Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Ricette | Le bottiglie | Ristoranti | Libri | Indirizzi | Archivio Scempi | I Funghi | Tartufi e funghi |
 Cerca

News Natura

L'Australia dichiara guerra ai gatti


martedì 13 luglio 2021
    

 
È risaputo che il gatto, predatore per natura, caccia ciò che cade sotto le sue grinfie, indipendentemente dallo status di animale protetto che la sua preda può avere. Il problema è ancora più grave in Australia, dove le autorità hanno appena preso la decisione di eliminarne un gran numero, in particolare per proteggere alcune specie endemiche, minacciate da questo piccolo felino.
 
In effetti, il gatto è stato introdotto dall'uomo solo 200 anni fa in Australia, ma ha già fatto molti danni. In media, ogni felino ucciderebbe 186 animali all'anno, devastando completamente le popolazioni delle specie più fragili. Secondo Chris Dickman, professore all'Università di Sydney e specialista in biodiversità, "è più che probabile che molte specie locali non si siano abituate alla predazione di questi felini, non li identificano come una minaccia... , e quindi  non reagiscono come dovrebbero quando incrociano il percorso di un gatto.
 
" In tutto, 34 specie endemiche australiane si sono estinte negli ultimi due secoli. "La stragrande maggioranza di loro è stata sradicata dai gatti o i gatti sono stati la causa principale della loro scomparsa", afferma Chris Dickman. Il gatto è quindi nell'occhio delle autorità australiane, che prevedono un'estinzione di massa. Ad esempio, a Kangaroo Island, nel sud del paese,  i gatti selvatici inselvatichiti vengono controllati utilizzando i droni. Ma anche i gatti domestici sono oggetto di serio controllo. (Fonte Chassons).

 

Redazione Big Hunter. Avviso ai commentatori
 
Commentare le notizie, oltre che uno svago e un motivo di incontro e condivisione , può servire per meglio ampliare la notizia stessa, ma ci deve essere il rispetto altrui e la responsabilità a cui nessuno può sottrarsi. Abbiamo purtroppo notato uno svilimento del confronto tra gli utenti che frequentano il nostro portale, con commenti quotidiani al limite dell'indecenza, che ci obbligano ad una riflessione e una presa di posizione. Non siamo più disposti a tollerare mancanze di rispetto e l'utilizzo manipolatorio di questo portale, con commenti fake, al fine di destabilizzare il dialogo costruttivo e civile. Ricordiamo che concediamo questo spazio, (ancora per il momento libero ma prenderemo presto provvedimenti adeguati) al solo scopo di commentare la notizia pubblicata. Pertanto d'ora in avanti elimineremo ogni commento che non rispetta l'argomento proposto o che contenga offese o parole irrispettose o volgari.
Ecco le ulteriori regole:
1 commentare solo l'argomento proposto nella notizia.
2 evitare insulti, offese e linguaggio volgare, anche se diretti ad altri commentatori della notizia.
3 non usare il maiuscolo o ridurre al minimo il suo utilizzo (equivale ad urlare)
4 rispettare le altrui opinioni, anche se diverse dalle proprie.
5 firmarsi sempre con lo stesso nickname identificativo e non utilizzare lo spazio Autore in maniera inappropriata (ad esempio firmandosi con frasi, risate, punteggiatura, ecc., o scrivendo il nickname altrui)
Grazie a chi si atterrà alle nostre regole.
Leggi tutte le news

6 commenti finora...

Re:L'Australia dichiara guerra ai gatti

Fauno.... per fortuna prima di scrivere leggo pure tutti i commenti. Altrimenti avrei scritto le tue stesse cose. Ma cosa vuole dire il nostro amico Pigi, dalla spiccata sensibilità e dalla commovente penna? Spero di non capirlo mai.

da Hunter74 14/07/2021 1.23

Re:L'Australia dichiara guerra ai gatti

Sarebbe ,meglio che dichiarassero guerra ai topi.

da Frank 44 13/07/2021 18.23

Re:L'Australia dichiara guerra ai gatti

Pigi ma che [email protected] di senso ha sto pippone che hai scritto? Carne mimetizzata dai condimenti per renderla accettabile? Ahahahahahah Redazione io tra le regole da rispettare nei commenti metterei anche quella di non andare fuori tema e di scrivere solo cose congrue all’argomento

da Fauno 13/07/2021 16.47

Re:L'Australia dichiara guerra ai gatti

Ho l’impressione che stiano cambiando in profondità molte cose, e molto importanti, nel nostro rapporto con le specie animali. Sicuramente stanno cambiando in me, con un sentimento nuovo, e comunque per me inedito, di empatia (scusate la parolaccia) per le sofferenze degli animali, di sdegno per il dolore che infliggiamo loro, spesso gratuitamente, con una protervia che non ha nessuna giustificazione. Perciò ho accolto con soddisfazione la notizia (che ho trovato qui su HuffPost a firma di Ilaria Betti) che in Inghilterra sta per essere messa al bando la pratica barbarica di bollire vive le aragoste. Finalmente. E questo “finalmente” tra alimento da una rivoluzione della sensibilità che fa considerare intollerabili a gratuitamente crudeli espressioni delle nostre abitudini di vita che fino a ieri ci sembravano ovvie. Ipocrisia? Incoerenza di carnivori che non fanno discendere da un’ideale di rispetto per gli animali pratiche alimentari che prevedono per miliardi di persone la soppressione sistematica di carne animale? Può darsi, e del resto è stato Norbert Elias nel suo “La civiltà delle buone maniere”, un classico della storia delle idee e della sensibilità, l’allontanamento ipocrita delle cucine dove la carne cruda, tagliata e fatta a pezzi viene sottoposta a procedure brutali, dalla tavola dove viene servita, condita e mimetizzata e resa accettabile. E comunque molti indizi ci dicono, dopo il caso aragoste, che siamo sul punto di avverare la profezia di David Foster Wallace in “Considera l’aragosta”: “È possibile che le generazioni future guarderanno alle nostre attuali agro-industrie e pratiche mangerecce in modo simile a come noi oggi vediamo gli spettacoli di Nerone o gli esperimenti di Mengele?”. Ci siamo, quasi.

da Pigi 13/07/2021 14.17

Re:L'Australia dichiara guerra ai gatti

Il gatto uccide solo per istinto, mentre dentro la sua casa ha cibo ed acqua a volontà, quando esce deve uccidere anche senza mangiarlo. In alcuni paesi europei a 300 metri dalle abitazioni è possibile abbaterlo.

da Pietro 13/07/2021 12.44

Re:L'Australia dichiara guerra ai gatti

A mali estremi estremi rimedi. I Paesi seri fanno così. A nessuno fa piacere sparare un gatto, soprattutto considerandolo un animale domestico. Ma il randagismo va combattuto in ogni modo. Andatelo a spiegare agli animalisti italiani. Ammesso che capiscano ciò che gli si dice.

da Hunter74 13/07/2021 12.02