Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Piano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioColdiretti: In Italia oltre 2 milioni di cinghiali "incrementare abbattimenti"Fidc Forlì Cesena: bene nuovo calendario venatorio regionaleCalabria: al via caccia selezione cinghiale e addestramento caniPredatori opportunisti: la CE apre al controlloAggiornamento Tortora. Convocata Conferenza Stato RegioniObbiettivo Natura. A Bruxelles il confronto continuaGallinella (M5S) "ora può nascere filiera selvaggina italiana" Campania, Associazioni venatorie sul piede di guerraCampania. Regione perde ricorso su modifiche calendario venatorioFriuli, Piccin (FI): ok spostamenti fuori Comune se prelievo cinghialiFondo per la ricerca UnczaSuper riserva Unesco in AppenninoRegione Lombardia investe nei Centri Lavorazione SelvagginaGallo "Tar Calabria certifica legittimità calendario venatorio"Emilia R.: ok in Commissione a calendario venatorioFidc: soddisfazione per pronunciamento Tar CalabriaMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Veneto: danni fauna, progetto di legge per contenerli nelle aree protette


mercoledì 30 gennaio 2013
    
Licenziato all'unanimità dalla commissione Agricoltura e Caccia del consiglio regionale del Veneto, un progetto di legge presentato dall'Udc che mira a definire i meccanismi di "risarcimento dei danni alle produzioni agricole e zootecniche, alle persone e agli automezzi causati dalla presenza di animali selvatici e per la riduzione del loro numero nelle zone in cui è preclusa l'attività venatoria".

In particolare si cerca così di venire incontro ai tanti problemi segnalati dagli imprenditori agricoli delle aree dei parchi naturali dei Colli Euganei e della Lessinia per quanto riguarda i cinghiali e nelle aree protette e nella montagna veneta per quanto riguarda gli ungulati.

"Il testo approvato dalla commissione - si legge nel comunicato ufficiale del Consiglio -  e che verrà votato in aula in una delle prossime sedute dell'assemblea regionale, prevede l'istituzione di un fondo per concorrere alla prevenzione e risarcimento dei danni causati dalla fauna selvatica nei territori preclusi all'esercizio della attività venatoria. Tra i danni risarcibili quelli alle produzioni agricole o zootecniche e ad opere approntate e funzionali alla produzione agricola e zootecnica; saranno risarcibili anche i danni causati a persone e veicoli per impatto con animali selvatici in attraversamento di sedi stradali nelle aree protette o confinanti con esse. A questo proposito è prevista una specifica polizza assicurativa regionale per concorrere al risarcimento.

La norma, come si è detto, prevede, inoltre, tra le la possibilità di intervento per il contenimento della popolazione di specie selvatiche la possibilità di avvalersi dei cacciatori residenti nei relativi ambiti territoriali, adeguatamente formati, anche sulla scorta delle linee guida definite dall'Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica per questo tipo di abbattimento selettivo. 

Leggi tutte le news

4 commenti finora...

Re:Veneto: danni fauna, progetto di legge per contenerli nelle aree protette

Bravo Fabrizio, il concetto dovrebbe essere lapalissiano: la responsabilità risarcitoria dello Stato per i danni cagionati a terzi dai suoi animali è interamente a suo carico. Se lo Stato non vuole sobbarcarsi i risarcimenti torna a stabilire che la selvaggina è res nullius.

da Inforziato 30/01/2013 18.15

Re:Veneto: danni fauna, progetto di legge per contenerli nelle aree protette

il vero problema e' la rarefazione dei cacciatori, dovuta a leggi ottuse come la 157/92. Quanto ai danni da fauna selvatica, SE gli animali sono ptrimonio indisponibile dello Stato......responsabile dei danni e' lo Stato salvo la legge dirotti tale responsabilita' su altri enti territoriali (Province, parchi). Il resto e' noia.

da Fabrizio 30/01/2013 15.32

Re:Veneto: danni fauna, progetto di legge per contenerli nelle aree protette

Chi fa le perizie (e con quale professionalità) per le collisioni veicoli-ungulati ? O si paga sulla fiducia, magari con le tasse venatorie ?

da 30_06 30/01/2013 12.37

Re:Veneto: danni fauna, progetto di legge per contenerli nelle aree protette

Inutile nasconderlo o non condividerlo,l'immissione dei cinghiali in modo spudoratamente fazioso ha rovinato la caccia tradizionale e non problematica.Quei pochi che ancora cacceranno dovrenno farsi carico di tutti i risarcimenti,perchè per svariate ragioni i cinghiali si moltiplicheranno anche in futuro.Che paghi e "per intero" chi ha voluto questa situazione e,gli altri fucile al chiodo.Buon prò vi faccia.

da vince50 30/01/2013 11.36