Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Lombardia, Massardi (Lega): “Votati importanti provvedimenti a favore della caccia”Mazzali soddisfatta per emendamenti sulla caccia approvatiLiguria: pubblicato Calendario Venatorio 2021 - 2022Referendum caccia, non c'è due senza treArci Caccia: Fassini dimissionario?Lupo, Dreosto interviene su tema bocconi avvelenatiAbruzzo. Gli agricoltori protestanoMarche. Ancora sulle funzioni degli AtcLazio, FederFauna sollecita intervento per servitù venatoriaAbruzzo. Regione modifica norme controllo faunisticoTortora: il punto dall'EuropaCabina regia Toscana: "no intervento diretto agricoltori nei contenimenti" Cct si oppone al contenimento affidato agli agricoltoriLombardia. Altri 8 valichi montani vietati alla cacciaLombardia, Fidc commenta modifiche alla legge sulla cacciaToscana: agricoltori con licenza potranno sparare agli ungulatiCalabria. Prorogata caccia di selezione al cinghialeBaggio il Cincinnato e il "Divin codino", il film prodotto da NetflixCabina Regia scrive al MITE su Piano gestione tortoraMazzali: approvate semplificazioni a legge cacciaL'Arizona apre la caccia al bisonteCia Ferrara. I fagiani fanno danniRolfi: per il cinghiale occorre riforma nazionaleUmbria: bozza calendario venatorio in CommissionePiano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Bolzano: l'incremento degli ungulati minaccia la ricrescita della foresta


venerdì 26 aprile 2019
    

 
Sono ben 12 mila gli ungulati (cervi e caprioli) che saranno abbattuti durante la stagione di caccia nel territorio altotesino. Un numero alto, in continua crescita, che dà la misura della preoccupazione per la crescita della popolazione di cervi.

Tale incremento rappresenta un rischio per le zone devastate dalla tempesta Vaia di fine ottobre. Secondo quanto riferisce il quotidiano Altoadige.it sarebbe stato proprio il Direttore dell'Ufficio caccia della Provincia di Bolzano a parlare di un problema per la ricrescita del bosco.  Gli ungulati, come noto, si cibano delle giovani piante e degli arbusti sopravvissuti alle raffiche di vento.

"I piani di prelievo hanno soglie molto alte - spiega Luigi Spagnolli - , soprattutto per quanto riguarda i cervi, per invertire una tendenza che vede, secondo i dati faunistici, una presenza eccessiva di questi ungulati sul territorio dell'Alto Adige. In particolare, nelle zone colpite dal maltempo, si cercherà di intervenire tempestivamente ed in modo mirato per evitare che gli alberi vengano immediatamente divorati".



Leggi tutte le news

7 commenti finora...

Re:Bolzano: l'incremento degli ungulati minaccia la ricrescita della foresta

Certo che sparare al pollo colorato pronta caccia,tolto dalla voliera il venerdi e liberato per essere abbattuto, il sabato o la domenica è tutta un'altra caccia????????

da Fucino Cane 29/04/2019 17.21

Re:Bolzano: l'incremento degli ungulati minaccia la ricrescita della foresta

Caccia banale, buona per riempire il freezer. Confermo: tiro al capretto alla mucca e al maiale. A fermo.

da Rino 28/04/2019 14.23

Re:Bolzano: l'incremento degli ungulati minaccia la ricrescita della foresta

Il capriolo a 100 metri abbaia per segnalare una presenza anomala,il camoscio alla stessa distanza batte sul terreno lo zoccolo anteriore dx, per lo stesso motivo, il cervo maschio a 200 metri abbaia rocamente per farti capire che ha individuato una presenza estranea, o un pericolo ma non ha capito chiaramte da dove proviene;provate a fare il che più minimo rumore è abbastanza il clik della sicura della caranbina e lo vedrete scomparire dalla vostra vista in un nano secondo!!! Altro che tiro alla mucca o al maiale!!!!!!

da Fucino Cane 27/04/2019 23.13

Re:Bolzano: l'incremento degli ungulati minaccia la ricrescita della foresta

Confermo in toto quanto sostenuto dall'amico cacciatore Fucino Cane. Basta fare una passeggiata anche sull'Appennino Centrale, per constatare come sono ridotte le pratine di montagna ed i tronchi degli alberi, in particolare pini ed abeti.Responsabili mandrie di cervi, composte da centinaia e centinaia di individui.Continuano ad istituire parchi, senza rendersi conto dei danni all'ambiente.

da Da Federcacciatore 27/04/2019 5.48

Re:Bolzano: l'incremento degli ungulati minaccia la ricrescita della foresta

Animalacco del kaiser. La caccia è altro che il tiro a segno alla mucca o al maiale!

da Rino 26/04/2019 16.58

Re:Bolzano: l'incremento degli ungulati minaccia la ricrescita della foresta

Primo cervo che ho visto personalmente(1967)Val Pusteria,gran bel selvatico,da noi in provincia di Como NON c'era ancora;oggi 2019 è presente su tutto l'arco alpino lombardo in buon numero,Buon segno anche se io sono anni che sostengo che il Cinghiale ha la nomea di danneggiatore per l'agricoltura; un branco di cervi invece fa i fatti???Provate per credere!!!!!!!!!!!!!!

da Fucino Cane 26/04/2019 15.10

Re:Bolzano: l'incremento degli ungulati minaccia la ricrescita della foresta

Tutto è collegato, come insegna il concetto di Gaia. Il cervo vive grazie al bosco. Se non c'è bosco, difficile che sopravviva. Quindi: ridurre drasticamente la presenza del cervo, ricostituire il bosco, lasciare fare alla natura che dopo ci riporterà il cervo.

da Tuttoscorre 26/04/2019 14.00