Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Cct si oppone al contenimento affidato agli agricoltoriLombardia. Altri 8 valichi montani vietati alla cacciaLombardia, Fidc commenta modifiche alla legge sulla cacciaToscana: agricoltori con licenza potranno sparare agli ungulatiCalabria. Prorogata caccia di selezione al cinghialeBaggio il Cincinnato e il "Divin codino", il film prodotto da NetflixCabina Regia scrive al MITE su Piano gestione tortoraMazzali: approvate semplificazioni a legge cacciaL'Arizona apre la caccia al bisonteCia Ferrara. I fagiani fanno danniRolfi: per il cinghiale occorre riforma nazionaleUmbria: bozza calendario venatorio in CommissionePiano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioColdiretti: In Italia oltre 2 milioni di cinghiali "incrementare abbattimenti"Fidc Forlì Cesena: bene nuovo calendario venatorio regionaleCalabria: al via caccia selezione cinghiale e addestramento caniPredatori opportunisti: la CE apre al controlloAggiornamento Tortora. Convocata Conferenza Stato RegioniObbiettivo Natura. A Bruxelles il confronto continuaGallinella (M5S) "ora può nascere filiera selvaggina italiana" Campania, Associazioni venatorie sul piede di guerraCampania. Regione perde ricorso su modifiche calendario venatorioFriuli, Piccin (FI): ok spostamenti fuori Comune se prelievo cinghialiFondo per la ricerca UnczaMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

"Cinghiali. Si torna a preparare i cani nei recinti"


martedì 12 luglio 2016
    

Riceviamo e pubblichiamo:
 
Con l’approvazione definitiva lo scorso 6 luglio del ddl d’iniziativa del Governo già approvato dal Senato e modificato dalla Camera dei deputati “Deleghe al Governo e ulteriori disposizioni in materia di semplificazione, razionalizzazione e competitività dei settori agricolo e agroalimentare, nonché sanzioni in materia di pesca illegale”, più comunemente noto come “Collegato Agricolo”, ora in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, si è risolta la questione aperta con la legge 28 dicembre 2015, n. 221 che all’articolo 7 aveva vietato “l'immissione di cinghiali su tutto il territorio nazionale, ad eccezione delle aziende faunistico-venatorie e delle aziende agri-turistico-venatorie adeguatamente recintate”. Al comma 2 dello stesso articolo veniva inoltre vietato il foraggiamento degli stessi selvatici.

La norma, che introduceva per di più una profonda disparità di trattamento fra fattispecie in realtà simili e aveva arrecato non pochi problemi ai gestori di recinti per l’addestramento dei cani da cinghiale, è stata infatti modificata dall’articolo 38 del citato “Collegato Agricolo” che specifica:

Art. 38. (Modifiche all'articolo 7 della legge 28 dicembre 2015, n. 221)
1. All'articolo 7 della legge 28 dicembre 2015, n. 221, sono apportate le seguenti modificazioni:
a) al comma 1, dopo le parole: «ad eccezione delle» sono inserite le seguenti: «aziende agricole di cui all'articolo 17, comma 4, della legge 11 febbraio 1992, n. 157, delle zone di cui alla lettera e) del comma 8 dell'articolo 10 della medesima legge n. 157 del 1992,»;
b) al comma 2, dopo la parola: «controllo» sono inserite le seguenti: «il divieto non si applica alle aziende agricole di cui all'articolo 17, comma 4, della legge 11 febbraio 1992, n. 157, alle zone di cui alla lettera e) del comma 8 dell'articolo 10 della medesima legge n. 157 del 1992, alle aziende faunistico-venatorie e alle aziende agri-turistico-venatorie adeguatamente recintate di cui al comma 1 del presente articolo».

Esprimendo soddisfazione per il risultato raggiunto, Federcaccia, Arci Caccia, Enalcaccia e ANUUMigratoristi vogliono ringraziare i deputati e i senatori che hanno ascoltato le preoccupazioni sottoposte loro dalle Associazioni venatorie nazionali.

La possibilità di addestrare i cani impiegati nella caccia e nelle operazioni di controllo del cinghiale, specie sempre agli onori della cronaca per i danni arrecati all’agricoltura e gli incidenti provocati, risponde alla precisa esigenza di tutelare la sicurezza e l’incolumità degli ausiliari portandoli in un ambiente controllato a fare i primi incontri col selvatico, abituandoli in modo sicuro a non prendersi eccessive confidenze e non correre così inutili rischi.

Una occasione dunque in cui la politica ha dimostrato di avere a cuore l’interesse di tutta la comunità.

Roma, 12 luglio 2016
 
Federcaccia, Arci Caccia, Enalcaccia, ANUUMigratoristi

Leggi tutte le news

9 commenti finora...

Re:"Cinghiali. Si torna a preparare i cani nei recinti"

Il Malgoverno Renzi come sempre ha fatto un danno, questi recinti andrebbero smantellati, a fine stagione determinate aree fungono da zona addestramento; questo è il sistema corretto, i recinti servono per far lucrare qualcuno.

da Venezia 14/07/2016 9.18

Re:"Cinghiali. Si torna a preparare i cani nei recinti"

il governo ha ascoltato il mondo agricolo che gestisce recinti e zac,tanto è vero che anche le aziende agricole in forma di allevamento per ripopolamento potranno recintare i loro terreni ed immettere cinghiali ed altri animali di allevamento per cacciarli,senza dover costituire afv od atv.Le av cercano di salire sul carro dei vincitori per cercare di far credere che il parlamento le stia ad ascoltare....bugia pietosa(vediobbligo di annotare la migratoria subito dopo l'abbattimento)

da a.p 13/07/2016 1.05

Re:"Cinghiali. Si torna a preparare i cani nei recinti"

Guardate un pò per cosa esultano queste associazioni. Dopo che il governo ci ha dato un fracco di legnate...li ringraziano per poter "preparare i cani nei recinti".

da Flavio romano 13/07/2016 0.24

Re:"Cinghiali. Si torna a preparare i cani nei recinti"

Questo è il sistema usato dai politici detto "del bastone e della carota"

da anonimo 12/07/2016 19.34

Re:"Cinghiali. Si torna a preparare i cani nei recinti"

Anche i cani da lepre fatti in recinto nel libero non valgono un tubo.

da Venezia 12/07/2016 17.06

Re:"Cinghiali. Si torna a preparare i cani nei recinti"

un bravo cane in un recinto è un cane morto nel bosco...

da postaiolo 12/07/2016 17.03

Re:"Cinghiali. Si torna a preparare i cani nei recinti"

Bene dato che avevi come nonna un carretto si capisce tutto, i recinti sono un danno, poi se a te fa piacere addestrare il cane alla membro di cane invogliandolo a caricare l'animale e farsi ammazzare, mi spiace per i tuoi cani. Io i miei li porto dove ci sono i campi addestramento senza reti e si vede il risultato sul terreno, quando gli altri arrancano loro vanno e scovano.

da Venezia 12/07/2016 15.58

Re:"Cinghiali. Si torna a preparare i cani nei recinti"

Si, Venezia; e: se la mi' nonna avea le rote era un carretto

da sussi 12/07/2016 15.21

Re:"Cinghiali. Si torna a preparare i cani nei recinti"

I recinti per addestramento servono solo a rovinare i cani, perché il selvatico non si comporta naturalmente, e nel caso del cinghiale a far ammazzare dal cinchiale i cani, se le AA.VV. fossero serie lotterebbero per i campi addestramento liberi.

da Venezia 12/07/2016 14.44