Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Razze Canine | Consulente Cinofilo | Libri | Indirizzi | Eventi Sportivi FIDC |
 Cerca

News Cani

Veterinari in rivolta contro accordo Fnovi - Brambilla


venerdì 3 novembre 2017
    

 
La scorsa estate l'associazione fondata dall'onorevole Brambilla, la Leidaa, ha firmato un accordo di collaborazione con la Fnovi, ovvero la Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani. L'accordo, come azione al contrasto del randagismo, prevedeva la realizzazione di una task force di veterinari disposti a sterilizzare cani e gatti vaganti nel sud Italia. A tal proposito interviene oggi il Silvelp, il Sindacato Italiano dei veterinari Liberi Professionisti, per chiedere conto alla federazione quali sono i risultati raggiunti, visto che la stessa si era data un termine di tre mesi per valutare i primi step dell'accordo. I tre mesi sono passati (precisamente scaduti il 25 settembre) ma di risultati nemmeno l'ombra. Fnovi in un comunicato dei primi di ottobre avrebbe lasciato intendere che di fatto le sterilizzazioni non sono nemmeno iniziate. Silvelp chiede che i dati raccolti vengano resi noti e anticipa il proprio giudizio “totalmente negativo” spiegandone le ragioni.

Veterinari contrari al sostegno alla Brambilla

Anzitutto ritengono controproducente per la categoria “il sostegno a un rappresentante politico chiaramente in cerca di visibilità mediatica , all’indomani della fondazione di un nuovo partito da lei stessa capeggiato e che professa teorie in netto contrasto con gli interessi della Veterinaria e che rischia di collocare la Fnovi stessa, a sua volta sempre più “famelica” di visibilità mediatica a qualsiasi costo, come simpatizzante di una parte politica a ridosso delle prossime elezioni. . Fatto questo generatore d’ombre e quindi inopportuno per qualsiasi istituzione. E forse anche foriero di pericoli”.

“Uno schiaffo alla preparazione e alle competenze della professione”

L'accordo in oggetto, continua Silvelp, dà per presupposto che determinati parametri “tecnici” possano essere considerati di per sé garanzia di qualità della prestazione veterinaria erogata: un elenco di materiali e strumentazioni senza riferimenti alle modalità di espletamento. Il che, secondo il Silvelp rappresenta uno schiaffo alla pre parazione e alle competenze della professione”. La sottoscrizione dell'accordo da parte di un'associazione di categoria che, dice Silvelp “ trae profitto dalla “vendita” di percorsi formativi applicati alle BPV (acronimo Buone Pratiche Veterinarie, oggetto dell'accordo) e dalla certificazione BPV delle strutture, oltre ad essere discutibile, confermano la volontà di dare maggior spazio e peso a strutture e non ai professionisti e alle loro competenze.

“Nessuna garanzia sui pagamenti delle prestazioni”

Il Protocollo d’intesa – dice Silvelp - non prevede alcun minimo tariffario da corrispondere da parte delle associazioni aderenti ai veterinari che parteciperebbero all’iniziativa, né tantomeno prevede alcuna forma di garanzia che le prestazioni vengano effettivamente pagate. Inoltre gli elenchi dei medici veterinari aderenti (meno di 300, su oltre 35.000 veterinari iscritti agli Ordini, sono state le richieste di aderire al protocollo), non sono stati messi a disposizione nemmeno ai diretti interessati ma consegnati senza nessuna tutela alle associazioni individuate nella sottoscrizione. Un accordo dunque, secondo Silvelp, “fortemente penalizzante per i veterinari e decisamente vantaggioso per la contropoarte, a cui viene fornito l'alibi per continuare a credere che la qualità delle prestazioni professionali veterinarie non debba essere adeguatamente pagata. L’esatto contrario di quanto ritiene e da anni continua a sostenere il Sivelp. In Medicina si parla di prestazioni agevolate attraverso il sostegno di associazioni, ma senza penalizzare o sfruttare i professionisti.

“I chiarimenti si impongono anche per i non trascurabili profili politici - chiude il Silvelp -. Non vorremmo una categoria strumento di campagna elettorale. A pretendere trasparenza alla Federazione questa volta è a gran forza l’intera categoria, di quella vera che con sempre maggiore difficoltà cerca di guadagnarsi da vivere tutti i giorni “sul campo”, non quella “aristocratica” rappresentata nei salotti che dà l’impressione di credere che il popolo si sfami con i croissants".


Leggi tutte le news

18 commenti finora...

Re:Veterinari in rivolta contro accordo Fnovi - Brambilla

Brambilla? Non è quella che a Vinitaly, lei addirittura ministro, se messa a fare pubblicità alla coca cola? E non le hanno nemmeno chiesto i danni...

da MarioP 06/11/2017 13.50

Re:Veterinari in rivolta contro accordo Fnovi - Brambilla

La rossa si aggrappa a tutto pur di credersi protagonista. Proponiamola come presidente di una associazione venatoria e vedrete che aderirà con entusiasmo. (e con la pechezza che è e rappresenta)E' tutta da ridere !!!

da bretone 06/11/2017 11.19

Re:Veterinari in rivolta contro accordo Fnovi - Brambilla

ne leggo di cazzate in giro !!! ma possibile mai che un po di lavoro non si riesce a creare veramente???e a mangiare devono essere sempre gli stessi?? i cani prima delle persone ragazzi si perde il senso del poi!!!!!cosi!!!

da nik 05/11/2017 12.51

Re:Veterinari in rivolta contro accordo Fnovi - Brambilla

Ma che razza è la prima dalla sinistra. .. Gli devono dare tanti carboidrati, guarda che denti!

da Animalari ladri 04/11/2017 23.34

Re:Veterinari in rivolta contro accordo Fnovi - Brambilla

Come hanno fatto le nazioni civili a risolvere il problema ? Hanno un sistema di controllo sui cani microchippati . Se hai un cane senza microchip ti fanno sanguinare .... Se hai un cane con il microchip non lo puoi abbandonare .... Se lo " perdi " quando te lo ritrovano ti fanno piangere ... Anche in Italia è' obbligatorio il microchip e allora dotiamo anche qui chi deve controllare di rilevatori portatili e poi cominciamo a far sanguinare chi vuole fare il furbo

da Carlo 04/11/2017 19.20

Re:Veterinari in rivolta contro accordo Fnovi - Brambilla

baba 68scemooooooooooooooooooooooooooooooo

da baba 68 04/11/2017 18.19

Re:Veterinari in rivolta contro accordo Fnovi - Brambilla

Spero che la gente sia ormai d' accordo sul fatto che la storia dei canili e gattili deve finire perche' e' solo una mangiatoia animalarda, una marea di soldi rubati ai cittadini senza concludere nulla. Se la sterilizzazione non e' possibile senza strumentalizzare e sfruttare, come in questo caso, gli animali abbandonati andrebbero abbattuti. Dispiace ma non mi sembra ci sia altra soluzione. Se mettessero delle multe salatissime, del tipo 10000 euro, e piu' controlli vedreste che alla gente non verrebbe voglia di abbandonare animali. Non ci sono solo cani e gatti ma anche molti altri animali alloctoni come pappagalli, nutrie......La verita' e' che la societa' italiana e' degenerata, il popolo italiano e' un' accozzaglia di pappamolle, ignoranti e delinquenti come non si era mai visto e questi sono i risultati. Sul fatto specifico, mi spiace, ma i veterinari fanno benissimo! La Brambilla e' stata, e' e sara' sempre e solo FUMO. Se sta sempre li ad abbaiare alla luna la colpa e' di chi la sostiene che non ha abbastanza intelligenza da capire che non ha fatto, non fa e non fara' mai nulla di buono.

da Flagg 04/11/2017 11.04

Re:Veterinari in rivolta contro accordo Fnovi - Brambilla

A nome di tutti "i sindaci del sud", pur non essendo, ahimè tale, mi sento in dovere di ringraziare per la sua lezione di civiltà e senso del discernimento la gent.sig.ra Raffaella Stefani, alla quale deve essere certamente chiaro il modo in cui risolvere il problema randagismo al sud Italia, visto che al nord, come ci insegna, è stato brillantemente risolto. Consenta però a dei professionisti, alla cui categoria non so più se ritenermi onorato di appartenere, di rivoltarsi contro apparentamenti con personaggi politici di qualunque genere ed in particolare con quelli ai quali interessa ben altro, che la (impossibile) risoluzione del problema

da Sergio Ventura 04/11/2017 10.55

Re:Veterinari in rivolta contro accordo Fnovi - Brambilla

PRIMA DI CASTRAREE I CANI,INCOMINCIAMO A CASTRARE SUBITO CHI STUPRA DONNE E BAMBINI!!!!

da Fucino Cane 04/11/2017 10.04

Re:Veterinari in rivolta contro accordo Fnovi - Brambilla

Io credo che qualsiasi iniziativa volta ad aiutare la campagna di sterilizzazione dei poveri randagi sia nobile è indiscutibile. Anche se strumentalizzata politicamente. Chi se ne frega se e’ Renzi , Berlusconi o Grillo che la propongono. L’importante e’ Che si inizino a fare passi per eliminare questa vergognosa piaga che al sud nessun sindaco ci ha provato... anzi se ne fregano . Ben venga quindi qualsiasi iniziativa da qualsiasi partito politico venga . E dirò di più vergogna sindaci del sud siete degli incivili per nn dire peggio

da Raffaella Stefani 04/11/2017 9.14

Re:Veterinari in rivolta contro accordo Fnovi - Brambilla

La signora Brambilla è già stata al governo con il suo amico Berlusconi e per gli animali non hanno fatto niente adesso cercano i voti ,visto il momento mediatico, degli animalisti spero che non cadiamo nelle loro bugie li abbiamo già conosciuti

da Sonia Ricusati 04/11/2017 8.21

Re:Veterinari in rivolta contro accordo Fnovi - Brambilla

La Signora Brambilla si batte per la difesa degli animali, è chiaro che ha molti nemici Paolo stoppa è uguale.

da Daniela Arado 04/11/2017 6.59

Re:Veterinari in rivolta contro accordo Fnovi - Brambilla

Nella foto,il più intelligente si vede subito, è il cane!!!

da Fucino Cane 03/11/2017 22.18

Re:Veterinari in rivolta contro accordo Fnovi - Brambilla

Ha sbagliato nome doveva fondare la LAIDAm

da Maurihunter 03/11/2017 21.09

Re:Veterinari in rivolta contro accordo Fnovi - Brambilla

La signora si ritiene animalista ma i pronlemi li risolvono le varie societa' animalisti:si dovrebbe vergognare

da Giovanna 03/11/2017 19.15

Re:Veterinari in rivolta contro accordo Fnovi - Brambilla

A Cipro prende delle legnate e molte! ah ah ah

da Gigi 03/11/2017 16.55

Re:Veterinari in rivolta contro accordo Fnovi - Brambilla

Caio baba68, credo che ci penserà "Sottovoce-Stroppa" a dare la notizia , appena torna da Cipro, dove ha realizzato il servizio sul bracconaggio, con il chiaro intento di dare addosso alla caccia in ITalia; sono arciconvinto che certi personaggi da baraccone, se prendessero un compenso più alto, sarebbero disposti a fare anche servizi PRO-CACCIA..................

da STROPPA NON TORNARE...... 03/11/2017 13.08

Re:Veterinari in rivolta contro accordo Fnovi - Brambilla

....qualcuno puo' informare striscia la notizia per dare risalto a questa notiziona???? grazie mille a chiunque ci riesca.

da baba68 03/11/2017 11.57