Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Piano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioColdiretti: In Italia oltre 2 milioni di cinghiali "incrementare abbattimenti"Fidc Forlì Cesena: bene nuovo calendario venatorio regionaleCalabria: al via caccia selezione cinghiale e addestramento caniPredatori opportunisti: la CE apre al controlloAggiornamento Tortora. Convocata Conferenza Stato RegioniObbiettivo Natura. A Bruxelles il confronto continuaGallinella (M5S) "ora può nascere filiera selvaggina italiana" Campania, Associazioni venatorie sul piede di guerraCampania. Regione perde ricorso su modifiche calendario venatorioFriuli, Piccin (FI): ok spostamenti fuori Comune se prelievo cinghialiFondo per la ricerca UnczaSuper riserva Unesco in AppenninoRegione Lombardia investe nei Centri Lavorazione SelvagginaGallo "Tar Calabria certifica legittimità calendario venatorio"Emilia R.: ok in Commissione a calendario venatorioFidc: soddisfazione per pronunciamento Tar CalabriaAddio al Principe Filippo. Grande cacciatore e ambientalistaSolidarietà ad Ibrahimovic attaccato dagli animalistiReferendum caccia 842. Il commento delle associazioni venatorieCampania. "Al peggio non c'è mai limite"FACE: così i cacciatori tutelano i migratori acquaticiFidc: approvate linee guida sulle carni di selvaggina Umbria. Le squadre avanzano le proprie proposte sul cinghialeBattistoni dalla Tuscia al Governo dei Migliori: "sulla caccia occorrono passi avanti"Francia. Asta di opere di DunchinMondo venatorio unito contro episodi di bracconaggio nel casertanoMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Calabria: Tar rigetta ricorso Lipu Wwf contro calendario venatorio


giovedì 17 dicembre 2020
    

 
 
 
In anticipo di un mese rispetto alla data prevista, il Tar della Calabria ha emesso la propria sentenza sul ricorso presentato dagli anticaccia contro il Calendario Venatorio. Ecco il commento della Federazione Italiana della Caccia:

"Nuova puntata della vicenda legata al calendario venatorio regionale calabrese, il TAR ha discusso ieri il ricorso avanzato da WWF e LIPU contro Regione Calabria e ISPRA per il preteso annullamento con atto di motivi aggiunti previa sospensione degli effetti della Delibera regionale  di approvazione del Calendario Venatorio 2020-2021 e di tutte le modifiche e integrazioni successivamente avvenute, rendendo nota quest’oggi la relativa ordinanza.

Unica associazione a costituirsi concretamente e non solo per poter piantare la bandierina della propaganda, in opposizione al fianco della Regione ancora una volta è stata Federcaccia, rappresentata dall’avvocato Alberto Bruni di Firenze, che ha presentato una corposa Memoria tesa a controbattere puntualmente le argomentazioni avanzate dai ricorrenti, così come riconosciuto dallo stesso TAR che esplicitamente cita le nostre puntuali controdeduzioni.

In particolare, quanto argomentato dall’avvocato Bruni ha indotto il Collegio a ritenere, che il procedimento di VINCA per i calendari venatori, diversamente da quello per i piani faunistico venatori, si riduce a un primo livello di mero screening non foss’altro che per la ristrettezza dei termini che contraddistingue l’approvazione stagionale dei calendari faunistico venatori il cui contenuto, quale mera attuazione temporale dei piani faunistico venatori, è ben più semplice rispetto alla complessità di quest’ultimi.

È quindi con soddisfazione che abbiamo preso atto della decisione del Tar che ha rigettato le ragioni degli anticaccia, fatta salva l’eccezione sollevata per la ZPS IT9310301 Sila Grande, che non è stata oggetto di VINCA in quanto erroneamente ritenuta integralmente ricadente nell’area del Parco Nazionale della Sila. Il Tar ha quindi stabilito in via cautelare di sospendere la caccia in alcune aree di tale ZPS.

Ricordiamo che l’istanza cautelare proposta con l’atto di motivi aggiunti atteneva principalmente proprio alla pretesa illegittimità del procedimento di valutazione di incidenza ambientale espletato dalla Regione Calabria in ottemperanza all’ordinanza del TAR n. 522/2020.

Su questo atto peraltro, Federcaccia Calabria – insieme alle altre associazioni del Coordinamento regionale – aveva già avuto modo di esprimersi anche pubblicamente, contestando alla Regione il fatto che i Decreti VINCA sul calendario licenziati dal Dipartimento Territorio e Ambiente fossero inaccettabilmente penalizzanti per i cacciatori calabresi, introducendo una pericolosa serie di vincoli immotivati malgrado la fattiva collaborazione con l’Assessorato dei tecnici dell’Ufficio Studi e Ricerche nazionale di Federcaccia.

“Siamo ovviamente soddisfatti per la decisione del TAR e il ruolo giocato dalla Federazione per scongiurare un altro stop dell’attività per i cacciatori calabresi, già pesantemente penalizzati da questa annata – ha affermato il Presidente Regionale e Vicepresidente nazionale Giuseppe Giordano – Ringrazio in particolare l’avvocato Alberto Bruni per il suo fondamentale intervento, ma devo rivolgere anche parole di apprezzamento e di ringraziamento all’altrettanto fondamentale lavoro dell’Avvocatura regionale attraverso le memorie dell’avvocato Angela Marafioti.

I Giudici del Tar hanno giustamente rigettato l’argomentazione dei ricorrenti che avevano definito la VINCA rabberciata, fittizia e superficiale, mentre così non è. Rimane tuttavia il fatto che la questione VINCA deve essere risolta e in modo soddisfacente nella sua applicazione.

Federcaccia Calabria ha già richiesto un incontro con gli Uffici competenti per affrontare il tema del recupero del calendario della stagione corrente e la definizione delle linee di azione per il prossimo anno che, ripeto, non possono essere quelle dei Decreti VINCA attuali.

Adesso invitiamo la Regione a produrre la Delibera di Giunta per consentire la caccia al cinghiale fino al 31 gennaio che ha già avuto il positivo parere Ispra e la sollecitiamo a presentare richiesta all’Istituto per il recupero dei tempi di caccia al colombaccio e alle altre specie al 10 febbraio, così come proposto dal Coordinamento delle Associazioni venatorie calabresi nel documento del 16 novembre scorso”.

Leggi tutte le news

3 commenti finora...

Re:Calabria: Tar rigetta ricorso Lipu Wwf contro calendario venatorio

Ma questi pagano le spese se perdono.......?........no, e "continua"

da Mario 18/12/2020 23.59

Re:Calabria: Tar rigetta ricorso Lipu Wwf contro calendario venatorio

attaccateve al tram…………….I nipotini del cancelliere austriaco che negli anni 30 del secolo scorso ha governato la Germania, anche questa volta sono stati sconfitti.

da Hunter79 17/12/2020 15.19

Re:Calabria: Tar rigetta ricorso Lipu Wwf contro calendario venatorio

La legge non è nè scienza nè matematica,ci sono TAR e TAR. Questione di correnti...COPRIAMOCI

da Francesco 17/12/2020 11.59