Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Rolfi: per il cinghiale occorre riforma nazionaleUmbria: bozza calendario venatorio in CommissionePiano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioColdiretti: In Italia oltre 2 milioni di cinghiali "incrementare abbattimenti"Fidc Forlì Cesena: bene nuovo calendario venatorio regionaleCalabria: al via caccia selezione cinghiale e addestramento caniPredatori opportunisti: la CE apre al controlloAggiornamento Tortora. Convocata Conferenza Stato RegioniObbiettivo Natura. A Bruxelles il confronto continuaGallinella (M5S) "ora può nascere filiera selvaggina italiana" Campania, Associazioni venatorie sul piede di guerraCampania. Regione perde ricorso su modifiche calendario venatorioFriuli, Piccin (FI): ok spostamenti fuori Comune se prelievo cinghialiFondo per la ricerca UnczaSuper riserva Unesco in AppenninoRegione Lombardia investe nei Centri Lavorazione SelvagginaGallo "Tar Calabria certifica legittimità calendario venatorio"Emilia R.: ok in Commissione a calendario venatorioFidc: soddisfazione per pronunciamento Tar CalabriaMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Bologna modifica i piani di prelievo per starne e pernici


mercoledì 8 ottobre 2014
    

La Provincia di Bologna ha approvato un piano di prelievo per starne e pernici rosse, commisurato alla dinamica delle popolazioni e in base ai piani di gestione predisposti dagli ATC bolognesi nei rispettivi programmi annuali. Il calendario venatorio prevede infatti negli ATC bolognesi il prelievo di un massimo di 591 starne e 1.155 pernici rosse nel periodo compreso fra il 21 settembre e il 26 ottobre 2014. Si tratta di prelievi conservativi di entrambe le specie, calcolati sul 14,5% della consistenza estiva di starne, escluse le immissioni destinate esclusivamente agli ambiti protetti, e sul 14,26% per le pernici rosse, percentuale calcolata sulla popolazione estiva pre-caccia comprensiva delle immissioni e previa valutazione della mortalità media degli animali. I numeri programmati sono inoltre estremamente prudenziali e avvalorati dall’esperienza delle precedenti stagioni di caccia, nelle quali gli abbattimenti effettivi sono risultati sempre inferiori ai contingenti massimi consentiti.

Il prelievo delle due specie è correlato a piani di gestione che prevedono: interventi sull’ambiente tesi a migliorare le potenzialità del territorio ed attenuare l’azione dei fattori limitanti che condizionano la dinamica della popolazione;  il monitoraggio standardizzato della stessa;  la stima dell’incremento utile annuo; la stesura di un piano di prelievo commisurato alla dinamica della popolazione; l’adozione di meccanismi di controllo del prelievo che consentano il rispetto del piano programmato.

Il periodo per la caccia  a starna e pernice rossa, secondo il calendario provinciale, è iniziato il 21 settembre e si concluderà il 26 ottobre 2014. Ai fini del costante e tempestivo controllo del prelievo programmato, il cacciatore deve segnalare l’avvenuto abbattimento, entro 24 ore, compilando in ogni sua parte l’apposita scheda (scaricabile di seguito, come allegato 3 all’atto dirigenziale citato, o all’indirizzo www.atcbologna.org) e inviandola al centro Servizi ATC via fax (al numero 051 6388454) oppure tramite mail (all’indirizzo [email protected]).
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Leggi tutte le news

4 commenti finora...

Re:Bologna modifica i piani di prelievo per starne e pernici

EZIO MA DA NOI NEL NOSTRI CA SONO ANNI CHE LO FACCIAMO CON LA TIPICA E NONOSTANTE TUTTO HO PAURA CHE LA NUOVA LEGGE IN DISCUSSIONE IN PIEMONTE LA VOGLIA CHIUDERE NE SAI QUALCOSA ? GRAZIE

da GIGI 11/10/2014 8.05

Re:Bologna modifica i piani di prelievo per starne e pernici

Nel bolognese, come in altri territori della pianura padana, occorre fare anche dei piani per la lepre, ma non per fare i carnieri di una volta, ma per vedere le riserve piene come una volta!! tanto di cappello per la gestione della starna e della pernice.

da PaoloP 08/10/2014 19.08

Re:Bologna modifica i piani di prelievo per starne e pernici

Sembra incredibile ma so che non lo è....e non solo in quel di Bologna. Bravi!

da Ezio 08/10/2014 19.05

Re:Bologna modifica i piani di prelievo per starne e pernici

Tanto di cappello ai migliori gestori della fauna d'Italia. Forse rivedremo starne e pernici vere sulle nostre colline grazie a legislatori illuminati e cacciatori corretti.

da Luca 08/10/2014 13.49