Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Piano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioColdiretti: In Italia oltre 2 milioni di cinghiali "incrementare abbattimenti"Fidc Forlì Cesena: bene nuovo calendario venatorio regionaleCalabria: al via caccia selezione cinghiale e addestramento caniPredatori opportunisti: la CE apre al controlloAggiornamento Tortora. Convocata Conferenza Stato RegioniObbiettivo Natura. A Bruxelles il confronto continuaGallinella (M5S) "ora può nascere filiera selvaggina italiana" Campania, Associazioni venatorie sul piede di guerraCampania. Regione perde ricorso su modifiche calendario venatorioFriuli, Piccin (FI): ok spostamenti fuori Comune se prelievo cinghialiFondo per la ricerca UnczaSuper riserva Unesco in AppenninoRegione Lombardia investe nei Centri Lavorazione SelvagginaGallo "Tar Calabria certifica legittimità calendario venatorio"Emilia R.: ok in Commissione a calendario venatorioFidc: soddisfazione per pronunciamento Tar CalabriaAddio al Principe Filippo. Grande cacciatore e ambientalistaSolidarietà ad Ibrahimovic attaccato dagli animalistiReferendum caccia 842. Il commento delle associazioni venatorieCampania. "Al peggio non c'è mai limite"FACE: così i cacciatori tutelano i migratori acquaticiFidc: approvate linee guida sulle carni di selvaggina Umbria. Le squadre avanzano le proprie proposte sul cinghialeBattistoni dalla Tuscia al Governo dei Migliori: "sulla caccia occorrono passi avanti"Francia. Asta di opere di DunchinMondo venatorio unito contro episodi di bracconaggio nel casertanoMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Emergenza lupo. Da Bruxelles un appello per un piano di gestione europea


giovedì 29 novembre 2018
    

La seconda parte della conferenza La caccia nell’anno europeo del patrimonio culturaleorganizzata dall'eurodeputato Giancarlo Scottà membro dell'intergruppo biodiversità, caccia e ruralità in collaborazione con la Face al Parlamento Ue ha trattato lo scottante tema del sovrappopolamento dei grandi carnivori, in particolare del lupo. Al centro del dibattito la situazione e l’attuale applicazione della legislazione europea in Italia, Austria e Francia. A parlare della situazione austriaca c’era l’esperto Franz Obermayr, per la Francia il ricercatore Thomas Pfeiffer e ad illustrare la situazione italiana Paolo Sparvoli, presidente della Libera Caccia. 
 
Da tutti e tre i paesi è stata evidenziata una situazione insostenibile in fatto di danni alla zootecnia ed è stato sollecitato un Piano sulla gestione dei grandi carnivori a livello Ue, data l’attuale protezione della specie da parte della Convenzione di Berna, che attualmente permette prelievi contingentati in regime di deroga, anche se la cosa non è affatto considerata dal ministero italiano. Franz Obermayr ha parlato delle gravi perdite economiche causate dal lupo e del fatto che attualmente in Austria il lupo non è un bersaglio esplicito. Dal canto suo anche l’esponente francese Thomas Huber, nonostante l’attivazione di un piano di prelievo in deroga nei dipartimenti alpini che quest’anno ha raggiunto il 12 % dei lupi censiti (430 nel 2018), ha parlato di grossi problemi per l’agricoltura montana, con un incremento degli attacchi ai danni del bestiame negli ultimi anni. “Bisognerebbe far sì che le immagini delle pecore sbranate si diffondessero sui media” ha detto, facendo presente la reticenza della stampa nel mostrare i danni del lupo. “I costi del lupo, anche sociali - ha detto - andrebbero considerati a livello europeo”.
 
L’intervento di Paolo Sparvoli ha illustrato la situazione grandi carnivori nel nostro Paese: 100 - 120 orsi censiti, circa 150 linci e definibile in poche unità la presenza dello sciacallo dorato. “Il problema vero in Italia è il lupo - ha detto -. Se negli anni 60 era quasi estinto, con il progetto di reintroduzione la specie negli ultimi decenni è aumentata a dismisura, grazie anche all’incremento degli ungulati. Si contano almeno 1800 lupi, che in alcune stime arrivano fino a oltre 2500. In buona parte sono ibridi che scendono nelle campagne e aggrediscono ogni animale”. Sparvoli ha parlato del problema dei risarcimenti, che non coprono il vero danno subito e che quindi non bastano a compensare le perdite economiche, ha poi posto l’accento sulla necessità di prendere in seria considerazione anche i problemi di sicurezza per gli esseri umani. “Abbiamo avuto esperienza di allevatori che si sono salvati arrampicandosi su un albero durante un attacco. Forse si attende che ci scappi il morto prima di intervenire”. Le istituzioni secondo Sparvoli devono prendere in seria considerazione questo problema per preservare gli equilibri faunistici e riportare la specie a livelli accettabili per l’economia e per la salvaguardia delle specie. 

Leggi tutte le news

17 commenti finora...

Re:Emergenza lupo. Da Bruxelles un appello per un piano di gestione europea

Roma nord lupi a volonta' non si puo' fare piu' una passegiata in sabina pericolo mortale.

da R 30/11/2018 17.53

Re:Emergenza lupo. Da Bruxelles un appello per un piano di gestione europea

Ne stanno a far fuori molti di più di quello che si pensa, per fortuna aggiungo io

da Bravi allevatori ammazzateli tutti 30/11/2018 17.23

Re:Emergenza lupo. Da Bruxelles un appello per un piano di gestione europea

il mio è solo un punto di vista su un grave problema del quale GIUSTAMENTE nessuno di noi cacciatori se ne deve fare carico. La mia è una notizia - seria - che il lupo italico sta per essere sopraffatto dagli ibridi di cui NESSUNO ne aveva mai parlato ( o mi sbaglio? ). Io mai mi sognerei di abbattere ne un ibrido che un Lupo vero perché sono problemi che devono risolvere a monte. Certo, mi dispiace per chi lavora in campagna che è lasciato solo e pressato dalla Forestale ( che sarebbe meglio controllasse i VERI DELINQUENTI NON CHI LAVORA 24 ORE AL GIORNO)come se il problema non esistesse ! QUELLO CHE A ME FA INCAZZARE sono le facce di bronzo sia degli agenti che dei dirigenti ma soprattutto degli ambientalisti stupidi e i politici incompetenti!

da pablo 30/11/2018 14.56

Re:Emergenza lupo. Da Bruxelles un appello per un piano di gestione europea

X Pablo. Dici esattamente le scuse che avevamo previsto. Hahaha!!!

da Il Piero 30/11/2018 14.19

Re:Emergenza lupo. Da Bruxelles un appello per un piano di gestione europea

x pablo, tutto quello che scrivi e le preoccupazioni che esponi sono vere ma non ci appartengono come cacciatori, se la devono sbrigare le istituzioni e l'opinione pubblica prima o poi, quando la situazione esploderà se la prenderà con i politici di turno, non facciamoci coinvolgere in discussioni che non sono nostre.- Quando poi ci verranno a chiedere aiuto se ne parlerà.-

da claudio 30/11/2018 13.06

Re:Emergenza lupo. Da Bruxelles un appello per un piano di gestione europea

quello che nessuno scrive è che il lupo italico il vero lupo sta scomparire a causa delle ibridazioni con soggetti immessi dai nostri amici animalari. Il problema è molto serio , ma non sentito dall'opinione pubblica, che non conosce i veri risvolti del problema. pensate che ci sono lupi di oltre 40 kg che non sono certo il nostro lupo italico che sfiora i 30 kg. sono ibridi anche con lupi nord americani che non si come abbiano fatto ad arrivare fini qua ! la situazione è IMBARAZZANTE ma nessuno ne parla perché la soluzione è l'abbattimento di moltissimi soggetti nel più breve tempo possibile ! ma in Italia ancora prigioniera di una sinistra verde a prescindere da tutto e tutti mai autorizzerà certe partiche cosi assisteremo a questo sfacelo tenendo le mani in tasca ma soprattutto ci sarà un autodifesa senza controllo che porterà allo scontro fisico di chi lavora sul campo ! poi succederanno cose come il taglio della testa e la PENOSA taglia fa sorridere e mi chiedo chi ha messo la taglia che lavoro faccia????

da Pablo 30/11/2018 8.23

Re:Emergenza lupo. Da Bruxelles un appello per un piano di gestione europea

29 NOVEMBRE 201808:48 Lupo decapitato nel Torinese. La testa dell’animale è stata appesa a un cartello tra Lanzo e Germagnano

da X la capra 30/11/2018 7.34

Re:Emergenza lupo. Da Bruxelles un appello per un piano di gestione europea

A cosa serve il lupo ad arrecare danni estinguiamoli.SI deve produrre quello utile.

da attilio 30/11/2018 4.20

Re:Emergenza lupo. Da Bruxelles un appello per un piano di gestione europea

come dice ANTOINE64 cosa ce ne frega a noi cacciatori? - il problema deve essere delle istituzioni, non immischiamoci in cose che non ci appartengono facendo pensare ai cittadini di voler cacciare il lupo.- ci penseranno gli animalisti ambientalisti lipu wwf enpa ecc... c'è tanta di quella gente che sà cosa fare, perchè dobbiamo pensarci noi.-

da claudio 29/11/2018 20.46

Re:Emergenza lupo. Da Bruxelles un appello per un piano di gestione europea

Questi animalari che invitano gli altri a studiare sono convinti dì essere unti dal signore invece sono solo povere marionette manovrati da chi con loro ci campa alla grande. Consiglio loro di guardarsi intorno e di indagare su dove mettono i soldi delle loro associazioni i loro dirigenti

da Occhio animalari 29/11/2018 17.24

Re:Emergenza lupo. Da Bruxelles un appello per un piano di gestione europea

Io spero sempre che il lupo scenda a Roma e se magni tutte le pecore ma sopratutto il Pecoraro!!!!

da Fucino Cane 29/11/2018 14.57

Re:Emergenza lupo. Da Bruxelles un appello per un piano di gestione europea

La follia dell'uomo, l'uomo l'essere piu' incoerente della razza umana, per secoli abbiamo dato la caccia al lupo che devastava il nostro bestiame ,lo abbiamo reintrodotto non abbiamo saputo gestirlo a dovere e adesso e' un problema? MA ANDATE A FRINDAU GULU A TUTTI QUANTI SE MI AMMAZZA LI PECURE IO ci corro appresso co lo bastone e ammazzu lu lupu!

da Jatafffarindaugulu!!! 29/11/2018 14.39

Re:Emergenza lupo. Da Bruxelles un appello per un piano di gestione europea

FACE è null'altro che una associazione,che a livello di parlamento europeo conta nulla e che appare unicamente per bocca di qualche europarlamentare ,in cerca di visibilità.Non esiste alcun piano di gestione del l'il in europ!ed ogni stato si basa su propri dati,ed in base alle legislazioni nazionali.Il lupo è specie protetta ed in Italia sembra dai dati che siamo ancora sotto la soglia di autosostentamento della specie

da Pippe pipponi ed europippe' 29/11/2018 14.33

Re:Emergenza lupo. Da Bruxelles un appello per un piano di gestione europea

150 linci in Italia??? Forse contando quelle impagliate dentro i musei..Sparvoli forse non era la persona giusta per presentare la situazione dei carnivori italiani

da Luca 29/11/2018 14.27

Re:Emergenza lupo. Da Bruxelles un appello per un piano di gestione europea

SCUSATE............MA A NOI CHE CE FREGA DEL LUPO???

da ANTOINE64 29/11/2018 14.26

Re:Emergenza lupo. Da Bruxelles un appello per un piano di gestione europea

Siete talmente sfigati che nemmeno sapete che le specie di lupo in Italia sono due, e che una delle due é solo in Italia. Andatevene in francia cavernicoli.

da Studiate capre 29/11/2018 14.19

Re:Emergenza lupo. Da Bruxelles un appello per un piano di gestione europea

Ma il lupo è diventato BRAVO.... Forse quando morderà il lato B di qualche animalista(divano e tastiera permettendo)si prenderanno decisioni in merito. Nel frattempo la vergognosa mattanza continua....

da Lupato 29/11/2018 13.01