HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Schede Fucili | Cartucce | Prove | Codice di sicurezza | Libri | Pallini d'acciaio |
  Cerca

News Fucili

IL PARLAMENTO UE APPROVA LA NUOVA DIRETTIVA ARMI


martedì 14 marzo 2017
    

Come previsto, e dopo oltre un anno di discussioni e rimpalli tra i vari organi europei (Commissione, Parlamento e Consiglio), il Parlamento Ue ha ratificato le modifiche alla Direttiva sulle armi. Nel testo approvato con 491 voti favorevoli, 178 contrari e 28 astenuti, rimangono i limiti per l'acqusto  di armi automatiche e semiautomatiche in base a un limite alla capacità dei caricatori capacità dei caricatori (massimo 20 proiettili per le armi corte e 10 per i fucili).
 
Stralciate invece altre disposizioni che avrebbero penalizzato enormemente gli appassionati di armi, di tiro e di caccia. La prima stesura, infatti, avrebbe visto il bando completo delle armi di categoria B7 (armi semiautomatiche simili alle armi automatiche), l’inclusione dei caricatori nelle parti essenziali, una maggiore limitazione dei colpi nei caricatori rispetto alla normativa nazionale nonché una minore durata delle licenze di porto e detenzione delle armi che avrebbe richiesto una maggiore frequenza dei relativi controlli medici.

Rafforzare la sicurezza sulla circolazione delle armi in UE
 
La direttiva riveduta ha in particolare lo scopo di evitare che armi modificate da semiautomatiche ed automatiche possano essere utilizzate da terroristi, chiarendo per esempio che le armi disattivate dovranno essere  dichiarate alle autorità nazionali. A seguito di pressioni da parte del Parlamento, la Commissione UE si è impegnata ad adottare, entro la fine di maggio 2017 e in collaborazione con gli esperti nazionali, gli standard di disattivazione rivisti e le tecniche per garantire che le armi da fuoco disattivate siano rese irreversibilmente inutilizzabili.

Controlli più severi

La nuova normativa prevede controlli più severi sulle armi semi-automatiche quando quete siano dotate di caricatori ad alta capacità (più 20 colpi per le pistole e 10 per le armi lunghe) e sulle armi da fuoco automatiche, convertite in semi-automatiche. Tuttavia, chi possiede già legalmente questo tipo di armi potrà continuare a farlo, purchè sia espressamente stabilito dal proprio paese di residenza. Spetterà sempre agli Stati membri stabilire le dovute eccezioni per le armi della categoria A a determinati gruppi di persone, come i tiratori e, in casi eccezionali, ad alcuni collezionisti, sempre rispettando rigide procedure di sicurezza. Le nuove regole richiedono anche che tutte le informazioni necessarie per rintracciare e identificare i possessori di armi da fuoco siano messe a sistema in un sistema di raccolta dati che riesca a migliorare lo scambio di informazioni tra gli Stati membri.

Gli Stati membri dovranno ratificarla
 
Ora spetterà ai singoli Stati ratificare le nuove disposizioni, entro 15 mesi dall'entrata in vigore. Gli stessi avranno poi al massimo 30 mesi per mettere in piedi il sistema di registrazione di tutti i dati richiesti dall'Europa per l'identificazione dei possessori di armi da fuoco.  Una curiosità: anche la Svizzera, in quanto Paese membro dell'area Shengen dovrà adeguarsi, ma solo in parte. Gli elvetici infatti, grazie alle loro mediazioni diplomatiche, hanno ottenuto il permesso per i propri militari in congedo di mantenere la propria arma.
 
"Europa preda dei burocrati"

Tornando a noi, in Italia registriamo il commento dell'europarlamentare Stefano Maullu (PPE). “A Strasburgo, oggi, è venuto meno un altro pezzo della nostra libertà individuale. Gli attacchi ai legittimi possessori d'arma sono una limitazione ai diritti di tutti. Saremo meno sicuri, meno protetti e più poveri: in nome di un'ideologia non basata su numeri e fatti, ma su sensazioni e pregiudizio, le aziende avranno più burocrazia e migliaia di persone rischieranno il posto di lavoro. Questo è inaccettabile, oggi è una giornata nera, è stata scritta un'altra pagina buia di un'Europa preda dei burocrati. Ho fatto di tutto per scongiurare questa eventualità, ma nonostante gli sforzi di centinaia di Parlamentari, il parlamento a maggioranza ha acriticamente accettato la modifica alla direttiva”.
 
FACE: "ora garantire corretta attuazione in UE"
 
"Questo voto finale è da considerarsi un buon risultato per i cacciatori europei - evidenzia invece Ludwig Willnegger, Segretario generale della FACE - . Tuttavia, le disposizioni di autorizzazione delle licenze, tra rinnovi e prolungamenti e le modalità di stoccaggio delle armi da fuoco ancora rimangono punti poco chiari, con il rischio di un eccesso di regolamentazione, che porta alla scarsa applicazione negli Stati membri. Pertanto - afferma Willnegger - , la FACE si concentrerà ora sulla trasposizione della legislazione UE in leggi nazionali e si occuperà di assistere e sostenere le associazioni venatorie al fine di garantire una corretta attuazione senza inutili oneri e gli ostacoli per i cacciatori, i proprietari e i produttori di armi da fuoco".
 
 

Leggi tutte le news

18 commenti finora...

Re:IL PARLAMENTO UE APPROVA LA NUOVA DIRETTIVA ARMI

arrendiamoci siamo circondati.......e' la fine.....

da duke 17/03/2017 13.35

Re:IL PARLAMENTO UE APPROVA LA NUOVA DIRETTIVA ARMI

Sempre peggio. I politici sono tutti o quasi contro la caccia, è la fine.

da Giovanni 17/03/2017 12.26

Re:IL PARLAMENTO UE APPROVA LA NUOVA DIRETTIVA ARMI

Gli svizzeri non li freghi, continueranno ad avere il servizio militare come obbligo, detenere l'arma in dotazione in casa, quindi dei richiami per vedere se la persona è in grado di poterlo fare, così facendo tutti hanno la possibilità di difendersi e difendere lo Stato in caso di guerra, a mio avviso è il sistema più idoneo.

da svizzero 17/03/2017 10.49

Re:IL PARLAMENTO UE APPROVA LA NUOVA DIRETTIVA ARMI

chi ha intenzione di delinquere non acquista in armeria per poi denunciarne il possesso presso le questure, ma come sempre accade si colpiscono le persone corrette non riuscendo a colpire i criminali, però, si dà così l'impressione di fare le cose per bene, praticamente si verniciano di bianco le mutande sporche invece di lavarle

da bruno 16/03/2017 21.41

Re:IL PARLAMENTO UE APPROVA LA NUOVA DIRETTIVA ARMI

Sono sempre stato convinto che ai governi fanno più paura i cittadini onesti armati che i criminali. Per il fatto c he gli onesti quando si incazzano fanno le rivoluzioni; ma i criminali no!

da Old sailor 15/03/2017 19.03

Re:IL PARLAMENTO UE APPROVA LA NUOVA DIRETTIVA ARMI

Willi mica solo quello,le misure per la detenzione delle armi che prima non prevedeva altro che le regole del buon padre di famiglia,ora invece subiranno modifiche discrezionali ed equiparate a quelle che si applicano ai commercianti produttori e collezionisti di armi,...questo vuol dire,porte blindate,armadi di sicurezza ,sistemi di allarme,inferiate e finestre antisfondamento e chi più ne ha più ne metta.....Fatevi i conti e cominciate a risparmiare perchè Griseri carlo andrea la direttiva non può essere derogata e varrà recepita se siamo fortunati così come votata ieri ,entro 15 mesi!!!al nettodelle possibili ulteriori restrizioni che ogni stato può mettere in campo autonomamente per soddisfare la direttiva.Ringraziate le paladine della caccia come BRIANO,COMI etc che hanno votato a favore della direttiva......Mi raccomando applaudite ancora!!!

da Klaus 15/03/2017 18.41

Re:IL PARLAMENTO UE APPROVA LA NUOVA DIRETTIVA ARMI

Settanta anni di pace....apparente!

da Pasquino 15/03/2017 15.31

Re:IL PARLAMENTO UE APPROVA LA NUOVA DIRETTIVA ARMI

Certo che con questa Direttiva ai terroristi gli hanno proprio tagliato le unghie.Poveretti, come faranno ora a procurarsi le armi? Aridateci Totò

da Frank 44 15/03/2017 15.09

Re:IL PARLAMENTO UE APPROVA LA NUOVA DIRETTIVA ARMI

la face esulta per una sconfitta. pensa te in che mani siamo!

da f 15/03/2017 14.35

Re:IL PARLAMENTO UE APPROVA LA NUOVA DIRETTIVA ARMI

ACCONTENTIAMOCI, DATE RETTA! POTREBBERO FARE ANCHE PEGGIO. QUANTO ALL'EUROPA DEL MEDIOEVO, CI SI RICORDA TROPPO SPESSO, AHIMè, CHE ABBIAMO AVUTO SETTANT'ANNI DI PACE. PRATICAMENT UN MIRACOLO. PAGHEREI QUALSIASI PREZZO PER POTERNE FARE ALTRI SETTANTA. PENSATECI

da PRIMA LA PACE 15/03/2017 11.45

Re:IL PARLAMENTO UE APPROVA LA NUOVA DIRETTIVA ARMI

PER FORTUNA NON DOVEVA CAMBIARE NULLA PER NOI CACCIATORI E DEL RINNOVO DA 6 A 5 ANNI CHI CI RIMETTE NUOVAMENTE ..TUTTI I CACCIATORI...

da WILLY 15/03/2017 9.56

Re:IL PARLAMENTO UE APPROVA LA NUOVA DIRETTIVA ARMI

Una cosa è comunque sicura : QUESTE MISURE NON LIMITERANNO ASSOLUTAMENTE LA POSSIBILITÀ DI ARMARSI DELLE ORGANIZZAZIONI TERRORISTICHE. Almeno questo è stato ottenuto. Chi ne beneficerà'avrà modo di ringraziare !!!!

da Pasquino 15/03/2017 7.32

Re:IL PARLAMENTO UE APPROVA LA NUOVA DIRETTIVA ARMI

La cosa bella e' che questa legge e' stata votata anche da quelli che in questi giorni dovranno allestire i gazebo per la raccolta delle firme per la sicurezza del cittadino,la leggittima difesa,sapete che vi dico siete una massa di incompetenti e per quanto mi riguarda andate a cagare tutti quanti razza di idioti.

da nik 14/03/2017 22.48

Re:IL PARLAMENTO UE APPROVA LA NUOVA DIRETTIVA ARMI

Misure inutili,addirittura ridicole per quanto riguarda l'obbiettivo prefissato, "proteggere i cittadini europei dal terrorismo" , sono misure che solo concorrono a rendere sempre piu' confuse le gia' complesse leggi in materia, auspico che l'intelligenza dei nostri parlamentari faccia si' da non recepire questa inutile direttiva.

da griseri carlo andrea 14/03/2017 21.48

Re:IL PARLAMENTO UE APPROVA LA NUOVA DIRETTIVA ARMI

Ne caso non lo sapeste questa idiozia è stata votata anche dalla Briano e dalla mussolini,oltre ad altri naturalmente!!

da klaus 14/03/2017 19.42

Re:IL PARLAMENTO UE APPROVA LA NUOVA DIRETTIVA ARMI

Quello che mi dispiace è che il popolo sovrano non viene mai ascoltato da questi burocrati.

da edo 14/03/2017 18.40

Re:PARLAMENTO UE APPROVA LA NUOVA DIRETTIVA ARMI

L'europa unita è un ritorno al Medioevo, e non un progress; tasse balzelli, gabelle e decime; il suddito piano piano viene disarmato e reso schiavo. Meglio morire sul campo di battaglia di una terza guerra mondiale che morire di tasse.

da Venezia 14/03/2017 15.42

Re:UE: OK ALLA NUOVA DIRETTIVA ARMI

La strada verso il nuovo MEDIOEVO è sempre più spianata.... Sempre più problemi per la detenzione legLedelle armi da parte del comune cittadino. Ndl medioevo appunto erank autorizzati a detenere armi solo nobili e cavalieri che esercitavano sul popolo qualsiasi tipo di vessazione.

da Pasquino 14/03/2017 15.22