Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<dicembre 2021>
lunmarmergiovensabdom
293012345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829303112
3456789
Mensile
novembre 2021
ottobre 2021
settembre 2021
agosto 2021
luglio 2021
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
ago26


26/08/2021 

Carissimi tutti
         
Sono un “giovane” cacciatore, di 37 anni, che vi scrive a seguito della deludente notizia appresa da noi tutti (noi cacciatori), in merito alla mancata adozione del provvedimento di anticipazione della stagione venatoria, provvedimento sempre concesso dalla Regione Lazio negli anni precedenti.
         
        E’ evidente che la delusione ed il malcontento, se visti in ottica futura, lasciano presagire a scenari non proprio idilliaci per la nostra categoria, che da anni a questa parte è in forte calo numerico, non solo nel Lazio, ma anche nel nostro amato Belpaese.
         
        Purtroppo, le tante restrizioni ci stanno penalizzando, sotto tanti punti di vista, e se il “piccolo” cacciatore viene ostacolato per N motivi, le armerie (sempre meno, purtroppo) rischiano di sparire, le aziende produttrici di armi e munizioni entrano in crisi e via via la filiera dell’economia gira sempre peggio.
         
        Per tanti singoli cacciatori, rinnovare le varie tasse obbligatorie (circa 300 euro ogni stagione) inizia a diventare un grosso sacrificio, che non viene spesso ripagato, anzi.
         
        Quest’anno siamo costretti a ricevere l’ennesimo “schiaffo”, rinunciando ad una preapertura di soli due giorni (ripeto due giorni), preapertura che rappresenta un rito per tanti, e che in questo periodo avrebbe rappresentato un motivo per staccare, e passare delle giornate all’aperto, dopo tanto stare “dentro” causa pandemia, (e non per fare stragi….usciamo da questo luogo comune…), coltivando la nostra passione, la più antica del mondo.
         
        Di seguito, alcuni punti sui quali sarebbe lecito dedicare qualche minuto di lettura, punti magari utili per migliorare la situazione:
         
        --Non si è trovato il modo di inserire la specie Tortora selvatica, che a quanto pare, da studi registrati, risulta in moderato decremento sulla popolazione nidificante sul territorio nazionale.
         
        [Nello specifico, l’inserimento della specie tortora tra le specie cacciabili in preapertura è stato oggetto di una nota prot. 0029730 del 22/03/2021, da parte del MITE, acquisita al protocollo regionale al n. 0254054 del 23/03/2021, avente ad oggetto “Accordo, ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997 n. 281, su proposta del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, sul Piano di gestione nazionale per la tortora selvatica”. La nota della Presidenza del Consiglio dei Ministri – DAR- n. prot. 1787 P-4.37.2.14 del 28 gennaio 2021”, comunica, tra l’altro, che: “… in assenza di un adeguato piano di gestione della tortora selvatica appare ineludibile una moratoria dell’attività venatoria sulla specie”.]
         
        Sarebbe stata cosa buona e giusta se le associazioni venatorie TUTTE avessero collaborato per fornire un adeguato piano di gestione della Tortora selvatica (magari coinvolgendo anche noi cacciatori!), così da poter permettere una regola preapertura, come da tradizione.
         
        àNon si è trovato il modo di approvare una preapertura ai Corvidi, che, come sappiamo tutti, rappresentano un vero e proprio problema per gli agricoltori, così come sono un flagello per la fase riproduttiva della fauna selvatica, e che dovrebbero essere considerati veramente NOCIVI!
         
        Sarebbe cosa buona e giusta se la Regione Lazio rendesse cacciabili le varie specie di Corvidi (su tutte la Cornacchia) e possibilmente cacciabili per la maggior parte dei mesi dell’anno (non della stagione venatoria solamente), con una caccia di selezione, regolamentata e futuribile.
         
        --Non si è trovato il modo di poter inserire la specie Colombaccio, in forte espansione su tutto il territorio regionale ed in notevole incremento sulla popolazione nidificante.
         
        Sarebbe stata cosa altrettanto buona e giusta se le associazioni venatorie TUTTE avessero operato per richiedere un parere favorevole all’ente ISPRA; la specie Colombaccio è stata concessa in preapertura circa 15 anni fa, dopodichè il vuoto, senza considerare affatto il notevole aumento della specie, che gode di ottima salute e che da specie migratrice si è trasformata in specie nidificante, adattandosi benissimo al nostro clima ed al nostro territorio.
         
        Chiudo con un…
         
        --Non si è trovato il modo di poter inserire la specie Storno, sparito dal calendario venatorio ormai da almeno vent’anni, e mai più riammesso…non credo servano studi scientifici per dimostrare la presenza della specie sul territorio regionale; basta andare nelle più importanti piazze della capitale, nelle campagne della regione e alzare gli occhi al cielo poco dopo l’alba e poco prima del tramonto per notare i loro spostamenti, spesso in evidenti stuoli, senza parlare dei problemi che vengono generati dalla specie, dal danneggiamento di proporzioni esagerate alle colture agricole agli incidenti stradali causati dal guano nelle strade.
         
        Certo e speranzoso, io come tanti “colleghi”, di una vostra collaborazione, ed augurando alla nostra categoria un futuro migliore, più roseo e meno invalidante, mi congedo dicendo che le cacce vanno difese tutte insieme e per questo sarebbe utile programmare SERIAMENTE un Piano di Gestione Faunistica, che interessi tutte le cacce e tutte le specie cacciabili, dall’allodola al cinghiale.
         
        Siamo al 25 di agosto e c’è ancora tempo per deliberare una preapertura in deroga, nei primi giorni di settembre, limitata a poche specie, come ci aspettavamo tutti noi cacciatori, del resto.
         
Buon lavoro a tutti
In fede

Matteo Loreti

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.68.65.92
Aggiungi un commento  Annulla 

4 commenti finora...

Re: Cara regione Lazio

piano piano chiuderanno tutta la migratoria farà eccezione il colombaccio . Questa è la strada , purtroppo. Grazie alla nostre AAVV che non fanno niente ma anche colpa nostra che siamo DIVISI .

da Renato  01/09/2021

Re: Cara regione Lazio

Caro Matteo serve un cambio di rotta... con le AAVV noi stipuliamo un contratto, paghiamo e ci aspettiamo qualcosa indietro.
Senza studi scientifici e senza dati, la tortora non possiamo/potevamo cacciarla (chi la caccia ha dati e l'africa non è europa)...
La cosa grave è il rifiuto della preapertura ai corvidi SENZA UNA MOTIVAZIONE, non esiste!
Detto questo, visto che chi pago non mi soddisfa, troverò un altro modo di assicurarmi, possiamo iniziare da questo.

da STEFANO RM  26/08/2021

Re: Cara regione Lazio

Caro Matteo serve un cambio di rotta... con le AAVV noi stipuliamo un contratto, paghiamo e ci aspettiamo qualcosa indietro.
Senza studi scientifici e senza dati, la tortora non possiamo/potevamo cacciarla (chi la caccia ha dati e l'africa non è europa)...
La cosa grave è il rifiuto della preapertura ai corvidi SENZA UNA MOTIVAZIONE, non esiste!
Detto questo, visto che chi pago non mi soddisfa, troverò un altro modo di assicurarmi, possiamo iniziare da questo.

da STEFANO RM  26/08/2021

Re: Cara regione Lazio

Caro Loreto, hai perfettamente ragione…………………...ti sei dimenticato di inserire tra i cacciabili, il piccione torraiolo, che insieme agli storni ed ai corvidi, procura molteplici danni non solo all'agricoltura ma anche ai monumenti della Capitale.
Le associazione venatorie debbono fare un salto di qualita' su questo punto e non rimanere inerti su ogni restringimento che ci mortifica.

da Fabio  26/08/2021
Cerca nel Blog
Lista dei Blog