Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Razze Canine | Consulente Cinofilo | Libri | Indirizzi |
 Cerca

News Cani

A Milano nasce la prima consulta animalista


venerdì 13 luglio 2012
    
L'Ufficio Tutela Animali non bastava, il Comune di Milano, grazie all'iniziativa dell'Assessore al Benessere e Qualità della Vita (con delega agli animali), Chiara Bisconti, ha pensato di dar vita ad una vera Consulta Animalista, con il compito di vigilare e partecipare alle politiche comunali sul tema della difesa degli animali. L'organo, che ha come Garante il professor Valerio Pocar, potrà infatti intervenire in tutti gli atti amministrativi comunali sul tema e coordinerà il lavoro delle associazioni animaliste.

La Consulta ovviamente sarà composta da rappresentanti di tutte le associazioni animaliste, che parteciperanno di volta in volta  “a sorteggio”. In questo primo biennio ne faranno parte i rappresentanti di Oipa, Enpa, Lac e Lipu. Nel biennio successivo toccherà a Lav, Mondo Gatto, Gol e Leal. Al tavolo saranno sempre presenti, oltre al Garante Pocar, un delegato del Sindaco, rappresentanti dell’Asl, della Polizia locale, della Guardia forestale, dell’Università di Milano.

La consulta collaborerà con il comune per il nuovo Regolamento Tutela Animali; promuoverà campagne di informazione ed educazione nelle scuole e interverrà presso gli altri Settori del Comune affinché pongano, nell’esercizio delle loro funzioni, un’attenzione particolare alla presenza in città degli animali liberi (ad esempio, nei casi di potatura di alberi ove vi sia una presenza di nidi). La Consulta inoltre supporterà il Servizio Tutela Animali nella sorveglianza delle criticità stagionali (nidificazioni, migrazioni, nevicate, gelo, siccità, ecc.), nell’individuazione di soluzioni tempestive a problematiche quali la cattura, il ricovero e la cura di animali abbandonati, ed elaborerà progetti e proposte per facilitare e garantire la possibilità per gli anziani di poter contare sulla compagnia del proprio animale nel caso di ricovero in ospedale.

Leggi tutte le news

22 commenti finora...

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

MIlanesi, avete voluto quel sovversivo di Pisapia sindaco? Adesso godetevelo!

da Martino, Bologna 16/07/2012 0.21

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

il fatto che alex taccia la dice lunga: si è vergognato delle @@@@@@@@@ che dice, e come tutti quelli della sua razza, non sa che @@@@@ rispondere...come è tipico...

da [email protected]@@@ agli animalari 15/07/2012 17.44

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

Gli animalari dovrebbero vivere nella citta delle scimmie.Con i cani sono già imparentati dal momento che quando chiamano il loro cane o gatto si sente dire vieni da mamma o da papà e se ci sono parenti o amici dicono ai loro animali vai da zia o da zio.VIVA LA CIVILT

da IL FALCO NERO 15/07/2012 17.26

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

Con i tempi che corriamo sarebbe stato meglio che protegessero i cittadini che gli animali del cazz. . Altre poltronealtri soldi che si polverizzano non se ne puo più che schifezza.

da VDM 15/07/2012 9.35

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

Noi paghiamo,voi rubate animalisti di sto cazzo|

da max 14/07/2012 20.07

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

Evidentemente la "cronaca" di Alex (".....tanto per la cronaca") e' la stessa del tg5 o brambilliana!

da Pietro 2 14/07/2012 18.52

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

X ALEX : tanto per la cronaca ............ 70 euro per l'ATC 1 genova ( che è divisa in due ATC )100 euro per ATC ASTI ( ce ne sono altri .. ) 173,16 per il porto d'armi , 90 per assicurazione obbligatoria , ...altri 75 minimo per il tesserino regionale : TOTALE 508.16 e più, e per andare SOLO in una parte della provincia di Genova e una parte della provincia di ASTI ... ALTRO CHE PENISOLA CON MENO DI 200 EURO ! INFORMATI MEGLIO PRIMA DI SPARARE. per favore !

da renzo 14/07/2012 15.15

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

Alex non risponde, allora rispondo io al mio commento delle h. 13. Si questo ente esiste: si chiama Caccia Italiana, come ben verificabile dal limite dei prelievi concessi dal tesserino e da come risulta da molti calendari venatori regionali. A fronte di prelievi limitati di selvaggina, tanto migratoria quanto ancor più stanziale, il prelievo di volatili nocivi, cornacchie, corvi, gazze e ghiandaie è in proporzione tripla, ad uscita, e trecento volte maggiore nell' arco dell' anno. Ma quel che è bello, invece che percepire finanziamenti, vuoi pubblici ed ancor meno privati, il cacciatore, per rendere questo servizio pubblico di equilibrio tra le specie, paga di tasca sua. Abolirvi a voi tutti è il minimo che si potrebbe fare, in quanto venditori di fumo.

da Fromboliere 13/07/2012 20.47

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

E' evidente che alex e' come la brambi!....e cioe' spara solo [email protected]@e!

da Luca D 13/07/2012 19.40

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

L'Unico Depositario della Verità Rivelata come giustamente lo definisce begallo non sa che per potere andare a caccia ci vogliono più o meno 5-600 euro per ATC, e non della penisola italica, e rispettare una infinità di leggi dal calendario venatorio alle leggi sulle armi e parla senza avere la conoscenza adeguata dell'argomento. Primo il rimborso è di 5,16 € è previsto dalla legge secondo per potere fruire di un patrimonio indisponibile dello Stato quale è la fauna NOI PAGHIAMO A DIFFERENZA di tutte le varie ass. animalare ambientaliste (QUASI 100) DA DOVE ATTINGONO E PER QUALE AMMONTARE

da Steven 13/07/2012 17.39

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

Copio:D'altro canto è dimostrato che a fronte di una tassa di duecento euro scarse cadauno i cacciatori possono fruire dei boschi e della fauna dell'italica penisola.Niente di più falso.Qesta cifra,può servire per un solo ATC e, non per "l'italica penisola".Preferisco non commentare oltre.......

da vince50 13/07/2012 15.38

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

Alex ... hai fatto come la tua palaladina!! Avete perso entrambi l'ennesima occasione per evitare di dire sciocchezze!!! Informati bene su quanto ogni cacciatore paga tutti anni per poter andare a caccia. Fra gabelle e balzelli vari la cifra è molto più alta. Senza considerare poi tutto l'indotto che da lavoro a migliaia di persone!! Tanto per la cronaca ...

da Leonardo - Fi 13/07/2012 15.33

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

Alex, l'Unico Depositario della Verità Rivelata........che minaccia denunce, querele, ecc..per difendere i Suoi Amici Animali....bravo......

da begallo 13/07/2012 15.15

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

conplimenti milanesi contano piu gli animali che voi auguri

da antonio 13/07/2012 15.15

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

AVETE VOTATO QUESTA AMMINISTRAZIONE?? TENEVELA.... oggi molti cittadini milanesi soffrono la fame, e questi pensano ai gatti e ai cani

da massimo 13/07/2012 14.24

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

io proporrei anche di fargli fare il vicesindaco ad un cane, tanto peggio di cosi'! chissa se la sig citata si e' minimamente preoccupata di case di riposo per anziani, e altre strutture ricettive per esseri umani, macche!!!!!!!!! l'importante e che non si tagli un ramo dove nidifica un merlo, ma questi che fumano, tutta robaccia!

da gianni 13/07/2012 14.12

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

Ma le assoanimalare (ONLUS) presentano bilanci con cifre che toccano quasi i due milioni di € all'anno e non pagano nemmeno un centesimo di tasse, e questo non è un contributo??? In quanto all'usufrutto di boschi ecc. della penisola, togliendo i cacciatori, tutti i restanti cittadini italiani ne usufruiscono GRATIS, inquinano, sporcano, bruciano e deturpano. ALEX, i cacciatori pagano la TASSA GOVERNATIVA, la TASSA REGIONALE, la TASSA PROVINCIALE, L'ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA. Quella rara volta che una regione da un contributo per una festicciola, i cacciatori se la sono pagata profumatamente. Un consiglio, dai più ascolto alle parole di una persona come Giovanardi e cerca, se ci riesci, ad ascoltare meno la brambilla la quale non fa altro che prendere per il [email protected]@lo una buona fetta di italiani in buona fede, partendo da te !!!!

da Gimessin 13/07/2012 14.02

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

x Alex - non perdete mai occesione per tenere la bocca chiusa, esistono 92 ASSOCIAZIONI ANIMALISTE, spiegaci come fanno ad andare avanti? AUTOSOVVENZIONI? quote dei soci ? fammi il piacere evita di dire cose di cui non sei assolutamente al corrente.

da Lupus 13/07/2012 13.29

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

Alex, cos'è vuoi intimidirmi perchè ho sollevato ragionevoli dubbi senza diffamare nessuno. Cosa vedi di tanto pericoloso nelle mie richieste di chierimenti? Poi tanto per la cronaca, come mai ti interessa sapere sei i soldi che versiamo allo Stato in parte ritornano alle associazioni venatorie e come vengano usati i restanti euro, non sarai mica incavolato che vengano usati per le persone e non per gli animali?

da Laura X Alex 13/07/2012 13.24

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

@ Alex: c'è un ente di protezione animali che faccia capo a qualsiasi sigla dove si pensi a proteggere molte specie di animali messe a rischio da altre specie di animali? e se c' è come agisce, con quali strutture e finanziato da chi?

da Fromboliere 13/07/2012 13.00

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

Tanto per la cronaca... di tasse ne paghiamo più del doppio, inoltre fruiamo della natura quanto te e tutti gli altri che(per ora) passeggiano sui miei terreni, infine se non è vero che succhiate soldi pubblicate annualmente l'elenco analitico degli introiti. Saluti

da Festinalente 13/07/2012 12.25

Re:A Milano nasce la prima consulta animalista

Vorrei fare presente alla sigra Laura che l'on. Giovanardi è stato già denunciato per diffamazione perchè affermava che le associazioni per il rispetto degli animali ricevono contributi pubblici. D'altro canto è dimostrato che a fronte di una tassa di duecento euro scarse cadauno i cacciatori possono fruire dei boschi e della fauna dell'italica penisola, facendo introitare alle proprie associazioni venatorie una parte delle stesse tasse (per non parlare dei fondi distrubuiti da Regioni come quella del Veneto per eventi e festicciole varie). Tanto per la cronaca,

da Alex 13/07/2012 12.11