Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<giugno 2021>
lunmarmergiovensabdom
31123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
2829301234
567891011
Mensile
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
mag17


17/05/2021 10.15 

 
“Marco, nei tuoi racconti ci spieghi nei dettagli l’azione di caccia, la marca e il calibro dell’arma, il peso e il tipo del proiettile, l’ottica utilizzata e la reazione del capo abbattuto, perché non ci racconti anche come ti sei adoperato per recuperarlo e per portare a casa la preziosa spoglia? Hai usato una semplice autovettura oppure un pick up? Come hai trattato il capo? Lo hai spellato e sventrato sul posto? Come tratti le carni? Le congeli secondo i tagli; lombata, filetto, controfiletto, coscia, spalla ecc.? Il trofeo come lo prepari? Oppure consegni tutto com’è al Centro di Raccolta? Un caro saluto, Daniele!”. 
 

Per una volta ho voluto iniziare con interessantissima domanda che mi ha fatto un lettore nel mio Blog. Sollevando un quesito che davo per scontat invece, evidentemente, non è così. Come Daniele mi ha confidato in seguito, abitando sull’Appennino, e quindi cacciando grossi selvatici come cinghiali, daini e cervi, spesso si è trovato in serie difficoltà per recuperare un grosso selvatico abbattuto, specialmente quando si è trovato solo e lontano dalla vettura, semplice utilitaria o jeep che sia. Ma cominciamo dall’inizio.
 
 

Per quanto riguarda la vettura, quasi sempre utilizzo la mia vecchia Ford Fusion, opportunamente “modificata per la caccia”, altre volte invece, per ovvie esigenze, mi sono dovuto fare aiutare da amici proprietari di fuoristrada più idonei e prestanti. Cacciando prevalentemente in zone molto comode da raggiungere, ma piuttosto lontane come chilometraggio, preferisco viaggiare con una macchina diciamo “normale”, che “abbia dei costi di esercizio” più tranquilli, che non influiscano troppo nel limitato budget di un modesto cacciatore a palla. Conosco tantissimi colleghi selecontrollori che per fare dieci, massimo quindici uscite all’anno si sono comperati dei fuoristrada degni di un organizzazione venatoria di safari africani. Sono scelte personali che, tutto sommato, potrei anche condividere, se potessi permettermelo. Comunque, sono convinto che quando hai una macchina sobria, robusta, con un buon bagagliaio munito di un contenitore stagno in plastica o alluminio per contenere sangue, fango, pelo e sporcizia varia, dei buoni pneumatici misti strada–campagna e magari che abbia anche la scocca sufficientemente alta, non dovrebbero esserci troppi problemi.
 
 

Per quanto riguarda la pulzia dei selvatici abbattuti, io provengo dalla scuola mitteleuropea, da quella slovena, austriaca, croata ed in particolare da quella ungherese, che impone la eviscerazione del selvatico SUBITO dopo averlo abbattuto. Perdonatemi se non mi preoccupo molto di dove lascerò le interiora, a volte (se non devono essere consegnate!) abbandono sul terreno persino le teste e le zampe, senza sentirmi in colpa per aver inquinato l’ambiente. E’ tutto materiale organico biodegradabile che nel giro di qualche giorno verrà “assorbito” dall’ecosistema senza problemi, anzi sicuramente potrà portare persino dei benefici ai piccoli predatori, agli spazzini del bosco. Il resto del lavoro si fa a casa con calma e con l’ausilio di tutte le attrezzature e le comodità necessarie.
 
 

Come operare per “smacchiare” un grosso selvatico? Un capriolo, un camoscio ed anche un muflone possono essere comodamente trasportati in un capiente e robustissimo zaino senza troppi problemi. Mentre per quanto riguarda un cinghiale, un daino o un cervo occorree operare in uno di questi tre modi.
 
1) Il metodo più semplice e/o auspicabile sarebbe quello di arrivare fin dove si trova il grosso selvatico con un fuoristrada, ma è ovvio che non sempre è possibile farlo.
 
2) Se il terreno lo consente si può tentare di trascinare il selvatico. Non storcete subito il naso, perché non è molto difficile come potrebbe sembrare a prima vista. Sull’erba, magari bagnata di rugiada, se trascinato per il muso, quindi NON contropelo, il selvatico scivola bene, specialmente se in leggera pendenza. Viceversa, se invece c’è da tirarlo in salita le difficoltà sono enormi.
 
3) A volte, se proprio non se ne può fare a meno, occorre recuperare la spoglia facendola a pezzi, in tagli più o meno grandi secondo esigenza e capacità di carico. In questo modo ho visto recuperare in pochi minuti un maschio adulto di alce senza problemi! Lo so, è un lavoro sporco, igenicamente scorretto e possibilmente da evitare, ma quando non si vedono all’orizzonte altre alternative… Per fare ciò non è necessario portarsi dietro un ascia o un seghetto, con il solo ausilio di un buon coltello è possibile smembrare un cervo o un cinghiale in pochissimo tempo. Cominciando dalla testa, poi le spalle, i cosci ed infine il tronco. Per questa evenienza sarà sempre auspicabile avere nello zaino, oppure in macchina, una buona scorta di robuste buste di nylon.
 
 
Giunti a casa, nella zona destinata alla macellazione dei capi abbattuti, si può procedere con la lavorazione vera e propria della spoglia. Purtroppo non sono un esperto nella selezione dei tagli pregiati di carne, io lavoro più di mannaia che di coltello.. Dopo aver spellato il capo procedo col togliere tutte le parti rovinate dai colpi (che non le getterò via, ma le cuocerò in seguito per i i cani!), poi seziono la carcassa separando le spalle, i cosci e le due pacche di costato centrale. Dopo aver lasciato raffreddare la carne in una cantina ventilata per un giorno intero provvederò a congelare il tutto. A volte porto a casa un cosciotto per fare dello spezzatino per le pappardelle ma di solito quasi tutta la carne della selvaggina la trasformo con calma e con le condizioni climatiche giuste (freddo con vento di Tramontana!) in in salumi e salcicce. Qualche bel trancio di carne lo lascio sempre per regalarlo agli amici o a chi si è prodigato nel farti quialche favore. Non conosco nessuno infatti, che rifiuta un bel pezzo di selvaggina pregiata in omaggio.
 
 

La preparazione dei trofei è molto semplice. Quelli di grossa selvaggina come cervi, daini, mufloni li preparo SUBITO, per ovvi problemi di spazio, mentre quelli di capriolo e di cinghiale (solo le zanne: difese e coti) li congelo per poi bollirne almeno tre alla volta. Nel caso specifico di animali da consegnare al tassidermista per farli imbalsamare, le operazioni sono diverse. Procedo con la spellatura del capo, con la salatura della pelle e con il successivo congelamento mentre i crani o le zanne li potrò riporre in un magazzino (mai all’aperto!) dopo averli fatti bollire un po’ per fermare il processo di deterioraramento della carne.
 
 
 
 
 
Al tassidermista dovrà essere consegnata la pelle e il trofeo del selvatico intero, perché provvederà lui a tagliarlo alla misura giusta per montarlo sul manichino. Per carità non fatemi sentire di zanne di cinghiali sotterrate e di trofei di caprioli e daini messi a sbiancare sulla tettoia del canile. Sono usanze stupide, irrispettose verso la preda abbattuta, igenicamente sbagliate e che sortono un pessimo risultato trofeistico. Nessuno obbliga nessuno a conservare un bel trofeo, ma se vogliamo farlo, dobbiamo sforzarci di farlo bene, perdendoci il tempo che ci vuole e, se dovesse servire, spendendoci anche un po’ di denaro. Come diceva mio padre, riferendosi principalmente ai cinghiali, “A prenderli sono capaci tutti ma a portarli a casa è tutto un altro paio di maniche!”. Come possiamo dargli torto?

 
Marco Benecchi
 
 
 
 

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.70.110.166
Aggiungi un commento  Annulla 

40 commenti finora...

Re: Il recupero della grossa selvaggina

ma vatte a riccoglie le corna scemo!

da x gino  04/06/2021 16.45

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Pardon errore di battitura
Il più grande è stato Renzo!
Che saluto

da Marco B x Gino  04/06/2021 15.31

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Pardon errore di battitura
Il più grande è stato Renzo!
Che saluto

da Marco B x Gino  04/06/2021 15.31

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Pardon errore di battitura
Il più grande è stato Renzo!
Che saluto

da Marco B x Gino  04/06/2021 15.31

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Pardon errore di battitura
Il più grande è stato Renzo!
Che saluto

da Marco B x Gino  04/06/2021 15.31

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Il più grande è stato REWNZA,
Che saluto

Se pago per l’abbattimento PRETENDO che chi INCASSA mi faccia il recupero, mi prepari il trofeo mi sezioni l’animale e mi porti in fuoristrada sul luogo di caccia.


Bellissima!
Condivido pienamente...


Che fai? Quando vai al ristorante poi fai sparecchiare e lavare i piatti a tua moglie!!!!????
Ci sarebbe da mettere una decina di faccette che sghignazzano!!!

da Marco B x Gino  04/06/2021 15.29

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Antico questione di gusti. Se a te piace far fatica perchè la devono fare anche gli altri? il Mondo è bello perchè è vario e le tue dinamiche da troglodita te le puoi tenere per te. Se non hai i soldi per andare all'estero perche criticare ? per caso sei Invidioso ? ma farti gli affari tuoi ? mai?

da Gino  04/06/2021 14.02

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Si domandano come far uscire la selvaggina dal bosco ridicolo!La maggior parte si porta appresso anche gli schiavi neri mentre lui sta seduto comodamente con carabina e suv prezzo complessivo 80milaeuro .Come gli sparatori che all'estero oltre a fare stragi mandano i negretti a raccogliere la preda e loro non sudano neanche una goccia ridicoli!!!

da Antico  04/06/2021 9.07

Re: Il recupero della grossa selvaggina

E col suvvone entrate nel campo di grano da tagliare e ne distruggete una buona metà!

da Marione  03/06/2021 18.19

Re: Il recupero della grossa selvaggina

e non basta. Serve anche lo scivolo per caricare il bestione...

da Gino  03/06/2021 13.54

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Che ci vuole un bel verricello e suv superaccessoriato da 60 milaeuro .

da Genny  02/06/2021 7.35

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Grazie...
Tu il cinghiale l'hai visto...............

Mi fa ancora male la schiena e mi sto ancora togliendo le ZECCHE di dosso
In questo periodo sono strapieni!!!!!!!!!!!!!!!!

M

da Marco B x Massy  31/05/2021 16.19

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Cosa faccio della CARNE l'ho descritto già nell'articolo..
Un po' di spezzatino x casa, un po' di pezzi da regalare ad amici e conoscenti MERITEVOLI,
Il resto TUTTI salami e salcicce.
Da essiccare e da conservare sottovuoto!

SPESSO mischio anche daino cinghiale capriolo ed ovviamente maiale...
Mi è capitato di vendere selvaggina, spessissimo
ma MAI sotto i 10 euro al kg
Pulita ovviamente!

Prima di doverla cedere a meno la cuocerei per i cani!

Marco

da Marco B x Aleandro  31/05/2021 16.17

Re: Il recupero della grossa selvaggina

" Strano ma vero, c'è ancora chi lavora.. anche di sabato!

ehi giovane , c'è anche chi lavora la domenica @@:::£££""""""smile incazzata


quella della foto, bella bestia !! bravo

da massy  31/05/2021 16.14

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Marco io sono certo che codesto cinghiale enorme di sabato non è stato il tuo primo abbattimento del 2021 e certamente (telo auguro) non sarà l’ultimo.
Vorrei sapere come utilizzi tutta la carne che porti a casa.
Non so quanti siete in famiglia e se mangiate tutti i giorni carne di ungulati.
Certamente la regalerai, come faccio io, ma mi pare sempre troppa.
Qualcuno la vende a prezzi stracciati (1,5-2 euro/kg carcassa sventrata senza testa e senza pelle), ma io non intendo farlo.
Per me è un problemone.

da Aleandro  31/05/2021 10.26

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Oggi, questa mattina presto per la precisione
a confermare che spesso a CACCIA si possono fare delle scelte un po'.... avventate,
Avrei fatto una GCM,
Tradotta: Grossa caz..ta Marco
Ho tirato ad un bel solengo, davvero grosso, che per rientrare nella macchia fendeva il grano come un motoscafo..
Tiro piuttosto lunghetto per l'occasione e stima "molto approssimativa" del capo...
Morale della favola..
Per riuscire a recuperalo ho dovuto chiamare un mio carissimo amico che è dovuto venire col suo fuoristrada e...ben due aiutanti (operai suoi...perchè stavano andando a lavorare!!)
Strano ma vero, c'è ancora chi lavora.. anche di sabato!
Credetemi...se avessi capito BENE la molle del selvatico non so se gli avrei tirato..

Fino a 70 - 80 kg avrei potuto trascinarlo , ma di più.....
Bel tiro, bellissimo animale, bel trofeo, ma troppo disturbo.
Non tanto per me ma per chi "non ha potuto dirmi di no"

Saluti
M

da Marco B x Pietro e x gli altri AMICI "SERI"  29/05/2021 11.32

Re: Il recupero della grossa selvaggina

i topi sono molto leggeri si possono sempre sparare. Non hai esperienza .

da Pietro  28/05/2021 20.19

Re: Il recupero della grossa selvaggina

hah a rinunciare al tiro avrai sparato pure ai topi

da x pietro  28/05/2021 14.31

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Marco. ho una pandina 4x4 di oltre 20 anni! sono onesto ,se posso arrivo il piu vicino passibile al luogo di caccia. ma RINUNCIARE al tiro è sempre una scelta difficile ma solo chi sa di caccia ( come te) può capire.

da Pietro  28/05/2021 13.19

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Nel caso di grossi cinghiali ANCHE IO Ho spesso rinunciato al tiro se poi il recupero sarebbe stato troppo difficoltoso se non addirittura impossibile...
Condivido pienamente tutto quello che hai scritto...
Come avrai letto nel mio articolo, io mi sposto con una comunissima utilitaria
MOLTO raramente ho avuto bisogno di un fuoristrada "serio" per recuperare un selvatico..
MAI per raggiungere le zone di caccia
Saluti
M

da Marco B x Pietro  28/05/2021 12.35

Re: Il recupero della grossa selvaggina

la natura selvaggia? dove vivi in Alaska ? ma per favore anche nella libera il 90% dei luoghi di caccia si raggiungono in macchina. Non so che fantasie hai, forse guardi troppa televisione e ti fa male. Antico , è una questione di stile, io sparo quando voglio io e me ne frego se non lo vedo più. Mica muoio di fame. Sparo nella condizione migliore possibile per ME non per l'animale. Quello è morto a prescindere se tiro il grilletto. Che problema c'è?

da Pietro  28/05/2021 10.15

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Ma allora si vede che vai a caccia dove si paga e tanto per poter permettersi di rinunciare agli animali scomodi a favore di quelli belli puliti a tiro .Vai qualche volta anche dove non si paga e la natura e' veramente selvaggia .

da Antico  27/05/2021 17.19

Re: Il recupero della grossa selvaggina

con il suv non ci fai un bel niente. Non faccio il macellaio e non faccio a pezzi le bestie come in Alaska ,aspetto la situazione migliore e sparo solo quando sono sicuro di poterlo recupere senza troppa fatica. non mi sento un Rambo e neppure ho voglia di lavorare fino alla mezzanotte. la caccia è un piacere non un lavoro. Il cinghiale lo prendo quando dico io, non lui.

da Pietro  27/05/2021 9.40

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Bravo tonto sei proprio intelligente

da Antico  26/05/2021 18.59

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Pensavo a morsi.

da Da moderno x antico  26/05/2021 11.47

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Se ho il suv da 60mila euro che problemi avrei? ma non tutti sono straricchi io li porto fuori dal bosco a pezzi coltello viper e ascia austriaca .

da Antico  25/05/2021 8.42

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Se pago per l’abbattimento PRETENDO che chi INCASSA mi faccia il recupero, mi prepari il trofeo mi sezioni l’animale e mi porti in fuoristrada sul luogo di caccia.


Bellissima!
Condivido pienamente...

Lavorando .................dall'altra parte i miei "Clienti" non li ho fatti mai sporcare..nè di sangue nè di fango!
M

da Marco Benecchi x Renzo  19/05/2021 11.49

Re: Il recupero della grossa selvaggina

GRAZIE per il simpatico e costruttivo dialogo...
Molto EDUCATO e sincero
M

da Marco Benecchi x SANDRO E RENZO  19/05/2021 11.47

Re: Il recupero della grossa selvaggina

grazie e in bocca al lupo!

da Sandro  19/05/2021 10.49

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Ok, buon divertimento.
Ciao.

da Renzo  19/05/2021 10.05

Re: Il recupero della grossa selvaggina

dove abiti in Romania? comunque meglio il Panamera del Cayenne . Vado nella libera ma anche in azienda mi arrangio da solo ( per me è puro divertimento ) MI DIVERTO. Qui non ruba niente nessuno perchè quando li prendiamo, smettono di fare i ladri.

da Sandro  19/05/2021 9.45

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Se pago per l’abbattimento PRETENDO che chi INCASSA mi faccia il recupero, mi prepari il trofeo mi sezioni l’animale e mi porti in fuoristrada sul luogo di caccia.
In quel caso vado a caccia in Porsche Cayenne e parcheggio davanti alla casa di caccia.
Se cacciassi in terreno libero sono certo che al ritorno non troverei ne’ il quad ne’ la moto e forse neppure il Ford Ranger super potente.

da Renzo  19/05/2021 8.27

Re: Il recupero della grossa selvaggina

posseggo un pikup Ranger della Ford SUPER POTENTE dove trova posto un quad polaris oppure la mia moto da trial. Sono un ex corridore e campione sia di quad che trial per questo posso fare cose che voi non potete capire. Sebbene, il mio pik up è già in grado di arrivare OVUNQUE , ma con il fango diventa difficile ( per i contadini che si infuriano se passi con un mezzo del genere) cosi scendo con il quad o trial . Riguardo l'elicottero in montagna si usa spesso e se non hai dei buoni amici ti costa quanto l'abbattimento metne io con il mio trial bike ti tiro su anche un elefante! Renzo , se a te piace tagliare a pezzi una bestia e portarla in spalla fai bene molto sei il vero cacciatore sportivo . Bravo senza polemica .

da Sandro  19/05/2021 8.17

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Sempre più spesso si leggono commenti che stimolano efficacemente il riso.
Non aggiungo altro se no la Redazione si inca22a.

da Renzo  18/05/2021 19.52

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Non riesco ad immaginare che tipo di vettura tu abbia....

Conosco tantissimi colleghi selecontrollori che per fare dieci, massimo quindici uscite all’anno si sono comperati dei fuoristrada degni di un organizzazione venatoria di safari africani.


Anche se una mezza idea dovremmo essercela fatta...
Saluti
M

da Marco B x Sandro  18/05/2021 17.25

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Bhe,
Se è per questo ho visto recuperare anche dei cervi con l'elicottero...

da Marco B x Sandro  18/05/2021 17.24

Re: Il recupero della grossa selvaggina

quad o moto da trial... arrivi dove vuoi e trascini o carichi quello che vuoi. Il quad lo carichi sul pikup e via1 Pezzi ? si alle 10 di sera devi lavorare come un somaro mentre io in 10 minuti ho già il cinghiale in macchina--- ( serve anche il verricello nella gip e nel quad)

da Sandro  18/05/2021 15.44

Re: Il recupero della grossa selvaggina

La prima volta che cacceremo t'insegnerò come si fa...
E? molto facile,
Ci vuole solo un po di pratica...
Prendiamo un cinghiale ad esempio..
Per prima cosa va eviscerato
Poi va tolta la testa...
Io, se non è portatore di un buon trofeo la getto via subito
Poi si smontano le spalle tagliandole dall'interno ovviamente.
Po passi ai cosci..
Devi cercare "l'osso del prosciutto" il Cuscinetto a sfera...
Girandogli intorno col coltello (Deve essere robusto e ben affilato) lo stacchi di netto.
A questo punto ti è rimasto da portare via solo il tronco..
In un sol pezzo oppure in due..
Decidi tu

M

da Marco B x Renzo  18/05/2021 12.17

Re: Il recupero della grossa selvaggina

ciao Renzo con un coltello da macellaio puoi fare 6//8 pezzi li porti via senza fatica
il lavoro maggiore è quella mezz'ora o poco piu della macellazione e pulizia salute a tutti

da carlo48 xrenzo  18/05/2021 12.09

Re: Il recupero della grossa selvaggina

Ottimo articolo.
Alcune considerazioni che, ovviamente, valgono per me e le mie zone:
A) un’auto con 2 sole ruote motrici è improponibile soprattutto a causa del FANGO. Stradine a sterro in salita dopo una breve pioggia diventano ostacoli insuperabili. Se poi sono passati dei trattori allora anche peggio.
B) fare a pezzi, fosse solo in 4 parti, un Cervo un Daino o un Cinghiale usando un semplice coltello a me non riesce: impiegherei mezza giornata o di più.
Saluti

da Renzo  18/05/2021 7.49
Cerca nel Blog
Lista dei Blog