Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Umbria: Mancini e Puletti, richieste sulla caccia rimaste inascoltateCalendario Venatorio Calabria: preapertura dal primo settembreUmbria: addestramento cani dal 15 agostoCalendario Venatorio Calabria: le osservazioni delle Associazioni VenatorieMarche: aumento annuo del 50% su abbattimenti cinghialeRicorso Tar Calendario Venatorio Sicilia. Intervengono Fidc e AnuuPuglia: ecco Calendario Venatorio e preaperturaUmbria. Approvato Calendario Venatorio 2022 - 2023Berlato: "Regione Veneto abbassa indice densità venatoria"Emilia Romangna: Presidente Arcicaccia Maffei attacca la LAC Legittimità dei controlli sugli uccelli allevati. Bruzzone interroga il MinistroSicilia, lettera al Presidente della Repubblica sulla caccia sicilianaCampania: no a gabelle ingiuste sul rilascio dei tesserini venatoriMarche: calendario venatorio 2022 - 2023. Confermata preaperturaBasilicata, approvato Calendario Venatorio 2022 - 2023CCT: Regione Toscana aggiorna piani prelievo daino e cinghialeConsiglio Giustizia Sicilia conferma sospensione preaperturaEmilia Romagna adotta Piano interventi urgenti su PSAArci Caccia: in Emilia R. correggere autodifesa agricoltori da cinghialiVeneto, modifica alla legge per la caccia nei vigneti e ulivetiBerlato: Giunta Veneto approva Calendario Venatorio restrittivoTesserino Venatorio Campania. Nuove procedurePsa e Piani cinghiale non attuati. Protestano le ass.venatorie romaneCalabria, nuove modifiche per il disciplinare caccia cinghialeColdiretti chiede decreto urgentissimo sul cinghialeRiconoscimento dal Ministero per Arci CacciaSicilia, Consigliera Elvira Amata "basta penalizzare i cacciatori"Fidc Sicilia "verso il prelievo venatorio sostenibile della lepre italica"Caputo su Calendario Venatorio: "siccità e mancanza di studi ci inducono ad essere cauti"In Campania un'interrogazione sul Calendario VenatorioSardegna, Ispra invia parere su Calendario VenatorioToscana, in Commissione ok a regolamento attuazione legge cacciaFidc Calabria protesta per le modifiche disciplinare caccia cinghialeLombardia: approvata preapertura a corvidi e caccia in deroga allo storno Campania, chieste dimissioni dell'Assessore CaputoToscana. Approvati piani prelievo daino, cervo e mufloneUmbria: ok a mozione Lega per estendere periodo caccia cinghialePiana: in Liguria nuove azioni straordinarie sul cinghialeStagione 2022 - 2023, App TosCaccia obbligatoria in alcuni casiArci Caccia Marche: Gabriele Sperandio confermato Presidente regionaleSicilia, arriva la sospensione del Calendario VenatorioCastellani (Anuu): obbligati a guardare avantiIncendio sul Carso. Dreosto ringrazia volontari e cacciatori Eps Toscana: Siccità, posticipare immissioni selvagginaPiano cinghiali. Bruzzone si rivolge agli animalistiPSA: Toscana adotta piano interventi urgentiCCT: ecco i contenuti del Calendario Venatorio della ToscanaAcr e Acl uniscono le forzeCampania: Eps, questo il calendario venatorio deliberatoAgrivenatoria Biodiversitalia. Su BigHunter il chiarimento di Zipponi (CNCN) Francia, salva la caccia popolareCampania, approvato Calendario Venatorio con riservaSicilia. Le associazioni venatorie su seduta TarIn Piemonte il punto sulla PSAGenova, come si sta affrontando l'emergenza cinghialiCCT: Giunta Toscana approva Calendario Venatorio 2022 - 2023Atti vandalici contro i cacciatori. Fidc scrive a LamorgesePiemonte: controllo cinghiale, Regione chiede più personale Fidc "rapporto Ipbes. Per biodiversità e conservazione la caccia è utile"Macerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

La cabina di regia scrive alla Rai "basta trasmissioni che denigrano la caccia"


giovedì 16 giugno 2022
    
 
 
Le scriventi Associazioni Venatorie Riconosciute (Federazione Italiana della Caccia, Associazione Nazionale Libera Caccia, Enalcaccia, Arcicaccia, AnuuMigratoristi, Italcaccia) e CNCN – Comitato Nazionale Caccia e Natura, riunite nella Cabina di regia Unitaria del Mondo Venatorio, denunciano il ripetersi di episodi di aperta denigrazione e di colpevole disinformazione che, con crescente frequenza, si sono riscontrati in trasmissioni del Servizio Pubblico e che non appaiono tollerabili da parte della intera categoria dei cacciatori.

Tale denuncia si aggiunge a quelle, di medesimo contenuto, indirizzate alla RAI ormai quattro anni orsono e lo scorso anno.

Esempio ultimo di tali scorretti comportamenti è costituito dall’episodio verificatosi nella puntata della trasmissione “Sapiens” andata in onda su Rai3 il 12 giugno u.s., nella quale il conduttore Mario Tozzi ha esposto dati e stime relative al prelievo venatorio nel nostro Paese totalmente prive di riferimenti scientifici. Il conduttore si è inoltre avventurato in personali valutazioni sull’opportunità di una attività la cui pratica è disciplinata da leggi nazionali, portando a sostegno della propria tesi argomentazioni non rispondenti al vero, suggestive e strumentali, evidentemente con l’intento di suscitare discredito e discriminazione, senza possibilità di contraddittorio alcuno, verso una categoria di cittadini.

Teniamo a ricordare inoltre il grave danno di immagine che è derivato nel recente passato al mondo venatorio dalla sistematica disinformazione, strumentalmente di parte, contenuta nella trasmissione “Indovina chi viene dopo cena” andata in onda su RAI 3.

Non occorre richiamare ulteriori vicende per evidenziare che siffatto approccio alla materia non è consentito a un Servizio Pubblico che, per definizione, deve caratterizzarsi per l’obiettività ed il rigore dell’esame dei problemi e per la loro corretta rappresentazione e deve anche consentire in contemporanea una interlocuzione di tutte le componenti interessate, tanto più se si tratta di argomenti complessi e con molteplici implicazioni, sia morali che economiche.

Si ritiene pertanto necessario ritornare sull’argomento dato il perpetuarsi di atteggiamenti denigratori del mondo venatorio e considerando che trasmissioni come quelle segnalate fanno da sponda ad un integralismo animalista oggi di moda, del tutto avulso dalla realtà e sorretto solo da astratte motivazioni ideologiche e vengono perciò pure ad alterare la “par condicio” che più che mai il Servizio Pubblico della RAI è tenuto istituzionalmente ad osservare e garantire.

Si chiede pertanto di attuare una comunicazione riparatrice e di intervenire fermamente e tempestivamente per richiamare gli operatori del settore al rigoroso rispetto del codice etico a cui rispondono e per evitare il ripetersi dei casi segnalati, che potrebbero costringere le scriventi Associazioni a perseguire responsabilità omissive o commissive nelle competenti sedi; si chiede altresì di dare adeguato spazio nella programmazione anche alla rappresentazione delle posizioni e del punto di vista del mondo venatorio al fine di eliminare il grave danno prodotto o il ripetersi dello stesso.

Confidando che quanto rappresentato sia preso in attenta doverosa considerazione, si resta in attesa di puntuale, tempestivo riscontro e di conoscere le iniziative che verranno assunte al riguardo.

La presente contestazione è inviata, per le valutazioni e gli interventi di competenza, anche alla Commissione di Vigilanza sulla RAI-TV.

 

(Cabina di Regia Unitaria del mondo venatorio: Federazione Italiana della Caccia, Associazione Nazionale Libera Caccia, Enalcaccia, Arcicaccia, AnuuMigratoristi, Italcaccia e Comitato Nazionale Caccia e Natura)


 

Redazione Big Hunter. Avviso ai commentatori
 
Commentare le notizie, oltre che uno svago e un motivo di incontro e condivisione , può servire per meglio ampliare la notizia stessa, ma ci deve essere il rispetto altrui e la responsabilità a cui nessuno può sottrarsi. Abbiamo purtroppo notato uno svilimento del confronto tra gli utenti che frequentano il nostro portale, con commenti quotidiani al limite dell'indecenza, che ci obbligano ad una riflessione e una presa di posizione. Non siamo più disposti a tollerare mancanze di rispetto e l'utilizzo manipolatorio di questo portale, con commenti fake, al fine di destabilizzare il dialogo costruttivo e civile. Ricordiamo che concediamo questo spazio, (ancora per il momento libero ma prenderemo presto provvedimenti adeguati) al solo scopo di commentare la notizia pubblicata. Pertanto d'ora in avanti elimineremo ogni commento che non rispetta l'argomento proposto o che contenga offese o parole irrispettose o volgari.
Ecco le ulteriori regole:
1 commentare solo l'argomento proposto nella notizia.
2 evitare insulti, offese e linguaggio volgare, anche se diretti ad altri commentatori della notizia.
3 non usare il maiuscolo o ridurre al minimo il suo utilizzo (equivale ad urlare)
4 rispettare le altrui opinioni, anche se diverse dalle proprie.
5 firmarsi sempre con lo stesso nickname identificativo e non utilizzare lo spazio Autore in maniera inappropriata (ad esempio firmandosi con frasi, risate, punteggiatura, ecc., o scrivendo il nickname altrui)
Grazie a chi si atterrà alle nostre regole.
Leggi tutte le news

14 commenti finora...

Re:La cabina di regia scrive alla Rai "basta trasmissioni che denigrano la caccia"

Intanto tutte queste associazioni hanno firmato per chiudere la caccia al tordo il 15 gennaio. Loro dovrebbero essere i nostri avvocati che ci difendono, invece fanno inciuci con il nemico. Io quest'anno scelgo un'associazione che non entra queste citate. È ORA DI DIRE BASTA

da Simone 19/06/2022 21.59

Re:La cabina di regia scrive alla Rai "basta trasmissioni che denigrano la caccia"

Ci vorrebbe una denuncia penale per diffamazione contro questi giornalisti del cazzo.

da Martino, Bologna 19/06/2022 19.49

Re:La cabina di regia scrive alla Rai "basta trasmissioni che denigrano la caccia"

Sempre Rai3, tv bulgara e recidiva negli anni. Solo propaganda e nessuna verità. Della persona non spendo una parola perchè lo ricordo su una rete privata a ciarlare volgarmente su temi molto diversi dalla geologia e dall'ecologia

da 1 toscano 18/06/2022 0.04

Re:La cabina di regia scrive alla Rai "basta trasmissioni che denigrano la caccia"

Tutti fanno a gara per mettersi in mostra, mostrando una indignazione di facciata, carica solo di tanta ipocrisia. E così, la cabina delle AA.VV, i vari personaggi pubblici, politici e giornalisti vari (vedi quello che esce tutti i giorni sul canale caccia di sky) vengono a suonarci la sviolinata per noi cacciatori, persone normali e spesso indifese. Credo che il Mario Tozzi su una cosa avesse ragione: la caccia oggi, in Italia e anche all'estero, è appannaggio esclusivo degli imprenditori... di quelli che "c'hanno i soldi" e se ne vanno in giro per il mondo a caccia, alla faccia nostra. E spesso vengono pure pagati con i soldi nostri... che facciamo le assicurazioni presso le stesse AA.VV. e ci abboniamo a sky. Se la caccia in Italia venisse chiusa completamente, questi continuerebbero beatamente ad andare a caccia nelle riserve di mezzo mondo, e gratis!! Io però non voglio "solo" polemizzare. Voglio proporre una soluzione. Dico che bisognerebbe istituire a livello europeo una AUTORITA' GARANTE della caccia che automaticamente va ad abrogare tutte le leggi e le restrizioni ideologiche partorite dai vari ISPRA e Regioni compiacenti, allineando principi, periodi di prelievo, carnieri e specie cacciabili, almeno per le aree europee omogenee. Parlamentari europei, datevi da fare. Basta "lavate di faccia".

da Cacciatore foggiano 17/06/2022 11.45

Re:La cabina di regia scrive alla Rai "basta trasmissioni che denigrano la caccia"

Prima o poi il vento cambia ..... SEMPRE !!

da Ugo 17/06/2022 10.00

Re:La cabina di regia scrive alla Rai "basta trasmissioni che denigrano la caccia"

i danni a noi non interessano , basterebbe licenziare il fenomeno con pubblica trasmissione e scuse in diretta televisa. invece come sempre non succederà niente, niente soldi, niente licenziamento , niente scuse in diretta telvisiva, siamo un branco di pecore pronte per il macello!

da telekabul rai 3 17/06/2022 9.01

Re:La cabina di regia scrive alla Rai "basta trasmissioni che denigrano la caccia"

Sempre a chiedere risarcimenti danni. Se nessun avvocato li chiede vuol dire che non si può fare, spiegatelo ai testoni.

da Fellini 17/06/2022 8.07

Re:La cabina di regia scrive alla Rai "basta trasmissioni che denigrano la caccia"

Il Direttore, nominato su base fiduciaria tra i Direttori di Area con apposita deliberazione del Consiglio di Amministrazione, collabora in via diretta ed immediata con l'Amministrazione, verso la quale risponde del proprio operato. Esercita una funzione propositiva e di impulso all’attività istituzionale; in particolare relaziona sull'andamento della gestione consortile ogni qualvolta lo ritenga opportuno nell'interesse del Consorzio o a richiesta del Presidente e/o del Consiglio di Amministrazione. Ha il compito di coordinare e sovrintendere l’organizzazione e l’attività operativa del Consorzio, riscontrandone l’efficacia e l’efficienza ed assicurando il buon funzionamento degli uffici. Esercita, altresì, la funzione di monitoraggio sul perseguimento degli obiettivi fissati dagli organi di governo del Consorzio, attivandosi nei modi e nelle forme più opportune per le eventuali azioni correttive, necessarie a fronte di scostamenti. Il Direttore dirige, coordina e controlla l’attività dei dirigenti di area e degli altri responsabili di struttura organizzativa, avendo riferimento alle disposizioni di Statuto. Può sostituirsi ai dirigenti di area in caso di loro inerzia Ha poteri di supremazia gerarchica su tutto il personale del Consorzio e assegna con ordini di servizio, vistato dal presidente, le concrete mansioni che i dipendenti devono svolgere nell’ambito della qualifica. Assume tutti gli atti a rilevanza esterna rientranti nelle sue competenze per disposizione statutarie e/o regolamentare o affidatigli per delega dal Presidente; in particolare: firma i contratti in nome e per conto dell’Amministrazione Consortile, presiede le gare d’appalto. Il direttore della baracca è un certo francesco di mare DENUNCIATE LUI .

da Mauro 17/06/2022 4.52

Re:La cabina di regia scrive alla Rai "basta trasmissioni che denigrano la caccia"

BUONASERA A parer mio a parte le AAVV a difendere i cacciatori che pagano fior di quattrini tra tessere e assicurazioni, (cosa fortemente dubbiosa) dovrebbe essere proprio lo stato a cui noi paghiamo una concessione governativa della licenza di caccia, PER CUI CHE SENSO HA DA UNA PARTE SI PRENDE I SOLDI E DALL ALTRA CI FA ATTACCARE DA UNA TV DI STATO? Qualcuno sa spiegarmelo x favore??

da genny 4 bott 16/06/2022 22.47

Re:La cabina di regia scrive alla Rai "basta trasmissioni che denigrano la caccia"

Il fenomeno deve essere cacciato dalla Rai e le associazioni venatorie gli devono chiedere un milione di euro di danni!

da Mariolino umbro 16/06/2022 20.38

Re:La cabina di regia scrive alla Rai "basta trasmissioni che denigrano la caccia"

Dato che è una TV statale non deve descriminale i cacciatori xk anche noi paghiamo il canone RAI e parlano di dittatura degli altri stati xk non lo fanno facoltativo il canone come Sky chi vuole si abbona e paga chi non vuole no anche se la tolgono fanno un piacere x quello che fanno vedere e poi appoggiano sempre una linea politica buffoni non è democrazia questa

da Re rob 16/06/2022 20.34

Re:La cabina di regia scrive alla Rai "basta trasmissioni che denigrano la caccia"

Fin che ci siete ragionate serenamente per operare insieme in difesa della ns. passione guardando e tirando in una unica direzione. Solo presentandosi uniti e coesi possiamo sperare di salvaguardare il ns. diritto di praticare la ns. passione !!

da bretone 16/06/2022 19.08

Re:La cabina di regia scrive alla Rai "basta trasmissioni che denigrano la caccia"

Cara cabina di regia,era ora che vi svegliavate,ORA CHIEDERETE I DANNI A TOZZI?????????????????????????

da Fucino Cane 16/06/2022 17.50

Re:La cabina di regia scrive alla Rai "basta trasmissioni che denigrano la caccia"

Occorre una richiesta danni in sede civile (penale non proponibile perché ingiurie fatte contro persone indistinte), si può fare chiedendo 1.000.000 di euro di danni.

da Giorgio 16/06/2022 16.55