Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Cct si oppone al contenimento affidato agli agricoltoriLombardia. Altri 8 valichi montani vietati alla cacciaLombardia, Fidc commenta modifiche alla legge sulla cacciaToscana: agricoltori con licenza potranno sparare agli ungulatiCalabria. Prorogata caccia di selezione al cinghialeBaggio il Cincinnato e il "Divin codino", il film prodotto da NetflixCabina Regia scrive al MITE su Piano gestione tortoraMazzali: approvate semplificazioni a legge cacciaL'Arizona apre la caccia al bisonteCia Ferrara. I fagiani fanno danniRolfi: per il cinghiale occorre riforma nazionaleUmbria: bozza calendario venatorio in CommissionePiano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioColdiretti: In Italia oltre 2 milioni di cinghiali "incrementare abbattimenti"Fidc Forlì Cesena: bene nuovo calendario venatorio regionaleCalabria: al via caccia selezione cinghiale e addestramento caniPredatori opportunisti: la CE apre al controlloAggiornamento Tortora. Convocata Conferenza Stato RegioniObbiettivo Natura. A Bruxelles il confronto continuaGallinella (M5S) "ora può nascere filiera selvaggina italiana" Campania, Associazioni venatorie sul piede di guerraCampania. Regione perde ricorso su modifiche calendario venatorioFriuli, Piccin (FI): ok spostamenti fuori Comune se prelievo cinghialiFondo per la ricerca UnczaMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Umbria. Cinghiali: i dubbi dell'Arci caccia sul nuovo regolamento


martedì 26 aprile 2016
    

E' operativo in Umbria il nuovo regolamento sulla caccia al cinghiale. Le novità introdotte, riguardano la caccia al cinghiale in forma singola e l’assegnazione di gruppi di settori contigui in funzione dei punteggi ottenuti nella precedente stagione venatoria. Inoltre è prevista la compartecipazione al pagamento dei danni da parte delle “squadre” e dei “singoli” nei distretti che durante la scorsa stagione venatoria non hanno raggiunto il piano di abbattimento previsto dagli Atc.

“Alla luce delle novità introdotte – si legge in una nota ufficiale dell'Arci caccia Umbria –, da subito abbiamo segnalato alcune criticità di quanto la Regione ha prima proposto e poi approvato con l’appoggio, allora, di alcune sedicenti Associazioni tanto amiche dei praticanti la caccia al cinghiale. I problemi sono emersi per stabilire la quota d’iscrizione al distretto dei cacciatori singoli e per la possibilità di cacciare all’interno dei settori non occupati dalle squadre. Il conflitto tra cacciatori è un “crescendo”. Presto si dovrà andare all’applicazione del dettato dell’articolo 5 comma 8, l’assegnazione di gruppi di settori contigui nel rispetto di una graduatoria stilata. Si parte nella stagione venatoria 2016-2017? Se il punteggio è assegnato secondo i criteri del regolamento, non è completamente chiaro. Se ne parlerà nel 2017?”

Una interpretazione letterale sembrerebbe dire che le squadre sceglieranno i settori in ordine di “graduatoria” già nel 2016, ma è facile immaginare – dicono dall'Associazione – che, chi è primo, avrà dei vantaggi, alcune, forse gran parte delle squadre si vedrebbero assegnati settori di scarso valore venatorio e allora polemiche, inimicizie, contenziosi”.  
L’Arci Caccia auspica quindi che prevalga il buon senso e che gli A.T.C. siano in condizione di poter procedere all’assegnazione dei settori senza problemi.

L'associazione sottolinea anche che i passaggi ancora da definire vedono, tra l’altro, stabilire (articolo 15), che la squadra è tenuta a corrispondere un contributo stabilito dall'A.T.C. quale quota di iscrizione al distretto di assegnazione (articolo 12-bis) e calcolata ai sensi dell'articolo 4 del Regolamento regionale 24 febbraio 2010, n. 5. “Chi raggiunge il piano di abbattimento pagherà quanto chi non riesce? Quanti euro per chi non raggiunge l’obiettivo perché nel settore non ha la presenza “oggettiva” dei selvatici, ma invece lì ci sono i danni all’agricoltura?”

In definitiva l'Arci Caccia chiede alla Regione che vengano stabiliti i modi, i tempi e i luoghi della caccia al cinghiale e contestualmente lo spazio e il ruolo delle altre forme di caccia.

L'invito è quello di non perseverare negli errori, non alimentare l'idea di un mondo venatorio litigioso e incapace di gestire e di non screditare la “caccia sociale” e la fauna oggi bene pubblico.

Leggi tutte le news

4 commenti finora...

Re:Umbria. Cinghiali: i dubbi dell'Arci caccia sul nuovo regolamento

Speriamo si estinguano sti cinghiali del [email protected]

da peste suina 27/04/2016 15.41

Re:Umbria. Cinghiali: i dubbi dell'Arci caccia sul nuovo regolamento

visto che i cinghialari hanno a disposizione intere aree e le usano senza nessun rispetto per le altre forme caccia pagano anche troppo poco

da cacciatore umbro 27/04/2016 14.39

Re:Umbria. Cinghiali: i dubbi dell'Arci caccia sul nuovo regolamento

..."è prevista la compartecipazione al pagamento dei danni da parte delle “squadre” e dei “singoli” nei distretti che durante la scorsa stagione venatoria non hanno raggiunto il piano di abbattimento previsto dagli Atc" ... roba da matti ... !

da ERMES74 26/04/2016 21.17

Re:Umbria. Cinghiali: i dubbi dell'Arci caccia sul nuovo regolamento

CHE PALLE CO 'STI CINGHIALI...

da BASTA! 26/04/2016 18.41