Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<giugno 2021>
lunmarmergiovensabdom
31123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
2829301234
567891011
Mensile
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
nov9


09/11/2018 16.57 

 
 
Questo articolo lo avevamo pubblicato molti anni fa, ma visto che ancora oggi molti cacciatori non hanno le idee chiare su come “si dovrebbe” preparare CORRETTAMENTE il trofeo del cinghiale, ho deciso di riproporlo……

Se dobbiamo dare una rinfrescata ai muri di casa chiamiamo l’imbianchino, se il nostro giardino ha bisogno di una potatura ci rivolgiamo ad un giardiniere e se abbiamo problemi con la macchina la portiamo dal meccanico o dall’elettrauto, ma quando con la benedizione di Diana o di S.Umberto riusciamo finalmente ad abbattere un grosso cinghiale da trofeo, tutti, nessuno escluso, veniamo presi “dal fai da te” e ci trasformiamo subito in aspiranti tassidermisti. Ed è proprio a questo punto che a me viene da ridere, perché - siamo onesti - quanti di noi sono veramente in grado di “estrarre” correttamente coti e difese dal cranio di un bel solengo?


L’ultimo giorno di caccia un vecchio “canaio” della mia squadra ha abbattuto un grosso verro con delle zanne meravigliose. Mi offrii di preparargliele, ma lui indispettito si affrettò a rispondermi: “Ma che scherzi? Così me le rovini. Io metto sottoterra la testa intera e vedrai che tra qualche mese le zanne saranno perfette e senza faticare!!!” Non ho avuto il coraggio di rispondergli, perché di “esperti” come lui purtroppo ne conosco troppi . C’è chi per recuperare il trofeo di un cinghiale lega la testa intera sopra ad un albero e ce la lascia marcire per un anno intero. Mentre altri, dopo essersi lasciati “quasi convincere” a procedere con la bollitura, mettono mandibole e mascelle in un pentolone e le fanno cuocere per un paio di giorni. Cosa gliene importa se poi il trofeo sotterrato o appeso ad un ramo non lo trovano più o se la decomposizione e le intemperie hanno fossilizzato il pregiato avorio, offendendo il nobile animale che lo ha generato?

Il procedimento giusto per preparare un trofeo di cinghiale è farlo bollire e su questo non si discute, ma è un lavoro delicato e quindi è nostro dovere farlo con impegno e con passione, perché il pericolo che le zanne possano danneggiarsi irrimediabilmente è sempre in agguato. Io, per passione e/o per necessità preparo diversi trofei di cinghiale l’anno e credetemi, del mio modesto lavoro non si è mai lamentato nessuno. Per questo cercherò di descrivervi le semplici operazioni che solitamente svolgo e la pochissima attrezzatura di cui ho bisogno. Cominciamo dalla testa del cinghiale. Se in casa avete lo spazio adatto per lavorare tranquillamente, al ritorno della battuta portatela via intera, opererete meglio e recupererete così anche alcuni chili d’ottima carne! Altrimenti, quando voi e i vostri amici tratterete le spoglie dei capi abbattuti, tagliate (o fatevi tagliare) il trofeo all’altezza dell’occhio. Non vi impressionate se consiglio un taglio così abbondante, ma ci sono almeno due buoni motivi per cui lo faccio.
 

Primo, se il capo è veramente grosso, le radici delle difese potrebbero estendersi parecchio all’interno della mandibola; secondo, specialmente se usiamo un’ascia o una roncola, i colpi inferti troppo vicino alle zanne potrebbero scheggiarle. Sopra un comodo piano da lavoro scuoiate il muso senza preoccuparvi di quanta carne ci rimarrà sopra; poi con la dovuta cautela e con l’ausilio di una piccola accetta (o mannaia) e di un martello (normale o di gomma dura) cercate di ridurre al minimo le porzioni d’osso, dividendo con dei colpi precisi le due coppie di zanne (coti e difese) longitudinalmente. Queste operazioni consentono di eseguire la bollitura in una pentola di piccole dimensioni, e la minore massa ossea, prendendo calore più rapidamente, favorirà meglio la fuoriuscita dei denti dalle loro sedi. Non dimenticate che il segreto per non rovinare il trofeo e per mantenerlo integro nel tempo è lasciarlo “cuocere” il meno possibile. Per evitare separazioni e divorzi, visto il cattivo odore che verrà generato, sarà meglio non procedere con la bollitura nella cucina di casa vostra. Meglio farlo all’aperto, in un garage o in una cantina. Procuratevi una vecchia piastra elettrica e una normale pentola di alluminio che oltre a servirvi egregiamente per preparare il trofeo del cinghiale potranno tornarvi utili anche nel trattare i trofei di altri ungulati fino alla taglia di un daino adulto.
 

Quanto tempo deve bollire un trofeo? Dai 30 ai 45 minuti. Il segnale per toglierlo dal fuoco ve lo darà la poca carne rimasta sulle ossa quando comincerà a staccarsi. A quel punto togliete mandibola e mascella dal fuoco e lasciatele raffreddare a temperatura ambiente, mai sotto un getto d’acqua fredda. Appena sarà possibile maneggiarle, potrete procedere all’estrazione vera e propria. Se avrete operato bene, con pochissimo sforzo oppure aiutandovi con un cacciavite medio, le coti si sfileranno semplicemente tirandole, mentre per estrarre le difese occorre più cautela. Dovrete spingere sulle punte affilate con un pezzo di legno, facendo molta attenzione a non ferirvi (alcune sono affilate come rasoi) e a non romperle. In questo modo le difese dovrebbero scivolare nell’osso distaccandosi. A quel punto per estrarle sarà sufficiente prenderle con un paio di guanti da lavoro e tirarle indietro con forza. Può capitare che a volte non escano tanto facilmente ed allora è necessario spingerle di nuovo, il più a fondo possibile, e favorire l’estrazione tagliando con il seghetto la mandibola tra i canini e gli incisivi.

Con un minimo di attenzione e con poca pratica, tutte le suddette operazioni sono più facili a farsi che a dirsi. Una volta recuperate intatte tutte e quattro le parti che compongono il trofeo, dovrete rimuovere le radici interne e provvedere alla pulizia finale. Le zanne del cinghiale vanno pulite, ma NON SBIANCATE. E’ sufficiente strofinarle con una semplice spugnetta impregnata di sapone per ottenere un ottimo risultato. Per evitare che col tempo possano fesarsi (specialmente se non avremo operato correttamente), è meglio riempire le parti cave con qualche sostanza particolare. Nel corso degli anni ho usato di tutto: cera fusa, Vinavil, stucco, resina, ma ultimamente mi sono trovato molto bene anche con del normale silicone trasparente. E’ incolore, inodore e può essere usato in seguito anche per fissare il trofeo sul suo scudetto di legno con le foglie di quercia in metallo. Forse più in là cercherò di spiegare a quelli che ancora non lo sanno fare come valutare un trofeo. Per adesso accontentiamoci di guadagnarcelo con onore e di riporlo tra i nostri ricordi più cari.

Marco Benecchi


 

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.70.114.58
Aggiungi un commento  Annulla 

15 commenti finora...

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Buongiorno topic molto esaustivo e ben fatto complimenti! volevo chiedere una curiosità se fosse possibile dove si possono trovare gli scudetti che vediamo nella foto con tutti e 4 gli scudetti? e anche la foglia di quercia in legno presente nello scudetto in alto a destra grazie mille.
christian

da Christian  01/04/2020 21.41

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Buongiorno Marco.
Sempre nella serie "Armi e munizioni" che diresti di pubblicare qualcosa su coltelli, tecniche di affilatura eccetera? Parecchi coltelli di pregio sono stati assassinati da criminali muniti di mola elettrica. Ne ho visto qualcuno addirittura "bruciato" (ricotto sarebbe il termine metallurgico).
IBAL

da bansberia  26/11/2018 8.54

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Attenzione! In calce all'articolo di Marco mi è comparso il messaggio "Questa connessione non è sicura".

Invito a verificare e, se necessario, correggere.
Grazie

da bansberia x marco e webmaster  25/11/2018 7.33

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Cominciamo per ordine
Innanzi tutto Complimenti per l'abbattimento e poi grazie di aver deciso di ascoltare i miei consigli

In teoria le zanne "potrebbero" anche rimanere vuote, ma è sempre meglio riempirle, specialmente se durante la fare di estrazione le hai fatte bollire un pochino di più del dovuto.......

Quindi qualsiasi riempitivo va bene.
Io uso il silicone,
mando il tubino il più in fondo possibile, poi spremo con forza e tolgo il più....


Allo stesso modo, per attaccare le zanne sullo scudo metto poche gocce SOLO dove serve.
A tale proposito controlla su una superfice piana i punti di contatto delle zanne,
Sia le difese sia le coti

E' davvero una operazione molto semplice da eseguire!

Tienimi informato
Buona
Marco

da Marco B x Marco G  18/11/2018 5.48

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Buona sera Marco

volevo farti alcune domande sulla preparazione del trofeo, sono dietro a prepararne uno, del cinghiale che ho preso settimana scorsa, ed la prima volta che preparo un trofeo di cinghiale. Le mie domande sono ma il riempimento delle zanne va fatto fino in fondo? perché per riempirle sto usando il full - fix che ho comprato su big hunter, ho seguito le istruzioni ma secondo me non si riempiono proprio tutte forse perché ci vorrebbe qualcosa che si avvicini il più possibile alla punta della difesa.
Poi, l'altra domanda è il fissaggio delle zanne sullo scudetto ho letto che l'ho fai con del silicone ma immagino che non vada sparso su tutta la zanna….
Grazie.
Buona .
Marco G.

da Marco G.  17/11/2018 20.11

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Lasciali parlare...............

L'hai visto il cinghiale nella prima foto?
Non lo abbiamo pesato, ma era il più grosso di un tableau di oltre settanta capi..

UN SOLO COLPO di 308 palla HORNADY SST da 150 grani

Con la quale ho abbattuto anche il mio record in battuta col 308 158 kg..
Piazzala bene la palla e non ti preoccupare di quello che dicono gli "ignoranti"

Perché IGNORANO che quel che uccide è la VELOCITA'
Quindi più una palla è veloce più è potente!
Se chi usa il 308 SENTE IL BISOGNO di usare palle da 180 grani allora consiglialo di tornare al 12 con le palle da 42 grammi!!

le palle da 180 grani in 308 W le ho viste usare per le alci e per gli orsi da 300 kg...............
In bocca
M

da Marco B x Alle 60  15/11/2018 11.28

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Lasciali parlare...............

L'hai visto il cinghiale nella prima foto?
Non lo abbiamo pesato, ma era il più grosso di un tableau di oltre settanta capi..

UN SOLO COLPO di 308 palla HORNADY SST da 150 grani

Con la quale ho abbattuto anche il mio record in battuta col 308 158 kg..
Piazzala bene la palla e non ti preoccupare di quello che dicono gli "ignoranti"

Perché IGNORANO che quel che uccide è la VELOCITA'
Quindi più una palla è veloce più è potente!
Se chi usa il 308 SENTE IL BISOGNO di usare palle da 180 grani allora consiglialo di tornare al 12 con le palle da 42 grammi!!

le palle da 180 grani in 308 W le ho viste usare per le alci e per gli orsi da 300 kg...............
In bocca
M

da Marco B x Alle 60  15/11/2018 11.28

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Occhio! Se ti legge la Brambilla sai che casino ne esce!! Scherzi a parte nell'attesa della braccata di sabato prossimo volevo porre un quesito, una curiosità a MB e agli altri amici. Perché se io dico che caccio il cinghiale con un 308w caricato a 150 gn TUTTI mi guardano storto come se avessi detto che vado a cinghiali con una fionda? Nonostante i buoni tisultati che sto ottenendo con le cartucce suggerite da MB, in genere mi si dice che se non uso i 180 gn. ".. Vedrai che se arriva un cinghiale grosso non lo fermi". Vorrei una Vs.opinione. Grazie e saluti a tutti.

da Alle60 x MB  15/11/2018 10.33

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Il miglior premio per uno JAGD TERRIER è..

Un gatto!!!!

M

da Marco B x Alle60  15/11/2018 7.24

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

1kg di salsicce per i tuoi terrier.. Hanno salvato il pollaio e diversi capi di selvaggina. Qui da noi in Emilia tra volpi e cornacchie è un disastro per le covate di selvaggina. Benedetti siano i tuoi Jagdt!

da Alle60 xMB  15/11/2018 1.39

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Sono Cacciatore, figlio di cacciatore e nipote di cacciatore.
Praticamente credo che in tutte le generazioni trascorse ho sempre avuto almeno un cacciatore in famiglia, ma
MAI mi è stato raccontato quello che ho visto questa mattina con i miei occhi.

E ve lo voglio raccontare perché la vicenda ha davvero dell'incredibile e mi farebbe piacere sapere se un fatto simile è potuto capitare anche a qualcuno di voi.

Tutte le mattine, indipendente se vado a caccia o meno (quasi sempre....)
Vado in campagna dove ho un piccolo appezzamento di terreno (circa un ettaro) a governare i mie cani

In campagna ho una casetta, un ricovero attrezzi, una piccola officina, più o meno tre - quattro canili e... un pollaio con circa una ventina di galline da uova...
Fin qua tutto regolare..
Nella norma!
Solo che il mio terreno confina proprio con il bosco...
Potrei praticamente cacciare a 20 mt dai canili e quindi dal.... pollaio...
Tanto che quando faccio uscire i cani devo mettergli il satellitare BS Planet....

Questa mattina sono andato di buon ora a dar da mangiare ai miei cani, perché ho anche una JAGD TERRIER con 7 cuccioli,
E quando sono andato a sistemare quelli che ho "adiacenti" al canile,
li ho trovati tutti contenti che stavano giocando con..

una VOLPE morta!!!!!!!

Da non credere..
Ora le cose sono due:
O era una volpe suicida che ha deciso di farla finita entrando nella fossa dei leoni, perché due Jagd Terrier sono più o meno la stessa cosa
Oppure la "furbacchiona" di notte e sotto vento deve aver fatto male i suoi calcoli scalando la rete del canile molto più bassa e pratica di quella del pollaio............

Ma gli ha detto male!

Questo è quanto...

Mi è sembrato davvero un fatto MOLTO insolito

Saluti
Marco

da Marco B x TUTTI gli amici  14/11/2018 18.55

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Carissimo,
Mi verrebbe quasi da risponderti che la vasellina andrebbe usata solo... nei video Porno,
Ma sarebbe davvero fuori luogo..
I trofei DEVONO essere SEMPRE mantenuti PULITI e NATURALI
Io ai CAPE Naturalizzati una - due volte l'anno do una spruzzatina di antiparassitario,
Ma ai denti è sufficiente mantenerli solo ben puliti
TUTTI gli oli sono accumulatori di polvere!
Buona
M

da Marco b x Bansberia  10/11/2018 18.51

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Me l'aspettavo questa domanda........

E sinceramente speravo che qualcuno avesse subito la risposta..
Tu in particolare ci saresti dovuto arrivare...

Ricordi le foto dei cinghiali dell'ultimo articolo?
Armi e calibri per il cinghiale?

Dove ho sottolineato che uno BELLO GROSSO mi aveva caricato (non ricordo se fosse la terza - quarta foto!)

Bhe.. avendogli tirato una raffica di colpi di punta gli avevo devastato il muso..
Meno male che su quattro denti sono riuscito a recuperarne tre

Poi le 7 palle "forse" non sono state un caso....
Comunque le uso molto le palle sfuse per "guarnire" trofei strani e/o anomali!
A me non dispiacciono!!
M

da Marco b x Little John  10/11/2018 18.47

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Buono come sempre.
Quando il trofeo eèappeso in casa, con riscaldamento, conviene ungerlo con olio o vaselina come suggerisce qualcuno?
IBAL

da bansberia  10/11/2018 16.20

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Bellissimi trofei complimenti!! Posso chiedere il significato di quelle 7 palle al posto della difesa ?

da Little John  10/11/2018 12.53
Cerca nel Blog
Lista dei Blog