Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Lupo, Dreosto interviene su tema bocconi avvelenatiAbruzzo. Gli agricoltori protestanoMarche. Ancora sulle funzioni degli AtcLazio, FederFauna sollecita intervento per servitù venatoriaAbruzzo. Regione modifica norme controllo faunisticoTortora: il punto dall'EuropaCabina regia Toscana: "no intervento diretto agricoltori nei contenimenti"Cct si oppone al contenimento affidato agli agricoltoriLombardia. Altri 8 valichi montani vietati alla cacciaLombardia, Fidc commenta modifiche alla legge sulla cacciaToscana: agricoltori con licenza potranno sparare agli ungulatiCalabria. Prorogata caccia di selezione al cinghiale Baggio il Cincinnato e il "Divin codino", il film prodotto da NetflixCabina Regia scrive al MITE su Piano gestione tortoraMazzali: approvate semplificazioni a legge cacciaL'Arizona apre la caccia al bisonteCia Ferrara. I fagiani fanno danniRolfi: per il cinghiale occorre riforma nazionaleUmbria: bozza calendario venatorio in CommissionePiano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Emilia Romagna: il controllo delle nutrie è affidato anche ai cacciatori


mercoledì 27 aprile 2016
    

Nutria Emilia Romagna A seguito dell'anticipazione di Coldiretti, arriva la nota ufficiale della Regione Emilia Romagna sul piano di controllo delle nutrie. E' “il primo in Italia” dice l'amministrazione regionale “dopo  l’entrata in vigore, nel febbraio scorso, del Collegato ambientale alla legge di Stabilità che, pur mantenendo la classificazione dei roditori come animali infestanti e non più come fauna selvatica, dà alle Regioni la possibilità di intervenire per garantire un’azione più organica e coordinata”.

La Delibera della Giunta regionale, pubblicata sul Burert del 22 aprile e immediatamente operativa, stabilisce che l'attuazione del piano in ambito urbano è in capo ai Comuni, in ambito rurale alla Polizia provinciale e, nei territori di loro competenza, agli Enti di gestione dei parchi e delle riserve naturali.

Il Piano prevede che la cattura e la soppressione con metodo eutanasico è consentita con specifiche trappole,  sia in città che in campagna, tutto l’anno da parte di Polizia provinciale, guardie comunali, coadiutori (personale abilitato dalla Regione), agricoltori sul loro fondo, personale delegato alla tutela delle acque (se in possesso del titolo di coadiutore) e nei parchi e riserve naturali dal rispettivo personale di vigilanza.

E' chiaro che Regione e Comuni contino molto anche sul contributo dei cacciatori. Non a caso per  l’abbattimento diretto con arma da fuoco, oltre al personale di vigilanza e agli agricoltori "solo se in possesso di abilitazione all’esercizio venatorio", ci si riferisce direttamente a loro. I cacciatori emiliani e romagnoli potranno sparare alle nutrie durante l’esercizio della caccia dalla terza domenica di settembre al 31 gennaio, nei territori cacciabili. Nelle zone protette  il periodo di caccia è ridotto dal 1 agosto al 31 gennaio. I coadiutori, che altro non sono che cacciatori abilitati dalla Regione, potranno inoltre sparare tutto l'anno.

Gli enti parco possono decidere periodi diversi sul loro territorio. Mentre per le zone umide, Sic e Zps l’abbattimento può avvenire dal 1 agosto al 31 gennaio e solo con uso di pallini atossici per salvaguardare la nidificazione degli uccelli acquatici.

Per quanto riguarda lo smaltimento degli animali occorre valutare la condizioni dell'habitat in relazione alle quali il capo può essere lasciato in loco, se irrecuperabile. Può essere previsto il sotterramento dove ciò non arrechi danni all’ambiente ovvero deve essere gestito come
rifiuto speciale.

Leggi tutte le news

9 commenti finora...

Re:Emilia Romagna: il controllo delle nutrie è affidato anche ai cacciatori

Finalmente ci siamo, offriamo le spoglie delle nutrie alle Patrie Cucine del Parlamento e Senato, che l esempio............................ venga dall alto!!!

da Annibale 28/04/2016 19.44

Re:Emilia Romagna: il controllo delle nutrie è affidato anche ai cacciatori

Le nutrie le devono controllare gli animalari,i cacciatori dovrebbero starsene tranquilli a fare cose più soddisfacenti. W le nutrie vivete serene,questo si meritano i ns governanti ,nel loro giardino a brucare

da Sirio 28/04/2016 13.26

Re:Emilia Romagna: il controllo delle nutrie è affidato anche ai cacciatori

la differenza tra una nutria ed un politico? nessuna tutte e due si nutriano dei fondi dei cacciatori..

da alberto 28/04/2016 13.13

Re:Emilia Romagna: il controllo delle nutrie è affidato anche ai cacciatori

la nutria, altrove da dove viene, è ed è stata anche oggetto di caccia. qui da noi, chi l'ha provata, dice che nel tegamen non è male. provare per credere. chissà!?

da chiss 28/04/2016 11.46

Re:Emilia Romagna: il controllo delle nutrie è affidato anche ai cacciatori

Ragazzi hanno scoperto l'acqua calda , chissà cosa scopriranno in futuro.

da bretore 27/04/2016 18.40

Re:Emilia Romagna: il controllo delle nutrie è affidato anche ai cacciatori

Emilia Romagna: il controllo delle nutrie è affidato anche ai cacciatori.:- Certo che con un titolo del genere è proprio una vera e propria presa per il c..o questo problema della nutria!... Nutrie andate e moltiplicatevi!...

da s.g. 27/04/2016 13.17

Re:Emilia Romagna: il controllo delle nutrie è affidato anche ai cacciatori

Munizioni atossiche ? Tungsteno o similari a 80 euro a scatola! Per me possono espandersi come la gramigna ...

da Nutria forever 27/04/2016 12.35

Re:Emilia Romagna: il controllo delle nutrie è affidato anche ai cacciatori

FIGURIAMOCI SE SPARO AD UNA NUTRIA E POI DEVO PERDERE DEL TEMPO A SOTTERRARLA, IL PROBLEMA DOVEVA ESSERE AFFRONTATO A TEMPO DEBITO, MA LA CANEA ANIMALARDO - PARASSITARIA HA SEMPRE ROTTO I COSIDETTI CON RICORSI E CONTRORICORSI AI VARI TAR , CON PERDITA DI TEMPO E DENARO , ORA SI ARRANGINO, IL FATTO E' CHE A PAGARE E' SEMPRE IL CITTADINO.

da FORZA NUTRIE 27/04/2016 11.54

Re:Emilia Romagna: il controllo delle nutrie è affidato anche ai cacciatori

ATTENTO ALLA LEPTOSPIROSI NEL MANEGGIARE LE CARCASSE ANIMALI!

da mario 27/04/2016 10.04