Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<novembre 2021>
lunmarmergiovensabdom
25262728293031
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293012345
Mensile
novembre 2021
ottobre 2021
settembre 2021
agosto 2021
luglio 2021
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
ott 8


08/10/2021 15.20 

 
 
Già in passato ho cercato di descrivere dettagliatamente tutte le operazione necessarie per un CORRETTO montaggio di un cannocchiale da mira ma credo che i miei sforzi siano stati piuttosto vani, perché continuo a vedere certe cose….! Così, perdonatemi, ho pensato che forse era il caso di ritornarci sopra, col rischio di essere monotono e sicuramente anche tedioso, ma coltivo sempre la speranza che qualche cacciatore–tiratore di buona volontà abbia la pazienza di ascoltarmi e di seguire i miei consigli. Perché, credetemi, saper assemblare uno scaffale comperato all’Ikea o sostituire una lampadina in casa non trasforma un comune cittadino in un mostro tuttofare, padrone del “fai da te” ed armaiolo dilettante!

Oggi acquistare una comunissima arma rigata, che può essere una semplice carabina, un raffinato kipplauf o un polivalente combinato misto, non è più un problema. Le armerie sono molto fornite e gli “Armieri” (da non confondere con gli Armaioli che sono tutta un’altra cosa!), sono molto affidabili e disponibili. Ma, si sa, un’arma del genere per poter esprimere al meglio le proprie capacità balistiche deve essere obbligatoriamente equipaggiata con una buona ottica da mira e di relativi solidi attacchi.
 
 
 
Fin qua dovremmo essere tutti d’accordo, poiché non esiste nessun problema sia nella scelta dei supporti sia dove comperarli, visto che in rete è possibile acquistarli in tutto il mondo con facilità. I problemi sorgono invece quando c’è da assemblare il tutto, correttamente e in maniera definiva. Siamo capaci di farlo noi stessi oppure dobbiamo rivolgerci ad un armaiolo competente? Purtroppo di tecnici specializzati nell’accuratizzazione delle armi rigate e nel montaggio “a regola d’arte” dei cannocchiali ce ne sono pochissimi e questi risiedono e/o lavorano quasi tutti nel Nord Italia. Non mi permetterò di consigliare da chi portare la vostra bella carabina per fargli montare sopra un ottimo strumento ottico, ma siccome personalmente ne monto diverse decine l’anno, mi sono sentito in dovere di dare alcuni piccoli, e spero utili, consigli a chi volesse tentare un montaggio casalingo serio ed efficiente. Tanti anni fa esistevano pochissimi tipi di attacchi, che potevano essere catalogati in tre piccole famiglie: quelli in acciaio fissi, quelli in acciaio a sgancio rapido (a pivot o ad incastro a piede di porco) e quelli in alluminio brevettati dalla Weaver.
 
 
 
Esistevano anche degli attacchi dedicati per certe armi ma in genere l’offerta era alquanto limitata e, oserei dire, appena sufficiente. Quante volte in passato siamo dovuti ricorrere alle provvidenziali barrette tipo Weaver grezze o semifinite per costruire delle basi che nessun catalogo di attacchi riportava? Per fortuna col passare del tempo ai vecchi modelli se ne sono aggiunti di nuovi che hanno risolto molti dei problemi che affliggevano i cacciatori a palla italiani. Oggi invece c’è un nuovo “problema” - se così si può definire - da affrontare, quello che molti modelli sono talmente ben fatti e talmente precisi che in molti “credono” a TORTO che sia anche facilissimo montarli da soli, oppure pensano di farseli montare in cinque minuti dall’Armiere che glieli ha venduti, direttamente sul banco del negozio mentre scherza con altri clienti sul passo dei tordi e delle allodole. Niente di più sbagliato! Montare un cannocchiale sopra una carabina (per un Kipplauf e/o per un’arma mista il discorso è un pochino diverso), può essere allo stesso tempo abbastanza facile oppure difficilissimo, anche se si possiede una certa manualità pratica, perché spesso le cose non vanno come previsto. E’ esplosa la moda dei cannocchiali a fortissimo ingrandimento.
 
 
A me non piacciono molto, ma non posso negare che sono degli ottimi prodotti, specialmente quelli di buona marca. Di solito questi strumenti hanno più pregi che difetti, ma un piccolo handicap, se proprio vogliamo definirlo tale, è il loro ristretto “Range” di regolazione del reticolo, molto inferiore di quello dei modelli ad ingrandimento fisso. Questa caratteristica implica, in fase di montaggio, di avere un allineamento arma-attacchi-ottica molto accurato. Proprio per sopperire a questo inconveniente esistono alcuni tipi di attacchi che consentono sia la regolazione della deriva sia quella dell’alzo. Nel caso decidiate di montare un attacco regolabile sopra ad una qualsiasi arma: semiauto, bolt, express o combinata mista, dovreste sempre chiedere consiglio ad un armaiolo di fiducia oppure a conoscenti o amici con molta più esperienza di voi. Questa tipologia di supporti consente un facile montaggio e un’affidabilità assoluta anche dopo molteplici agganci–sganci, senza problemi. Sono accessori molto ben fatti, precisi e robusti, che permettono sempre di “allineare” agevolmente il reticolo con la griglia quadrettata del collimatore ottico in fase di montaggio! Qualora invece si dovessero utilizzare degli attacchi molto meno sofisticati come costruzione ed il montaggio risultasse complesso, per un corretto allineamento del cannocchiale occorrerebbe procedere lavorandoci manualmente. Per abbassare il reticolo si dovrà alzare l’anello posteriore e viceversa se si dovrà alzarlo. Non spaventatevi se vi dovesse capitare di dover eseguire queste modifiche, perché se ben fatte non comprometteranno in alcun modo il risultato finale. Personalmente preferisco sempre modificare gli attacchi piuttosto che tarare il cannocchiale “stirando” al massimo le regolazioni del reticolo ma farlo è il mio lavoro... Quando s’interviene su uno dei due anelli che compongono l’attacco completo, inevitabilmente sorgono dei problemi di allineamento. Per correggerli è necessario utilizzare SEMPRE una provvidenziale barra pilota, un accessorio tanto utile quanto pochissimo usato, che invece dovrebbero avere tutti i tecnici–armaioli specializzati nel montaggio delle ottiche da mira.
 
 
La barra pilota è uno spezzone di circa 150–200 mm di tondo in acciaio legato o inox di diametro identico a quello del cannocchiale da montare e cioè da: 1”, 26 mm , 30 mm e 34 mm. Può essere pieno o forato, l’importante è che sia perfettamente rettificato e robusto. A cosa serve? Serve per montare gli anelli allineati e perpendicolari e per correggere anche i piccoli difetti di fusione, come sbavature e ovalizzazioni che potrebbero avere gli anelli. Con i due semi-anelli ben stretti intorno alla barra pilota si possono eseguire sugli attacchi tutte le modifiche che vogliamo, con la certezza che quando rimuoveremo la barra per sostituirla con il cannocchiale - che una volta aveva il corpo esclusivamente in acciaio mentre oggi lo hanno quasi tutti in lega leggera - lo accoglieranno come in una culla e soprattutto lo stringeranno alla perfezione. A voler essere pignoli, sarebbe meglio lasciare montata la barra un paio di giorni prima di montare l’ottica, in questo modo si eliminerebbero quasi tutte le tensioni anomale che potrebbero crearsi, specialmente se abbiamo dovuto eseguire dei piccoli aggiustaggi. Chi di voi conosce la resina frenafiletti? L’avete mai usata? Siete sicuri che il vostro armaiolo di fiducia l’abbia applicata a tutte le viti che compongono un attacco completo? Al momento dello sparo, all’interno della camera di scoppio avviene una piccola esplosione e quindi le sollecitazioni generate sono notevoli.
 
 
 
 
Quindi non stupiamoci se poi col tempo le viti si allentano, le basi si muovono e di conseguenza si altera la taratura. In fase di montaggio tutte le viti che compongono un attacco, che nel caso di un vecchio pivot sono una ventina, dovranno essere smontate, pulite, sgrassate e cosparse di resina frenafiletti di tipo Medio che in caso di necessità possa essere facilmente rimovibile. Questo se vogliamo fare un lavoro preciso e definitivo. Montare correttamente un cannocchiale sopra ad una carabina di precisione è un’ arte antica, che poco a poco stiamo perdendo. Le nuove filosofie d’Oltreoceano, più pratiche e soprattutto più economiche, si stanno orientando sempre di più verso degli attacchi fissi semplici, affidabili, ma anche pesanti, grossolani ed esteticamente mediocri. Si sta sempre facendo più confusione tra le armi da tiro (anche Tactical e Military & Police) e quelle prettamente da caccia, che ovviamente hanno ben altre esigenze da soddisfare.
 
 
Concludo con un ultimo consiglio: diffidate di quegli armieri che vogliono montarvi e tararvi il cannocchiale gratis. Quando acquisterete una carabina e la vorrete già equipaggiata di attacchi ed ottica, dovrete insistete per pagare loro il giusto compenso per il tempo che avranno speso per assemblarvela,ma anche pretendere che vi facciano un buon lavoro dedicandoci la passione giusta.


Marco Benecchi
 
 
 
 


Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.70.34.216
Aggiungi un commento  Annulla 

6 commenti finora...

Re: Il montaggio "corretto" dell'ottica da mira!

OK Marco grazie .

da x  20/10/2021 19.11

Re: Il montaggio "corretto" dell'ottica da mira!

La "stellina" non è altro che una brugola Torx, qualcuno la definisce.."Alla Francese"
Sono MOLTO comuni e si trovano facilmente sia in ferramenta sia nei megastore cinesi!
Anzi, quest'ultimi le hanno sicuramente di tutte le misure!
Esistono anche delle comode ed economiche scatoline con tutta la serie!
M

da Marco B x...  20/10/2021 18.08

Re: Il montaggio "corretto" dell'ottica da mira!

mARCO SULLA SECONDA FOTO, COME SI INTERVIENE PER REGISTRARE IL MIRINO ? cE' UNA VITE SUL MIO FUCILE CHE NON E' BRUCOLA MA SEMBRA UNA STELLINA

da x si ricicla  19/10/2021 20.16

Re: Il montaggio "corretto" dell'ottica da mira!

X si ricicla , riciclate le corna che porti imbecille , MARCO E' UN PROFESSIONISTA ,TU UN MORTO DI FAME.

da x si ricicla  19/10/2021 20.14

Re: Il montaggio "corretto" dell'ottica da mira!

trito, ritrito digerito e espulso, qualcosa di nuovo no? Ancora sta pippa?

da Si ricicla?  12/10/2021 16.45

Re: Il montaggio "corretto" dell'ottica da mira!

Precisi si nasce. La cosa che sconvolge di più è che dopo aver partecipato a un corso per la selezione dove un docente a appena finito di illustrare l'importanza di utilizzo corretto delle ottiche di mira, andando poi al poligono per effettuare i tiri per l'abilitazione si assisterà puntualmente a delle oscenità.

da Alfredo 64  10/10/2021 19.01
Cerca nel Blog
Lista dei Blog