Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Cct si oppone al contenimento affidato agli agricoltoriLombardia. Altri 8 valichi montani vietati alla cacciaLombardia, Fidc commenta modifiche alla legge sulla cacciaToscana: agricoltori con licenza potranno sparare agli ungulatiCalabria. Prorogata caccia di selezione al cinghialeBaggio il Cincinnato e il "Divin codino", il film prodotto da NetflixCabina Regia scrive al MITE su Piano gestione tortoraMazzali: approvate semplificazioni a legge cacciaL'Arizona apre la caccia al bisonteCia Ferrara. I fagiani fanno danniRolfi: per il cinghiale occorre riforma nazionaleUmbria: bozza calendario venatorio in CommissionePiano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioColdiretti: In Italia oltre 2 milioni di cinghiali "incrementare abbattimenti"Fidc Forlì Cesena: bene nuovo calendario venatorio regionaleCalabria: al via caccia selezione cinghiale e addestramento caniPredatori opportunisti: la CE apre al controlloAggiornamento Tortora. Convocata Conferenza Stato RegioniObbiettivo Natura. A Bruxelles il confronto continuaGallinella (M5S) "ora può nascere filiera selvaggina italiana" Campania, Associazioni venatorie sul piede di guerraCampania. Regione perde ricorso su modifiche calendario venatorioFriuli, Piccin (FI): ok spostamenti fuori Comune se prelievo cinghialiFondo per la ricerca UnczaMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

In Emilia Romagna verso l'eradicazione della nutria


martedì 26 aprile 2016
    

A soli tre giorni dal ricevimento del parere Ispra, la Regione Emilia Romagna ha approvato una delibera che rende operativo il piano quinquennale per l'abbattimento delle nutrie sul proprio territorio.
 
A renderlo noto è un comunicato di Coldiretti, che accoglie con soddisfazione la novità. “Finalmente riparte in Emilia Romagna la lotta alle nutrie, animali che la stessa Unione Europea definisce tra le specie aliene più pericolose a livello mondiale, auspicandone l’eradicazione totale in Europa dove non ha antagonisti naturali”, si legge nel comunicato.

I provvedimenti previsti dalla delibera consentono finalmente agli agricoltori di difendere le loro produzioni (si parla della Regione in cima per numero di prodotti a denominazione d'origine). Mentre è prevista la sola cattura nei Parchi, da parte di personale specializzato, si agisce con tutti i mezzi a disposizione in tutte le altre zone, comprese le aree contigue dei parchi stessi. Le nutrie qui potranno quindi essere catturate tramite gabbie/trappole o anche abbattute con armi da caccia da guardie forestali, guardie comunali, cacciatori, personale abilitato e anche produttori agricoli (con regolare licenza di caccia in caso di uso del fucile). La delibera ha anche semplificato il sistema di smaltimento delle carcasse.

“Quella delle nutrie – rileva Coldiretti – è una vera e proprio emergenza in quanto si tratta di animali ormai diffusi per più di due terzi (71%) del territorio regionale, fino a raggiungere in tutta l’Emilia Romagna, secondo le stime Coldiretti, il rapporto di una nutria ogni cinque abitanti, con danni all’agricoltura che nel 2014 (ultimo anno rilevato) ha raggiunto i 173 mila euro.
Dopo che la nutria è stata inserita tra le specie nocive, al pari dei topi e dei ratti - ricorda Coldiretti Emilia Romagna - c’è stato un periodo di stasi nelle attività di contenimento che erano passati in capo ai Comuni, privi di risorse adeguate. Il ritorno alla Regione degli interventi per combattere questo dannosissimo animale – afferma Coldiretti – consente di puntare all’obiettivo finale che è, come prevede la delibera, la totale eliminazione di un animale che mette a rischio la biodiversità regionale perché distrugge piante di palude, come le ninfee, altera l’ecosistema, mettendo in forse la sopravvivenza di animali come il falco di palude e il tarabuso, distrugge nidi e mangia uova di volatili come la Gallinella d’acqua, il Germano reale e soprattutto il Mignattino Piombato la cui popolazione italiana è concentrata in Emilia Romagna. Oltre al danno ambientale – ricorda Coldiretti – la delibera regionale sottolinea i danni che le nutrie fanno alle produzioni agricole e agli argini di fiumi e canali, con il rischio di esondazioni che possono trasformarsi in rischio anche mortale per le persone".

Leggi tutte le news

10 commenti finora...

Re:In Emilia Romagna verso l'eradicazione della nutria

XINFORMATEVI!VEDRAI CHE BATOSTA PRENDERA' RENZI AL PROSSIMO REFERENDUM!E SAREMO TUTTI UN PO' PIU' LIBERI!

da mario 26/04/2016 18.51

Re:In Emilia Romagna verso l'eradicazione della nutria

MARIO, COSA TE LO FA CREDERE? ESISTE UNA MAGGIORANZA SILENZIOSA DI PERSONE CHE DAL SOTTOGOVERNO HANNO GRANDISSIMI VANTAGGI E POSSONO BENISSIMO ESSERE LORO A PREVALERE. AH, DIMENTICAVO, SE PASSA LA RIFORMA COSTITUZIONALE IL QUORUM PER I REFERENDUM ABROGATIVI NON SARA' PIU' IL 50% DEGLI AVENTI DIRITTO, MA IL 50% DEI VATANTI ALLE ULTIME ELEZIONI POLITICHE.....CIOE' CIRCA IL 30%......QUANTO DURERA' L'ART. 842? QUANTO DURERA' LA CACCIA? PENSO NON PIU' DI DUE MASSIMO TRE ANNI

da INFORMATEVI 26/04/2016 18.41

Re:In Emilia Romagna verso l'eradicazione della nutria

A PROPOSITO DI ERADICAZIONE PROPONGO QUELLA DEL MINISTRO GALLETTI VOTANDO NO AL PROSSIMO REFERENDUM DI OTTOBRE COSI' SE NE VA INSIEME AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ABUSIVO PERCHE' MAI VOTATO DAGLI ITALIANI!

da mario 26/04/2016 16.24

Re:In Emilia Romagna verso l'eradicazione della nutria

MAGARI FACESSERO I RICORSI!IO FINO A QUANDO SIAMO ADDITATI ALL'OPINIONE PUBBLICA COME ASSASSINI E DELINQUENTI NON CI SPRECO NEANCHE UNA CARTUCCIA PER LE NUTRIE!

da MARIO 26/04/2016 15.44

Re:In Emilia Romagna verso l'eradicazione della nutria

C'è un ma, se il provvedimento è fatto con delibera della Giunta Regionale è soggetto ai ricorsi al TAR. Bisogna fare come sta facendo il Veneto con una legge regionale sull'eradicazione della nutria.

da Bekea 26/04/2016 15.05

Re:In Emilia Romagna verso l'eradicazione della nutria

Con buona pace del nostro caro professore disturbatore seriale che dovrà solo osservare e tapparsi le orecchie, ahahahahahaahahaha

da Sirio 26/04/2016 14.35

Re:In Emilia Romagna verso l'eradicazione della nutria

A quando cornacchie gabbiani piccioni storni gazze&co?

da Pluto 26/04/2016 14.33

Re:In Emilia Romagna verso l'eradicazione della nutria

volendo si potrebbe portare tutte le nutrie catturate a casa della Brambilla dove la stessa li coccolerebbe e le sfamerebbe come figlie.

da arturo 26/04/2016 13.13

Re:In Emilia Romagna verso l'eradicazione della nutria

meno male che con parole semplici sono stati spiegati i danni minimi che procura all'ambiente ,e che di conseguenza ci riguarda...La brambilla non deve diventare un alibi ?Chi se ne frega della roscia

da toni el cacciator 26/04/2016 11.50

Re:In Emilia Romagna verso l'eradicazione della nutria

MA DOPO LA BRAMBILLA SI INCAVOLA!

da mario 26/04/2016 10.12