Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<settembre 2021>
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910
Mensile
settembre 2021
agosto 2021
luglio 2021
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
mar29


29/03/2021 17.20 

 
Il mio primo cinghiale l’ho abbattuto sui monti della Tolfa quasi quarantacinque anni fa! Quanto tempo è passato da allora! I miei boschi, le mie macchie, tutto quel bellissimo territorio da Bracciano a Tarquinia, dalle colline al mare, è sempre stato nel mio cuore. Solo che poi i tempi cambiano. Nel giro di pochi anni, quelle stesse zone che in gioventù mi hanno deliziato la vita, sono diventate talmente aride di selvaggina da farmi addirittura trasferire come residenza venatoria nella vicinissima Toscana. Ma, come si sa, il primo amore non si scorda mai! Sui monti sassosi e brulli che circondano l’incantevole paesino di Allumiere ci ho lasciato davvero il cuore. Da sempre sono state le mie zone di caccia preferite che conosco come le mie tasche. Ricordo ancora vivamente dove poter andare a fare il trapasso ai tordi, dove fare la posta serale alle beccacce (quando si poteva) e dove cercarle di giorno nelle rimesse, dove mettermi per balzellare una lepre e dove appostarmi quando soffia la tramontana e il maestrale per tirare ai colombi. Poi conosco ancora alla perfezione dove sono le lestre, dove passano i cinghiali e dove vanno a rifugiarsi se padellati. Insomma, per molti anni i Monti della Tolfa–Santa Severa sono stati il mio parco giochi, la mia palestra e il mio oratorio salesiano sin da giovanissimo. Così, come spesso accade agli immigrati nostalgici di tutto il mondo, anch’io un bel giorno decisi di ritornarci, per vedere cos’era cambiato in tutti quegli anni di lontananza e come se la stavano cavando oggi i miei irriducibili amici montanari. Comunque, nostalgia a parte, è stato anche un altro il motivo per cui decisi di ritornare sui miei passi, alle mie origini: che col passare degli anni la situazione s’era davvero capovolta. E’ accaduto che in Toscana ci siamo ritrovati com’era diversi anni prima nell’Alto Lazio. La tanto odiata “Specie Cinghiale” era stata drasticamente ridotta se non addirittura decimata. Vuoi per la caccia di selezione vuoi per gli abbattimenti indiscriminati in art. 37 tutto l’anno, la specie ne ha risentito parecchio e di conseguenza anche le squadre di cinghialai si sono ritrovate a conseguire carnieri piuttosto deludenti. Mi sono riunito volentieri con i vecchi compagni Laziali che oggigiorno, alla fine di una buona stagione di caccia abbattono quasi il doppio di cinghiali di quelli una grande squadra di cinghialai Toscani.
 

Quando chiesi di essere ammesso nella squadra, Sandro, il presidente storico, disse una sola parola: “Bentornato”! Poi, prendendomi sottobraccio, mi confidò, scherzando ma non troppo, che avevano proprio bisogno d un “buon fucile”, perché la media dell’età delle poste era circa settantanni. Lo ringraziai per l’accoglienza e per i complimenti dandoci appuntamento per la domenica successiva alle otto nel Punto Presa del bosco. Quando arrivai fu come se il tempo si fosse fermato ad almeno quindici anni prima. Fu sbalorditivo rivedere tanti vecchi amici con molti più anni sulle spalle, con i capelli brizzolati, bianchi o, peggio ancora….assenti! Riconobbi a stento qualcuno che era diventato molto più robusto come chi invece s’era dimagrito di ottanta chili! Cose da non credere. Per il resto mi sembrò che il tempo si fosse fermato a prima dell’avvento dell’euro! Trovai diversi cacciatori già radunati intorno al fuoco. Alcuni erano volti noti, mentre altri li conoscevo soltanto di vista, ma tutti animati dalla stessa passione. Mentre annotai il numero del mio porto d’armi sulla lista dei partecipanti alla battuta, qualcuno alle mie spalle mi porse pane e salciccia con un bicchiere di vino talmente scuro che sembrava inchiostro (alle otto del mattino!). Mi voltai per ringraziare l’inatteso benefattore e con piacere riconobbi Franco, che era stato un caro amico addirittura di mio nonno! Classe 1934!! Mentre attendevamo che Sandro e i suoi capocaccia rientrassero dalla tracciatura, ci raccontammo le nostre ultime avventure e di come aveva da poco compiuto ottantasei anni. Poi, forse per farmi partecipe nel discorso, mi chiese che arma avessi dietro quel giorno, se usavo sempre la Heckler & Kock 770 a canna corta in calibro 308 Winchester. Gli risposi di no. Che ora stavo cacciando con la mia nuova Benelli ARGO Compact Black in calibro 30.06 equipaggiata con un collimatore a punto rosso  montato fisso su una basetta progettata da me, ma realizzata dai fratelli Contessa di Marcheno. Franco sorrise perché in tutta la vita ha usato sempre una vecchissima doppietta Beretta, e a malincuore mi confidò sottovoce che gli mancavano troppo i pallettoni, specialmente ora che i riflessi e la vista non erano più quelli di una volta!!!
 

 
 
Finii il panino appena in tempo per il raduno delle poste. I tracciatori erano rientrati e tra non molto saremmo partiti per i “dolci sentieri”. Fu deciso di battere un monte abbastanza comodo così li vidi organizzarsi su come piazzare strategicamente una decina di poste in una stretta attaccatura tra due macchie, mentre tutte le altre sarebbero state schierate nei campi. Tra Sandro e il capocaccia ci fu un impercettibile scambio di sguardi, ammiccando verso la mia direzione. Non c’era bisogno di essere dei geni per capire di cosa stessero parlando. Non sapendo di quale dei due schieramenti avrei fatto parte, presi dalla macchina lo zaino, lo sgabellino e la carabina e poi aspettai paziente d’esser convocato. L’attesa durò poco perché un Mauro, un ragazzone che conosco da un vita, mi fece segno di seguirlo. Assieme al nostro gruppo camminammo in salita per una buona mezzora ed appena raggiungemmo un bosco fittissimo cominciarono a fermarsi i primi i cacciatori. Dopo una curva a gomito del sentiero, il mio giovane amico cominciò a sgranare le poste come un rosario, una dopo l’altra perfettamente equidistanti, lungo quel breve tratto strategico. Fece fermare anche me in un buon posto augurandomi di divertirmi. Persino un novellino avrebbe capito che, se il vento si fosse mantenuto buono, lungo tutta la cessa avremmo avuto delle ottime probabilità di tirare.
 

 

Una volta solo, con calma eseguii le stesse operazioni che ripeto ormai da oltre quarantacinque anni. Piazzai lo sgabellino, controllai che la pila del mio “punto rosso” fosse carica, feci scorrere nella canna della mia Benelli una palla originale Winchester Silvertip da 168 grani, ne stipai altre quattro nel caricatore,  poi, con un seghetto apribile e con le forbici da potatore, diedi una leggera pulita davanti agli ipotetici passi per avere una visuale migliore. Per ultimo controllai anche dove fossero i miei due vicini di posta scambiandoci un saluto. Quella macchia è molto vasta e soprattutto piuttosto lunga, così l’avvio della battuta arrivò per radio piuttosto che a voce.

Dopo neanche una mezzora sentii scoppiare il finimondo. Spari, berci e canizze da tutte le parti. Che musica pensai, e quando mai l’avevamo sentita una cosa simile in passato. E’ proprio vero.. i tempi cambiano, oggi ci sono molti più cinghiali nella maremma laziale, ma le tecniche di caccia sono sempre le stesse. Ipotizzai che i primi a tirare dovessero essere le poste messe a vento buono nella larga e così fu. In seguito venni a sapere che in due sole poste avevano tirato a più di quindici animali. I segugi maremmani dei miei vecchi amici Claudio e Sandro Papa li riconobbi immediatamente. Erano famosi in tutto l’Alto Lazio non solo per la loro bravura, ma anche per il loro coraggio e per la loro aggressività; stavano forzando i cinghiali verso di noi veloci come fulmini. Sopra di me tirarono una bella scarica e subito dopo sentii alcuni cani oltrepassare la linea delle poste. Pensai che il fortunato-sfortunato cacciatore che doveva aver tirato era proprio una testa di legno. Quante volte il capocaccia s’è raccomandato di parare sempre i cani e di rimetterli in cacciata quando un cinghiale viene padellato?
 
 
 
 

Per fortuna gli animali erano più d’uno e la giornata era bella con un vento piuttosto mite. Nel bosco regnava il silenzio, si sarebbe sentita camminare anche una merla, figuriamoci un cinghiale. Infatti riconobbi subito il rumore provocato da un grosso selvatico in avvicinamento. Il verro veniva zitto zitto, così alzai la Benelli al petto e mi concentrai fiducioso sui trottoi che avevo davanti. Dopo pochissimi secondi concentrato verso la direzione da dove proveniva il rumore, tra il lentisco ed il corbezzolo intravidi la sagoma di un bel cinghiale, lo inquadrai veloce col red point nel fitto e deciso strinsi il grilletto. Il cinghiale, invece di cadere sterzò per riguadagnare il folto, ma ero pronto così non mi feci sorprendere e gli sparai altri e due colpi. Dal rumore che fece allontanandosi capii che doveva essere stato preso bene, ma non sapevo né quanto fossero gravi le ferite né quale fosse la sua reale mole. Nella penombra del bosco mi era sembrato piuttosto grosso, ma a volte è facile ingannarsi. Spesso sei convinto di aver tirato ad un solengo quando magari era un cinghialotto modesto, mentre viceversa a volte giureresti di aver sparato ad una scrofetta e poi invece ti ritrovi tra i piedi un mostro zannuto. Per fortuna la muta arrivò subito dopo e mi rassicurai subito perchè la sentii ringhiare e mordere. Segno inequivocabile che il cinghiale doveva essere morto poche decine di metri all’interno del fitto. Purtroppo (o per fortuna!) la battuta era ancora in corso, così dovetti farmi coraggio ed aspettarne la fine per andarlo a vedere.
 

Il resto della mattinata trascorse senza ulteriori emozioni e come arrivò l’ora di pranzo mi concessi un bel panino ed una banana. Finalmente mi sembrò di percepire che la battuta stava volgendo al termine. Dato che uso molto di rado la radiolina perché mi disturba sia il chiacchiericcio in sottofondo sia il filo dell’auricolare, poco dopo ebbi la certezza che la cacciata era finita, perché vidi il mio vicino di posta che scaricava la sua arma e la riponeva nella custodia. Lo imitai e poi veloce andai a vedere a cosa avevo sparato e soprattutto se ancora il cinghiale era ancora “dove speravo che fosse” perché, anche se ero certissimo sull’esito dei miei colpi, con i cinghiali non si sa mai.. Ne sa qualcosa il mio povero padre che dopo una battuta andò a raccogliere un cinghiale che aveva “ucciso” ed invece … non lo trovammo mai più. Mi feci largo nell’intricatissima macchia mediterranea ed appena raggiunsi il punto dove credevo di aver sentito ringhiare i cani, non trovai né l’animale morto né nessun’altro indizio che potesse indicarmi qualcosa. Vidi solo una raspata sul terreno pochi metri più in là, così m’incamminai  carponi in quella direzione. Dopo una decina di metri scorsi una scivolata sulle foglie e poi, su un ramo, spiccò nitido un piccolo rubino rosso accesso. Una minuscola goccia di sangue. Proseguii accucciato in quell’inferno di foglie morte e rovi, ma dopo pochi passi dovetti fermarmi perché trovai il sentiero ostruito da una montagna di setole nere ed infangate….. Mamma mia quanto era grosso!
 

Dalle nostre parti non abbiamo né l’attrezzatura necessaria né l’abitudine di pesare i cinghiali, ma posso soltanto dirvi che per smacchiarlo ci vollero cinque persone e per caricarlo su un fuoristrada Toyota faticammo parecchio. Dalle foto spetta a voi l’ardua sentenza. Gli amici sinceri furono tutti concordi nello stimarlo sui centocinquanta chilogrammi, mentre i meno simpatici giurarono che arrivava “solo” a centotrenta. Io, per non far torto a nessuno dico che non poteva pesare meno di 140 chilogrammi. Comunque, etto più etto meno, avevo abbattuto davvero un bellissimo, meraviglioso figlio della maremma! Quando abbatti un cinghiale come quello la fine di una battuta di caccia ha tutto un’altro sapore, non è vero? Dai suoni che mi giungevano compresi la metamorfosi che c’era stata in quegli anni. Rombi di fuoristrada, gracchiare di radioline, squilli di cellulari, quante cose erano cambiate! Tanti anni fa nessuno possedeva fuoristrada, radioline, carabine e punti rossi, poi dovevamo essere fortunati, per trovare una “scrofata” di quattro–cinque cinghiali in una macchia di cinquecento ettari. Quel giorno invece stimai che se ne fossero trovati tanti e presi più di una decina. Ero proprio contento di essere ritornato alle mie origini: dove tutto era iniziato! Fui felice di constatare che i tempi erano davvero cambiati e per una volta in meglio. Il tableau finale infatti fu di ben dodici capi, tutti belli, dai quarantacinque chili in su. Un paio di porchetti li presero i cani ma ci può stare.

Ecco, questo è stato il mio ritorno a casa, in quei boschi che mi hanno visto crescere e che continuano a rappresentare molto per me. Le proprie origini, i vecchi insegnamenti e le ataviche culture non si dimenticano mai…….


Marco Benecchi
 
 
 

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.70.110.224
Aggiungi un commento  Annulla 

34 commenti finora...

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Mio nonno invece diceva non farti mai curare dai dottori figli di chi ha venduto l'asino per far studiare i muli.

da Re di quaglie 69  13/04/2021 16.40

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

ciao marco hai ragione condivido quanto hai scritto.
e come diceva mio nonno mai metterti coi figli di chi ha venduto la mucca x far studiare l'asino.
8x68 l'avevo preso d'occasione e usato poco su cinghiali daino ma ho visto che fine fanno
i verri di una quintalata e piu. anni fa in oltre po 140kg a 240 m si è addormentato
senza accorgersene. carabina GIANI palla KS adesso è tanto che non la vedo
la usa mio nipote in romania lui può permettersi l'estero orso bisonte europeo
non sò di preciso le zone ogni tanto fà una capatina anche in polonia ha contatti x via del suo lavoro.

da carlo 48  13/04/2021 10.00

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Carissimo,
Come avrebbe detto mio padre e..prima ancora mio nonno Sigismondo:
Hai abboccato come un alloco..
Scusa il termini...
Quante volte te l'ho detto di non accettare le provocazioni di certi soggetti che "infettano" il Blog,
Per il puro gusto di farlo, direi anche con un pizzico di cattiveria, di sadismo...
Ora gli si è preso con lo scr5ivere in..dialetto!
Poveri noi, che tristezza...
Limitiamoci agli scambi culturali e/o di opinioni solo tra persone SERIE E EDUCATE con un "pochino" di esperienza in materia...
Comunque VOGLIO FARTI UNA CONFIDENZA..
io ora Sto cacciando TUTTO con una Bergara cal. 308 (anche sabato!) con ottimi risultati, ma paragonare il cal. 308 all'8 x 68 S sarebbe come paragonare una Smart ad una Ferrari,,,
Credimi che li ho entrambi da moltissimi anni ed ho visto cose che..
Voi umani....
Un caloroso abbraccio
M

da Marco B x Carlo 48  13/04/2021 7.10

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

ah ha haah non lo ha mai provato haha ah 50 anni di caccia e zitto cuglun!

da X il 48ino  12/04/2021 15.36

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

sig. Pio lei parla e scrive x dare aria alla bocca.
x fare il SERIN al 308 basta il 7x64 con un 30% in piu a pari palla.
con quello che ha scritto, non nomini piu l?8x68 ha scritto solo fregnacce.
non c'e 300 --w. o weat che tenga. che puo zittire tale calibro. capisco non l'ha mai provato
secondo il suo scritto neanche sa che roba è . un saluto e tante belle cose a lei.

da carlo48  12/04/2021 12.25

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Lallo upiglianhulu

da Carlo 69  11/04/2021 12.15

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Marco perdonalo e' un povero piglianhulu!

da Carlo 69  11/04/2021 12.13

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Lallo....
Il tuo nome mi porta alla mente il mio secondo padre..
Il grandissimo Lallo di Canino che recentemente c'ha lasciato..
Riposi in pace!

Poi passiamo al video del Sud Africa...
No io non l 'ho visto perché purtroppo ho poco tempo..
E quel poco che ho lo dedico a filmati più...costruttivi, senza togliere niente a nessuno...
Quindi raccontaci tu...
Cosa è stato abbattuto in SA?
Kudu, Sable, Nyala, Sitatunga, leopardo, ..Bufalo...
Queste potrebbero essere le prede di maggior interesse...

M

da Marco B x Lallo  11/04/2021 6.11

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Pardon , non di giangio che e' un grande ma volevo dire di quel ciccione coi capelli riccioluti che gira sui video caccia ma non ricordo il nome

da Peppe  09/04/2021 17.33

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

ah ha ha a hha ahha ahhahah a quel giangio e' di uno scemo incredibile! i suoi viedeo non si capisce una mazza . allucinanti i video di giangio

da Peppe  09/04/2021 12.32

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

A proposito di safari ma li avete visti i video su youtube di Alessandro Magno Giangio in Sud Africa ?!
Una buffonata incredibbille.

da Lallo  09/04/2021 11.38

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

8 x 68 contro 308 w ricarica domestica alto livello gli fa un sedere come un...il 308 naturalmente gli rompe el sederin

da Pio  08/04/2021 11.36

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Ma allora perche' no' un bel 308w 160 grani che ti fa tutto di tutto di tutto ?Perche' anadare a cercare tanti fronzoli

da Pio  08/04/2021 11.34

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Il 7 x 64 può sparare palle da 175 grani più o meno quelle di un 30.06 o addirittura del 300 WM,
TUTTO sta nella tipologia della palla e dove la piazzi
Laszlo, il mio carissimo amico ungherese ha fatto due safari in Africa alle antilopi, una volta col 300 WM e l'altra con un..... 7 x 57...
A sentir lui non ha visto grosse differenze...
E stiamo parlando di un super Cacciatore con la C maiuscola...

E' chiaro che poi subentrano le distanze di tiro...
Anche un mio amico è andato in Africa con un 416 Weatherby Magnum convinto di poterci fare tutto antilopi comprese...
Poi invece s'è dovuto far prestare l'8 x 68 del compagno di caccia se voleva tirare abbastanza lunghetto!!!!
M

da Marco B x Carlo  07/04/2021 18.34

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Il 7 x 64 può sparare palle da 175 grani più o meno quelle di un 30.06 o addirittura del 300 WM,
TUTTO sta nella tipologia della palla e dove la piazzi
Laszlo, il mio carissimo amico ungherese ha fatto due safari in Africa alle antilopi, una volta col 300 WM e l'altra con un..... 7 x 57...
A sentir lui non ha visto grosse differenze...
E stiamo parlando di un super Cacciatore con la C maiuscola...

E' chiaro che poi subentrano le distanze di tiro...
Anche un mio amico è andato in Africa con un 416 Weatherby Magnum convinto di poterci fare tutto antilopi comprese...
Poi invece s'è dovuto far prestare l'8 x 68 del compagno di caccia se voleva tirare abbastanza lunghetto!!!!
M

da Marco B x Carlo  07/04/2021 18.32

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Il 308 fa di tutto e di piu'.

da Pio  07/04/2021 17.57

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

lo usa anche in africa su fococero kudu e cose simili io non so neanche cosa intende.
appena liberi dai domiciliari, ci troveremo senz'altro e dovra spiegarmi tante cose.
lui parte col 7x64 e il 416 remington x bufali e company io scrivo quello che dice lui
scusate il disturbo. salute a tutti

da carlo x Marco  07/04/2021 12.34

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Dimenticavo...
Per quanto riguarda il cervo da oltre 300 mt...
Se un selvatico è colpito bene, nel punto giusto, con un calibro sufficiente e con una buona palla, non è certo la distanza a fare la differenza...
Almeno fino a 300 mt...
Tu hai indicato l'arma, il calibro e la palla,
Io invece mi sarei più preoccupato di un fattore che troppo spesso sottovalutiamo: l'Appoggio!
Quando si tira lungo a prede importanti occorre essere MOLTO stabili e tranquilli nel tiro!
M

da Marco B x Carlo  07/04/2021 5.25

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Caro Carlo,
Oltre all'uso che un cacciatore può fare della sua arma c'è sempre il piacere del possesso...
Se a te dovesse proprio piacere quell'arma potresti prenderla tranquillamente.

Purtroppo i calibri..diciamo aad Alta Intensità, dal 7 mm RM in su..
Non sono mai troppo piacevoli da sparare, specialmente al poligono stando seduto sul bancone.
Quindi una carabina calibro 300 WSM io l'acquisterei soltanto per due motivi,
Perché potrebbe tornarmi utile per certe tipologie di caccia oppure perché è davvero Molto bella,
Da tenere in collezione ed...eventualmente da usare a caccia, ma un 300 non è certo un calibro per sfaracchiarci una trentina di colpi al poligono in compagnia...
Specialmente se è Chiuso e non aperto..
Un caro saluto
Marco

da Marco B x Carlo  07/04/2021 5.20

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Per la madunna sii ito a allumiere dopo che tinno caccitu dapertutto, lu capriulu curnuto li lu cinghiule la e mo sii ito allumiere n'do vuluna li schiffi?

da purcuziu  06/04/2021 20.37

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

hai ragione Filippo purtroppo è una condanna che ci dobbiamo tenere
come diceva mio nonno buna anima .. a diventare vecchi calano le balle e crescono i difetti...
ciao e tanti auguri e salute.
Marco hai ragione che me ne faccio dei 300??? mi sono ricordato a fine settembre primi ottobre
2020 un signore sui 50 ha preso un cervo da medaglia piu o meno secondo me ero presente
lha abbattuto a 306 mt con una rws green hit il cal.? 7x64 e tikka t3.
io non avrei tirato oltre i 200 mt piu o meno ho saputo dopo che è un eccellente tiratore.
ciao e salute a tutti il tutto in quel di siena.

da carlo48  06/04/2021 12.37

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Auguri a tutti ,filippo basta che non ti fidi dei medici e vedrai che andra' tutto benone, se davo retta ai medici ero morto 20 anni fa!!!!!! un curpu glie' pozza piglia a tutti li dottori del cxxo

da Pio  04/04/2021 12.52

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Buona Pasqua a tutti e alle rispettive famiglie. Ciao Carlo. Sono alle prese con un problema abbastanza fastidioso. Secondo i medici tra un paio di mesi dovrei esserne fuori. Non dico altro per scaramanzia... Ancora auguri specie ai diversamente giovani

da Filippo 53  04/04/2021 7.54

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

BUONA PASQUA A TUTTI VOI E ALLE VOSTRE MERAVIGLIOSE FAMIGLIE...
Cani compresi

Marco

da MARCO BENECCHI A TUTTI GLI AMICI DEL BLOG  04/04/2021 7.17

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Bella cumba' buona pasqua a tutte li cumparielle auguri a tutt quand

da Pio  03/04/2021 12.03

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Bella cumba' auguri a tutti ,carlo nun te preoccupa' stai tranquillo e tutto andra' benone .Carlo non ti conosco ma ti abbraccio per darti coraggio .

da Pio  02/04/2021 14.58

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

grazie marco buona pasqua anche a te e famiglia.
un saluto di buona pasqua a filippo e famiglia con un grande augurio di buona guarigione.
dopo le feste devo ricominciare con radio terapie e varie che non sò staremo a vedere.
di nuovo buona pasqua e salute a tutti

da carlo48  02/04/2021 12.48

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Bello ricconto belissemo bravo cumba'

da Pio piavo  02/04/2021 11.41

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Bella' cumba' !

da Piavo  02/04/2021 11.23

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Innanzi tutto Buona Pasqua a te e famiglia..
Poi, sono contento di..sentirti..
Poi..Filippo ha qualche acciacchetto ma risolvibile x fortuna
Poi passiamo all'arma..
Il 300 Winchester Short Magnum è un bellissimo calibro (che a ME non piace, ma questo è un altro discorso, lo vedi quanto sono sincero!)
E' un MAGNUM a tutti gli effetti che eguaglia le prestazioni di un 300 WM ma essendo il bossolo corto e panciuto viene camerato in azioni più corte...
Ora sorge il dilemma...
Ottima la combinazione Tikka 300 WSM poi magari ci metterai un buon cannocchiale...
Ma....
PER FARCI COSA?

Per tenere una carabina magnum in casa va benissimo ed anche per cacciarci grossi selvatici..
dal CERVO in su....
Vedi tu
Un abbraccio
Marco

da Marco B x Carlo  01/04/2021 18.06

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Guarda, ora che siamo agli arresti domiciliari ho avuto un po' di tempo (sempre poco!) per guardare qualche filmato su You Tube...
Bhe..sono riuscito a trovare dei veri professionisti in OVINI Expedizion
BRAVI davvero MOLTO competenti e super descrittivi...
Indovina un po con che calibro girano il MONTO,
Dal Capriolo alle grandi alci Canadesi?
Dai camosci alle Marco Polo
Dai cervi ai giganteschi cinghiali turchi e Tagjiky

7 mm RM................................

da Marco B x Carlo  01/04/2021 18.06

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Innanzi tutto Buona Pasqua a te e famiglia..
Poi, sono contento di..sentirti..
Poi..Filippo ha qualche acciacchetto ma risolvibile x fortuna
Poi passiamo all'arma..
Il 300 Winchester Short Magnum è un bellissimo calibro (che a ME non piace, ma questo è un altro discorso, lo vedi quanto sono sincero!)
E' un MAGNUM a tutti gli effetti che eguaglia le prestazioni di un 300 WM ma essendo il bossolo corto e panciuto viene camerato in azioni più corte...
Ora sorge il dilemma...
Ottima la combinazione Tikka 300 WSM poi magari ci metterai un buon cannocchiale...
Ma....
PER FARCI COSA?

Per tenere una carabina magnum in casa va benissimo ed anche per cacciarci grossi selvatici..
dal CERVO in su....
Vedi tu
Un abbraccio
Marco

da Marco B x Carlo  01/04/2021 18.02

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

I SOLITI NN NON MANCANO MAI.........
ciao Marco da buon ignorante in materia, continuo a chiedere e non dico mai.
ho avuto un' offerta una tikka almeno credo: in cal, 300 WSM canna da 620 almeno cosi mi ha detto x telefono dato che siamo agli arresti domiciliari grazie a quella masnada di criminali impazziti
non ho potuto andare a vederla l'armiere amico di oltre 50 anni me l'ha descritta alla buona
dato che gestisce l'armeria il figlio. la domanda è una che cal. èè la prenderei x sfizio
sto prendendo la mallaattia delle carabine??? l'amico filippo come sta? non lho piu sentito
ciao e scusa gli strafalcioni salute a tutti

da carlo 48 x Marco  01/04/2021 13.17

Re: Caccia al cinghiale ad allumiere! "140 kg di pura Maremma"

Bella cumba' bellu ricconto

da Pio  30/03/2021 0.53
Cerca nel Blog
Lista dei Blog