Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<giugno 2024>
lunmarmergiovensabdom
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
1234567
Mensile
giugno 2024
maggio 2024
aprile 2024
marzo 2024
febbraio 2024
gennaio 2024
dicembre 2023
novembre 2023
ottobre 2023
settembre 2023
agosto 2023
luglio 2023
giugno 2023
maggio 2023
aprile 2023
marzo 2023
febbraio 2023
gennaio 2023
dicembre 2022
novembre 2022
ottobre 2022
settembre 2022
agosto 2022
luglio 2022
giugno 2022
maggio 2022
aprile 2022
marzo 2022
febbraio 2022
gennaio 2022
dicembre 2021
novembre 2021
ottobre 2021
settembre 2021
agosto 2021
luglio 2021
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
apr18


18/04/2024 

Ovvero, italiani come ci giudicano gli stranieri! La prova è il continuo dibattito sul problema degli orsi sloveni del Trentino, che in altri paesi avrebbero risolto in men che non si dica. Ora hanno addirittura creato una serie di documenti per continuare a parlarne, in pratica per mantenere vivo il problema e mai risolverlo (e forse per questo si crea confusione per evitare di dover prendere i provvedimenti che si dovrebbero prendere, ma che politicamente sono ritenuti impopolari!). Li chiamano I Nuovi Fogli dell’Orso, e li coordina il Parco Naturale Brenta-Adamello (l’area dove sopravvissero gli ultimi orsi del Trentino, quelli VERI e autoctoni). Il primo di essi è un prolisso documento di 35 pagine con cui si finisce per non dire nulla di concreto, né, tanto meno, dare una soluzione al problema. Problema che è di una semplicità incredibile e che si può riassumere ne seguenti quattro punti: Uno – questi sono orsi sloveni e non più trentini (oggi lo sono, ma di adozione). Due, se ne doveva reintrodurre pochi alla volta (es. Pirenei francesi), e magai si sarebbe anche riusciti a preservare il sangue (Dna) degli ultimi veri "trentini". Tre. Bisognava e bisogna stabilire che non più di un certo numero di orsi possono continuare a vivere in Trentino e nelle Alpi in genere. Al di sopra della quale linea vanno abbattuti gli individui eccedenti (maschi e femmine secondo le proporzioni da stabilirsi). Quattro. Vanno comunque abbattuti tutti gli individui che diano segno di pericolosità per l'uomo o che diventino predatori abituali di specie domestiche. Cinque. E si deve chiaramente parlare di abbattimento e non già dell'ambigua e mistificatori "rimozione", con la quale anziché risolvere il problema lo si sposta e nel tempo e da un posto all’altro, senza mai risolverlo!  

Intanto, mentre le autorità si dilettano con questo inutile parolaio, le associazioni animalisti si sono coalizzate per presentare ricorsi alla magistratura; ed hanno anche ragione di farlo, visto che nel nostro paese da leggi sempre altrettanto prolisse e poco chiare, tutto si può impugnare davanti ai giudici, sebbene il più delle volte con inutili intasamenti della macchina giudiziaria già non poco intasata da mille ricorsi e denunce che nella gran parte dei casi finiscono o archiviate per insussistenza dei fatti o per decorrenza dei termini. Ora a questo già prolisso sistema legislativo italiano si è aggiunta la corte europea, alla quale, appunto, si sono rivolte le associazioni animaliste che vorrebbero vedere gli  orsi cresce a dismisura in tutte le Alpi, fregandosene dei danni alle attività zootecniche e turistiche, che solo alcuni cittadini sono destinai a pagare per un bene ritenuto (giustamente) nazionale. Tutto questo potrà solo finire il giorno che cominceranno ad uscire sentenze che stabiliranno che, visto il diritto sacrosanto di difendere i beni naturali da parte di dette associazioni, è anche altrettanto giusto che siano esse a farsi carico dei danni che la presenza di orsi e lupi arrecano, qualora fosse stabilito che a causa dei loro ricorsi, come hanno diritto a costituirsi parti civili nel caso di condanna delle autorità citate in giudizio, siano esse stesse condannate rifondere i danni qualora i loro esposti e denunce dovessero essere rigettati. Perché così dovrebbe essere in una democrazia liberale compiuta!
 
 
 
Franco Zunino

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.71.222.35
Aggiungi un commento  Annulla 

3 commenti finora...

Re: Siamo proprio italiani!

Di meglio e più chiaro non si può dire. Ottima sintesi caro Zunino, speriamo che l'ultima parte della sua narrazione non rimanga un puro desiderio ma divenga presto realtà.

da 1 toscano  28/04/2024

Re: Siamo proprio italiani!

Per gli stranieri superficiali siamo spaghetti e mandolino. Per quelli più avveduti siamo un popolo che ha dato i natali a fior fiore di scienziati,musicisti , artisti di cinema e teatro,campioni in ogni disciplina sportiva ecc..ecc. Altri ci considerano un popolo intelligente che sa risolvere problemi anche i più ostici e che trova soluzioni facili anche per quelle più cervellotiche. Vuoi che nel caso degli orsi lupi problematici e/o rompi coglion@ , le vittime non trovino la soluzione ideale i definitiva? LA montagna è ampia e la pianura facilmente scavabile.

da Danilo  21/04/2024

Re: Siamo proprio italiani!

Ragionamento ineccepibile. Non fa una grinza!

da Flagg  18/04/2024
Cerca nel Blog
Lista dei Blog