Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
storie di caccia e cinofilia
giu4


04/06/2021 13.56 

Il vento leggero e tiepido sui campi verdeggianti di grano. La hola del vento tra le spighe … Disegni gialli di colza. Montagne lontane. Vento tra le pale eoliche, a perdita d’occhio. Antiche masserie di pietra, diroccate, per lo più. Grotte. Cardi. Ferle in fiore. Qualche fungo ricercato in questo periodo, il cardoncello, prelibato e saporito. Più avanti, il lago. Aironi cenerini in volo al tramonto. Canti a fine serata. Odore di timo.

Fine aprile di migrazioni: nibbi bruni, nibbi reali, falchi di palude in volo e tra l’erba bassa e il grano, loro, i piccoli galliformi migratori: le quaglie. Arrivate dall’Africa ed in arrivo, per la nidificazione, su campi aperti, qui, luogo ottimale da sempre per la riproduzione.

Siamo in Puglia per addestrare i cuccioloni di setter inglese che ci hanno affidato amici cacciatori, accolti da uno storico cacciatore e addestratore del luogo: Nicola Carucci. Nicola sa tutto di quei luoghi, e ci accompagna nei campi aperti, dove far trovare le quaglie ai cuccioloni, con grande pazienza ed esperienza da vendere. I cani e le loro corse, le cerche, inizialmente a naso all’insù, poi le ferme, dapprima incerte, poi, sempre più sicure. I consensi, inizialmente non perfetti, poi, via via che i giorni passano, sempre più le emanazioni dei selvatici resteranno nei nasi dei nostri fedeli ausiliari, li attireranno e diverranno, da cuccioloni “avviati”, cani pronti per cacciare. L’addestramento ha certamente mille sfaccettature, e descriverlo in poche righe non è cosa facile. Ogni cane è unico e ha il proprio carattere, ma la costanza e la passione ripagheranno del tempo occorso ad addestrare i cuccioloni. Nicola ha sempre accompagnato gli appassionati addestratori sui campi, poiché conosce a menadito questi luoghi in cui è nato e sa dove non arrecare disturbo. Ci si muove negli orari consentiti con modi calmi e osservando bene i cani, su campi in cui il grano arriva ai polpacci, o in medicai bassi, incolti comodi. Le quaglie non mancano, ma è anche pieno di cappellacce e allodole, e talvolta i cani non ancora espertissimi, corrono dietro al loro involarsi dal grano. E’ sempre emozionante vedere la grinta in loro e certi inseguimenti da cacciatori. Le pause, ci servono riprenderci dalle camminate e le corse dietro ai cani in ferma e consenso per correggerne errori o vizi, per rifocillare cani e noi stessi. Tutto qui ha un sapore straordinario, dai funghi, all’olio pugliese, provole e salumi, pomodori, focacce e persino la rucola selvatica che cresce spontanea negli incolti.

Ci aspettano le stoppie di luglio ed agosto per continuare il lavoro con i cuccioloni a noi affidati. E naturalmente Nicola, uomo di terra pugliese dalle grandi mani e la pelle scura a cui và il nostro grazie anche da qui.
 
 
 
 
 
 
Fabrizio Stefano  e Nicola Carucci addestratori

Tags:

Tuo Nome:
Your email:
(Optional) Email used only to show Gravatar.
Your website:
Titolo:
Commento:


172.70.114.84
Aggiungi un commento  Annulla 

1 commenti finora...

Re: Addestramento in Puglia

Ho sempre sostenuto che i cani vanno allenati 365 giorni all’anno su selvatici veri.
E al diavolo le normative che lo vietano!

da Dario  09/06/2021 19.41
 
Blog_List
 
Blog_Archive
Archivio
<novembre 2021>
lunmarmergiovensabdom
25262728293031
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293012345
Mensile
novembre 2021
ottobre 2021
settembre 2021
agosto 2021
luglio 2021
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007