Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Baggio il Cincinnato e il "Divin codino", il film prodotto da NetflixCabina Regia scrive al MITE su Piano gestione tortoraMazzali: approvate semplificazioni a legge cacciaL'Arizona apre la caccia al bisonteCia Ferrara. I fagiani fanno danniRolfi: per il cinghiale occorre riforma nazionaleUmbria: bozza calendario venatorio in CommissionePiano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioColdiretti: In Italia oltre 2 milioni di cinghiali "incrementare abbattimenti"Fidc Forlì Cesena: bene nuovo calendario venatorio regionaleCalabria: al via caccia selezione cinghiale e addestramento caniPredatori opportunisti: la CE apre al controlloAggiornamento Tortora. Convocata Conferenza Stato RegioniObbiettivo Natura. A Bruxelles il confronto continuaGallinella (M5S) "ora può nascere filiera selvaggina italiana" Campania, Associazioni venatorie sul piede di guerraCampania. Regione perde ricorso su modifiche calendario venatorioFriuli, Piccin (FI): ok spostamenti fuori Comune se prelievo cinghialiFondo per la ricerca UnczaSuper riserva Unesco in AppenninoRegione Lombardia investe nei Centri Lavorazione SelvagginaGallo "Tar Calabria certifica legittimità calendario venatorio"Emilia R.: ok in Commissione a calendario venatorioFidc: soddisfazione per pronunciamento Tar CalabriaMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Fidc Umbria: il nuovo calendario venatorio è un punto di equilibrio tra le varie forme di caccia


lunedì 20 luglio 2009
    
Fidc Umbria su nuovo calendario venatorio Riceviamo e pubblichiamo:
 
La gestione della caccia spetta agli Atc. Il Presidente della Giunta Provinciale Guasticchi intervenga immediatamente sulle dichiarazioni del consigliere Granocchia.
 
Un atto importante come il calendario venatorio, è risaputo, genera sempre discussioni, dettate dalla volontà di ciascuno di ottenere qualcosa di diverso e più favorevole nei confronti della propria forma di caccia. Ma crediamo che questo calendario, calato nell’attuale situazione legislativa italiana, rappresenti un risultato comunque valido, che mette in equilibrio tutte le diverse forme di caccia, come giustamente ci viene richiesto di fare dalla base. Non tutte le nostre proposte sono state accettate, si pensi ad esempio alla quaglia, ma molte altre sì. Abbiamo condiviso il percorso, che l’assessore ha intrapreso, di discussione alle varie riunioni della consulta, e siamo rispettosi comunque delle autonomie decisionali della Regione. Quindi nessun blitz, come abbiamo letto in qualche articolo di stampa, ma un percorso cui tutti hanno potuto partecipare, in trasparenza e sempre nelle sedi opportune.
 
Parlare di blitz ci sembra una strumentalizzazione, pratica alla quale purtroppo siamo avvezzi specialmente in periodo di tesseramento. Respingiamo quindi il tentativo di alimentare ancora più confusione tra i cacciatori, creando inutili divisioni, a maggior ragione nel momento in cui, a livello nazionale, si sta con forza cercando di ritrovare una possibile e auspicata unità.
 
Abbiamo letto, inoltre, in un articolo di stampa, di una conferenza organizzata da alcune associazioni venatorie e non, durante la quale il consigliere provinciale Granocchia ha asserito che la Provincia deve riappropriarsi della delega alla caccia. Se ciò significa togliere la gestione dell’attività venatoria agli Ambiti territoriali di caccia, a tale scopo deputati dalla legge quadro nazionale, allora le affermazioni di Granocchia sono a nostro avviso antiquate, superate, frutto di una visione miope che rimanda alla fine degli anni Ottanta, quando ancora il mondo venatorio non aveva fatto la scommessa di riappropriarsi della gestione del territorio a caccia programmata. E su queste dichiarazioni, poiché sulla stampa è apparso che Granocchia ha parlato a nome di tutta la Provincia, chiediamo che il nuovo presidente della giunta provinciale dottor Guasticchi si pronunci quanto prima, perché come Federcaccia vorremmo conoscere il suo parere. Auspichiamo una netta e drastica presa di distanza da parte di Guasticchi nei confronti delle parole di Granocchia circa la gestione: ciò non dovesse succedere, per Federcaccia sarebbe equivalente a una dichiarazione di guerra nei confronti dei cacciatori e dell’attività venatoria programmata con criterio. Non sappiamo, infine, se queste infelici affermazioni di Granocchia siano condivise anche da altre associazioni venatorie, presenti nei Comitati di gestione degli Atc e anche in quella conferenza stampa. Così fosse, correttezza vorrebbe che i rappresentanti di tali associazioni si dimettessero oggi stesso dagli Atc.
 
Perugia, 20 luglio 2009
 
Ufficio Stampa Federcaccia Umbra
Leggi tutte le news

0 commenti finora...