HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Razze Canine | Consulente Cinofilo | Libri | Indirizzi | Eventi Sportivi FIDC |
  Cerca

News Cani

Fidc: Coppa Italia con cani da ferma su beccacce, la classifica


mercoledì 1 marzo 2017
    

David Stocchi Setter Inglese Si è svolta domenica 26 febbraio la finale di Coppa Italia su beccacce nei comuni di Decollatura – Soveria Mannelli (Cz), terreni sicuramente idonei, a tratti anche molto impegnativi e, a detta degli stessi concorrenti, “un paradiso” di luoghi e vegetazione adatti all’habitat naturale della Scolopax. Certo, qualche presenza in più sarebbe stata gradita, ma comunque in tutte e sei le batterie, cinque di inglesi e una di continentali, le beccacce si sono trovate e viste, e sicuramente erano quelle che sono sopravvissute al periodo di caccia, le più scaltre e leggere all’involo, padrone assolute del territorio. Terreni e prede sfuggenti sono stati elementi che hanno messo a dura prova il lavoro del cane, e solo quelli che hanno avuto un pizzico di fortuna in più, che non guasta mai, e tanta esperienza su questo tipo di selvatico hanno fatto la differenza. Esperti ed imparziali come sempre i giudici, Giovanni De Luca, Mario Conforti, Mimmo Colucci, Paolo Gullo, Roberto Iannotti e Tancredi Labate, che sono stati tutti d’accordo nel sottolineare l’idoneità dei luoghi, le capacita e la conoscenza del territorio degli accompagnatori e la grande sportività di tutti i concorrenti, ma anche la bravura e l’esperienza dei cani. Bella la prestazione dei classificati e della squadra più giovane proveniente da Montalto Uffugo.

Presenti alla premiazione, che ha visto protagonisti anche il concorrente più giovane, Vincenzo Foti, e quello più anziano, Biagio Sena, oltre ai padroni di casa Emanuele Meloni, presidente della Sezione provinciale di Catanzaro, e Benito Gironda, presidente di quella di Reggio Calabria, anche Mimmo Iero, Giuseppe Giordano e Paolino Barbera, amico fraterno di Gennaro Giuffrè, immaturamente scomparso un mese fa. Nel suo ricordo, alla presenza del figlio Domenico, si è vissuto un momento di forte commozione tra tutti i presenti, sottolineato da un lunghissimo applauso, quando è stato definito “persona unica”. Graditissima la presenza del questore Giuseppe Gualtieri che ha consegnato personalmente al vincitore il premio riservato anche quest’anno in ricordo del papà federcacciatore per il 4° Memorial Antonio Gualtieri. Non poteva mancare il vicepresidente Tonino D’Angelo, che nel suo intervento ha voluto ringraziare tutti i partecipanti, ha voluto complimentarsi per la perfetta organizzazione e con i giudici, e con voce commossa anche lui ha ricordato l’amico Gennaro. A conclusione della manifestazione anche il delegato federale Luigi Chiappetta ha manifestato la propria gratitudine a tutti i presenti, agli sponsor, il caffè Guglielmo, l’armeria Martino, 5° Regina, e come sempre a Big Hunter, sponsor ufficiale delle manifestazioni FIdC: “Complimenti vivissimi a tutto il gruppo organizzatore, – ha concluso – perché ho visto terreni favolosi e giusta presenza della regina del bosco: visto che il meccanismo è perfettamente oliato, perché non replicare il prossimo anno?”.

Le classifiche

Continentali

Individuale

    Odeon – kh – Salvatore Presta – 1° Ecc.

Squadre

    Salvatore Presta, Vincenzo Fotia, Francesco Tornello

Inglesi

Individuale

    Condor – st – Saverio Lavinia – 1° Mb
    Gian – st – Gianfranco Anzani – 2° Mb

Squadra

    Saverio Lavinia, Paolo Lavinia, Giovanni Basile, Massimo Russo

4° Memorial Antonio Gualtieri

    Salvatore Presta

Leggi tutte le news

0 commenti finora...