Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Baggio il Cincinnato e il "Divin codino", il film prodotto da NetflixCabina Regia scrive al MITE su Piano gestione tortoraMazzali: approvate semplificazioni a legge cacciaL'Arizona apre la caccia al bisonteCia Ferrara. I fagiani fanno danniRolfi: per il cinghiale occorre riforma nazionaleUmbria: bozza calendario venatorio in CommissionePiano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioColdiretti: In Italia oltre 2 milioni di cinghiali "incrementare abbattimenti"Fidc Forlì Cesena: bene nuovo calendario venatorio regionaleCalabria: al via caccia selezione cinghiale e addestramento caniPredatori opportunisti: la CE apre al controlloAggiornamento Tortora. Convocata Conferenza Stato RegioniObbiettivo Natura. A Bruxelles il confronto continuaGallinella (M5S) "ora può nascere filiera selvaggina italiana" Campania, Associazioni venatorie sul piede di guerraCampania. Regione perde ricorso su modifiche calendario venatorioFriuli, Piccin (FI): ok spostamenti fuori Comune se prelievo cinghialiFondo per la ricerca UnczaSuper riserva Unesco in AppenninoRegione Lombardia investe nei Centri Lavorazione SelvagginaGallo "Tar Calabria certifica legittimità calendario venatorio"Emilia R.: ok in Commissione a calendario venatorioFidc: soddisfazione per pronunciamento Tar CalabriaMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra


martedì 21 luglio 2015
    

La Regione Lombardia, nella seduta di Giunta, ha impugnato i due pareri che l'Istituto Superiore per la protezione ambientale ha reso nell'ambito del procedimento previsto dalla Legge 157/92 per derogare alla Direttiva Uccelli. I due pareri erano stati chiesti da Regione Lombardia per autorizzare il prelievo in deroga delle specie fringuello, peppola e storno in piccole quantità, e per consentire la cattura di richiami vivi e quindi l'apertura dei roccoli. Le delibere sono state proposte dal Presidente Maroni con lo scopo di difendere queste pratiche venatorie che in Lombardia sono vere e proprie tradizioni.

"Il livello del contenzioso oramai non è più regionale, bensì nazionale e comunitario - commenta l'assessore all'Agricoltura di Regione Lombardia Gianni Fava - ed i pareri ISPRA sono ormai diventati sostanzialmente vincolanti. La Commissione ha più volte ribadito di ritenere illegittimi i provvedimenti di deroga che si discostano da tali pareri e il Governo, a dicembre 2014, sulla base proprio di pareri ISPRA ha perfino annullato il nostro provvedimento di autorizzazione alla cattura". "Proprio per l'effetto preclusivo di questi pareri - aggiunge - sul successivo sviluppo dei nostri procedimenti ho dato il via libera alle impugnative con il pieno sostegno del presidente Maroni".

"La caccia - sottolinea Fava - ha un impatto minimo sulla conservazione delle specie e questo è ben evidenziato all'interno di numerosi rapporti la cui autorevolezza è riconosciuta anche a livello europeo. Ben altri sono quindi i fattori che stanno causando il declino di talune specie, ma certi burocrati, sia italiani che europei, e certi ambientalisti da 'salotto' davanti a questi dati oggettivi chiudono gli occhi".
"Personalmente - continua l'assessore - considero i cacciatori attori primari del mondo rurale ed è quindi mia ferma intenzione cercare di tutelare le pratiche venatorie in tutte le sedi, quando esse sono sostenibili. Questo è il caso di queste due impugnative".

"Nel ruolo di Amministratore pubblico - conclude Fava - devo però fare i conti con il contesto giuridico in cui mi muovo e con le procedure d'infrazione aperte nei nostri confronti per il mancato rispetto della Direttiva Uccelli. Per senso di responsabilità, nell'esercizio delle mie funzioni devo muovermi senza esporre l'amministrazione regionale al rischio di sanzioni anche perché oggi, per una nuova infrazione alla Direttiva Uccelli, partirebbero da un minimo di 9 milioni di euro".
 
Sempre nel corso della seduta la Giunta di Regione Lombardia ha altresì formalizzato l'intervento in adiuvandum nel procedimento che ha visto Federcaccia e ANUU ricorrere al TAR contro l'annullamento, posto in essere dal Governo, della Delibera regionale del 2014 che autorizzava la cattura di richiami vivi.
Sul ricorso hanno rilasciato dichiarazioni positive anche l'Assessore Parolini, il consigliere Sala, il capo gruppo del Carroccio Fabio Rolfi, oltreché i dirigenti delle Aavv.
 

Leggi tutte le news

21 commenti finora...

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

Berlato ed i suoi accoliti nonostante le sentenze hanno cercato di sostenere che siccome non vi erano state sanzioni,le sentenze non esistevano...beh le sanzioni a quanto pare ci sono eccome e pure belle pesanti e pronte a scattare se si tentassero deroghe insostenibili ed illegittime ....vi continuerete ad attaccare!!

da Che strano silenzio?? 24/07/2015 16.08

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

caro @che strano silenzio etc etc prova a raccontare al pubblico se Trenti o Berlato hanno resonsabilità oggettive sulla chiusura dei roccoli e spiedo appena passati in aula, aggiungi pure le mazzate quotidiane che prendiamo sui denti...perchè facile che siano loro i responsabili di tutto questo!!

da sciaquarsi la bocca con detergente e fare gargarismi 23/07/2015 19.51

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

Il fatto che la Legge sulle deroghe del 2008 sia ancora in vigore, a parte un comma riguardante le tabelle e quantità ( rinnegate in un secondo tempo da ispra,) significa che l' impianto o struttura della richiesta sia ancora corretta, a parte il fatto che vada fatta tramite delibera e nn piu per legge. Ti anticipo la risposta @ dove sono finiti etc etc... il comma abrogato è sostanzialmente ripresentabile con dati bird life ..quindi farsela meno sotto, sarebbe l'unica soluzione per arrivare al dunque e smetterla da parte della politica e delle aavv di tirare x il [email protected] i cacciatori lombardi.

da fabio 23/07/2015 17.26

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

@ che strano silenzio etc etc...la storia delle sanzioni, 9 milioni di euro sono le stesse minacciate/usate come alibi negli ultimi anni. l'assessore forse si riferisce alle sanzioni indirizzate allo Stato italiano e delle pecche nei conforti della legge quadro??

da Quanto mi piacerebbe vedere i verbali delle sanzioni 23/07/2015 16.57

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

a proposito della legge 157/92 noi cacciatori Lombardi ci chiediamo dove è finita la proposta del Consigliere SALA presentata da ben 3 anni "19 giugno 2013" della possibilità di poter cacciare in 2 ATC fuori Provincia oppure in alternativa 10 uscite in qualsiasi ATC Lombardo. Qualcuno mi saprebbe aggiornare in proposito GRAZIE

da Pierangelo 22/07/2015 13.31

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

Ma che fine hanno fatto i vari Bekea,Aldo,s.g.cassador Veneto che asserivano che le sentenze europee e le sanzioni sulle deroghe non esistevano??Ora fatevi e fate un bel promemoria a Berlato e trenti che se si vogliono e promettono deroghe illegittime si parte con sanzioni fino ad ora solo accantonate che partono da 9 milioncini di euro.l'assessore fava ve lo ha spiegato benone................

da Che strano silenzio dai fenomeni veneti delle deroghe..... 22/07/2015 8.58

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

dove arrivano i rossi ,,,seccedono sempre delle [email protected]@@@@@eeeeee

da news 21/07/2015 18.39

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

E pensare che invece delle deroghe, se avessimo una seria politica venatoria, si potrebbe ancora andare a caccia come dio comanda, anche ai piccoli uccelli. Ma con gente che pensa più alle cartucce che alla tutela del bosco, è anche troppo quello che si riesce a raccogliere. Abbiamo buttato i soldi in cartucce e fagiani, mentre si dovevano utilizzare quei soldi che - pur nostri - abbiamo consentito che venissero affidati alle associazioni ambientaliste per farci la guerra sul territorio, finanziando oasi, parchi, aree protette e campagne anticaccia. bravi bischeri che siamo stati

da malevolutounèmaitroppo 21/07/2015 17.32

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

Sotto pensa che sulle deroghe te ed i tuoi compari spara tutto continuerete ad attaccarvi!!

da Lubamba 21/07/2015 16.23

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

GRANDE ZORRO ......... E POI LA SODDIFAZIONE DI VEDERE UN CANE IN FERMA SU DI UNO SCHITTONE ( POLLO COLORATO ) è UNO SPETTACOLO OSSERVARLI DAL CAPANNO.

da CRI 21/07/2015 16.13

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

Come al solito intervengono quelli a cui le deroghe e la caccia tradizionale con i richiami dà fastidio perchè vogliono essere padroni di tutto il territorio. ma non avete ancora capito che le vs lepri le hanno già mangiate i cani che durante la settimana andate a "provare" e non c'entrano nulla i capanni ed i migratoristi ?

da zorro 21/07/2015 16.09

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

Tiziano cosa vuoi recuperare? Il Tar del Lazio dirá che i pareri Ispra sono insindacabili..con buona pace dei boccaloni agostani che ancora credono alla fata turchina

da Tita 21/07/2015 10.59

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

E pensare che c'erano certi vicentini appecorato che raccontavano che di sanzioni ben vi era il rischio di pagarne.beh le sentenze di condanna che abbiamo sanato con il 19/bis sono vive e vegete,e pure pronte a calare come una scure sull'ingordia degli spara tutto lombardo veneti.Ora andate a fare un promemoria ai vari Berlato,Trenti,Acl ACR,e sciampista alla ricerca di una poltrona

da Buonanotte sognatori 21/07/2015 10.55

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

canedilenì ..lei dai comunisti della Toscana,in materia di caccia, ha tutto da imparare.Glielo assicuro all'olio d'oliva bono. stia sereno

da toscano 21/07/2015 10.37

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

E figuriamoci se non arrivava il rosso a metterci lo zampino !! Ottimo inizio, ma in caso di risposta negativa, guai fermarsi !!

da Iniziare !! 21/07/2015 10.15

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

per una nuova infrazione alla Direttiva Uccelli, partirebbero da un minimo di 9 milioni di euro". dai paghiamo gia parecchi soldi per le ecoballe Campane che saranno mai 9 milioni

da io 21/07/2015 10.10

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

Mi pare che anche qui ci sia lo zampino dei COMUNISTI della Toscana. Pensa un po'...

da canedilenì 21/07/2015 9.47

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

Bene ed ora recuperiamo tutto ciò che i falsi ambientalisti ci hanno derubato negli ultimi venti anni oltre al rispetto e alla dignità di cittadini con la fedina penale pulita.

da tiziano57 21/07/2015 9.47

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

Era ora fate valere i nostri diritti, e non solo i nostri doveri nel pagare solo tasse per una caccia misera e restrittiva( che forse non ne vale più la pena di esercitarla).

da lino 21/07/2015 9.12

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

Qualcuno ha notizia di altre regioni che hanno impugnato i pareri ISPRA?

da Luca92 21/07/2015 9.05

Re:Lombardia. Fava: pugno duro della Regione con Ispra

"Eppur si muove" disse Dante Alighieri nei Promessi Sposi

da toni el cacciator 21/07/2015 8.59