Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Baggio il Cincinnato e il "Divin codino", il film prodotto da NetflixCabina Regia scrive al MITE su Piano gestione tortoraMazzali: approvate semplificazioni a legge cacciaL'Arizona apre la caccia al bisonteCia Ferrara. I fagiani fanno danniRolfi: per il cinghiale occorre riforma nazionaleUmbria: bozza calendario venatorio in CommissionePiano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioColdiretti: In Italia oltre 2 milioni di cinghiali "incrementare abbattimenti"Fidc Forlì Cesena: bene nuovo calendario venatorio regionaleCalabria: al via caccia selezione cinghiale e addestramento caniPredatori opportunisti: la CE apre al controlloAggiornamento Tortora. Convocata Conferenza Stato RegioniObbiettivo Natura. A Bruxelles il confronto continuaGallinella (M5S) "ora può nascere filiera selvaggina italiana" Campania, Associazioni venatorie sul piede di guerraCampania. Regione perde ricorso su modifiche calendario venatorioFriuli, Piccin (FI): ok spostamenti fuori Comune se prelievo cinghialiFondo per la ricerca UnczaSuper riserva Unesco in AppenninoRegione Lombardia investe nei Centri Lavorazione SelvagginaGallo "Tar Calabria certifica legittimità calendario venatorio"Emilia R.: ok in Commissione a calendario venatorioFidc: soddisfazione per pronunciamento Tar CalabriaMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Comitato contro Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare


martedì 20 dicembre 2011
    
Nei primi mesi di quest’anno è sorto a Venezia un comitato che raggruppa decine di associazioni (Comitato Risorse Vitali: contro la Laguna nord) che operano sul territorio ed in particolare nella zona lagunare per opporsi, senza se e senza ma, all’ipotesi di trasformare Venezia in un parco turistico, stravolgendone - dicono - i delicati equilibri.

Queste associazioni raggruppano decine di migliaia di soci e provengono da realtà diverse accomunate, però, dagli stessi valori e principi che appartengono agli uomini che vivono l’ambiente in maniera naturale, grazie alle tradizioni ed alla cultura insita nel popolo veneziano. Valori condivisi con il mondo venatorio, ed è proprio a quest'ultimo che il comitato si rivolge per chiedere una posizione chiara e inequivocabile sul Parco, dopo le migliaia di firme raccolte tra i cittadini veneziani.

Gli anti parco non credono alle rassicurazioni sul fatto che una volta istituito il parco  le attività tradizionali come la caccia e la pesca saranno valorizzate, come invece sarebbe emerso anche durante un recente incontro tra le associazioni venatorie, gli Atc, il Comune e la Provincia . Nel comunicato della Provincia si legge, tra l'altro, che "dopo le richieste di chiarimento i rappresentanti di Atc e associazioni venatorie hanno manifestato la loro disponibilità a collaborare a questo progetto, per molti versi innovativo, anche partecipando direttamente ai lavori per la redazione del futuro Piano di gestione del Parco.

"Ad oggi - si legge nella lettera del Comitato - ci risulta che solo un’associazione venatoria abbia formalmente chiesto una rettifica di quelle dichiarazioni. Chiediamo, pertanto, anche alle altre associazioni venatorie e all’ambito territoriale di caccia competente se è veramente questa la loro posizione ufficiale nei confronti del parco. In caso contrario assumano una posizione forte, chiara ed inequivocabile in modo da capire se le migliaia di cittadini, che in questi giorni stanno firmando la nostra petizione e le altre associazioni di categoria, possono contare anche sull’aiuto del mondo venatorio per bloccare questo ennesimo parco non voluto".

Leggi tutte le news

19 commenti finora...

Re:Comitato contro Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare

contrario al parco lo sono da sempre!!! purtroppo non lo sono stati i politici e amminisratori locali, anche quelli che sono venuti a mangiare la selvaggina in campagna elettorale e che ci hanno messo in questa pessima situazione poi Massimo non eri consigliere provinciale del P.D.L. nel 2006? quando in comune con il voto dei tuoi,e purtroppo anche miei amici di partito è stato approvato il parco,nonostante l'accordo,come hai dichiarato pubblicamente, avevi con l'allora candidato sindaco,Cacciari. non arrampicarti sugli specchi stiamo ancora aspettando la marcia dei trentamila avevi un'occasione d'oro te la sei giocata nel peggior modo possibile, tutto per non ascoltare chi ,come il sottoscritto ti ha consigliato per il meglio

da fulvio scarpa presidente comunale A.C.V.confavi di venezia 22/12/2011 18.26

Re:Comitato contro Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare

Prendiamo atto pubblicamente che non sei contrario al parco. Io non ho espresso il mio punto di vista, ma ti ho messo al corrente di ciò che è stato detto in data 16 Novembre in Regione e sono comunque sempre impegnato a contrastare il Parco, senza mai dire "aspettiamo", "non si può far niente", "ci hanno detto che", facendo passare il tempo e permettendo loro di fare quello che vogliono, grazie al tacito assenso ed alla rassegnazione di molti.

da Presidente ACV Provinciale di Venezia Massimo Parravicini 22/12/2011 16.46

Re:Comitato contro Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare

caro massimo in un tuo comunicato, dopo aver incontrato dei funzionari regionali, ci hai informato che per il parco tutti i passaggi,,legali e amministrativi, erano stati fatti e che non restava altro che rivolgersi al comune di venezia affinchè nella stesura del piano ambientale fosse, nelle more dell'art.27 della L.40/84, possibile praticare l'attività venatoria. questo è quello che ci dici e che io ed altri sappiamo da tempo. perciò anche tu lo ammetti il parco è fatto!!! manca solo la delibera finale e tu mi hai anche indicato la data del 25 gennaio,per la sua approvazione.ora permettimi un pensiero, non è che ti sei sbilanciato troppo con l'irrigidimennto sul no parco, da non poter più fare una riflessione e vedere cosa ancora si può recuperare...inoltre avere la possibilità di entrare nella famosa stanza dei "bottoni" anche se comporta grosse responsabilita,è per i cacciatori un'occasione da non perdere,

da fulvio scarpa presidente comunale A,C.V. confavi di Venezia 22/12/2011 16.01

Re:Comitato contro Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare

Caro Fulvio, come ti ho ripetuto più volte durante le riunioni a cui hai partecipato, tutti i partiti coinvolti, a parte qualche saggio consigliere, sia di destra che di sinistra (che ha capito la gravità della situazione in cui ci porterà il parco della laguna nord) sono a favore del parco. La mia modesta impressione, come già ti avevo detto, è che ci sia uno scambio di interessi tra cemento(quadrante di Tessera) ed il parco stesso. Per me l’unico obiettivo è bloccare il parco, in quanto la nostra categoria non otterrà mai benefici con il parco, ma si vedrà limitata la caccia anno dopo anno, fino alla chiusura totale, per non parlare di tutte le limitazioni e vincoli che i veneziani subiranno: inaccettabile. Lo stesso dicasi, per i milioni di metri cubi di cemento che verranno destinati a ridosso del parco: inacettabile.

da Presidente ACV Provinciale di Venezia Massimo Parravicini 22/12/2011 11.39

Re:Comitato contro Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare

Caro Romanelli, la riflessione, prima di scrivere certe cose, è un fattore fondamentale per un politico quale, ora, sei tu. Avresti dovuto chiedere informazioni al diretto interessato, e quindi a me, prima di scrivere certe falsità. Ti avrei risposto che non sono mai stato iscritto né al PDL, né all’UDC, né tantomeno iscritto in liste comunali, dove non ci sono competenze di caccia e di pesca. Ho rinunciato alle comode poltrone, ed ai facili guadagni, che mi furono offerti, per essere libero di continuare nelle battaglie in difesa delle nostre passioni e come richiestomi dalle categorie che rappresento. Non capisco perché tu mi veda come un rivale, visto che fai parte dell’Associazione che presiedo a livello provinciale. Non capisco, inoltre, perché ti scandalizzi se ho fatto accordi con politici per bloccare il Parco, riuscendoci fino al cambio della Giunta Comunale. Non sapevo che tu fossi a favore del Parco..è questo che si evince dal tuo fastidio per il mio accordo che portò al blocco del progetto per tutto il periodo della Giunta Cacciari.. Purtroppo ignoranti disinformati ce ne sono sempre, e sempre di più, che portano a facili guadagni gli avvocati: ti informo che ho passato la pratica al mio legale, ritenendo che nelle tue dichiarazioni ci siano gli estremi per la diffamazione.

da Presidente ACV Provinciale di Venezia Massimo Parravicini 22/12/2011 11.10

Re:Comitato contro Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare

e perchè non diciamo che Parravivini aveva un accordo con l'ex sindaco Cacciari parole sue ad una assemblea dell'ambito. perchè non diciamo che Parravicini nelle liste dell'udc qull'udc a favore del parco ma cosa vogliamo raccontare che ora è colpa di Caccia AMBIENTE ma fate il piacere,ma non siete stufi di essere presi per i fondelli da questi politici che cercano solo di salvaguardare la loro poltrona? se queste persone avessero appoggiato l'ambito nella sua battaglia non saremmo a queste conclusioni,ma cosa dico solo un associazione difende i diritti dei cacciatori ora basta ,le battaglie si vincono assieme ,e date retta se continuerete su questo passo farete solo disfattismo e sapete bene che ho ragione,ma il vostro orgoglio non dirà mai il contrario,rigraziate gente come Scarpa che lavora per il bene della caccia ,e non chi lavora per la poltrona,vero Parravicini,prima pdl poi udc ma cosa vogliamo fare gli eroi?

da Cristian Romanelli 21/12/2011 19.44

Re:Comitato no Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare

Qualche domanda anch’io: perché Fulvio Scarpa non dà una mano a dire quali sono i partiti di chi ha approvato il Parco, visto che mi risulta che suo fratello è consigliere comunale di maggioranza, quindi PD? Ed ancora: Perché Fulvio Scarpa, che è il delegato di Caccia Ambiente in Comune di Venezia, non prende una decisione pubblica ed ufficiale, ma preferisce astenersi come partito? Ed ancora: perché Fulvio Scarpa che è il vicepresidente dell’ATC lagunare non sollecita il presidente dell'ATC Lagunare affinchè prenda finalmente una decisione chiara? Sono forse tutti d'accordo per ottenere una sedia nel consiglio di amministrazione dell'Ente Parco? Si rende conto, Fulvio Scarpa, che è valido, fino a prova contraria, quello che è stato scritto dall'Assessore Provinciale alla ciaccia, ovverosia che l'Ambito è favorevole al parco? Ed infine: perché si firma come presidente sezione comunale ACV e non come delegato del partito Caccia Ambiente? Cosa ha fatto il Partito Caccia Ambiente contro il Parco?

da CACCIATORE VENEZIANO 21/12/2011 15.46

Re:Comitato no Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare

Gentile Signor Eddie, sono pienamente d'accordo con Lei. Considero i partiti politici delle lobby, che mantengono i loro privilegi attraverso le nomine di servetti in consigli d'amministrazione per ricambiarli della loro servitù/schiavitù. Penso che i partiti debbano essere lo strumento del popolo al servizio del popolo e che debbano lavorare per risolvere i problemi e migliorare la qualità della vita.

da Presidente ACV Provinciale di Venezia Massimo Parravicini 21/12/2011 15.14

Re:Comitato no Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare

ho scritto due volte comune. volevo invece scrivere REGIONE VENETO scusate

da fulvio scarpa presidente sezione comunale A.C.V. CONFAVI di venezia 21/12/2011 14.26

Re:Comitato no Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare

solo una domanda. perchè il comitato no parco non pubblica i nomi e il partito di appartenenza di chi, in comune, in provincia e in comune ha approvato il P.A.T.(piano di assetto del territorio) dove era compreso il parco della laguna nord? questo per informare i cacciatori, chi non votare alle prossime elezioni.

da fulvio scarpa presidente sezione comunale A.C.V. CONFAVI di Venezia 21/12/2011 13.54

Re:Comitato no Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare

per cortesia smettiamola di crare nuovi " carrozzoni"a spese della collettività,un parco lagunare non serve a nessuno,se non a costruire posti ad hoc per gli amici degli amici.Siamo in momento di crisi,cerchiamo di non amplificarne la portata con altri sprechi,i vari Calatrava,Blue Moon ( Lido Ve),Ospedali svenduti ad amici e compagni di merenda,isole comprate dai soliti Noti e rivendute al triplo,è ora di dire basta a questi ladrocini e favori.Siamo stufi di essere SUDDITI e non cittadini,abbiamo diritto di godere quanto la natura e l'ambiente ci offre,senza dover sborsare cifre astronomiche ,che il ceto medio non possiede.Cari politici o tecnici comunque e chiunque siate : SCENDETE AL PIANO TERRENO DOVE ABITANO GLI UMANI e se dovete o potete rappresentarci , ricordatevi che non siete su Marte.

da eddie 21/12/2011 12.29

Re:Comitato no Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare

SEGUE DALLA PRIMA Ritengo che questo progetto del Parco della Laguna Nord, fatto con la quasi totale contrarietà dei residenti ricadenti nel Territorio, porterà nel tempo non solo un regresso socioeconomico, ma anche un degrado ambientale e la fine o l’impoverimento di antiche culture e tradizioni vallive, che sono l’essenza vitale dello stesso territorio. Porterà inoltre l’aumento delle tasse ai cittadini veneziani per una gestione che poi si rivelerà fallimentare, come quella che, in tempi non sospetti, dichiarai per il Gral, dove migliaia di euro dei contribuenti veneziani sono finiti in acqua con nessun beneficio alla categoria ed all’ambiente. Un caro saluto, Massimo Parravicini Presidente Acv Provinciale Venezia Spero che questa lettera metta a tacere le malelingue e possa far riconoscere la volontà totale, dell'Associazione che rappresento, di contrastare la creazione del Parco della Laguna Nord.

da Presidente ACV Provinciale di Venezia Massimo Parravicini 21/12/2011 11.48

Re:Comitato no Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare

Questa la lettera inviata al Vice Presidente della Provincia di Venezia, ed in copia al Governatore Zaia, al Prefetto di Venezia, al Sindaco Orsono, alla Presidente della Provincia di Venezia Zaccariotto ed a tutti i quotidiani: Oggetto: Richiesta modifica affermazioni riguardanti l’incontro per il Parco della Laguna Nord nella pagina della Provincia di Venezia Egregio Vice Presidente Mario Dalla Tor, sono stato informato, e successivamente ho verificato, che nel sito della Provincia di Venezia c’è una pagina riguardante l’incontro avvenuto nella sede dell’Atc Lagunare tra Lei, l’Assessore Bettin, il Direttivo dell’Atc ed i Presidenti Provinciali delle Associazioni venatorie. Nella pagina di questo sito, si annuncia che: “i rappresentanti dell’Atc e delle associazioni venatorie, dopo aver ascoltato con grande interesse e attenzione le proposte dei due amministratori e aver richiesto approfondimenti e chiarimenti su aspetti tecnici connessi all’istituzione del nuovo Parco, hanno manifestato la loro disponibilità a collaborare a questo progetto, per molti versi innovativo, anche partecipando direttamente ai lavori per la redazione del futuro Piano di gestione del Parco”. Non avendo io mai dichiarato ciò, non avendo MAI manifestato la mia intenzione a collaborare ed a partecipare ai lavori di redazione del futuro di gestione del Parco, che considero un disastro per la civiltà lagunare e ritenendo lesive tali dichiarazioni per la mia immagine sia di Presidente Provinciale dell’Associazione Cacciatori Veneti, sia del Comitato Risorse Vitali, La sollecito a far correggere questa pagina al fine di evitare spiacevoli conseguenze di carattere legale. SEGUE SECONDA PARTE

da Presidente ACV Provinciale di Venezia Massimo Parravicini 21/12/2011 10.52

Re:Comitato no Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare

Gentili Signori, in qualità di Presidente dell'ACV Provinciale di Venezia, sostengo quanti credono che questo parco sia solo un carrozzone fatto per attingere denaro pubblico e privato, che non andrà a beneficio nè alla Laguna di Venezia, nè a Venezia stessa, nè ai suoi abitanti, ma sicuramente andrà a beneficio dei portaborse predisposti all'ubbidienza ed alla servitù dei Partiti. L'ambiente subirà una mummificazione, gli abitanti delle isole inizieranno ad emigrare e noi cacciatori, per via della Legge Regionale n.40/1984 e la Legge Quadro Nazionale sulle aree protette n.394/1991, non potremo più cacciare. TASSATIVAMENTE. La strategia che verrà adottata sarà quella di ridurre negli anni sia il territorio che le giornate e le specie cacciabili, così da arrivare in poco tempo alla chiusura della caccia, se non arrivarci anche prima attraverso i ricorsi della LAC. Io mi batto da anni per contrastare questo Parco della Laguna Nord che in pochi anni, se verrà creato, si amplierà anche come Parco della Laguna Sud. Di seguito la lettera che ho inviato al Vice Presidente della Provincia di Venezia.

da Presidente della Provincia di Venezia Massimo Parravicini 21/12/2011 10.37

Re:Comitato no Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare

NO COMMENT....perche' è meglio che il sottoscritto non dica nulla in quanto......HO GIA' DETTO [email protected]!!!!!

da ARMERIA 2000 21/12/2011 8.46

Re:Comitato no Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare

No a questo nuovo carrozzone che avrà come solo e unico scopo,quello di vietare o limitare al massimo l'attivita venatoria,naturalmente chi caccia nelle Valli riservate,non avrà nessuna limitazione...altra legnata sul capo della povera gente.....complimenti alla roccaforte rossa che governa Venezia...w la caccia.

da .......ci vostri. 20/12/2011 19.34

Re:Comitato no Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare

Fabrizio "qualche dubbio" ??????????? Sono solo organismi mangiasoldi che dell'ambiente non hanno interesse ma mangiano soldi pubblici. Guarda quanti comuni si sono coalizzati a creare parchi perchè prendono soldi dalla CEE, dalo Stato, dalle regioni e a volte dalle provincie. Ma nei parchi l'ambiente che fine fa? Non viene curato, abbandonato a se stesso. Però nelle spese gestionale appaiono spesso voci del tipo : stipendi del personale, aquisto beni mobili ed immobili, spese consulenze (amici dei presidenti),carburante automezzi. Per l'ambiemnte spese per circa 10/15%. Ora che i soldi mancano bisogna chiuderli ed eliminarli i parchi. Perchè la comunità deve sopperire a queste trappole create ads arte da politici e politicanti? I parchi possono essere gestiti gratuitamente dai cacciatori che già gratuitamente tengono all'ambiente dove si può esercitare la caccia perchè senza ambiente no fauna= no caccia.

da tiziano57 20/12/2011 19.17

Re:Comitato no Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare

la parola "parco" esclude di fatto la caccia..........meditate meditate!!!!!!!!!!!!!

da andrea ge 20/12/2011 19.17

Re:Comitato no Parco Laguna veneta: il mondo venatorio decida da che parte stare

I parchi vanno combattuti e le associazioni venatorie commetterebbero un errore grossolano se appoggiassero l' apertura di nuovi parchi. E' cosi' che sono riusciti a creare 135 parchi regionali, sulla cui utilita' ho qualche dubbio.

da Fabrizio 20/12/2011 18.36