Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Piano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioColdiretti: In Italia oltre 2 milioni di cinghiali "incrementare abbattimenti"Fidc Forlì Cesena: bene nuovo calendario venatorio regionaleCalabria: al via caccia selezione cinghiale e addestramento caniPredatori opportunisti: la CE apre al controlloAggiornamento Tortora. Convocata Conferenza Stato RegioniObbiettivo Natura. A Bruxelles il confronto continuaGallinella (M5S) "ora può nascere filiera selvaggina italiana" Campania, Associazioni venatorie sul piede di guerraCampania. Regione perde ricorso su modifiche calendario venatorioFriuli, Piccin (FI): ok spostamenti fuori Comune se prelievo cinghialiFondo per la ricerca UnczaSuper riserva Unesco in AppenninoRegione Lombardia investe nei Centri Lavorazione SelvagginaGallo "Tar Calabria certifica legittimità calendario venatorio"Emilia R.: ok in Commissione a calendario venatorioFidc: soddisfazione per pronunciamento Tar CalabriaAddio al Principe Filippo. Grande cacciatore e ambientalistaSolidarietà ad Ibrahimovic attaccato dagli animalistiMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Interrogazione Bruzzone contro Parco Iblei


venerdì 26 aprile 2019
    

 
“Ho presentato un’interrogazione al ministro dell’Ambiente in merito all'istituzione del Parco nazionale degli Iblei, in Sicilia".  Lo annuncia in una nota il Senatore Francesco Bruzzone, il quale segnala una serie di manifestazioni di cittadini siciliani contro l'istituzione del Parco. Sono passati 12 anni dall'emanazione della norma che lo ha previsto e i finanziamenti sono scaduti. L'iter è stato ripreso ora senza interpellare i cittadini, che ora si ribellano.

"I cittadini delle tre province Siracusa, Ragusa e Catania, costituiti in un comitato spontaneo denominato “Sicilia nostra”, in rappresentanza delle categorie degli allevatori, agricoltori, imprese rurali, associazioni venatorie, assoarmieri, associazioni tiro a volo, gruppi cinofili e tutte le aziende con interessi sull'intero territorio - spiega Bruzzone -, stanno esternando il malessere di tutti coloro che hanno a cuore il mantenimento del territorio affinché possa essere liberamente fruito dai siciliani: i cittadini coinvolti lamentano il mancato ascolto delle loro esigenze di vita quotidiana e la mancata spiegazione dei vantaggi e svantaggi che si determinerebbero a seguito ai divieti e vincoli che verrebbero applicati all'edilizia e alla conduzione delle aziende agro pastorali, al mondo venatorio e a tutto l’indotto connesso con tali attività; ciò anche tenendo conto che le aziende agricole interessate sono molte di più rispetto a quelle presenti nel 2007; alla cittadinanza, inoltre, spaventa l’inevitabile rarefazione delle attività umane che provocheranno un impoverimento dei territori non solo di quelli montani al di sopra dei 1000 m ma già di aree ad altezze contenute di circa 60-70 m; soprattutto gli allevatori delle tre province Siracusa, Ragusa e Catania, che già lamentano la mancanza di reddito con una produzione di 25 litri di latte al giorno, temono l’imposizione dell’esclusivo allevamento di bestie autoctone che abbasserebbe la propria produzione a soli 8 litri al giorno".

"Per questo motivo - spiega Bruzzone - , ho rivolto un’interrogazione al ministro competente, per conoscere quali siano le sue intenzioni al riguardo e per sapere se il ministro, a distanza di 12 anni dall'emanazione della legge 222 del 2007, non ritenga doverosa una nuova ed esaustiva indagine sul territorio interessato e sulle esigenze della popolazione, e una nuova istruttoria tecnica con la riacquisizione dei pareri degli enti e dei soggetti interessati, nel rispetto delle leggi citate in premessa”.

Leggi tutte le news

14 commenti finora...

Re:Interrogazione Bruzzone contro Parco Iblei

Continuo a non capire cosa c'entra Bruzzone con la mafia, con i clientelismi ecc ecc quando ha avanzato semplicemente un dubbio,per altro legittimo, attraverso un 'interrogazione al ministro proprio contro l istituzione del parco stesso. E chi vi capisce...

da Mah 29/04/2019 0.21

Re:Interrogazione Bruzzone contro Parco Iblei

Caro Mah,pure insisti,....credevo che gia sapevi....COMPARI >VOTI>PARCHI>CLIENTELISMO>MAGNA MAGNA.....nn lo vogliono il Parco??? Allora si è rotto il giochino!!!.....sai come diciamo a GENOVA ??? CHI NU CIANZE NU TETTA.....SE NN PIANGI NN BEVI LATTE.........caro il mio esordiente.

da ZENA 28/04/2019 18.08

Re:Interrogazione Bruzzone contro Parco Iblei

PARCO IN SICILIA= MAFIA ! SOLDI A PIOGGIA DEI CONTRIBUENTI CHE FINISCONO NELLE TASCHE DEI MAFIOSI...MINISTRO PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR

da RET 28/04/2019 14.06

Re:Interrogazione Bruzzone contro Parco Iblei

Restituisca i 33 mila euro sottratti, come da recente pronuncia della Corte dei Conti.

da EmanuleleR 28/04/2019 11.56

Re:Interrogazione Bruzzone contro Parco Iblei

Non è che si vuole che vengano aboliti tutti i parchi, si chiede solo di fare parco quel territorio nel quale si deve proteggere in special modo habitat che effettivamente ne hanno necessità e poi anche la fauna che insiste in questi luoghi. E' stata tolta con i parchi immensi la libertà del cittadino di usufruire di ambiente e fauna colpendo le passioni innate che abbiamo ereditato dai nostri avi, e con le aree contigue si è giunti a discriminare i cacciatori della stessa provincia. E vi sembra giusto ? Delle Alpi e dell'Appennino spina dorsale della nostra penisola non c'è rimasto quasi più niente come territorio libero lasciando che la natura non possa essere più governata dalla mano dell'uomo per renderla più ospitale, protetta e fruibile a chi vive in questo bel paese. Caccia, pesca, funghi, frutti di bosco sono le cose che più ci divertivano facendoci andare liberamente per boschi e colline rendendo le nostre giornate piacevoli e soprattutto distensive dopo una settimana di duro lavoro. Pace e bene.

da jamesin 27/04/2019 21.08

Re:Interrogazione Bruzzone contro Parco Iblei

A Zeno ma che vai farneticando? Ma che c'entrano i forestali con i voti e con il parco degli iblei? Continua a zappare il tuo orto campione

da Mah 27/04/2019 17.23

Re:Interrogazione Bruzzone contro Parco Iblei

Si caro.......gli abbiamo dato il voto in tantissimi e pretendiamo........allora ??? Amico mio.....23000 forestali nn sono in Liguria......con tutto il carozzone al seguito ......da CHAMPIONS-LEAGUE a ciucciare la vacca. Hai capito.......esordiente ???

da a zena te piggiou i vuti ricorditelu. 27/04/2019 17.12

Re:Interrogazione Bruzzone contro Parco Iblei

A Zena ecc ecc sei proprio un campione

da Mah 27/04/2019 11.28

Re:Interrogazione Bruzzone contro Parco Iblei

Francesco me ne sbattu u belin di Iblei .....fanni quarcosa pe u Piemunte che han allargou u parcu e besoggnna anda a caccia in mezu au ninte !!!

da .....aZena te piggiou i vuti ricorditelu 27/04/2019 7.46

Re:Interrogazione Bruzzone contro Parco Iblei

Bene, benissimo. Non se ne può più di tutti questi carrozzoni inutili. Basta parchi, restituite tutto il territorio sottratto in barba alla legge. Esseri inutili, capaci solo di chiudete e vietare, senza gestire. Badta con i postifici politici. Avetecrotyo versmente le scatole. Basta Parcomania, Stop!!!

da MarcoC 26/04/2019 21.56

Re:Interrogazione Bruzzone contro Parco Iblei

Tra Parchi Nazionali istituiti ed istituendi (ne sono decine in previsione tra cui prossimo anche quello del massiccio del Matese (CB - CE), quelli regionali, le zone contigue, quelle natura 2000, i divieti posti dalla L. n. 157/92 e chi ne ha piu’ ne metta, il territorio residuo destinato all’esercizio della caccia, è diventato minimo ed il lavoro iniziato sin dagli anni ottanta - novanta dagli anticaccia, sta raggiungendo il suo scopo. Ha ragione l’amico cacciatore Jamesin, che costantemente lamenta la mostruosità di tali inutili e costosi santuari. On.le Bruzzone, amico cacciatore, non voglio apparire né patetico, né tantomeno noioso, neanche foriero di un futuro peggiore del presente per la nostra grande passione, però di questo passo e con questa compagine al Ministero dell’Ambiente, è sempre più dura.

da Da Federcacciatore 26/04/2019 19.24

Re:Interrogazione Bruzzone contro Parco Iblei

La natura ben gestita interessa a tutti. La soluzione: un unico parco in tutta Italia dalle alpi alla Sicilia, e con la caccia così come è regolamentata oggi non ci sono problemi, tenendo conto che le direttive comunitrarie sull'ambiente sono altrettanto rigorose basterebbe rispettarle. Certe forme di caccia da noi non si praticano più da deecenni, ammesso che abbiano mai avuto effetti negativi (ma non lo credo). Mentre tutto il resto ci sta danneggiando gravemente, a partire dall'agricoltura, dalla plastica, dal co2, dalle automobili, dalle fabbriche.

da Parcototale, ma con la caccia 26/04/2019 15.52

Re:Interrogazione Bruzzone contro Parco Iblei

Filippo gli ambientalisti/anticaccia;interessano solo i "piciuli" come dicono in Sicilia;se gli mette una mucca o un toro da mungere,(vista la loro grande competenza in materia) tranquillo che questi tentano di mungere il toro!!!!

da Fucino Cane 26/04/2019 15.49

Re:Interrogazione Bruzzone contro Parco Iblei

I parchi importano solo agli ambientalisti, ai naturalisti e compagnia bella per fare i soliti stipendifici. Per loro poco importa se la rendita quotidiana di una vacca scende da 25 a 8 litri al giorno di latte. Saranno cavoli delle aziende agricole. FANNO BENE A RIBELLARSI. Ma, ci riusciranno?

da Filippo 26/04/2019 15.25