!!!!!!

da da Marco Benecchi x tutti gli amici  29/08/2012 9.03

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

male ... aahaah

da marino  28/08/2012 20.01

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

...pensa per te ...io ci sono arrivato!

da Carlo  28/08/2012 19.46

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

brutta bestia la vecchiaia ... poveretto ...

da marino  28/08/2012 19.37

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

....a te neanche le sigarette ti possono vendere, è vietato!!...gioca....gioca...che ancora la pappa no è pronta!

da Carlo  28/08/2012 19.03

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

ma che cosa fumi?? tu sei fuori dal Mondo ahahah

da marino  28/08/2012 18.47

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

X Fabio e Marino. A Marino dico ....tu pensa a giocare con i pupazzetti. A Fabio, invec pacatamente dico, quell'accostamento a quell'immagine mi è venuta spontanea. Mi ha evocato quella foto di qualche anno fà e non di uno che stà a caccia. D'impatto è quella l'idea che uno si fà. Se me la faccio io, poco male, posso dissentire da quella forma di caccia ma la foto non la guardo solo io ma anche chi ci vuole speculare sopra... contro! Lo sò che li si vuol mettere in risalto la carabina, l'ottica, gli arnesi in genere che servono per quella caccia...è il mercato che lo impone...nessuno gioca gratis, ma a quelli gliene può fregare di meno, anzi per loro è oro poter sfruttare quell'immagine così agguerrita...manca solo il mimetismo del viso....e il rambo di turno è servito su un piatto d'argento a questi signori.
Ora se qualcuno, tu, ti vedi in quella veste, non ti devi sentire offeso, lo sò che tu vai a caccia anche se a me non piace....quella caccia. Più volte qui mi si vuol far passare come uno che vuole imporre la sua idea e non c'è niente di più sbagliato....io invece cerco di capirla e al riguardo ho fatto quell'accostamento a quando da giovane anche io ho fatto la posta alla lepre. La lepre non è un capriolo, un cervo ecc., lo sò, ma ho cercato qualcuno che mi facesse capire se si provano le stesse sensazioni che ho descritto, che ho provato....a 100 e oltre metri ,quando non c'è il contatto, la vicinanza, non senti il movimento dell'animale, non trattieni il fiato, se non per sparare, ma lo vedi dentro quel cerchietto graduato magari a infrarosso...così come si vedrebbe il casco di un soldato....e come hai detto tu ....con nessunissima acrimonia ti saluto cordialmente

da Carlo  28/08/2012 17.44

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

carlo e basta non se ne può più dei tuoi commenti vecchi e ridicoli siamo nel 2012 la caccia è cambiata !!! W benecchi... adoro queste pose anche se l'ambiente è tipicamente nord americano non certo appenninico

da marino  28/08/2012 15.43

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Con tutto rispetto per il Signor Benecchi, abbigliamento, posa e tipo di arma mi suscitano più sentimenti bellici che venatori. Stiamo attenti alla forma, che, non solo per i media, spesso è sostanza. Cordialità.

da vecchio cedro  28/08/2012 15.32

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Carlo, abbiamo capito che la caccia di selezione o come la vuoi chiamare, non ti piace.
Forse sarebbe anche il caso che tu ogni tanto dicessi qualcosa di nuovo.......
Per quanto riguarda la parolaccia.......forse non c'e' nel suo aspetto piu' plateale, ma sentirmi
anche solo avvicinare ad un cecchino durante la guerra della ex jugoslavia, mi offende un po'.
Dovresti provare ad essere un po' piu' tollerante nei riguardi di colleghi che professano una caccia
diversa dalla tua, e cercare di non farti influenzare troppo da bucolici fotogrammi disneyani che
probabilmente ti hanno colpito piu' del dovuto in tenera eta'.
Io mi sforzo di capirti e andando oltre comprendo ed accetto che questo tipo di caccia ti dia
fastidio, cerca anche tu di fare lo stesso.
Con nessunissima acrimonia ti saluto cordialmente.

da fabio guidi  28/08/2012 15.15

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Non ne contiene proprio perchè quella che c'era l'abbiamo tolta. E' stato un controllo automatico del sito, non avevamo nessuna ragione di censurarla. Per ulteriori chiarimenti ci contatti via mail

da REDAZIONE BIGHUNTER MAGAZINE  28/08/2012 15.11

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Una parolaccia????? ma che state dicendo...e quale sarebbe? A me dite queste cose, io che in qualsiasi post, quando si eccede sono il primo a richiamare all'ordine e all'ortodossia del linguaggio. Se mi hanno provocato ho risposto sempre per le rime e qualche volta con qualche parola pesante...non parolacce! No, mi dispiace ma questa vs affermazione ve la rispedisco. e poi da quando in quà siete così censori quando qui di parolacce e bestemmie persino ne passano a iosa?
Il testo che avete ripubblicato non contiene parolacce, rileggetelo per bene.
Se non mi sono rivolto direttamente alla redazione è perchè in quel momento....non ho pensato ..tanto mi giravano.

da Carlo  28/08/2012 14.32

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Sig. Carlo, il suo commento era stato eliminato a causa di una parolaccia che in tal caso era stata sottoposta a controllo preliminare. Abbiamo ripubblicato il suo commento. La preghiamo la prossima volta che capita un disguido del genere di rivolgersi alla nostra mail [email protected] per avere un riscontro immediato. Cordiali saluti

da REDAZIONE BIGHUNTER MAGAZINE  28/08/2012 14.03

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Ho guardato a lungo la foto di questo nuovo blog. Ho esitato e stò esitando in questo momento sull’opportunità di entrarvi dopo le scintille nell’altro blog sul gallo cedrone. Stò scrivendo e pensando in tempo reale e mi domando ….dal momento che è scritto e consultabile da tutti , è come un locale aperto al pubblico, posso entrarci. Non è detto che dopo entrato debba dire che il locale mi piace e se non mi piace nessuno mi impedisce di uscire…praticamente sono libero di decidere. Nessuno se la deve prendere a male se dico che guardando la foto ha richiamato in me un qualcosa di familiare….ma dove l’ho vista? Eppure l’ho vista. Un uomo di mezza età, capelli grigi, in mimetica, binocolo appoggiato sullo zaino, carabina sul bipiede, spengi fiamma sul vivo di volata della canna, dito sul grilletto……ma sì, su quella copertina di quel settimanale…appostato sui terrazzi di Sarayevo al tempo di quel conflitto. La posa e l’atteggiamento sono identici in maniera impressionante…..un cecchino! Certo qui non si cecchina la gente, anzi tutte le raccomandazioni che sono state elargite e gliene do atto, sono esattamente nella direzione della sicurezza, della prudenza nell’uso di queste armi in particolare tenuto conto della loro gittata e potenza.Tutte le armi sono pericolose ma queste di più. Questo ha evocato in me quella foto e probabilmente sarò il solo ad avere queste sensazioni che ho voluto esternare. Ora non mi ripeterò sulle critiche che ho già fatto sull’altro blog di cui ne sono sempre più convinto e abbia pazienza Sig. Benecchi se dico questo. Certo sono strano come cacciatore è? Perché non riesco ad appassionarmi a questa pratica? Perché vedo i caprioli, i daini, i cervi ecc. come animali da bio parco? Nel corso delle mie 42 licenze e girando per la maremma mi sono saltati davanti molti caprioli e qualche daino e non sono mai riusciti a farmi sussultare come quando si incolonna una beccaccia. Figuriamoci se devo stare li ad aspettarlo a 100 metri, dove stà l’emozione, quello stato emozionale che ti fa stare in apnea? Quando ero giovane, alle prime licenze, dalle mie parti che sono anche le sue,Sig. Benecchi, su queste colline c’erano molte lepri e all’apertura era tradizione (non consentita) la sera antecedente fare la posta alla lepre. L’ho fatta anch’io per qualche apertura, appostato ai margini della macchia su un sasso, quattro frasche davanti, il crepuscolo, il silenzio che scendeva, l’orecchio teso a percepire ogni minimo fruscio sulle foglie, sentirla avvicinare a piccoli passetti poi fermarsi poi di nuovo passetti e infine eccola appalesarsi ai margini tra il buio dell’ombra della macchia e il chiarore della luna, li vicina a 15/20 metri, il fiato sospeso (già da un pezzo), movimenti impercettibili di assestamento della doppietta, mirare….rimirare perché chiudendo un occhio non la vedevo più, e infine, un lampo, lo sparo……!!!! era una sasso…e la lepre che saltella un po’ più in là rientrando nella macchia. E’ capitato pure questo…ma grande era lo stato emozionale…il cuore che faceva cuccu..cuccu!. Domanda ….a 100 metri un capriolo dà le stesse emozioni?....sono normale io?
Con cordialità

da Carlo  28/08/2012 14.01

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

grazie Marco, è un piacere leggerti.

da nicola  28/08/2012 10.22

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

Nooo....REDAZIONE...così non mi sembra corretto,non è democratico, non è giusto.Voi stessi qui sotto avete scritto .."I commenti potranno essere eliminati dalla redazione in base a criteri da essa stessa stabiliti."...almeno leggeteli però e poi cancellateli ma cancellare a priori il nikename...questo no...non me l'aspettavo. non me l'aspettavo come frequentatore di questo spazio e come cliente.Bene, se questo spazio è concesso solo per tutelare certi interessi, allora ditelo chiaramente...qui si deve parlare solo bene di certe cose, non sono ammessi commenti contras....ma questa non è democrazia!!!!Ho tratto delle conclusioni sbagliate? Allora ditemi perchè con altro nikename entro e con il mio no.

da Carlos  27/08/2012 19.04

Re: CACCIA DI SELEZIONE: Prepariamo l’appostamento.

..........

da Carlos...  27/08/2012 18.50
Cerca nel Blog
Lista dei Blog